Oggi è 18/11/2018

Cultura

Pregiudizi, sentenze arbitrarie, accanimento sulle donne. Atteggiamenti volgari e violenti che dilagano senza controllo sui social

Viviamo in una “società civile” o condizionata da ipocrisia, convenzioni e rigidi schemi culturali?

Pubblicato il 8 ottobre 2017

Pregiudizi, sentenze arbitrarie, accanimento sulle donne. Atteggiamenti volgari e violenti che dilagano senza controllo sui social

Monreale, 8 ottobre 2017 –  “È il 1642 a Boston. L’ambiente sociale è caratterizzato da severità morale a sfondo religioso tipica dell’epoca. Hester ha dato alla luce una bambina, Pearl, nonostante il marito sia assente da anni dalla città, e, per questa ragione, ha affrontato un processo per adulterio e, come punizione, viene esposta alla pubblica umiliazione su di un patibolo vestendo sul petto una lettera A scarlatta (che sta per “Adultera”). L’autore indugia sui discorsi delle comari, alcune delle quali vorrebbero che Hester venisse uccisa, in quanto la pena per l’adulterio sarebbe la morte.”

La Lettera Scarlatta è un romanzo del 1850 di Nathaniel Hawthorne, dal quale nel 1995 è stato tratto l’omonimo film con una bellissima Demi Moore come protagonista.

Una ragazza giovane e bella, vive una romantica e intensa storia d’amore, fuori dalle convenzioni e dai rigidi schemi del tempo, in un ambiente e in un’epoca, in cui l‘ipocrisia e il puritanesimo erano un fardello saldamente “ancorato” alle vite parecchio dure e sofferte della maggioranza, se non della quasi totalità, delle donne. La giovane è, infatti, costretta a marchiare a fuoco la sua dignità, come se avesse commesso crimini e misfatti, con quella bruciante A rossa, da adultera, esposta, come un tatuaggio infame sul suo petto…per sempre.

L’epoca descritta è davvero troppo lontana dalla nostra e per questo tiriamo un sospiro di sollievo e cacciamo il brivido lungo la schiena che proviamo al solo pensiero: le donne, infatti, tra lotte e sacrifici, sono riuscite a percorrere una lunga e tortuosa strada verso l’emancipazione, l’autonomia, la valorizzazione di sé stesse, raggiungendo, per fortuna, obiettivi di vita e realizzazioni personali anche ambiziosi, impegnativi, difficili, storicamente impensabili, in epoche meno recenti.

Viviamo in una “società civile”, dunque, aperta, moderna, tecnologica, ma siamo sicuri che quella A rossa, fiammeggiante come un fuoco che inghiotte e brucia, non aleggi ancora, quale spauracchio immateriale, sulla vita di parecchie donne e sulla loro dignità?

È cronaca di pochi giorni fa l’incredibile vicenda della giornalista e scrittrice Francesca Barra, presa di mira da alcuni frequentatori dei social network, con modalità invadenti, volgari e violente, senza un motivo plausibile (anche perché non esistono motivi plausibili per aggredire con tale acredine una donna, anzi qualsiasi essere umano), semplicemente per la sua relazione sentimentale, del tutto alla luce del sole, con l’attore Claudio Santamaria, conseguente alla separazione dal marito. Un fatto del tutto personale, umano, legittimo, diventa un’onta da lavare a suon di insulti, l’ennesima moderna lettera scarlatta da affiggere sul petto di una giovane donna, bella, intelligente e soprattutto libera.

In realtà inizia a preoccupare l’aumento esponenziale di certi atteggiamenti, prevalentemente maschili, ma non solo, che si sperava fossero largamente superati: pregiudizio, sentenze arbitrarie, accanimento sulle donne, il tutto con la complicità di un mondo virtuale, che appare come un iperuranio social, ove regna, in maniera sempre più inquietante, la percezione di poter agire all’interno di un’allegra impunità, per cui ciascuno, privo di freni, può dar libero sfogo sulla pelle degli altri, quasi fosse una sorta di terapia collettiva, a frustrazione, cattiverie e malesseri vari.

Su fb esistono persone e addirittura gruppi, i cui membri, in nome di una presunta satira sprezzante o di un, quasi sempre, finto-goliardismo da “birboni”, per intenderci, esercitano sulle donne un’ironia pesantemente volgare, stupida, offensiva, la quale, quando sfugge completamente di mano, sfocia nelle dolorose conseguenze proprie di una violenza senza limiti, magari non proprio quella fisica, di cui può, però, costituirne il presupposto, ma quella “delle parole crudeli dello scherno e dell’infamia”, altrettanto devastanti e prive di senso nella loro becera e superficiale gratuità.

Uomini contro donne e, dolorosamente, anche donne contro donne...vorrei riuscire a comprendere veramente quale vuoto di senso possa spingere esseri umani pensanti a collocarsi in una tale posizione di disprezzo conclamato.

Vorrei poter capire l’entità dell’odio che anima e fa muovere sulla tastiera certe mani, indifferentemente maschili o femminili, collegate, a menti che ritengo abbiano dimenticato o non abbiano mai conosciuto l’amorevole, tenera, salda carezza di un cuore femminile, il cuore meravigliosamente avvolgente di una madre, di una nonna, di una sorella, di un’amica, di una compagna, altrimenti non si potrebbe spiegare tale delirio inarrestabile e dilagante, apparentemente senza alcuna ratio, che non sia l’idiozia. Nessuno che abbia saputo riesumare il ricordo o che abbia sperimentato anche solo un pizzico di affetto, di solidarietà, di amore da parte di una donna, potrebbe tirar fuori simili campionari di crudeltà e di volgarità spesso oltre modo indecenti e intollerabili.

Le donne sanno a volte trasformarsi, diventando ancora meno solidali del più troglodita degli uomini ed allora mi chiedo come esse possano, a volte, lasciarsi andare a un odio davvero meschino oltre che triviale, senza pensare agli occhi sofferenti di chi sta per ricevere la valanga di “letame gratuito”, magari cercando di comparli con lo sguardo della propria madre, della propria figlia o di un’amica in difficoltà, che per non smarrirsi ha volto  i propri occhi verso la complicità e la solidarietà di altri occhi femminili, in quel momento forse vitali. Mi domando se abbiano dimenticato persino l’immagine dei propri stessi occhi angosciati dei momenti in cui hanno conosciuto la sofferenza, del riflesso di quel dolore lancinante che si prova inevitabilmente quando si cade, diversamente non si riuscirebbe a dare una spiegazione, se non attraverso questa sorta di amnesia, all’assurda cattiveria racchiusa in tutti i numerosi commenti di bassa lega.

Magari occorrerebbe avviare uno sforzo intellettuale o magari semplicemente accendere un po’ più di immaginazione e di empatia.

Allora potremmo ipotizzare un semplice esercizio, utile per molti, quello di immaginarli tutti questi sguardi femminili, di scrutarne i fantasmi, le gioie, i desideri, i dolori, prima di scrivere sotto un qualsiasi post, attraverso la dozzinale leggerezza del vuoto a perdere di alcune sinapsi che smettono o non hanno mai generato il pensiero: “Muori, brutta tr… te la sei cercata”.

Ricevi tutte le news

Anonimo

Cara prof. Maria Rosa, vorrei tanto che le tue amare riflessioni sulla pericolosa deriva verso cui va vorticosamente la nostra ( e non solo la nostra! ) società venissero condivise da tutte le donne e da tutti gli uomini. So bene che questa è un’utopia, ma non uccidiamo la speranza e i sogni! Grazie per le tue analisi sempre attente e lucide. FRANCESCO NOTO

8 ottobre 2017 | 21:01 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Il Mosaico, ancora nessuna coalizione ma tanti interlocutori. “Buon dialogo con Monreale Bene Comune, ma rimangono ancora le distanze”

    Cultura

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è tenuto oggi pomeriggio, alle 17.30 presso i locali del Collegio di Maria, l'Assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti de "Il Mosaico". Il Movimento, presentato il

    Continua a Leggere

  • “I Beni Culturali Ecclesiastici Tutela e protezione tra presente e futuro”, se ne parlerà martedì nel Palazzo Arcivescovile di Monreale

    Cultura

    Martedì 27 novembre, alle ore 9.00, presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale, si svolgerà il convegno su “Beni culturali ecclesiastici: tutela e protezione tra presente e futuro", organizzato dall'Arcidiocesi di Monreale con il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Palermo. Il fine è quello ..

    Continua a Leggere

  • Caputo: “Project Financing con privati e istituti bancari per creare un parcheggio multipiano in contrada Cirba”

    Cultura

    Monreale, 17 novembre 2018 -  Un parcheggio multipiano a valle di contrada Cirba attraverso un sistema di Project Financing coinvolgendo imprenditori privati e istituti bancari nella sua costruzione e gestione. È questa la proposta av..

    Continua a Leggere

  • Assistenza igienico-sanitaria disabili, dalla Regione oltre sei milioni di nuove risorse

    Cultura

    Palermo, 17 novembre 2018 - L’assessore regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali Mariella Ippolito ha provveduto a reperire somme aggiuntive per 6 milioni e quattrocentoseimila euro, per dare un ulteriore contributo alle Città Metropolitane ed ai Liberi Consorzi di Comuni per l’assis..

    Continua a Leggere

  • Elezioni a Corleone, Saporito sceglie la sua squadra di assessori e vicesindaco

    Cultura

    Corleone, 17 novembre 2018 - Il candidato Sindaco Salvatore Saporito scioglie le riserve indicando come assessori la dottoressa Francesca Benigno, psicologa, e Mario Orlando, animatore dello sport corleonese. Il dottor Giuseppe Crapisi e l’imprenditore Antonio Navarra erano già stati designati al..

    Continua a Leggere

  • Scatta l’arresto a Partinico, trovati 25 grammi di cocaina in un deposito

    Cultura

    Partinico, 17 novembre 2018 - È stato arrestato questa mattina Giuseppe Pellitteri, di anni 61, con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Presso un deposito del Pellitteri sono stati trovati 25 grammi di cocaina suddivisi in 25 dosi e 10 grammi non confezionati e 70 eu..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Commemorazione del Carabiniere Rosario Pietro Giaccone, ucciso dalla mafia

    Cultura

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è svolta oggi, presso il cimitero di Monreale, la cerimonia di commemorazione dell'omicidio del Car. Aus. – in congedo – Rosario Pietro Giaccone, Medaglia d’oro al valor civile. L'omicidio era avvenuto il 17 novembre 1986 ad opera della mafia per rappresagli..

    Continua a Leggere

  • Aquino, negozi allagati. L’edicolante: 2000 € di danni. La rabbia degli esercenti FOTO E VIDEO

    Cultura

    [gallery ids="83112,83098,83091,83088,83087,83085,83083,83073,83069,83067,83065,83068"] Monreale, 17 novembre 2018 - Aquino conta i danni causati dal forte temporale di questa notte. La frazione monrealese è tra le aree più colpite dalle forti acque che sono entrate nei locali della piazza. Dan..

    Continua a Leggere

  • Esonda il torrente “Vadduneddu”. Un’auto trascinata in acqua. Via Corpo di Guardia interdetta. Fango nelle abitazioni

    Cultura

    [gallery ids="83058,83059,83060,83062,83064,83066,83070,83074,83075,83076,83077,83078,83080,83081,83089,83092,83093,83094,83095,83096,83097,83079"] Monreale, 17 novembre 2018 - Un altro temporale e inizia la conta dei danni subiti. Questa notte le forti piogge hanno danneggiato abitazioni e st..

    Continua a Leggere

  • Maltempo, Monreale gravemente colpita. Locali allagati e danni in via Circonvallazione

    Cultura

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=ooOK7U3yFCE&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 17 novembre 2018 - Continua il maltempo in Sicilia. Nella notte tra venerdì e sabato le forti piogge hanno creato disagi non indifferenti a Monreale. Verso le 22.00 l'acqua ha cominciato a entrare nel risto..

    Continua a Leggere

  • “Basta poco per renderli felici”: nasce l’associazione per il recupero e la valorizzazione delle risorse del territorio

    Cultura

    Nasce "Basta Poco per Renderli Felici", la neo associazione culturale ha sede a San Martino delle Scale. Uno dei suoi obiettivi principali è il recupero e la valorizzazione delle risorse del territorio. Prevista per domenica 25 novembre la Fiera di Natale, il primo evento dell'Associazione si te..

    Continua a Leggere

  • Temporale a Monreale, strade allagate e voragini anche a Borgo Molara

    Cultura

    Monreale, 17 novembre 2018 - Circonvallazione e via Ponte Parco si sono allagate, così anche delle case al pian terreno ad Aquino. Voragini si sono aperte nell'asfalto ma anche alcune attività commerciali hanno subito disagi. Stamattina si contano i danni del temporale che si è abbattuto ieri ser..

    Continua a Leggere

  • Resto al Sud, finanziamenti agevolati anche per professionisti e Under 46

    Cultura

    Monreale, 16 novembre 2018 - Si allarga l'agevolazione ai professionisti e l’innalzamento dell’età massima per i beneficiari. Il bando Resto al Sud 2019 ha esteso la platea dei possibili beneficiari. Dal 1 gennaio 2019, infatti, potranno partecipare al bando anche gli under 46 e i liberi profes..

    Continua a Leggere

  • Corleone, vi abitava Riina. Adesso la strada intitolata a Cesare Terranova, il magistrato che indagò sui corleonesi

    Cultura

    Corleone, 16 novembre 2018 - Da sabato 17 novembre via Scorsone cambia nome e diventa via Cesare Terranova. Scelta emblematica, a ben vedere: proprio in via Terranova abitava, infatti, il boss Totò Riina e vi abita tutt'ora la sua famiglia. Cesare Terranova, giudice istruttore a..

    Continua a Leggere

  • Carmine, rimossi i paletti abusivi. I residenti divisi tra favorevoli e non

    Cultura

    Monreale, 16 novembre 2018 - Sono cominciati oggi i lavori per rimuovere i paletti ai bordi delle s..

    Continua a Leggere

  • Ospedale Ingrassia. Il dott. Sergio Fasullo nuovo primario della Cardiologia

    Cultura

    Palermo, 16 novembre 2018 - L’unità operativa di Cardiologia dell’ospedale Ingrassia di Palermo ha un nuovo primario. Il 19 ottobre ha preso servizio il dott. Sergio Fasullo, responsabile della terapia intensiva cardiologica “O.Barberi”, che ha contribuito in questi anni all’eccellenza..

    Continua a Leggere

  • Rendiconto 2017, una corsa contro il tempo: i precari rischiano di restare per altri 2 mesi senza il nuovo contratto. “Alla base un problema tecnico”

    Cultura

    Monreale, 16 novembre 2018 - Sarà una corsa contro il tempo, nelle mani dei Revisori dei conti. Il Rendiconto di Gestione 2017 ha urgenza di essere approvato entro lunedì 19 novembre. Il giorno successivo il sindaco Piero Capizzi e il segretario generale del comune, la dott.ssa Domenica Ficano, vo..

    Continua a Leggere

  • “La Politica con la P maiuscola? Non retribuita e di breve periodo. Il potere tende a corrodere chi lo esercita”

    Cultura

    [gallery ids="82909,82910,82911,82912"] Monreale, 16 novembre 2018 - Ieri, giovedì 15 novembre, il presidente nazionale dell'Azione Cattolica, Matteo Truffelli, ha presentato il suo libro “la P maiuscola, fare politica sotto le parti”. In quest'occasione l'Azione Cattolica ha dato il ..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com