Oggi è 26/04/2018

Cronaca

Casteldaccia: dopo l’attentato incendiario un sit-in di solidarietà contro la cultura criminale

Nella notte tra mercoledì 27 e giovedì 28 la CS Servizi Funebri aveva subito un attentato incendiario

Pubblicato il 2 ottobre 2017

Casteldaccia: dopo l’attentato incendiario un sit-in di solidarietà contro la cultura criminale

Casteldaccia, 2 ottobre 2017 – Ieri, Domenica 01 Ottobre, a Casteldaccia, alle 11:00, nella piazza principale del paese, si è svolto un sit-in di solidarietà alla CS Servizi Funebri, ditta che nella notte tra mercoledì 27 e giovedì 28 Settembre ha subito un attentato incendiario. La cittadinanza, in maniera spontanea, ha risposto ad una proposta lanciata via internet. Una proposta di un cittadino verso altri cittadini.

Una proposta in cui, dopo aver raccontato dell’accaduto, era scritto: “Donne e uomini casteldaccesi che credete nel valore della civiltà, nel valore dell’onestà, che credete nella libertà della persona, che credete nei concetti di comunità, solidarietà, legalità. Oggi è il momento di far vedere che ci siete, che ci siamo… […]… Casteldaccia e i casteldaccesi onesti devono far percepire a chi ha subito questa intimidazione che non è solo”.

Fin dall’inizio l’organizzatore, Lorenzo Canale, ha chiarito che la manifestazione non doveva in alcun modo diventare un processo di piazza e sostituirsi alle figure istituzionali che hanno il compito di valutare fatti e dinamiche con i modi e nelle sedi opportune. Un sit-in è stato una manifestazione di solidarietà ma, più in generale, attraverso gli interventi di cittadini ed associazioni, voleva ed è riuscita a valorizzare la cultura della legalità e a contrastare la cultura della criminalità. Un messaggio importante in una terra come la nostra. Proprio per questo si è chiesto che si partecipasse mettendo da parte appartenenze partitiche, affinché la manifestazione fosse trasversale e non strumentalizzata da nessuno, mantenendo così il significato originario. Così è stato! L’amministrazione ha portato il saluto e la vicinanza dell’intero comune, del consiglio e della giunta, attraverso il sindaco Fabio Spatafora. Subito dopo gli interventi di don Salvatore Pagano della parrocchia di Casteldaccia, di Vito Lo Monaco del Centro di studi ed iniziative culturali “Pio Lo Torre”, di Bartolo Lupo del “Comitato degli studenti casteldaccesi” e di Salvatore Di Giacinto per l’associazione “Sviluppo e legalità Gi.Ca”.

A seguire tanti interventi di personalità note per il loro impegno nel territorio e che, per l’occasione, si sono spogliati della loro appartenenza di partito e quelli di semplici cittadini che hanno voluto dire alle due famiglie “non siete soli”. Per chiudere con il commosso e commovente intervento di Francesca Coniglio che, con accanto le due famiglie colpite dall’attentato, Coniglio e Speciale, ha invitato tutti a non arrendersi: “Quando si parla di legalità Si parla di giustizia, di qualcosa che profuma di buono, si parla di pace, di onesta. È stato meraviglioso oggi trovarci tutti insieme per promuovere la cultura della legalità… […] …È naturale provare paura quando ci si trova di fronte qualcosa più grande di te, qualcosa di brutto, che a volte ci spiazza ma è proprio in questi casi che il coraggio deve avere la meglio, bisogna lottare perché il bene vincerà sempre sul male. Bisogna mettere da parte la paura e lottare con tutte le forze come hanno fatto i magistrati Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tanti altri, molti scappano da questa terra tanto bella quanto corrotta, MA NOI RIMANIAMO QUI.”

Uno dei due proprietari della CS servizi Funebri, Michele Coniglio, ha ringraziato la piazza, ha ringraziato le circa 80-100 persone che hanno partecipato fisicamente e tutti coloro che hanno inviato messaggi di solidarietà dalla provincia. L’organizzatore, Lorenzo Canale, segnalando quanto sia stato importante il messaggio di civiltà, di coraggio e di legalità che i casteldaccesi hanno voluto dare, ha ringraziato i carabinieri della locale stazione per il supporto dato nell’organizzazione, il questore di Palermo che ha dato il permesso in tempi ristrettissimi ma, soprattutto, ha invitato i presenti ad applaudire se stessi per quello che avevano appena fatto, mostrando coraggio e contrastando apertamente la cultura del silenzio.

IMG_9128

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • “Il Cristo pantocratore domina con il suo sguardo”. Mons. Pennisi accoglie il Cardinale Parolin per il 750° anniversario della Cattedrale

    Cronaca

    [gallery ids="60181,60182,60183,60184,60185,60186,60187,60188,60189,60190,60191,60192,60193,60194,60195,60196,60197,60199,60200,60201,60202,60203,60204,60205,60206"] Monreale, 26 aprile 2018 - "Come 57° arcivescovo di Monreale ho l’onore di porgerle un cordiale benve..

    Continua a Leggere

  • Lo Zecchino d’Oro il 22 maggio sbarca a Monreale

    Cronaca

    Monreale, 26 aprile 2018 – Il 61° Zecchino d’Oro sbarca a Monreale. Nella sede dell’I.C.S. Antonio Veneziano, ..

    Continua a Leggere

  • Sit-in dei forestali a Monreale. L’avviamento si farà nel centro normanno

    Cronaca

    Monreale, 26 aprile 2018 - I forestali del comprensorio monrealese potranno procedere all'avviamento a Monreale. Stamattina una delegazione di lavoratori forestali di Pioppo e Monreale è salita al Palazzo di città per essere ricevuta dall’amministrazione comunale. Al Municipio si sono concentrat..

    Continua a Leggere

  • Ascesa e declino di Fancesco Balsano, capo mafia di Monreale per soli 10 giorni

    Cronaca

    Monreale, 26 aprile 2018 - Francesco Balsano, nato a Palermo il 23/12/1976, è stato condannato dal Gup Ferdinando Sestito alla pena di 12 anni e 6 mesi di reclusione.


  • La monrealese Dajana Roncione new entry de “La mafia uccide solo d’estate”. Stasera su Rai Uno

    Cronaca

    Monreale, 26 aprile 2018 - Stasera su Raiuno andrà in onda la seconda stagione de "La mafia uccide solo d'estate". Fra le new entry della serie televisiva ci sarà la monrealese Dajana Roncione. L'attrice interpreta una cantante sexy che fa perdere la testa all’alter ego di Francesco Scianna..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, ritrovato morto l’anziano scomparso tre giorni fa

    Cronaca

    San Cipirello, 25 aprile 2018 - Dopo tre giorni di ricerche è stato ritrovato morto il 76enne scomparso. I carabinieri hanno rivenuto il cadavere di G.D.L. impiccato a un albero nelle campagne di San Cipirello. L'uomo si era allontanato da casa sua per raggiungere Piana degli Albanesi, fare una ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità, per la conclusione dell’anno giubilare del 750° anniversario della dedicazione della Basilica Cattedrale

    Cronaca

    Monreale, 25 aprile 2018 - Si terrà domani pomeriggio, alle ore 17,00, la conclusione dell’anno giubilare del 750° anniversario della dedicazione della Basilica Cattedrale di Monreale. Il 25 aprile 1267, primo lunedì dopo l’ottava di pasqua, la cattedrale fu consacrata alla Madonna dal Car..


  • Monreale, dalla periferia alla città: erba alta e incuria

    Cronaca

    Monreale, 24 aprile 2018 - Erba non tagliata, erbacce alte fino a un metro e mezzo, vegetazione incolta e degrado diffuso. Questa è la situazione che si presenta sia alle porte di Monreale che nei quartieri del centro storico. Manutenzione dei marciapiedi, delle strade e sfalcio d'erba as..


  • Belmonte Mezzagno. Reintegrati al comune due geometri sospesi in seguito all’operazione Perseo

    Cronaca

    Belmonte Mezzagno, 24 aprile 2018 - I giudici del Tar Lazio hanno accolto il ricorso presentato da due geometri del Comune di Belmonte Mezzagno che erano stati rimossi dopo le ispezioni prefettizie su possibili infiltrazioni mafiose degli organi elettivi. Nel 2008, nel corso dell’operazione dei..


  • Autismo, l’acqua può sviluppare la fiducia in sé stessi

    Cronaca

    Monreale, 24 aprile 2018 -Nell’aula Sarina Ingrassia, le settimane scorse si sono svolti una serie di incontri tra ..


  • Mafia di San Giuseppe Jato e Monreale. Condanne per oltre 2 secoli di carcere I NOMI e FOTO

    Cronaca

    [gallery ids="59992,59993,59994,59995,59996,59997,59999,60000,60001,60002,60003,60004,60005,60006,60007,60008,60009,60010,60011,60012,60013,60014,60015,60016,60017,60018,60019,60020,60021"] Palermo, 24 aprile 2018 - Il giudice Ferdinando Sestito del Tribunale ordinario di Palermo – sezione del Gi..


  • Grisì, un uomo impatta con due autovetture. Arrestato dai Carabinieri

    Cronaca

    Grisì, 24 aprile 2018 - Nella serata di lunedì 23 aprile, i militari della Stazione di Grisì (PA) hanno tratto in arresto un uomo, colto in flagranza del reato di danneggiamento aggravato di autovetture. L’uomo, alla guida della propria autovettura, andava ad impattare contro due autove..


  • San Cipirello, 76enne esce per comprare il pane e scompare

    Cronaca

    San Cipirello, 24 aprile 2018 - Da domenica 22 aprile non si hanno più notizie del 76enne Giuseppe De Luca. Era uscito di casa, San Cipirello, per raggiungere Piana degli Albanesi. Lì avrebbe dovuto comprare il pane, fare una passeggiata per il paese e passare al circolo ricreativo, ma dell'anzian..


  • Monreale. La donna nel corso dei secoli, attraverso il ritratto di Rosalia Novelli, la Virdimura e Mariannina Coffa

    Cronaca

    “La donna e l’intelligenza: una sfida lungo i secoli”. È questo il tema dell’incontro che si terrà sabato 28 aprile, alle ore 17,30, presso la Biblioteca Santa Maria La Nuova (sezione Fondo antico), nel complesso Guglielmo II. L’incontro sarà l’occasione per presentare il libro di Rit..


  • Villa comunale, un pool di esperti volontari per il ripristino dell’area in frana

    Cronaca

    Monreale, 24 aprile 2018 - Stamattina si è svolto un sopralluogo tecnico all'interno della Villa comunale di Monreale finalizzato alla sua riapertura integrale. Il Giardino delle delizie monrealese, dal marzo 2011, a seguito del crollo di una porzione di muro della balconata del Belvedere, era stat..


  • Colpo al clan mafioso di Monreale, sequestrati i beni a Vincenzo Madonia

    Cronaca

    Palermo, 24 aprile 2018 - La sezione Misure di Prevenzione della Procura di Palermo ha deciso il sequestro di alcuni beni riconducibili a Vincenzo Madonia, uomo d’onore monrealese, ex parrucchiere, arrestato nel 2008 e condannato nell’ambito dell’operazione antimafia Perseo, che bloccò il ten..


  • Monreale, sindaco senza maggioranza solida. Va sotto in consiglio comunale

    Cronaca

    Monreale, 24 aprile 2018 - La maggioranza non ha i numeri in consiglio comunale e non riesce ad approvare il regolamento per la gestione della galleria civica. Al momento della votazione una cospicua schiera di consiglieri di minoranza, nel corso della seduta di ieri, ha abbandonato l’aula non con..


  • Partirà con anticipo la campagna antincendio in Sicilia

    Cronaca

    Palermo, 23 aprile 2018 - Quest’anno saranno 15 i mezzi aerei a disposizione in Sicilia per fronteggiare gli incendi nella stagione estiva; nove sono messi a disposizione dal Dipartimento nazionale della Protezione civile, quattro dei quali finanziati dalla Regione siciliana in convenzione con for..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com