Monreale. I candidati sindaci alle prossime amministrative

Campagna elettorale già avviata da diversi candidati. Altri potrebbero venire fuori nei prossimi mesi

Monreale, 29 dicembre 2017 – A circa un anno e mezzo dalle amministrative 2019, a Monreale partiti e gruppi politici cominciano ad organizzarsi per predisporre una squadra di governo da proporre alla guida della città.

Dal giorno successivo ai risultati delle regionali sono cominciati gli incontri per stabilire strategie, per stringere accordi, per accreditarsi nuovi “inserimenti” nelle liste in fase di costruzione, ma anche per ottenere contributi di idee, spunti programmatici.

Differenti i nomi che circolano in questi giorni, di soggetti per lo più già noti al panorama politico monrealese, presente e passato, personaggi che sono stati o sono tutt’ora in consiglio comunale, o che hanno già avuto una stretta frequenza con la Sala Rossa.

Conferma di essere intenzionato a presentare la sua candidatura l’ex sindaco Filippo Di Matteo, appartenente all’area di centro destra, molto vicino al vice Presidente dell’ARS, Gaetano Armao.

Un’area politica, quella del centro destra, molto affollata di candidati. Non nasconde le sue intenzioni a correre per il ruolo di primo cittadino il consigliere comunale Marco Intravaia (gruppo misto), che ha sostenuto la recente campagna elettorale del Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Una condizione che lo porterebbe al momento a cercare supporter nei consiglieri comunali di Forza Italia, un partito dato in forte crescita, se non anche nei 4 consiglieri afferenti all’area di Saverio Romano. Intravaia spera che Musumeci possa spingere gli alleati di centro destra a confluire sul suo nome. Ma se il consigliere riuscirà a fare da collante tra le varie anime del centro destra monrealese è ancora tutto da vedere.

Nel centro destra un altro nome a girare insistentemente è quello di Salvino Caputo, ex sindaco, ex assessore di Di Matteo, ex deputato regionale, deposto dall’ARS in seguito all’applicazione della legge Severino, in attesa della sentenza di riabilitazione che possa sciogliere la riserva alla sua candidatura. Caputo, rappresentante della Lega Nord, ha conseguito un discreto risultato nella campagna condotta a favore del fratello, Mario, durante le scorse regionali. Forse la conferma che attendeva per valutare se gode ancora di un elettorato forte a Monreale, uno zoccolo duro da cui partire per lanciare la nuova campagna elettorale.

Se durante le precedenti amministrative del 2014 Marco Intravaia aveva sostenuto la candidatura di Alberto Arcidiacono, poi sconfitto al ballottaggio da Piero Capizzi, nella prossima competizione potrebbero ritrovarsi a competere per la stessa poltrona, dato che Arcidiacono è fermamente intenzionato a ripresentarsi. Quasi sicuramente a capo di una formazione trasversale, a carattere civico. 

Piero Capizzi – Sindaco di Monreale

Potrebbe contare anche su un sostegno del centro destra il sindaco uscente, Piero Capizzi. La sua recente rottura con il PD lo proietta verso l’area di Saverio Romano (Cantiere Popolare). In giunta tra i suoi assessori c’è Geri Valerio, fratello di Maurizio, componente dell’assemblea provinciale di Forza Italia. Ed è probabile che anche sul partito di Silvio Berlusconi cercherà la principale sponda. Alla luce del prossimo rimpasto di giunta (dove con l’uscita del PD vi sono due posti da assegnare) si capirà meglio quale sarà il percorso che Capizzi si accinge a percorrere da qui al 2019. Anche se, per assistere ad un suo definitivo posizionamento, si dovranno attendere i risultati delle consultazioni nazionali di marzo 2018.

Sull’area del centro sinistra rimane un’incognita il percorso che si accingerà a fare il PD sotto la nuova guida a firma Quadrante. Invece è già da tempo segnato quello di Massimiliano Lo Biondo, componente dell’assemblea provinciale del PD, ma fermamente intenzionato a presentarsi senza sigle di partito. 

Lo Biondo, sceso in campo già da diversi mesi, ha creato un movimento civico, #OLTRE. Già sarebbe in procinto di “chiudere” due liste (da quest’anno previsti al massimo 24 candidati per lista). Lo Biondo gode dell’appoggio del consigliere comunale Rossella Pica, ma avrebbe anche il sostegno certo di un altro consigliere che alle precedenti amministrative aveva dimostrato di avere un forte seguito elettorale.

Fabio Costantini – M5S Monreale

Con molta probabilità, anche se ancora non ne sono state gettate le basi, ci si potrà aspettare una candidatura espressione del Movimento Cinque Stelle, rappresentato a Monreale da un consigliere comunale, Fabio Costantini, che ne è stato anche il candidato sindaco nel 2014.

1 Commento
  1. MariA Rosa Barba scrive

    IO NON VOTERÒ PER NESSUNO !

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.