Quando partirà la raccolta differenziata ad Aquino? Gli alunni della “Leto-Borsellino” intervistano l’assessore Cangemi

Dal cassonetto ai residenti: “Perché noi ad Aquino non differenziamo?”. Abbiamo quindi deciso di capirci di più

Monreale, 2 febbraio 2018 – In questi giorni nella nostra scuola “Leto-Borsellino” abbiamo affrontato il problema rifiuti ad Aquino. Per prima cosa abbiamo svolto delle ricerche sull’argomento, per farci un’idea come trasformare il nostro quartiere da sporco a pulito. Grazie ai lavori svolti, abbiamo capito che per ridurre l’impatto dei rifiuti sull’ambiente è necessario fare la raccolta differenziata che pone le basi del riciclaggio, un processo che trasforma i rifiuti in nuovi materiali, oggetti e sostanze del tutto differenti da quelli originari. Così siamo giunti alla conclusione che la raccolta differenziata comporta tanti benefici per la comunità: ambientali, economici e per la salute.

A questo punto ci siamo posti una domanda fondamentale, perché noi ad Aquino non la facciamo? Abbiamo quindi deciso di capirci di più. Innanzi tutto abbiamo intervistato il diretto interessato, il Cassonetto.

L’intervista al Cassonetto

FiloDiretto Junior: Sig. Cassonetto perché è così disperato?

Cassonetto: Perché mi avevano promesso che presto sarei diventato un cassonetto differenziato, quindi pulito e decoroso, e invece….

FiloDiretto Junior: Cosa possiamo fare per aiutarla?

Cassonetto: Potreste andare per me dall’Assessore all’Igiene Urbana e chiedergli perché sono così sporco e puzzolente.

Salutiamo il cassonetto e quando stiamo per andare via lui ci richiama e ci invita a chiedere anche agli abitanti di Aquino perché il più delle volte viene maltrattato. Decidiamo quindi di andare ad intervistare gli abitanti e i negozianti di Aquino. Un gruppo di noi è andato al Conad, altri al panificio, dal macellaio, insomma in giro per tutto il quartiere.

L’intervista agli abitanti

FiloDiretto Junior: Secondo voi è giusto fare la raccolta differenziata?

Commerciante: Si, certo.

FiloDiretto Junior: La vorreste subito?

Macellaio: Si.

FiloDiretto Junior: Secondo voi con la raccolta differenziata si potrebbe migliorare l’ambiente?

Salumiere: Si, certamente.

FiloDiretto Junior: Perché secondo lei la gente non rispetta gli orari per il conferimento dei rifiuti?

Cassiera: Perché non tutti siamo uguali.

FiloDiretto Junior: Perché la gente butta la spazzatura fuori dal cassonetto?

Fruttivendolo: Perché i cassonetti sono pochi ma anche perché le persone sono incivili.

FiloDiretto Junior: È al corrente del servizio smaltimento rifiuti ingombranti?

La maggior parte degli intervistati ha risposto si, solo alcuni non lo conoscevano e noi abbiamo spiegato loro come funziona. L’impressione che abbiamo avuto durante l’intervista è stata quella di non essere stati presi sul serio e che alcuni mostravano interesse per l’argomento e altri invece ridacchiavano un po’. Infine abbiamo avuto l’impressione che non tutti dicessero la verità. Insomma possiamo dire che secondo noi c’è ancora molto lavoro da fare per far capire alla gente che considerare importante l’ambiente significa considerare importanti noi stessi.

Dopo aver raccolto le interviste, al Cassonetto e agli abitanti di Aquino, abbiamo intervistato l’assessore all’Igiene Urbana Giuseppe Cangemi, che gentilmente ha accettato l’invito per dare risposte alle nostre domande. 

FiloDiretto Junior: Quando partirà la differenziata ad Aquino?

Assessore Cangemi: Al più presto sarà avviata anche ad Aquino, ci stiamo già lavorando.

FiloDiretto Junior: Come pensa di informare i cittadini e spingerli a fare la raccolta differenziata?

Assessore Cangemi: Le discariche sono piene e non abbiamo più spazio per i rifiuti. Faremo capire che dobbiamo necessariamente cambiare.

FiloDiretto Junior: Come intende portare avanti la raccolta differenziata? Chi vuole fare la differenziata sin da subito dove deve portare i rifiuti? Perché a Monreale non c’è più un centro comunale di raccolta?

Assessore Cangemi: La raccolta differenziata sarà fatta porta a porta, così come già avviene a Monreale, e non ci saranno più rifiuti per le strade. Un centro di raccolta c’è a Monreale ed è in via Venero.

FiloDiretto Junior: Come pensa di fronteggiare l’emergenza rifiuti che attualmente stiamo vivendo?

Assessore Cangemi: Potenziando la raccolta differenziata, pensate che a novembre scorso, a Monreale avevamo già risparmiato 200 tonnellate di rifiuti indifferenziati.

FiloDiretto Junior: Perché il servizio rifiuti ingombranti non funziona? Come pensate di combattere il fenomeno?

Assessore Cangemi: Esiste un numero da chiamare per il ritiro di rifiuti ingombranti ma a breve ci sarà anche una stazione mobile che in giorni stabiliti ritirerà i rifiuti ingombranti del territorio.

FiloDiretto Junior: Come mai al nord già da anni la differenziata funziona?

Assessore Cangemi: Perché al nord sono più organizzati e veloci, noi rimandavamo sempre.

A questo punto abbiamo mostrato all’assessore Cangemi il cartellone con i nostri disegni e slogan a favore della differenziata. 

Si è mostrato molto interessato e ci ha detto che si potrebbero utilizzare come campagna pubblicitaria per sensibilizzare tutti. 

 

 

A conclusione di questo lavoro, siamo tornati dal cassonetto che ha letto il nostro articolo con interesse e ringraziandoci si è mostrato speranzoso che presto si trasformerà in cassonetto differenziato.

 

 

 

 

Gli alunni VA e VB scuola primaria di Aquino

(Coordinatrice  Loredana Inzinsola)

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.