Oggi è 15/12/2017

Il tuo libro

 “La muratora”. Il racconto di Filippa Gracioppo

Con questo primo racconto apriamo lo spazio a disposizione degli scrittori. Inviateci i vostri racconti, i romanzi, le fiabe, le favole. Le pubblicheremo

Pubblicato il 19 novembre 2017

s  “La muratora”. Il racconto di Filippa Gracioppo

Monreale, 19 novembre 2017 – Si apre oggi sul Vostro quotidiano lo spazio dedicato agli amanti della scrittura, che hanno accettato il nostro l’invito di fare conoscere le loro produzioni pubblicandole su questa testata giornalistica.

Il primo autore che conoscerete è Filippa Gracioppo, che ci ha inviato alcuni suoi racconti. Ne pubblicheremo alcuni la domenica e il mercoledì. Cominciamo oggi con “La muratora”.

Ma chi è Filippa Gracioppo? Le abbiamo chiesto una breve biografia.

Insegnante, laureata in lettere presso l’Università degli studi di Palermo e diplomata nella suola di archivistica di Palermo. Originaria di Cattolica Eraclea (AG), ha vissuto a Venezia e ad Asti. Attualmente vive e lavora a Palermo. Appassionata di teatro, ha recitato per il Teatro della Murata di Mestre e per il Teatro Atlante di Palermo. Coltiva l’hobby della fotografia, soprattutto della street photography. Scrive favole e racconti brevi dal 2012. Nel 2014 ha pubblicato una raccolta di racconti dal titolo Manichini e passanti con Ilmiolibro self publishing.

La muratora

   Apro la porta e la richiudo dietro di me. Aspetto il mio turno. Dopo un’attesa di due ore finalmente tocca a me. La Signorina dell’agenzia interinale mi pone una serie di domande e mi fa compilare un modulo. Precedenti lavori: sì, laurea: sì, master: sì, conoscenza dell’inglese: sì, competenze informatiche: sì. Non mi manca niente, sono provvista anche di una discreta bella presenza. Ci sarebbero tutti i presupposti per ottenere un lavoro stabile e remunerativo. Le racconto la mia storia, come si fa dallo psicologo. 

   Sono stata licenziata tre mesi fa e non dispongo dell’assegno di disoccupazione perché lavoravo in nero. Il mio ex datore di lavoro mi illudeva che prima o poi mi avrebbe assunta con contratto a tempo indeterminato e io ci credevo e davo il massimo, a volte rimanevo in ufficio fino a tarda notte. Sacrifici ne ho fatti ma alla fine il mio ex datore di lavoro ha assunto con contratto a tempo indeterminato il figlio neo-laureato del suo caro amico Alberto. Per me non c’era più posto perché sa… c’è la crisi, e mi ha licenziata senza preavviso. Mi sono ritrovata senza un’occupazione da un giorno all’altro. Sono stata presso tutte le agenzie di lavoro della città senza riuscire a trovare nulla, ho mandato curricula a destra e a manca. Non ho più dove sbattere la testa. Sono disperata. 

La prego, mi aiuti. 

Ed è uno.

   La Signorina dell’agenzia interinale studia il mio curriculum. Ogni tanto annuisce. Poi dà un’occhiata veloce al suo computer e con totale indifferenza mi dice: spiacente ma al momento non ci sono occupazioni adatte al suo curriculum. 

Lo immaginavo.

   Non importa, le dico, non è il lavoro che si deve adattare a me. Sono io che posso adattarmi a qualsiasi lavoro. Del resto, si sa, c’è la flessibilità. Mi va bene anche lavare i piatti. Faccio qualsiasi cosa. Ho bisogno di un lavoro. 

La prego, mi aiuti. 

Ed è due.

   E’ inutile, al momento non possiamo farle nessuna proposta di lavoro. Torni il prossimo mese. Signorina, provo a spiegarle, io il prossimo mese sarò in mezzo alla strada se lei non mi offre un lavoro adesso. Ho l’affitto da pagare e ho dato fondo a tutti i miei risparmi. Se non pago la mensilità del mese corrente il proprietario mi butta fuori di casa. 

La prego, mi aiuti. 

Ed è tre.

   La Signorina mi guarda rammaricata e piamente mi dice: perché non torna a vivere con i suoi genitori… così ha risolto il problema! Signorina, provo a spiegarle, i miei genitori sono morti entrambi. Non le hanno lasciato una casa? No, sono sempre stati in affitto. Vada da un fratello, allora! Non ho fratelli. Vada da un parente prossimo! Il parente più prossimo è una zia che vive in Puglia, l’ho vista al massimo una dozzina di volte nell’arco dei miei trentasei anni, credo non si ricordi nemmeno che esisto. Non ha un fidanzato che possa aiutarla? No, non ce l’ho un fidanzato. Un’amica che possa ospitarla per un po’? 

   Signorina, provo a spiegarle, io sono pugliese, mi sono trasferita in questa fredda e nebbiosa città da qualche anno. Tutti sono diffidenti con me. Sono straniera per i cittadini di questa città. Non ho amici ma solo conoscenti. Come folgorata da un’illuminazione divina, osanna: torni in Puglia allora!

   Signorina, provo a spiegarle, io non ho una casa dove tornare. E poi, se non trovo lavoro qui al Nord, come può pensare che io possa trovarlo al Sud? Non ha visto i dati statistici? E’ più difficile trovare lavoro nel Meridione! Le è rimasto qualche amico in Puglia? 

   Signorina, provo a spiegarle, io manco dalla mia terra da anni… i miei vecchi amici hanno preso altre strade, la maggior parte vive e lavora all’estero. Benissimo, mi dice, allora vada all’estero! Magari i suoi amici possono procurarle un lavoro!

   Ma Signorina, non li sento da tempo, oramai siamo rimasti amici solo su Facebook… mica posso presentarmi a casa loro così di punto in bianco… Certo che no, li chiami prima di andare! 

   La pazienza ha un limite, si sa, e a me non ne rimaneva ancora molta. Guardo la Signorina nel fondo degli occhi e le spiego: qui il punto non è chi può ospitarmi. Magari la trovo anche un’anima pia disposta ad ospitarmi per un po’ ma quanto ancora posso tirare a campare? Come faccio a vivere senza un lavoro? Ho bisogno di un lavoro! Lei deve trovarmelo.

Mi aiuti,  la prego. 

Ed è quattro.

   Mi resi conto che fino ad allora avevo pregato solo al cospetto della Madonna, degli Angeli e dei Santi. Che strana sensazione pregare qualcuno in carne ed ossa… mi fa sentire piccola e insignificante, una specie di anima in pena del purgatorio. La persona che riceve le preghiere invece deve sentirsi grandiosa e onnipotente, una specie di dio minore.

   La Signorina dall’alto della sua onnipotenza dà un’altra occhiata veloce al suo computer. Mi spiace, cercano solo come muratore, lei è un architetto… come vede non abbiamo nulla da offrirle.

   Mi va bene anche fare il muratore, anzi la muratora! La signorina ride come se avessi fatto una battuta. No, non è una battuta. Dico sul serio. Vedo tornare serio il volto della signorina. Ne è sicura? Certamente. Potrebbe essere un problema il fatto che lei sia donna, attenda un attimo. Fa una telefonata, prende un appunto su un bigliettino. Me lo porge: si presenti a questo indirizzo domattina alle sei.

   Da allora sono passati due anni. Una volta facevo l’architetto. Adesso faccio la muratora. Non è esattamente quello che mi aspettavo dalla vita ma almeno sopravvivo e ho un tetto sulla testa. Mi alzo all’alba e la sera, quando rientro a casa in sella alla mia bici, sono stanca morta. Di notte sogno ancora di fare l’architetto. Mi poteva finire peggio… potevo finire sotto un ponte a fare la clochard. 

“Choosy”? No, io no.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale. La Settimana dello studente al liceo Basile: assemblee, seminari, dibattiti, laboratori, cineforum

    Il tuo libro

    [caption id="attachment_45124" align="alignright" width="300"] Liceo Basile[/caption] Monreale, 15 dicembre 2017 - La..


  • Monreale, incendio in un appartamento del centro. Un giovane interviene, rimane lievemente intossicato

    Il tuo libro

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Si è concluso con un ragazzo lievemente intossicato il bilancio di un incendio sviluppatosi in un appartamento di via Agrigento, a Monreale, intorno alle 19,00 di oggi.  [gallery ids="45101,45105,45104,45103,45102,45106"] Dalle prime dichiarazioni, ma è anco..


  • Monreale, intitolata al puparo Enzo Rossi via M19 A

    Il tuo libro

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Via Enzo Rossi, puparo. È stata intitolata martedì all'artigiano puparo della famiglia monrealese Rossi via M19 A, la strada che si trova nei pressi di via. Dopo il nulla osta della Prefettura si provvederà all'inserimento nello stradario e all'affissione della t..


  • Monreale, 4 assistenti sociali cercasi. Altri 8 negli altri comuni del Distretto Socio Sanitario 42

    Il tuo libro

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Si cercano 12 assistenti sociali, di cui 4 al comune di Monreale, gli altri 8 per gli altri comuni del Distretto Socio Sanitario 42,


  • Sabato a San Giuseppe Jato «Benessere Sociale». Prevenzione e promozione dell’educazione alla salute

    Il tuo libro

    San Giuseppe Jato, 14 dicembre 2017 - Un seminario sull'educazione alla salute, sul'alimentazione e sull'importaznza dello sport. Si terrà Sabato 16 Dicembre alle ore 09.30, presso l’aula multimediale Pio La Torre, sita nella Casa del Fanciullo, in via Vittorio Emanuele III n.262, il convegno


  • Monreale, 30 km/h in via Esterna Spartiviolo. Il via ad interventi di manutenzione

    Il tuo libro

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Arriva il limite di velocità massima di 30 km/h in via Esterna Spartiviolo. Il limite temporaneo è stato deciso per il pericolo derivante dalla pericolosa situazione di dissesto in cui versa la carreggiata.  «Il comune - si legge in una nota del comune di Monr..


  • La grave perdita di un familiare. Domani un incontro con la «Comunità Figli in Cielo»

    Il tuo libro

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Un incontro con tutti coloro che cercano un sostegno e un riparo psicologico in seguito alla perdita di un familiare. Figli in cielo è una comunità di famiglie che hanno vissuto la perdita di un figlio o di un proprio caro e offrono sostegno a..


  • Palermo. Sit in a sostegno di Marco Cappato

    Il tuo libro

    Palermo, 14 dicembre 2017 - Stamani davanti al Palazzo di Giustizia di Palermo, come in altre parti d’Italia, organizzata dal COMITATO ESISTONO I DIRITTI, presieduto da Gaetano D’Amico, si è tenuta una manifestazione in concomitanza dello svolgimento del processo che si st..


  • Al Santuario SS. Crocifisso alla Collegiata: il Coro internazionale della pace

    Il tuo libro

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Della diversità ne hanno fatto una risorsa raccogliendo persone di diversa est..


  • Open day al Liceo Basile, visita degli spazi e presentazione offerta formativa

    Il tuo libro

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Venerdì 15 e sabato 16 Dicembre sarà presentato dal corpo docente e dagli alunni il Piano dell’Offerta Formativa del Liceo Emanuele Basile. I genitori e gli alunni delle classi terze della scuola media, saranno accolti nella struttura.  Porte aperte per la vi..


  • Open day al Liceo artistico D’Aleo. Sabato 16 dicembre verrà presentata l’offerta formativa

    Il tuo libro

    Monreale, 13 dicembre 2017 - Sabato 16 Dicembre sarà presentato dalla Dirigente Scolastica Concetta Giannino e dal corpo docente il Piano dell'Offerta Formativa. I genitori e gli alunni delle classi terze della scuola media, saranno accolti nell'Aula Magna "Benedetto Messina" del Liceo Artistico. ..


  • Santa Lucia, l’arancina più buona a Monreale?

    Il tuo libro

    Monreale, 13 dicembre 2017 - Nel giorno di Santa Lucia, la tradizione dice di astenersi da farinacei, pane e pasta ma in compenso avviene una vera e propria scorpacciata di arancine. È la giornata dell'odore di fritto nell'aria, già dalle prime ore dell'alba. Il profumo arriva fuori dalle rosticce..


  • Altofonte, vasto incendio boschivo a Valle Pozzillo

    Il tuo libro

    Altofonte, 13 dicembre 2017 - Un vasto incendio sta interessando Valle Pozzillo, in territorio di Altofonte. Le fiamme sono alimentate dalle forti raffiche di vento.  Sul posto sta operando il distaccamento Forestale di Villagrazia - Palermo, congiuntamente ai Vigili del Fuoco del distaccame..


  • Capizzi: “I quattro consiglieri passati al centro destra mi hanno sempre sostenuto in consiglio comunale. Lo stesso non si può dire del PD”

    Il tuo libro

    Monreale, 13 dicembre 2017 - Previsto per domani pomeriggio l’incontro chiarificatore chiesto dal PD monrealese al primo cittadino, Piero Capizzi, sul percorso da intraprendere alla luce del passaggio di un componente della giunta al centro destra di Saverio Romano. Abbiamo cercat..


  • Ciaramella, a Casa Cultura si esibiranno gli artisti di Monreale

    Il tuo libro

    Monreale, 13 dic..


  • “Sono le 17,56 minuti e 48 secondi e la Croma di Falcone è al chilometro 4,733 dell’autostrada all’altezza di Capaci”

    Il tuo libro

    “Capaci”. Nel quarto capitolo del suo libro “1992 sulle strade di Falcone e Borsellino”, Alex Corlazzoli parte dalla strage di Capaci per illustrare il contesto politico nel quale operava Giovanni Falcone e per raccontare i risultati conseguiti negli ultimi anni di vita del magistrato. ..


  • Il 14 dicembre “Piovono merendine” a Casa Cultura Santa Caterina

    Il tuo libro

    Monreale, 13 dicembre 2017 -Domani a Casa Cultura ancora festa e animazione per i più piccini con la manifestazione Piovono Merendine, un evento sul cibo curato da due professionisti dell'alimentazione come Nino Li Causi e Francesca Bacile facenti parte di Abi Professional Sezione Sicilia “Palerm..


  • Dieci persone sotto le macerie del Collegio di Maria, Altofonte ricorda dopo 60 anni

    Il tuo libro

    Altofonte, 13 dicembre 2017 - Un crollo che ha lasciato il segno nella comunità di Altofonte, che non può e non deve essere cancellato dalla memoria. Era il 13 dicembre 1957, era mattina, i bambini entravano a scuola accompagnati dai genitori. Dopo pochi minuti lo scricchiolio del tetto, il crollo..


  • Acquapark Monreale