Oggi è 14/12/2019

Scuola

Manifestazione nazionale studenti del 13 ottobre. Aderiscono gli studenti degli Istituti monrealesi

Rete degli studenti Medi: “Cambiamo la scuola per cambiare il paese”. Domani scendono in piazza gli studenti d’Italia contro i tagli della Regione e della Buona scuola

Pubblicato il 12 ottobre 2017

Manifestazione nazionale studenti del 13 ottobre. Aderiscono gli studenti degli Istituti monrealesi
Domani, 13 ottobre, in quasi tutte le piazze italiane, e quindi anche siciliane, gli studenti scenderanno in piazza con una mobilitazione nazionale dal titolo “Cambiamo la scuola per cambiare il paese”. “Non possiamo mantenere silenzio e indifferenza davanti ai continui soprusi perpetrati al mondo della scuola italiana. Oggi noi studenti non abbiamo alcuna garanzia sul fronte della gratuità, della pubblicità, della laicità morale che dovrebbe abbattere le barriere. Oggi il modello di scuola italiano non fa altro che creare ostacoli e porre veti alla nostra istruzione e ci lascia spesso privi di una preparazione adeguata per essere cittadini del mondo.” Dichiara Flavio Lombardo, coordinatore regionale.
 
L’ appuntamento domani mattina sarà a Palermo al Giardino Inglese. 
 
La Regione taglia i finanziamenti alle scuole e, dopo l’allarme per la mancanza di banchi e sedie, i presidi ne lanciano un altro: le scuole rischiano di restare sporche, senza collegamento internet e col rischio di ritornare al registro cartaceo. Per il 2017/2018, i 742mila alunni siciliani rischiano di doversi accontentare di un servizio ridotto all’osso. Anche perché parecchie famiglie si rifiutano di pagare il contributo volontario richiesto dalle scuole, perché non possono o perché, come dicono,  “ci devono pensare gli enti locali”, e i dirigenti scolastici non sanno più cosa fare per fronteggiare i creditori.
 
“La Rete degli Studenti Medi propone infatti da anni un nuovo modello di scuola, cucito addosso a chi la abita veramente, un modello che la possa definire una vera ascensore sociale, un motore di slancio, che possa garantire a tutti, nessuno escluso, un’ istruzione adeguata, che non è altro che un diritto sancito dalla nostra costituzione”. Dichiara l’organizzazione. 
 
“Domani scenderemo in piazza per chiedere una scuola aperta a tutti, senza distinzione di razza o religione o provenienza socio-economica, una scuola che esalti i talenti attraverso una didattica circolare e personalizzata senza creare concorrenza con una crudele valutazione numerica, fine a se stessa, una scuola che aiuti i ragazzi in difficoltà per lingua, abilità e condizioni economiche attraverso corsi strutturati di recupero anche curriculari e la garanzia di libri di testo gratuiti, come i trasporti e i corsi formativi pomeridiani.”
 
“Domani il sindacato studentesco non dimenticherà neanche la sua convinta adesione allo IUS SOLI partecipando a livello nazionale al Cittadinanzaday, e quindi non dimenticando che la scuola deve fungere da appianatrice di diversità e esaltatrice di differenze. “Se vogliamo cambiare il Paese in meglio dobbiamo prima preoccuparci delle nostre scuole, che formano eletti ed elettori del domani.” Conclude Lombardo.
 
 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Forte vento a Monreale, alberi sulla Circonvallazione e sulla Sp57

    Scuola

    Notte di intenso lavoro a Monreale a causa del forte vento di Maestrale che imperversa in tutta la provincia di Palermo. Un albero è stato sradicato dal forte vento ed è finito sulla circonvallazione di Monreale, rendendo difficoltosa la circolazione.

    Continua a Leggere

  • Paura a Palermo per il forte vento, gazebo divelti alberi sradicati: domani giardini e ville chiusi

    Scuola

    PALERMO - Paura tra i cittadini di tutta la provincia di Palermo per il forte vento che in queste ore sta colpendo la città. ”Le verande si muovono per le forti raffiche come se il vento le volesse portar via”. Come previsto il Maestrale sta colpendo in queste ore il palermitano e sopra..

    Continua a Leggere

  • Non fa più il parcheggiatore abusivo, adesso ha il reddito di cittadinanza

    Scuola

    Nell'ultimo periodo si è parlato spesso di denunce di lavoratori in nero, truffe e persone che, pur prendendo il reddito di cittadinanza, frodano lo Stato. Fortunatamente ci sono anche cittadini che, grazie al sussidio del Cinquestelle, hanno potuto riacquistare la propria dignità abbandonand..

    Continua a Leggere

  • Questione rifiuti, la Mirto disponibile al passaggio dei lavoratori alla New System Services

    Scuola

    La Mirto apre al passaggio dei lavoratori alla New System Services applicando quanto previsto dal Contratto Collettivo. E' quanto ha comunicato a Filodiretto.  "La Mirto ha riscontrato le richieste trasmesse da alcuni dipendenti (informando di ciò anche il Comune, i sindacati rappresentativ..

    Continua a Leggere

  • Forti venti freddi in arrivo, allerta gialla su Palermo fino a domani

    Scuola

    PALERMO - Il nuovo vortice depressionario, approdato sull’Italia questo pomeriggio, sta completando la sua formazione arrivando all’apice del suo sviluppo questa notte, quando si intensificheranno i venti di Maestrale che soffieranno su tutta l’Isola. Le raffi..

    Continua a Leggere

  • “Operazione Santa Claus”, il cortometraggio prodotto dalla Polizia di Stato

    Scuola

    A pochi giorni dalla pubblicazione, si é già aggiudicato il premio per l'idea più creativa nella 12esima edizione Festival "Corto Corto Mon Amour". Si tratta dell'"Operazione Santa Claus", il cortometraggio girato nei locali dell'XI Reparto Mobile nella caserma Lungaro a Palermo. Il corto..

    Continua a Leggere

  • In dono 32 alberi a Monreale per ridare “ossigeno al mondo”

    Scuola

    Si è svolto in questi giorni un convegno sulla figura di Don Luigi Sturzo a cento anni dall'appello ai liberi e forti. Un appello (forse più un monito) ancora vivo a non mollare e ad impegnarsi nel servizio che si è scelto di svolgere: ''Energie, che debbono comporsi a nuclei vitali che potranno ..

    Continua a Leggere

  • A Corleone il Premio Cultura 2019, domani la cerimonia nell’ex Monastero SS. Salvatore

    Scuola

    CORLEONE- Si svolgerà a Corleone la prima edizione del Premio Cultura 2019, organizzato dalle associazioni "Corleone antica" e "Archeoclub di Corleone", con la partecipazione di Rosanna Paternostro e Angelo Vintaloro e con il Patrocinio del Comu..

    Continua a Leggere

  • Monreale, stretta sulle sale gioco, il sindaco riduce gli orari di apertura, da ora distanti almeno 500 metri da scuole e luoghi di culto

    Scuola

    MONREALE - 19.695.000,68 € finiti nelle sale gioco nel 2018 nella sola città di Monreale. È questo il drammatico dato emerso nel rapporto annuale dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli. Un dato che allarmante sul fenomeno della ludopatia, che ha spinto il sindaco di Monreale, Albe..

    Continua a Leggere

  • Monreale, padre e figlio parcheggiatori abusivi, condannati alla sorveglianza speciale per due anni

    Scuola

    MONREALE - Nonostante fossero stati sottoposti al cosiddetto “Daspo Urbano”, avevano continuato ad esercitare l'illecita attività di posteggiatori. Ed in più sono stati accusati di avere creato danni agli automobilisti con azioni moleste, a..

    Continua a Leggere

  • Negozio per animali abusivo in Corso Calatafimi, sequestrato

    Scuola

    I Carabinieri di Mezzo Monreale nell’ambito di un servizio di controllo del territorio con l’ausilio della Polizia Municipale di Palermo hanno deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria i titolari di due attività commerciali in corso Calatafimi. In particolare le due attività..

    Continua a Leggere

  • Prende il reddito di cittadinanza e vende sigarette di contrabbando, denunciato a Palermo

    Scuola

    Vende sigarette di contrabbando e percepisce il reddito di cittadinanza. Lo hanno scoperto i finanzieri che hanno segnalato ai monopoli P.C. di 40 anni palermitano che hanno bloccato l’uomo due volte a vendere le bionde in strada. Sono stati sequestrati un chilo e 600 grammi di sigarette. I bas..

    Continua a Leggere

  • Da Monreale a Mosca, l’arcivescovo Michele Pennisi in Russia per riavvicinare cattolici e ortodossi

    Scuola

    MOSCA - L’arcivescovo di Monreale, monsignor Michele Pennisi, e il parroco del duomo, don Nicola Gaglio, hanno accolto l’invito di monsignor Paolo Pezzi, amministratore apostolico della Russia europea dei latini, per una serie di incontri ecumenici e culturali.<..

    Continua a Leggere

  • Guendalina abbandonata con una corda al collo, oggi è felice con una nuova famiglia

    Scuola

    MONREALE - Questa è la storia di una dolce cagnetta, qualcuno si ricorderà di lei altri magari avranno già scordato di averla

    Continua a Leggere

  • Open day al Liceo Classico e Scientifico “Basile-D’Aleo”

    Scuola

    Venerdì 13 dicembre, dalle ore 15.00 alle ore 18.00, e sabato 14 dicembre, dalle ore 09.00 alle ore 13.00, il Liceo Classico e Scientifico “Basile-D’Aleo” apre le porte a genitori e alunni delle classi terze della scuola secondaria di I grado del territorio.

    Continua a Leggere

  • Altofonte, frana in via Vallefico. Questa mattina il sopralluogo

    Scuola

    Alcuni massi del costone roccioso che sovrasta il comune di Altofonte sono franati su una strada danneggiando anche una vecchia casa di campagna. Questa mattina una squadra di tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano ha eseguito un sopralluogo nella zona di Vallefi..

    Continua a Leggere

  • Sciolto il Comune di Mezzojuso per infiltrazioni mafiose, esultano le sorelle Napoli

    Scuola

    Il Consiglio dei Ministri scioglie il comune di Mezzojuso per il “concreto rischio di infiltrazioni mafiose”. Il comune del Corleonese viene sciolto dopo le recenti vicende legate alla storia delle sorelle Napoli. Come conseguenza del decreto di scioglimento decade anche il sindaco Salvatore Gia..

    Continua a Leggere

  • «Ti faccio cadere i denti», «ma sei scemo?», «io veramente a qualcuno lo ammazzo», «la testa ti svito»: condannate le maestre dell’asilo di Borgetto

    Scuola

    BORGETTO - «Ti faccio cadere i denti», «ma sei scemo?», «io veramente a qualcuno lo ammazzo», «la testa ti svito». Le telecamere installate di nascosto dai Carabinieri hanno inchiodato le maestre della scuola materna di Borgetto di contrada San Carlo, regist..

    Continua a Leggere