Monreale, segnaletica stradale a ridosso del monumento. Il Seminario arcivescovile ne chiede la rimozione

Il Com. Marulli (PM): “Improbabile la presenza di vincolo architettonico. Chiederemo alla Soprintendenza”

Monreale, 4 dicembre 2017 – Da poco più di una settimana il turista che, giunto a Monreale, vorrà fotografare il portale del Seminario arcivescovile antico (già palazzo reale del XII sec.), che dà accesso anche al fondo antico della Biblioteca “Ludovico II De Torres”, non potrà che portare a casa anche il ricordo di un paio di cartelli stradali. Uno per limite di velocità e un altro che segnala il senso alternato di via Arcivescovado. Se prima la segnaletica stradale era mobile, dal 25 ottobre è stato affisso accanto all’antico basolato un palo che sostiene i due cartelli stradali.

Don Giuseppe Ruggirello

Una questione non certo di poco conto per il Rettore del Seminario Arcivescovile, Don Giuseppe Ruggirello, che ha subito presentato un esposto nei confronti del sindaco del comune di Monreale, Piero Capizzi, e del Comando di Polizia Municipale, non senza averlo inoltrato per opportuna conoscenza alla Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Palermo.

Il palo in questione, lamenta il prelato, è stato affisso accanto al basamento destro del portale settecentesco in marmo cipollino opera dello scultore Ignazio Marabitti, a ridosso del prospetto normanno restaurato del palazzo reale di Guglielmo II. 

Una scelta, quella di collocare in maniera definitiva il palo, che appare poco opportuna, se si considera lo specifico contesto architettonico, tanto da spingere Don Ruggirello a chiedere che, oltre a trovare una rapida soluzione alternativa a quella messa in atto, venga accertata l’esistenza della necessaria comunicazione presentata alla Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Palermo da parte di chi ha impartito l’ordine a procedere al posizionamento della segnaletica, e venga verificata la preventiva richiesta di nulla osta, trattandosi di un bene monumentale e di un basolato storico.

Come si vede dalle immagini da noi scattate, da quando è stato posizionato il palo, come se questo non bastasse, a deturpare ulteriormente il sito ha fatto la sua bella comparsa un bidone dei rifiuti.

“Il posizionamento del palo – spiega il Comandante della Polizia Municipale, Luigi Marulli – era stato affidato all’AMAT, in occasione della collocazione della segnaletica per il car sharing. E avevamo dato precise istruzioni affinché il basolato non venisse intaccato. Domani invierò una squadra sul posto per effettuare un rilievo fotografico, a partire dal quale faremo una valutazione”.

Luigi Marulli – Com. Polizia Municipale di Monreale

Marulli ritiene invece molto improbabile che possa esistere un vincolo architettonico che impedisca il posizionamento della segnaletica dinanzi all’ex palazzo reale, “non si giustificherebbe altrimenti – spiega – la presenza di altri pali con cartelli stradali accanto, ad esempio, il duomo di Monreale. Invieremo comunque alla Soprintendenza una richiesta di chiarimento in proposito. Se si dovesse riscontrare l’esistenze del vincolo architettonico, allora si procederà alla rimozione di questo così come di tanti altri pali già esistenti”.

Il rilievo mosso da Don Ruggirello potrebbe quindi aprire una maglia ben più ampia rispetto a quella relativa al palo collocato in via Arcivescovado.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.