A Monreale il museo mineralogico «Marco Maiorana», una vasta collezione di minerali e fossili

La preside: «Grazie a tutti coloro che credono nella forza della cultura e della bellezza»

Monreale, 16 dicembre 2017 – «Un museo che nasce dentro una scuola ma che è a disposizione di tutta la città», ha detto il sindaco di Monreale Piero Capizzi. È stato inaugurato questo pomeriggio il Museo Mineralogico Marco Maiorana allestito all’interno della scuola Antonio Veneziano di Monreale, intitolato a Marco Maiorana. Il museo, autofinanziato dall’associazione La Tormalina, nasce dalla disponibilità del Dirigente Scolastico Beatrice Moneti e di Franco Tusa, presidente dell’Associazione, che ha curato sia la parte strutturale che l’allestimento dell’esposizione. Alla realizzazione ha contribuito anche il professore La Scala che ha anche donato la propria vasta collezione di minerali, insieme a tanti altri privati, desiderosi di contribuire a creare a Monreale una importante raccolta di minerali, cristalli e fossili. 

L’esposizione del nuovo museo mineralogico della scuola è ricco di campioni mineralogici provenienti da diverse parti del globo. Marco Maiorana era un giovane collezionista, scomparso prematuramente vittima di una società che ha fatto dell’omertà un effimero modo di essere. La decisione è stata pienamente condivisa sia dal Dirigente Scolastico che dal Presidente dell’Associazione i quali, seppur in vesti e modalità diverse, da anni portano avanti un percorso di legalità col l’obiettivo che il ricordo del giovane rimanga come monito nella memoria dei tempi a venire.

Presenti all’inaugurazione del Museo mineralogico il sindaco Piero Capizzi, l’assessore Cangemi, il consigliere comunale Angelo Venturella, Gabriella Giammanco, il comandante della Polizia Municipale di Castellammare del golfo Enzo Ganci e la mamma di Marco Maiorana. Al taglio del nastro si sono presentate decine di visitatori, tra cui professori universitari e ricercatori,  stupiti dalla bellezza della collezione di minerali. 

«Grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo importante museo – ha detto affermato la preside Moneti -. Il signor Tusa ci ha dato la possibilità di realizzare nella nostra scuola un punto culturale attraverso i minerali, la nostra scuola può diventarlo. Grazie a tutti coloro che credono nella forza della cultura e della bellezza». «Grazie alla preside per la disponibilità – ha dichiarato il sindaco Capizzi – e per la collaborazione per la realizzazione di questo museo che arricchisce l’offerta culturale della città. Sarà una particolarità e un’eccellenza per Monreale, un’occasione di confronto per tutti gli studenti».

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.