La figlia di Riina alla stampa: “Vi denuncio”. Da Corleone arriva a Parma Ninetta Bagarella

La famiglia Riina è a Parma in attesa dell'autopsia sul corpo di Totò, poi tornerà a Corleone per seppellirlo al cimitero comunale

La famiglia Riina è a Parma in attesa dell’autopsia sul corpo di Totò, poi tornerà a Corleone per seppellirlo al cimitero comunale

“Ho dei figli minori, non ho niente da dire. Vi denuncio”. Lo ha detto  Maria Concetta Riina ai giornalisti mentre, accompagnata dall’avvocato Luca Cianferoni, mentre cercava di entrare dentro i locali dell’istituto di Medicina Legale dell’ospedale di Parma. All’interno c’è la salma del padre che deve essere sottoposta ad ispezione legale.

La Riina ha affermato di non poter pronunciarsi perché madre di figli minori. “Ho tre bambini piccoli che vedono la foto della madre sui giornali – dice alla calca dei giornalisti -, forse voi non avete capito. Per cortesia smettetela”. La figlia del boss defunto si era recata poco prima in Procura a Parma. Lì ha dato l’incarico per l’esame medico legale. Maria Concetta è  entrata dove sarà eseguita l’autopsia ad padre, scortata dal suo legale e accompagnata delle forze dell’ordine.

Ninetta Bagarella, la moglie e il figlio Salvo hanno raggiunto l’istituto di Medicina Legale di Parma a bordo di un’utilitaria.  “Fatemi camminare, non vi voglio neanche vedere”, ha detto Ninetta Bagarella ai cronisti. Gli agenti hanno identificato alcuni uomini nei pressi dell’obitorio, intenti ad osservare i tanti giornalisti e teleoperatori. In seguito all’autopsia il corpo di Totò Riina sarà trasferito a Corleone dove sarà seppellito senza funerali. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.