Oggi è 16/09/2019

Cronaca
La Dda di Palermo ha disposto il fermo di cinque persone accusate di mafia ed estorsione

Operazione antimafia, arrestato Giuseppe Biondino, il figlio dell’autista di Totò Riina

Per gli inquirenti è il nuovo “reggente” del mandamento di San Lorenzo ed è accusato di diverse estorsioni

Pubblicato il 21 gennaio 2018

Operazione antimafia, arrestato Giuseppe Biondino, il figlio dell’autista di Totò Riina
ARIOLO SALVATORE

Palermo, 21 gennaio 2018 – Nuova operazione antimafia nel mandamento di San Lorenzo. La Dda di Palermo ha disposto il fermo di cinque persone accusate di associazione mafiosa ed estorsione. Si è ricorsi al fermo perché i cinque si preparavano a fuggire. In carcere tra gli altri è finito Giuseppe Biondino, figlio di Salvatore Biondino, autista e uomo di fiducia di Totò Riina. Per gli inquirenti è il nuovo “reggente” del mandamento di San Lorenzo ed è accusato di diverse estorsioni. I provvedimenti, firmati dal procuratore Francesco Lo Voi, dall’aggiunto Salvo De Luca e dai pm Roberto Tartaglia, Amelia Luise e Annamaria Picozzi, sono stati eseguiti dai carabinieri.

Le indagini sono condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo.  L’attività d’indagine rappresenta la prosecuzione dell’operazione “Talea” dello scorso dicembre 2017 condotta nei confronti degli affiliati ai mandamenti mafiosi di San Lorenzo (composto dall’omonima famiglia di San Lorenzo, Tommaso Natale, Partanna Mondello, Terrasini, Cinisi e Carini) e Resuttana (articolata sull’omonima famiglia di Resuttana e da quelle di Arenella e Acquasanta).

Secondo quanto accertato dagli investigatori  a capo della famiglia mafiosa di Palermo San Lorenzo c’era Giuseppe Biondino, 40 anni, figlio dell’ergastolo mafioso Salvatore l’autista di Totò Riina. Nel corso dell’operazoone sono state fermate Salvatore Ariolo e il tunisino Ahmed Glaoui, ritenuti appartenenti rispettivamente alle famiglie mafiose di San Lorenzo e Partanna Mondello. Biondino, nei mesi scorsi, aveva lasciato più volte Palermo per andare in Spagna con l’intenzione di organizzare la sua imminente latitanza.

Arrestato anche Francesco Lo Iacono, altra parentela di “rango” in Cosa nostra: è il nipote del boss Francesco Lo Iacono, storico capomafia di Partitico. E’ accusato dell’incendio di una concessionaria di auto. Si stava preparando a partire per Düsseldorf per darsi alla latitanza. In carcere anche Salvatore Ariolo e Ahmed Glaoui, accusati di mafia ed estorsione e Bartolomeo Mancuso, accusato di estorsione. Francesco Lo Iacono è nipote di Maurizio Lo Iacono, esponente di vertice del mandamento di Partinico, il cui omicidio, avvenuto il 4 ottobre 2005 a Partinico, era collegabile ai contrasti esistenti tra i Lo Iacono e i Vitale, a causa della vicinanza dei primi al boss, all’epoca latitante, Bernardo Provenzano.

C’è un nuovo collaboratore di giustizia tra le fila di Cosa nostra: è Sergio Macaluso, arrestato dai carabinieri nell’inchiesta di dicembre scorso denominata Talea che portò in cella 25 mafiosi tra i quali Mariangela Di Trapani, moglie del boss Madonia. La donna aveva preso in mano le redini della cosca durante la detenzione al 41 bis del marito. Macaluso, che da qualche settimana riempie pagine di verbali, è ritenuto dagli inquirenti uno dei nuovi elementi di vertice dello storico mandamento mafioso di Resuttana- San Lorenzo.
Il particolare emerge dall’indagine della dda che ha portato ai cinque fermi. Il neopentito Macaluso ha dato un contributo rilevante al lavoro dei magistrati soprattutto ricostruendo i ruoli dei nuovi vertici della cosca e l’investitura di Biondino al comando del clan. Macaluso ha rivelato, tra l’altro, di aver partecipato alla riunione in cui il figlio dell’ex autista di Totò Riina sarebbe stato nominato capo.

«Voglio innanzitutto ringraziare l’Autorità Giudiziaria per l’impegno e lo sforzo quotidianamente profusi in un territorio caratterizzato dall’endemico fenomeno mafioso – afferma Di Stasio, comandante provinciale dei carabinieri di Palermo -. Un grazie anche ai “miei” Carabinieri che giornalmente operano al servizio dei cittadini per l’affermazione della legalità. Nel corso degli anni cosa nostra, pur avendo mutato pelle e diversificato i propri affari, continua ad essere viva e impegnata – anche attraverso il “pizzo” – nella ricerca quotidiana e ossessiva di denaro. Per questo, a tutti i cittadini, ai commercianti e agli imprenditori di questa stupenda terra esprimo la mia gratitudine per essersi – ancora una volta – affidati allo Stato, continuando a denunciare gli estortori».

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Vietata la circolazione alle bici elettriche, multe e sequestri a Palermo

    Cronaca

    PALERMO - Nelle strade pubbliche è viatata la circolazione di qualsiasi mezzo che non sia non assicurato o non omologato. È il caso delle biciclette elettriche, assimilabili a veri e propri scooter. A Palermo qualcosa si muove tanto che sono stati potenziati i controlli sulle biciclette elettr..

    Continua a Leggere

  • Droga “Made in Partinico”, così la città si riscopre regno delle piantagioni

    Cronaca

    Partinico è una delle aree della Sicilia in cui si ha la più alta percentuale di piantagioni di droga. A confermarlo sono le numerose operazioni di carabinieri, polizia e guardia di Finanza che hanno permesso di scoprire diversi appezzamenti coltivati a Cannabis e togliere alla criminalità proven..

    Continua a Leggere

  • “I bambini non si toccano”, le associazioni monrealesi alla manifestazione in piazza Verdi

    Cronaca

    PALERMO - Dopo la manifestazione di solidarietà per i bambini di Bibbiano, svoltasi a Monreale il 29 agosto scorso, sabato dinanzi al Teatro Massimo diverse associazioni si sono riunite per sensibilizzare l'o..

    Continua a Leggere

  • “Settimana Internazionale di Musica Sacra di Monreale”: dal 2 al 6 ottobre un fitto cartellone

    Cronaca

    MONREALE - Al via la 61esima edizione della “Settimana Internazionale di Musica Sacra di Monreale”. Il programma non è stato ancora presentato pubblicamente, ma è ormai ufficiale. Dal 2 al 6 ottobre Monreale..


  • Partinico, operazione antidroga: sequestrati 220 chili di marijuana, tre arresti

    Cronaca

    PARTINICO - 220 chili complessivi di droga, ma anche tutto il materiale necessario per l’irrigazione, la coltivazione e l’essiccazione della marijuana. Una piantagione in piena regola con oltre 280 arbusti è stata trovata dalla Guardia di Finan..


  • Mirto SRL, a novembre udienza per l’assunzione dei 12 lavoratori mai inseriti nell’organico delle ditta dei rifiuti

    Cronaca

    MONREALE - Sono ancora tempi di attesa per i 12 ex dipendenti dell’ATO Alto Belice Ambiente che attendono da anni di essere inseriti nell’organico della Mirto SRL di San Cipirello, la società che da gennaio 2017 fornisce per il comune di Monreale il s..


  • Capaci, sequestro di persona: tre uomini arrestati dai Carabinieri

    Cronaca

    CAPACI - I Carabinieri della Stazione di Capaci hanno posto agli arresti domiciliari tre palermitani – un 42enne, un 27enne e un 25enne –, in seguito alle indagini coordinate dalla Procura di Palermo. Ai tre viene contestato il sequestro d..


  • “Muddichi ri pani” e “Ballando sulle punte”: Tracce nel Vento presenta due libri di poesie

    Cronaca

    [gallery ids="117473,117474,117475,117476,117477,117478,117479,117480,117481,117482,117483,117484,117485,117486,117487,117488,117489,117490,117491,117492,117493,117494,117495,117496,117497,117498,117499,117500,117501,117502,117503,117504,117505,117506"] MONRE..


  • Street food (di qualità) e musica classica: si conclude con grandi numeri la “Monreale Food Feast”

    Cronaca

    [gallery ids="117460,117461,117462,117463,117464,117465,117466,117467,117452"] MONREALE - Non può che essere positivo il bilancio del "Monreale Food Feast", la tre giorni dedicata al mondo del cibo di strada siciliano e non, ospitata per le v..


  • Incidente nella notte, auto si ribalta in via Antonio Veneziano

    Cronaca

    MONREALE - Ancora un incidente, nella notte una Smart si è ribaltata dopo aver urtato un'altra vettura. Alla guida una donna che fortunatamente ha riportato solo qualche graffio. La donna di circa 30 ..


  • Nelle vie Pio la Torre e Salvatore Candido “Letture erranti di Antonio Veneziano”

    Cronaca

    [gallery ids="117434,117433,117435,117432,117431,117429,117428,117427,117426"] MONREALE - Dopo il successo di "Monreale Food e Feast" che ha riempito le vie di Monreale, da via Pietro Novelli alle piazze principali, continuano gli eventi inser..


  • A Casa Cultura presentato il libro di Ester Rizzo “Le Ricamatrici”

    Cronaca

    MONREALE - Nella splendida cornice di Casa Cultura Santa Caterina ieri pomeriggio é stato presentato il libro di Ester Rizzo “Le Ricamatrici”.  L’evento culturale fa parte del calendario dell’estate monrealese ed è  stato..


  • Monreale, oggi ancora Food Feast e il concerto dell’orchestra Sinfonica Siciliana

    Cronaca

    MONREALE - Anche ieri ha fatto registrare il tutto esaurito il "Monreale Food Fest", la kermesse gastronomica che ha portato in città, per tre giorni, il migliore cibo da strada siciliano e monrealese.

    Anche ieri un fiume di visitatori ha preso d'assalto gli stand ..


  • Zona traffico limitato, fioccano le multe in piazza Guglielmo

    Cronaca

    MONREALE- Pizzicati mentre transitavano con l'auto da piazza Guglielmo, per i trasgressori sono fioccate le multe. Al varco gli automobilisti sono stati fermati dai Carabinieri che hanno elevato una decina di contravvenzioni. Questa ..


  • “Intrecci di filo”, la mostra di artigianato dell’associazione CreArt al circolo di cultura Italia

    Cronaca

    [gallery ids="117381,117382,117383,117384"] MONREALE - Il circolo di cultura Italia ospita da ieri la mostra di artigianato "Intrecci di filo", organizzata dall'associazione "CreArt Eventi" di Monreale e dal presidente del circolo Claudio Burgio. "Un'opera ..


  • Da via Pio La Torre rimossi due vasi ornamentali e spostati in via Roma. Pupella: “Stiamo riorganizzando l’arredo urbano”

    Cronaca

    MONREALE - Giovedì mattina alcuni operai hanno spostato due va..


  • Bonus prima casa anche su più unità, la sentenza della Cassazione

    Cronaca

    Un recente intervento della Cassazione (Ordinanza n. 17015/2019), a seguito di un ricorso da parte di un contribuente avverso la Commissione Tributaria regionale del Piemonte, interviene nel merito dell’


  • Grisì, l’amministrazione si attiva per richiedere lo stato di calamità. Arcidiacono: “La settimana prossima farò richiesta alla Regione”

    Cronaca

    MONREALE - Dopo l'inondazione delle strade di Grisì, risalente a qualche giorno fa, è diventata ancora più evidente la necessità di interventi urgenti per evitare che disagi di questo tipo si ripresentino nuovamente. In seguito alle forti piogge, infatti, l'a..