Boccadifalco non collegata con Palermo. Arduino: «Riattivare la linea Amat 923»

Ad chiederlo all’Assessore Regionale infrastrutture e mobilità Marco Falcone è Nicola Arduino, coordinatore  di Forza Italia della Quarta Circoscrizione

«Riattivare la linea Amat numero 323 che collega Boccadifalco a Palermo, la sua interruzione provoca da due anni disagi e disservizi alla comunità del quartiere palermitano». Ad chiederlo all’Assessore Regionale infrastrutture e mobilità Marco Falcone è Nicola Arduino, coordinatore di Forza Italia della Quarta Circoscrizione del comune di Palermo. 

Due anni fa a causa di un piano effettuato da Amat, veniva cancellata la linea 923, linea che collega la parte alta di Boccadifalco, con il resto della città. «I residenti – afferma Arduino – a causa di tale decisione subiscono enormi disagi. Si consideri anziani, indigenti e studenti che hanno come solo mezzo di trasporto il mezzo pubblico». Da tempo ormai i cittadini residenti a Boccadifalco chiedono il ripristino della linea 392 Amat, dopo innumerevoli denunce e lamentale. «Avevamo avuto la promessa – continua il coordinatore locale di Forza Italia – che era necessario un sopralluogo congiunto tra comune e Amat e il servizio infrastrutture della Regione, per aver rilasciato il nulla osta e poter finalmente riattivare così la linea».  La tratta ad oggi non è stata arrivata.

«Purtroppo tutto queste sono state solo parole – conclude Arduino – e non è mai stata fatta alcuna azione concreta.  Chiedo all’assessore di trovare una soluzione a questa contesa, e di riconoscere il diritto dei residenti di Boccadifalco». 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.