Oggi è 08/12/2019

Il tuo libro

 “La muratora”. Il racconto di Filippa Gracioppo

Con questo primo racconto apriamo lo spazio a disposizione degli scrittori. Inviateci i vostri racconti, i romanzi, le fiabe, le favole. Le pubblicheremo

Pubblicato il 19 novembre 2017

 “La muratora”. Il racconto di Filippa Gracioppo

Monreale, 19 novembre 2017 – Si apre oggi sul Vostro quotidiano lo spazio dedicato agli amanti della scrittura, che hanno accettato il nostro l’invito di fare conoscere le loro produzioni pubblicandole su questa testata giornalistica.

Il primo autore che conoscerete è Filippa Gracioppo, che ci ha inviato alcuni suoi racconti. Ne pubblicheremo alcuni la domenica e il mercoledì. Cominciamo oggi con “La muratora”.

Ma chi è Filippa Gracioppo? Le abbiamo chiesto una breve biografia.

Insegnante, laureata in lettere presso l’Università degli studi di Palermo e diplomata nella suola di archivistica di Palermo. Originaria di Cattolica Eraclea (AG), ha vissuto a Venezia e ad Asti. Attualmente vive e lavora a Palermo. Appassionata di teatro, ha recitato per il Teatro della Murata di Mestre e per il Teatro Atlante di Palermo. Coltiva l’hobby della fotografia, soprattutto della street photography. Scrive favole e racconti brevi dal 2012. Nel 2014 ha pubblicato una raccolta di racconti dal titolo Manichini e passanti con Ilmiolibro self publishing.

La muratora

   Apro la porta e la richiudo dietro di me. Aspetto il mio turno. Dopo un’attesa di due ore finalmente tocca a me. La Signorina dell’agenzia interinale mi pone una serie di domande e mi fa compilare un modulo. Precedenti lavori: sì, laurea: sì, master: sì, conoscenza dell’inglese: sì, competenze informatiche: sì. Non mi manca niente, sono provvista anche di una discreta bella presenza. Ci sarebbero tutti i presupposti per ottenere un lavoro stabile e remunerativo. Le racconto la mia storia, come si fa dallo psicologo. 

   Sono stata licenziata tre mesi fa e non dispongo dell’assegno di disoccupazione perché lavoravo in nero. Il mio ex datore di lavoro mi illudeva che prima o poi mi avrebbe assunta con contratto a tempo indeterminato e io ci credevo e davo il massimo, a volte rimanevo in ufficio fino a tarda notte. Sacrifici ne ho fatti ma alla fine il mio ex datore di lavoro ha assunto con contratto a tempo indeterminato il figlio neo-laureato del suo caro amico Alberto. Per me non c’era più posto perché sa… c’è la crisi, e mi ha licenziata senza preavviso. Mi sono ritrovata senza un’occupazione da un giorno all’altro. Sono stata presso tutte le agenzie di lavoro della città senza riuscire a trovare nulla, ho mandato curricula a destra e a manca. Non ho più dove sbattere la testa. Sono disperata. 

La prego, mi aiuti. 

Ed è uno.

   La Signorina dell’agenzia interinale studia il mio curriculum. Ogni tanto annuisce. Poi dà un’occhiata veloce al suo computer e con totale indifferenza mi dice: spiacente ma al momento non ci sono occupazioni adatte al suo curriculum. 

Lo immaginavo.

   Non importa, le dico, non è il lavoro che si deve adattare a me. Sono io che posso adattarmi a qualsiasi lavoro. Del resto, si sa, c’è la flessibilità. Mi va bene anche lavare i piatti. Faccio qualsiasi cosa. Ho bisogno di un lavoro. 

La prego, mi aiuti. 

Ed è due.

   E’ inutile, al momento non possiamo farle nessuna proposta di lavoro. Torni il prossimo mese. Signorina, provo a spiegarle, io il prossimo mese sarò in mezzo alla strada se lei non mi offre un lavoro adesso. Ho l’affitto da pagare e ho dato fondo a tutti i miei risparmi. Se non pago la mensilità del mese corrente il proprietario mi butta fuori di casa. 

La prego, mi aiuti. 

Ed è tre.

   La Signorina mi guarda rammaricata e piamente mi dice: perché non torna a vivere con i suoi genitori… così ha risolto il problema! Signorina, provo a spiegarle, i miei genitori sono morti entrambi. Non le hanno lasciato una casa? No, sono sempre stati in affitto. Vada da un fratello, allora! Non ho fratelli. Vada da un parente prossimo! Il parente più prossimo è una zia che vive in Puglia, l’ho vista al massimo una dozzina di volte nell’arco dei miei trentasei anni, credo non si ricordi nemmeno che esisto. Non ha un fidanzato che possa aiutarla? No, non ce l’ho un fidanzato. Un’amica che possa ospitarla per un po’? 

   Signorina, provo a spiegarle, io sono pugliese, mi sono trasferita in questa fredda e nebbiosa città da qualche anno. Tutti sono diffidenti con me. Sono straniera per i cittadini di questa città. Non ho amici ma solo conoscenti. Come folgorata da un’illuminazione divina, osanna: torni in Puglia allora!

   Signorina, provo a spiegarle, io non ho una casa dove tornare. E poi, se non trovo lavoro qui al Nord, come può pensare che io possa trovarlo al Sud? Non ha visto i dati statistici? E’ più difficile trovare lavoro nel Meridione! Le è rimasto qualche amico in Puglia? 

   Signorina, provo a spiegarle, io manco dalla mia terra da anni… i miei vecchi amici hanno preso altre strade, la maggior parte vive e lavora all’estero. Benissimo, mi dice, allora vada all’estero! Magari i suoi amici possono procurarle un lavoro!

   Ma Signorina, non li sento da tempo, oramai siamo rimasti amici solo su Facebook… mica posso presentarmi a casa loro così di punto in bianco… Certo che no, li chiami prima di andare! 

   La pazienza ha un limite, si sa, e a me non ne rimaneva ancora molta. Guardo la Signorina nel fondo degli occhi e le spiego: qui il punto non è chi può ospitarmi. Magari la trovo anche un’anima pia disposta ad ospitarmi per un po’ ma quanto ancora posso tirare a campare? Come faccio a vivere senza un lavoro? Ho bisogno di un lavoro! Lei deve trovarmelo.

Mi aiuti,  la prego. 

Ed è quattro.

   Mi resi conto che fino ad allora avevo pregato solo al cospetto della Madonna, degli Angeli e dei Santi. Che strana sensazione pregare qualcuno in carne ed ossa… mi fa sentire piccola e insignificante, una specie di anima in pena del purgatorio. La persona che riceve le preghiere invece deve sentirsi grandiosa e onnipotente, una specie di dio minore.

   La Signorina dall’alto della sua onnipotenza dà un’altra occhiata veloce al suo computer. Mi spiace, cercano solo come muratore, lei è un architetto… come vede non abbiamo nulla da offrirle.

   Mi va bene anche fare il muratore, anzi la muratora! La signorina ride come se avessi fatto una battuta. No, non è una battuta. Dico sul serio. Vedo tornare serio il volto della signorina. Ne è sicura? Certamente. Potrebbe essere un problema il fatto che lei sia donna, attenda un attimo. Fa una telefonata, prende un appunto su un bigliettino. Me lo porge: si presenti a questo indirizzo domattina alle sei.

   Da allora sono passati due anni. Una volta facevo l’architetto. Adesso faccio la muratora. Non è esattamente quello che mi aspettavo dalla vita ma almeno sopravvivo e ho un tetto sulla testa. Mi alzo all’alba e la sera, quando rientro a casa in sella alla mia bici, sono stanca morta. Di notte sogno ancora di fare l’architetto. Mi poteva finire peggio… potevo finire sotto un ponte a fare la clochard. 

“Choosy”? No, io no.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Volley, doppietta vincente della Serie D e dell’Under 18 della Primula

    Il tuo libro

    MONREALE - Splendida prova della Serie D della Primula che tra le mura amiche del Veneziano, sabato pomeriggio si è aggiudicata per 3 a 1 il match contro il Pomaralva.

    La gara si è mostrata avvincente sin dalle prime battute, con la Pr..

    Continua a Leggere

  • Luigi Sturzo: un modello da seguire ai nostri giorni

    Il tuo libro

    [gallery ids="127267,127268,127269,127270,127271,127272,127273,127274,127275,127276,127277,127278,127279,127280,127281,127282,127283,127284,127285,127286,127287,127288,127289,127290,127291,127292,127293,127294,127295,127296,127297,127298,127299,127300,127301"] Si è tenuto oggi a Monreale, presso..

    Continua a Leggere

  • Democrazia partecipata, 15 mila euro per la riqualificazione dell’arredo scolastico

    Il tuo libro

    MONREALE - I monrealesi hanno scelto la riqualificazione dell’arredo scolastico nelle strutture di competenza comunale. Ottanta voti ottenuti per la proposta che sarà realizzata con le somme messe a disposizione dalla Regione Siciliana. Con la..

    Continua a Leggere

  • Il nuovo piano traffico, le modifiche nel centro urbano. Attiva la videosorveglianza

    Il tuo libro


  • Monreale, inaugurata la mostra del maestro Nicolò Giuliano

    Il tuo libro

    [gallery ids="127252,127253,127254,127255,127256"] MONREALE - É stata aperta da un intervento del parroco della Cattedrale, Don Nicola Gaglio, la splendida mostra del..


  • Monreale, prendono il reddito di cittadinanza e si danno da fare: puliscono la città i volontari di “Basta volerlo”

    Il tuo libro

    [gallery ids="127194,127193,127192,127191,127190,127189,127188,127187,127186"] MONREALE - Eccoli ancora una volta in giro a pulire le strade, in attesa di un’occupazione che tarda ad arrivare. I volontari del gruppo di Palermo “Basta Voler..

    Continua a Leggere

  • È Natale e riapre la pista di pattinaggio sul ghiaccio al Giardino Inglese

    Il tuo libro

    PALERMO - Da domenica prossima partirà la nuova edizione di “Palermo on Ice”, che da dieci anni si conferma come l’evento natalizio per eccellenza. La pista resterà aperta fino al 26 gennaio prossimo e..

    Continua a Leggere

  • Per l’Immacolata torna la primavera con temperature in aumento

    Il tuo libro

    Dopo una lieve fase di maltempo che ha coinvolto la città di Palermo nei giorni scorsi, da oggi il tempo dovrebbe tornare a migliorare grazie al rinforzo di una zona anticiclonica che garantirà, fino all’Immacolata, tempo stabile e soleggiato. Al mattino di oggi avremo per lo più il passaggi..

    Continua a Leggere

  • Monreale, mostra di beneficenza nel quartiere Carmine

    Il tuo libro

    [gallery ids="127160,127161,127162,127163,127164"] Arriva la mostra mercato dell’associazione “Nati due volte onlus”. Nei giorni 14-15 dicembre un appuntamento con la beneficenza dove sarà possibile fare dello shopping natalizio acquistando manufatti realizzati dall'associazione. La sed..

    Continua a Leggere

  • Monrealexit, nel 2020 Monreale potrebbe dire addio a 4 contrade storiche

    Il tuo libro

    Monrealesi che vogliono diventare Jatini. Continua l'iter per l'operazione «Monrealexit», termine coniato da Filodiretto, per indicare l'int..

    Continua a Leggere

  • “Passa il Natale…a Casa”. Continua il ciclo di eventi di Casa Cultura Santa Caterina

    Il tuo libro

    MONREALE - Secondo appuntamento con il ciclo “Invito a teatro”, martedì 10 Dicembre alle ore 17,00,  con due atti unici. La prima rappresentazione è tratta dal brillante “Cecè” di Luigi Pirandello. Una breve commedia scritta..

    Continua a Leggere

  • “Vi cunto u misteru”, torna il Presepe di Belmonte Mezzagno. Eventi dal 26 dicembre

    Il tuo libro

    La magia del Natale è pronta ad avvolgere qualunque cosa sia attorno a noi, dandoci modo di vivere il mistero della Natività attraverso tanti momenti speciali. Momento magico quando parliamo di Presepi Viventi come quello di Belmonte Mezzagno, che quest’anno ha in serb..

    Continua a Leggere

  • Per ogni presina un regalo, l’8 dicembre allestito l’abero di Natale nella parrocchia Maria SS. del Rosario

    Il tuo libro

    VILLACIAMBRA - Novanta presine per addobbare un albero di Natale sui generis. È "Presi dal Natale", l'idea un po' folle. che le associazioni di volontariato Oratorio Don Bruno Di Bella e AGe Pitrè hanno avuto per celebrare una giornata di ..

    Continua a Leggere

  • Cos’è il Forex: caratteristiche, storia e rischi

    Il tuo libro

    Il Forex è noto anche come il mercato dei cambi ed è un mercato globale per lo scambio di valute nazionali. A causa della portata mondiale del commercio, i mercati Forex tendono ad essere quelli con un volume di attività maggiore e più liquidi. Le valute vengono scambiate l’una con l’altr..

    Continua a Leggere

  • Il Maestro Giuliano festeggia i suoi 60 anni di attività, domani si inaugura la mostra

    Il tuo libro

    MONREALE - Aprirà domattina, alle ore 10.00, la mostra personale del Maestro Nicolò Giuliano, organizzata per festeggiare i suoi 60 anni di att..

    Continua a Leggere

  • Allo ZEN di Palermo si spara per una mancata precedenza

    Il tuo libro

    PALERMO - Non si tratterebbe di un tentato omicidio per mafia, né sarebbe tantomeno riconducibile a motivi economici. La sparatoria avvenuta ieri sera allo ZEN è dovuta solo ad alcune offese rivolte dalla vittima alla moglie dell’assalitore. ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, approvato il Telelavoro: alcuni impiegati potranno lavorare da casa

    Il tuo libro

    MONREALE - Niente più stress per raggiungere il posto di lavoro, gestione più efficiente del proprio tempo. Sono questi alcuni dei vantaggi che la scelta del comune di Monreale di adottare il telelavoro porterà ad alcuni dei suoi dipend..

    Continua a Leggere

  • Approvato il regolamento Taxi in Consiglio Comunale, esultano i tassisti monrealesi

    Il tuo libro

    Il Consiglio comunale approva il regolamento per la disciplina del servizio Taxi presentato dal Movimento "Il Mosaico" ma condiviso dalla maggioranza dell'assemblea.  Un nuovo inizio per i tassisti monrealesi, impegnati da anni in una lotta per il rispetto del proprio diritto a lavorare. Ora..

    Continua a Leggere