Oggi è 16/07/2018

Scuola

Istruzione e pari opportunità: linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni fuori dalla famiglia di origine

Ministra Fedeli “Percorsi didattici ed educativi per lo sviluppo di ogni giovane, al di là della sua storia personale, delle condizione economiche della sua famiglia, della sua provenienza geografica”

Pubblicato il 12 dicembre 2017

Istruzione e pari opportunità: linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni fuori dalla famiglia di origine

Monreale, 12 dicembre 2017 – Per garantire “Pari opportunità nell’istruzione per le persone minori d’età” sono state siglate dalla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, e dalla garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Filomena Albano le “Linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni fuori dalla famiglia di origine”.

Esse sono dedicate a tutte quelle alunne e a tutti quegli alunni che si trovano per ragioni differenti fuori dalla famiglia d’origine talvolta in modo definitivo talora solo provvisoriamente. Si tratta di minori in affidamento familiare per difficoltà della famiglia di origine a prendersi cura dei figli; alunne e alunni che sono ospiti, momentaneamente, nelle strutture dei sistemi di protezione (comunità familiari, case famiglia, comunità educative, comunità sociosanitarie) perché non è possibile disporre di un affidamento familiare; minori stranieri non accompagnati; ragazze e ragazzi sottoposti a provvedimenti dell’autorità giudiziaria minorile in ambito penale.

Le Linee Guida contengono indicazioni e suggerimenti concreti, a tutti i livelli, dalla governance tra istituzioni diverse, con una definizione di “chi fa che cosa”, alla gestione della classe e delle relazioni tra gli allievi, agli aspetti pratici e amministrativi relativi all’iscrizione a scuola, all’inserimento in classe, alla documentazione del percorso scolastico, spesso molto frammentato, all’orientamento scolastico e al bisogno di percorsi di avviamento al lavoro. 

“In questa fase progettuale- si legge nelle Linee Guida- i docenti devono dare preminenza agli interventi in classe e alla socializzazione degli apprendimenti. Essi valorizzeranno il tempo scuola come determinante per il raggiungimento degli obiettivi previsti per il singolo”. Da un punto di vista prettamente didattico è espressamente indicato che gli insegnanti devono prevedere un percorso personalizzato o, in caso di disabilità, di un Piano Educativo Individualizzato, qualunque sia il momento dell’anno in cui il minorenne viene accolto a scuola, che valorizzi la resilienza, competenza che i minorenni fuori famiglia acquisiscono nei diversi contesti di vita e che consente loro di potere svolgere un ruolo attivo nelle esperienze di apprendimento tra i pari.

Un’altra competenza da valorizzare è quella plurilinguistica, nel caso dei minorenni stranieri fuori famiglia. Il gruppo-classe, infine, deve essere gestito come sistema e le strategie educative e didattiche, pianificate e condivise, devono essere portate avanti in maniera coerente da tutti gli attori del progetto di inclusione.

“Questa firma – sottolinea la Ministra Fedeli – rappresenta un momento importante: stabiliamo interventi operativi per strutturare percorsi didattici ed educativi che mirino al pieno sviluppo di ogni giovane, al di là della sua storia personale, delle condizione economiche della sua famiglia, della sua provenienza geografica”. Numerosi e diversificati sono, infatti, gli ostacoli che rendono difficile ai minori allontanati dalla propria famiglia di origine, la realizzazione del proprio percorso di istruzione e formazione. “Queste Linee Guida – sottolinea la Garante Filomena Albano – possono contribuire a superarne alcuni: in primo luogo offrendo al personale scolastico elementi di conoscenza generali sul funzionamento del sistema di tutela dei minorenni e fornendo utili indicazioni per semplificare, rendere possibili e strettamente aderenti alle necessità individuali, le attività connesse alle varie fasi del percorso scolastico”.

L’auspicio dell’istituzione è quello di ridurre il più possibile, se non proprio di eliminare, quegli elementi discriminatori che contribuiscono ad aggravare una situazione di per sé complessa e confidando nello spirito di resilienza e consapevolezza che i bambini e i ragazzi dimostrano di avere.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale. La mostra di Padre Pio si rivela un flop economico. Pochi visitatori. Chiusura anticipata al 31 luglio

    Scuola

    Monreale, 16 luglio 2018 - Nel business plan era stato stimato un afflusso di ben 7.000.000 (proprio così, sette milioni) di visitatori. Ma i numeri di questo primo mese hanno ribaltato nettamente le stime. E così gli organizzatori della mostra "La Grande luce Padre Pio tra Scienza e Fede”, inau..

    Continua a Leggere

  • Operazione antimafia, 28 arresti. Molti sono insospettabili

    Scuola

    Palermo, 16 luglio 2018 - Maxi operazione antimafia della guardia di finanza. Sono finite in carcere 24 persone e quattro ai domiciliari.

    Tra questi Giuseppe Corona cassiere di un bar di fronte al porto, ma che secondo  le indagini del nucleo specia..

    Continua a Leggere

  • Aiutano i più bisognosi, nasce a Monreale una nuova realtà: “La Casa delle gioie”

    Scuola

    Monreale, 15 luglio 2018 - Si occupano delle famiglie bisognose, sostengono le neo mamme ad organizzare l'arrivo del nascituro. Al momento non hanno una sede ma sperano di allestirla a breve, tra i loro programmi futuri é prevista anche l'apertura di una ludoteca, dove vorrebbero organizzare il dop..

    Continua a Leggere

  • Conferisci bottiglie e guadagni, accade a San Cipirello. Presto a Monreale e San Giuseppe Jato

    Scuola

    San Cipirello, 15 luglio 2018 - A San Cipirello chi ricicla le bottiglie riceverà da oggi buoni spesa da utilizzare nei negozi convenzionati. Questo accada grazie a Legambiente Palermo. Obiettivo del piccolo centro jatino è quello di continuare a incrementare il record di raccolta differenziata, ..

    Continua a Leggere

  • Inferno tra Monreale e Altofonte. Pompieri, forestali e Protezione civile a lavoro fino a notte fonda

    Scuola

    Monreale, 15 luglio 2018 - Ci sono volute diverse ore per domare le fiamme di un vasto incendio che si è sviluppato ieri tra i territori di Monreale e Altofonte. Il rogo, partito da Cozzo Paparina, in contrada Buttafuoco, nei pressi di Poggio San Francesco, è stato segnalato ai centralini dei v..

    Continua a Leggere

  • Verifica dei loculi al Cimitero di San Martino. Domani la consegna dei moduli

    Scuola

    Monreale, 14 luglio 2018 - Continua a rimanere alta l'attenzione sul cimitero degli orrori di San Martino delle Scale.  Da domani alcuni volontari inizieranno a distribuire i moduli per la verifica dei loculi. Il gruppo sarà presente in piazza a San Martino e vicino l’ingresso del paese. ..

    Continua a Leggere

  • Corleone, maltrattava i bimbi all’asilo: maestra rinviata a giudizio

    Scuola

    Corleone, 14 luglio 2018 - Con l'accusa di avere maltrattato i bambini di scuola materna, era stata sospesa dall'esercizio di pubblico ufficio una maestra. L'episodio era accaduto a Corleone dove i Carabinieri hanno hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare della sospensione dall'esercizi..

    Continua a Leggere

  • Incendio a Poggio Ridente. Evacuate alcune abitazioni

    Scuola

    Palermo, 14 luglio 2018 - Intorno alle sette del mattino un Canadair è decollato dall'aeroporto di Trapani per un intervento antincendio su Poggio Ridente. Ancora in corso le operazioni.  L'incendio non è di vaste proporzioni, ma le fiamme lambiscono alcune abitazioni che per questo s..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, 18 sindaci vogliono impugnare l’ordinanza di Musumeci sull’avvio della differenziata

    Scuola

    San Cipirello, 14 luglio 2018 - "Raccolta differenziata sì ma la Regione Siciliana ci metta nelle condizioni di farla, realizzando più impianti di raccolta". È il messaggio che spediscono 18 sindaci della provincia di Palermo al governatore della Sicilia Nello Musumeci dopo che ieri si sono riuni..

    Continua a Leggere

  • L’importanza dei tavolini da salotto: perché è importante non sottovalutarli

    Scuola

    Nella scelta di un tavolino da salotto, sono cinque i principali aspetti che meritano di essere valutati in vista di un acquisto indovinato e soddisfacente: le dotazioni, l'identità cromatica, i materiali, le dimensioni e il design. Tra soluzioni tradizionali e alternative mod..

    Continua a Leggere

  • Il Movimento «Il Mosaico» si riempie di tessere. I nomi dei gruppi di lavoro

    Scuola

    Monreale, 13 luglio 2018 - Si è tenuto martedì 10 luglio, a Chiasso Cavallaro, un primo incontro pubblico del Movimento Il Mosaico in cui gli iscritti e i simpatizzanti hanno avuto ..

    Continua a Leggere

  • Piazzale Candido, il centro di raccolta sotto casa ma i rifiuti vengono lasciati per strada

    Scuola

    Monreale, 13 luglio 2018 - Cumuli di immondizia a due passi dalla postazione mobile di piazzale Candido. Succede a Monreale nelle vicinanze di via Venero, dove questa mattina gli operatori della ditta Mirto hanno trovato una discarica di sacchetti, nonostante il centro d..

    Continua a Leggere

  • Un luogo speciale che si chiama Cidma

    Scuola

    Corleone, 13 luglio 2018 - A Corleone, a casa nostra, c’è un posto insolito e affollato che si chiama C.I.D.M.A. Il giorno della sua inaugurazione, il 12 dicembre del 2000, io avevo appena nove anni e un compito importante per l’occasione: ero stata scelta tra i miei compagni per omaggiare il ..

    Continua a Leggere

  • 394° Festino Santa Rosalia, gli eventi di venerdì 13 luglio

    Scuola

    Palermo, 13 luglio 2018. Ecco il programma completo della quarta giornata del 394esimo Festino di Santa Rosalia, inserito nel programma di Palermo Capitale della Cultura 2018 e diretto da Lollo Franco e Letizia Battaglia.

    L’organizzazi..

    Continua a Leggere

  • “Ci aspettavamo l’assoluzione”. L’intervista al poliziotto Guido Ferrante

    Scuola

    Monreale, 13 luglio 2018 - “Bisogna andare avanti, non bisogna arrendersi”. Il giorno dopo la sentenza di condanna a 6 anni, il poliziotto monrealese Guido Ferrante è ancora incredulo. Assieme all’avvocato Luca Benedetto Inzerillo si aspettava..


  • Monreale, abbandonati in campagna 10 cuccioli, ora cercano una casa (LE IMMAGINI)

    Scuola

    [gallery ids="70616,70615,70614,70613,70612,70611,70610,70609,70608"] Monreale, 13 luglio 2018 - Messi in una scatola e abbandonati nelle campagne di Ficuzza. Si tratta di 10 cuccioli di meticcio, di cui 7 hanno meno di 20 giorni di vita. Lunedì è stata la Guardia forestale a trovare gli animal..


  • Caputo: “Ridotti gli ingressi al Chiostro. Amministrazione comunale, priva di prestigio, autorevolezza e strategia in tema di turismo”

    Scuola

    Monreale, 13 luglio 2018 – “Storie di ordinario caos in una Monreale oramai priva di guida amministrativa e senza una precisa strategia turistica”. La critica è mossa da Salvino Caputo, rappresentante del Movimento Orgoglio Siciliano, che non nasconde la sua intenzione di rientrare in prima p..


  • Condannato a sei anni il poliziotto monrealese Guido Ferrante

    Scuola

    Monreale, 12 luglio 2018 - Condannato in primo grado a sei anni il poliziotto monrealese Guido Ferrante, accusato di favoreggiamento aggravato e omessa denuncia di reato. Il tribunale di Palermo, presidente Bruno Fasciana, ha accolto le richieste del PM Amelia Luise. Secondo l’accusa l’agente de..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com