San Giuseppe Jato e San Cipirello piangono la morte di un giovane di 19 anni

Forse nel suo cuore c’era qualcosa che non andava ma Cristian, anche secondo quanto dicono gli amici, era un ragazzo che era lo specchio della spensieratezza

Forse nel suo cuore c’era qualcosa che non andava ma Cristian, anche secondo quanto dicono gli amici, era un ragazzo che era lo specchio della spensieratezza

San Cipirello, 28 ottobre 2017 – Una notizia che ha lasciato sotto shock i due paesi di San Giuseppe Jato e San Cipirello che perdono un giovane concittadino che il 20 ottobre scorso aveva compiuto 19 anni. Forse nel suo cuore c’era qualcosa che non andava ma Cristian Lo Giudice, anche secondo quanto dicono gli amici, era un ragazzo che era lo specchio della spensieratezza fino a quando due giorni di febbre alta e un attacco di cuore non lo hanno portato via. Una tragedia che lascia familiari, amici e parenti senza parole.

Cristian era un grandissimo amante degli animali, amava i cavalli. Conosciuto da tantissimi giovani dei due paesi, sempre dentro la sua Fiat 500 rossa. Intanto il suo profilo Facebook in poche ore è stato inondato da decine di messaggi strazianti che dipingono il giovane, strappato alla vita troppo presto, come un ragazzo sempre con un bel sorriso stampato in faccia, sempre gentile ed educato. Vicinanza alla famiglia del giovane per la sua prematura scomparsa è stata espressa anche dal sindaco di San Cipirello Geluso.

Alla famiglia la più sentita vicinanza per la gravissima perdita da parte della redazione di Filodiretto.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.