Sicurezza stradale, il Commissario Ganci incontra le scuole campane

Confermato fino ad ottobre 2018 il trasferimento a Castellammare del Golfo del dipendente del comune monrealese

Monreale, 5 febbraio 2018 – Partirà da Salerno il 15 febbraio la nuova edizione di “Sii saggio, Guida Sicuro”, i destinatari saranno gli studenti delle scuole secondarie Campane. Invitato a partecipare alla sesta edizione del corso, in veste di relatore, sarà il Commissario Capo di Castellammare del Golfo, Castrense Ganci. Il dipendente del comune monrealese già dall’anno scorso, dopo un accordo tra gli Enti, presta servizio anche nel comune in provincia di Trapani. Un trasferimento che da poco è stato rinnovato fino al 31 ottobre del 2018. A Castellammare Ganci sarà impiegato dal lunedì al venerdì, per 30 ore settimanali.

Il progetto dell’associazione i Meridiani, gestito in collaborazione con il MIUR, il comune di Napoli e l’associazione nazionale Amici delle strade, è volto all’educazione stradale nelle scuole. Le diverse realtà hanno un unico obiettivo, quello di far diminuire di anno in anno il numero di incidenti stradali causati da comportamenti scorretti, e tra questi il mettersi alla guida dopo aver bevuto. Immagini forti avranno il compito di scuotere i futuri automobilisti, un incontro formativo per permettere ai giovani l’acquisizione di una maggiore consapevolezza dei rischi che possono scaturire dal mancato rispetto delle norme in materia di sicurezza stradale.

Ormai da anni il commissario capo della Polizia Municipale di Castellammare del Golfo partecipa all’iniziativa, che dopo Salerno lo vedrà il 16 febbraio ad Albanello e poi l’uno marzo a Castellammare di Stabia. Un appuntamento quello con “Sii saggio, Guida Sicuro” che si ripete ormai da cinque anni e che di volta in volta raccoglie sempre maggiori consensi, soprattutto tra le forze dell’ordine per il grande lavoro di educazione e sensibilizzazione che viene svolto in tutto il percorso.

 

1 Commento
  1. Giuseppe scrive

    La sicurezza stradale deve essere attuata in primis dalle amministrazioni locali,segnalo la pericolosità della curva di San Ciro quando la strada è bagnata che da diversi anni,è causa di decine incidenti per via del manto stradale che trattiene l’acqua e fa scivolare le auto anche a bassa velocità non appena si preme il pedale del freno rendendo incontrollabili i mezzi, anche quelli dotati di sofisticati accorgimenti meccanici,la competenza per il rifacimento del manto stradale per renderlo drenante a chi spetta? Comune di Palermo?Comune di Monreale?Provincia, a noi cittadini interessa che la strada sia sicura in caso di pioggia .

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.