Oggi è 19/07/2018

Cronaca

Monreale. Villa comunale in preda all’incuria, al degrado, ad atti di vandalismo

Belvedere chiuso per diversi giorni senza alcuna indicazione

Pubblicato il 22 ottobre 2017

Monreale. Villa comunale in preda all’incuria, al degrado, ad atti di vandalismo

Monreale, 22 ottobre 2017 – Degrado, incuria, indifferenza, silenzio, mancanza di controlli adeguati, carenza di addetti alla custodia e alla pulizia, atti di vandalismo da parte di gruppi di ragazzini che non si limitano a qualche birichinata ma vanno oltre, arrivando addirittura ad usare violenza fisica ed epiteti irripetibili nei confronti dei custodi ed anche di chi prova a redarguirli.

22539795_10213018113479733_1157080973089834742_n

Questa è la radiografia attuale, di una delle patologie che affliggono l’antivilla e il Belvedere Comunale, l’unica area ludico ricreativa e di verde pubblico a servizio di quei piccoli e grandi cittadini che vivono in una città dove sorge un monumento dichiarato “Patrimonio dell’Umanità”, meta di tanti turisti.

Bene, visto che si parla di UNESCO il nostro percorso “Arabo Normanno” lo facciamo partendo dall’antivilla. Osservate sulla sinistra l’area giochi, scivoli che alla fine vedono sporgere parti di cemento dal suolo, faretti senza protezione che spuntano dal prato inesistente, erbacce e giostre rotte e quindi pericolose, che non si pensa né di riparare o se non addirittura dismettere. I bimbi non conoscono pericoli e per loro una giostra rotta può sempre essere uno strumento di gioco.

Proseguendo la nostra passeggiata ci avviamo verso il belvedere, un tempo chiamato “giardino delle delizie”.
Mi dispiace debbo deludervi, la villa è chiusa. Da circa un mese, a causa della mancanza, per le dovute ferie, di uno dei 3 custodi che aprono e chiudono la villa, gli orari di fruizione sono stati sconvolti.
In alcuni, non meglio identificati giorni, perché nulla è stato comunicato ai cittadini, la villa resta totalmente chiusa, in altri giorni gli orari sono stati dimezzati. Tutto questo fino a quando il 3° dei custodi rientrerà dalle ferie.
Ma due righe di comunicato stampa non si potevano scrivere? Ma non sarebbe il caso di mettere un cartello all’ingresso che indichi gli orari di fruizione ed eventualmente variarlo in caso di  mancanza di personale o di un’altra giusta motivazione?

Mi dispiace davvero non potervi farvi godere della vista del “giardino delle delizie”.

Peccato, avrei voluto farvi affacciare sulla Conca d’Oro, ma impossibile, la zona è recintata a causa di un muro crollato nel marzo del 2012.

Peccato, avrei potuto farvi fotografare una vetrata rotta e incerottata con delle pedane in legno.

Peccato, avrei potuto farvi vedere dei ficus magnolie piantumati nell’ ‘800 e che a causa delle loro lunghe radici hanno incolpevolmente, ma naturalmente, causato il crollo e da un po’ stanno soffrendo.
Si, i ficus, due splendidi esemplari di Ficus Magnolie di cui uno in particolare ha bisogno di una consulenza e di un conseguenziale intervento visto che le radici che hanno causato il crollo prendono aria, luce e nessun nutrimento.

Peccato, potevo farvi fare un selfie davanti una “vasca” senza zampillo e senza acqua, ma spesso ricettacolo di zanzare e foglie morte.

Peccato, ecco cosa vi siete persi, ecco cosa stiamo perdendo. Viviamo in una città che dimostriamo di non amare, per questo credo che forse è stato un bene trovare la villa chiusa, perché, credetemi, stringe il cuore a vedere tutto ciò.

Ricevi tutte le news

Anonimo

E’ davvero inconcepibile e deplorevole il comportamento delle amministrazioni comunali che si sono susseguite negli ultimi decenni nei confronti di questi spazi, che dovrebbero essere mantenuti perfettamente, curando l’aspetto architettonico, botanico e topiario per offrire ai cittadini e ai tanti turisti che accorrono a visitare il sito UNESCO un luogo di relax e di incontro.
Sono lontanissimi i tempi in cui l’acqua, che sgorgava dalle bocche dei mascheroni fissati al muro e scrosciava sul fondo della vasca, dissetava i ragazzini che scorrazzavano nell’antivilla, intorno alla vasca modellata secondo gli stilemi barocchi ( che fine ha fatto? sarà possibile ritrovarla in qualche giardino privato?); persi nella memoria i vialetti curati (abbastanza curati) e l’altra vasca al centro della villa, sorvegliata dal “signore con i baffi” (non quello della caffettiera!) , pronto a richiamare i ragazzini un po’ troppo irrequieti. E il bar? Era lì, pronto a soddisfare i desideri dei visitatori colti dalla calura estiva. E, in fondo alla villa, gli angoli appartati che accoglievano i primi amori nati nelle aule del liceo o nelle “vasche” del corso che in villa avevano il punto di arrivo.
Perché Monreale non riesce /non vuole essere una città civile e accogliente? Quali interessi si celano dietro questo assoluto abbandono?

22 ottobre 2017 | 13:51 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Randagismo, spariti nel nulla i cani di via Pezzingoli. Dove sono finiti?

    Cronaca

    [gallery ids="71105,71104,71103,71102,71100,71098,71097,71099,71096,71093,71091,71090"] Monreale, 18 luglio 2018 - Di loro non si trovano neppure i corpi, spariti nel nulla. Era il 19 giugno scorso quando alcuni animalisti lanciarono l’allarme dell'avvelenamento di alcuni cani nella zona alta d..

    Continua a Leggere

  • Previsioni meteo, caldo africano in arrivo. Nel week end si toccheranno i 44 gradi

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - Il fine settimana avrà di nuovo come protagonista il caldo africano. Fino a venerdì mattino avremo caldo moderato mentre dalla sera il nuovo impulso africano porterà di nuovo il rovente alito sahariano sulle nostre terre. La giornata di sabato sarà infuocata con punte ..

    Continua a Leggere

  • Verso le elezioni del sindaco di Monreale. A Monreale nasce il gruppo di Diventerà Bellissima

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 – Nasce all'interno del Consiglio comunale monrealese il gruppo consiliare “Diventerà bellissima”, il movimento del presidente della Regione, Nello Musumeci. Il neonato gruppo sarà tenuto a battesimo, oggi pomeriggio, nel corso della seduta in programma in aula co..

    Continua a Leggere

  • Pitbull stacca il braccio a ragazza. É il cane del convivente

    Cronaca

    Un pitbull ha aggredito una giovane di 23 anni in un’abitazione in via Agnetta a Villagrazia a Palermo. Il cane del convivente le ha staccato a morsi un braccio. I vicini hanno lanciato l’allarme sentendo le urla della donna. Sono intervenuti i sanitari ..

    Continua a Leggere

  • Cimitero di San Martino delle Scale bonificato. Cancelli di nuovo aperti

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - Dopo due settimane di chiusura forzata, il cimitero di San Martino delle Scale è stato riaperto. Dentro il camposanto al centro dell'inchiesta che vede coinvolti i membri della famiglia Messina, sono state effettuate le opere di bonifica e sanificazione necessarie per ..

    Continua a Leggere

  • Nessuna infiltrazione mafiosa. I terreni di Tagliavia tornano alla Curia monrealese

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - La Curia di Monreale torna in possesso dei beni di Tagliavia. In particolare dell’"Azienda agricola santuario Maria Santissima del Rosario di Tagliavia”, che, a luglio 2017, era stata sottoposta ad amministrazione giudiziaria, dopo che ne era stato dimostrato il contro..

    Continua a Leggere

  • Ricorso lavoratori precari del Comune: giovedì l’udienza in Corte d’appello

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Dopo un’attesa durata ben cinque anni, giovedì mattina sarà finalmente definito l’esito del ricorso presentato da un consistente gruppo di lavoratori precari del Comune di Monreale, nell’ormai lontano 2013, per aver riconosciuto il diritto alla trasformazione a tem..

    Continua a Leggere

  • Godrano. Spara alla moglie e si suicida dopo qualche giorno

    Cronaca

    A Godrano, un uomo di 72 anni, originario di Marineo, si è ucciso dopo che lo scorso 9 luglio aveva sparato alla moglie.  Pasquale Orlando di 72 anni agli arresti domiciliari si è lanciato dal tetto di casa ed è morto. E’ successo ieri sera. Lo ha..

    Continua a Leggere

  • Scomparso Antonino Dragotto, ex segretario generale del comune di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 -È venuto a mancare venerdì scorso 14 luglio, all’età di 84 anni, il dottore Antonino Dragotto, già Segretario Generale del Comune di Monreale dal 1977 al 1991, durante le giunte guidate dai Sindaci Li Calsi, Sirchia, Giangreco, Demma, Giacopelli, Mortillaro, Marc..

    Continua a Leggere

  • Anniversario della strage di via D’Amelio, ecco gli appuntamenti della Questura di Palermo

    Cronaca

    In occasione della ricorrenza del 26° Anniversario della Strage di via D’Amelio, in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino ed i componenti  della scorta, Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli ed Emanuela Loi, il prossimo 19 luglio, la Questura di P..

    Continua a Leggere

  • Rifiuti: raccolta carta in Sicilia cresce del 16,1%. Assopirec: “Siamo sulla giusta strada”

    Cronaca

    Palermo, 17 luglio 2018 – “L’incremento del 16.1% della raccolta di carta e cartone in Sicilia, registrato nel 2017, ci dice che siamo sulla giusta strada”. Lo dice Gaetano Rubino, presidente di Assopirec, l’associazione che raggruppa nume..

    Continua a Leggere

  • Monreale, si è insediata la Commissione straordinaria di liquidazione

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Si sono insediati stamane al Comune di Monreale i tre componenti della Commissione straordinaria di liquidazione. I rappresentanti dell’organismo composto dalla dottoressa Michela Giusti, dal dottor Vincenzo Salvatore Albanese e dal dottor Antonino Oddo, sono stati ..

    Continua a Leggere

  • Aquino e Fiumelato, nei due centri di raccolta i rifiuti differenziati si potranno conferire in un’unica volta

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Da domani 18 luglio esclusivamente presso i punti di raccolta in via Ponte Parco 12 e in contrada Fiumelato (ex casello ferroviario) sarà possibile conferire, dalle ore 6 alle ore 16 dal lunedì al sabato, tutte le tipologie di rifiuto opportunamente differenziate e confe..

    Continua a Leggere

  • Guasto al Pozzo Rinazzo: disagi per i residenti di San Martino Delle Scale, contrada Rinazzo,  via Regione Siciliana alta, contrada Caputo, contrada Caputello

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Previsti disagi per i residenti di San Martino Delle Scale, contrada Rinazzo,  via Regione Siciliana alta, contrada Caputo, contrada Caputello. La pompa sommersa del pozzo Rinazzo di in san Martino Delle scale lunedì scorso si è bruciata; pertanto in attesa che gli ..

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato ricorda la strage di via D’Amelio con una seduta straordinaria di Consiglio comunale

    Cronaca

    San Giuseppe Jato, 17 luglio 2018 - Anche la cittadinanza jatina ricorda l'anniversario della stessa di via D'Amelio. E’ convocato per Giovedì 19 luglio, alle ore 19.00, presso l’Aula Consiliare del Comune di San Giuseppe Jato, un Consiglio Comunale in sessione Straordinaria in occasione del XX..

    Continua a Leggere

  • Monreale: Ecoincentivi, ispettori ambientali, orari di conferimento più flessibili. I cittadini scrivono una lettera al sindaco

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Ancora troppe le difficoltà per conferire nei centri di raccolta, a causa degli orari poco flessibili o per motivi logistici, ma soprattutto per un’informazione sulle modalità di suddivisione dei rifiuti e sul loro conferimento che non ha ancora raggiunto tutta la citt..

    Continua a Leggere

  • Avviso di garanzia per l’arcivescovo Francesco Micciché

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Emesso un avviso di garanzia nei confronti dell’ex arcivescovo Francesco Micciché a conclusione delle indagini preliminari condotte dal Pubblico Ministero, la dott.ssa Sara Morri del Tribunale di Trapani. Monsignor Micciché, originario di San Giuseppe Jato e residen..

    Continua a Leggere

  • Operazione antimafia Delirio, fermati gli uomini del dopo Riina. Riciclaggio in bar e scommesse

    Cronaca

    Palermo, 16 luglio 2018 - Operazione antimafia  questa mattina a Palermo. L'arrestato numero uno è Giuseppe Corona, personaggio chiave, finito nel mirino della Dda di Palermo che oggi  ha arrestato 24 persone tra mafiosi, prestanomi ed estortori di diversi clan della città. ..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com