Oggi è 18/10/2018

Cultura

Uomini maturi con ragazze giovanissime: rispetto o condanna?

Dal caso della relazione tra il prof di Partinico e l’allieva minorenne una riflessione su convenzioni e regole sociali.
Rapporti autentici o da censurare sempre? E un insegnante può lasciarsi coinvolgere?

Pubblicato il 1 ottobre 2017

Uomini maturi con ragazze giovanissime: rispetto o condanna?

Monreale, 1 ottobre 2017 – Il binomio ragazze giovanissime e uomini maturi non é certo una sparuta realtà: di solito sia lo star system ma, come ben conosciamo, anche la politica ci hanno offerto, e ci offrono costantemente, numerosi esempi di coppie nelle quali la differenza d’età tra l’uomo e la donna (ma anche, quella, un po’ più sporadica, tra uomini giovani e donne decisamente agè) si pone in un segmento temporale molto ampio, addirittura tra i venti e i trent’anni e anche oltre.

Coppie sbilanciate, ove anche il dato puramente estetico diventa significativo. Unioni che riscuotono, a seconda delle riflessioni effettuate dalle variegate porzioni di individui che costituiscono precisi tasselli di questa società odierna, il plauso, soprattutto quello tipico di un certo orgoglio maschile o il giudizio scandalizzato di chi ritiene da condannare, senza appello, le coppie in cui la compagna risulta essere di età inferiore rispetto alla figlia del proprio partner, ovvero il cui compagno ostenta un’età anagrafica di parecchi lustri più esigua, rispetto a quella della dolce metà. 

 Decisamente più allarmante, grave e controversa diventa la questione età (anche per il reato che si configura in tale specifico caso), nel rapporto sentimentale e soprattutto sessuale, che può determinarsi tra professore e studentessa, soprattutto quando quest’ultima non ha ancora raggiunto la maggiore età.

É di cronaca recentissima la notizia dell’arresto di un prof in servizio presso una scuola di un comune limitrofo a quello di Monreale, che aveva, a quanto pare, intrapreso una relazione non solo sessuale, ma probabilmente anche sentimentale (comprovata, si dice, dai numerosi messaggi in chat) con una studentessa minorenne. Una notizia che ha suscitato inquietudine, ma anche comprensibile sconcerto tra la popolazione.

Da insegnante e madre provo l’immediata, quasi istintiva tendenza a collocarmi in una posizione sicuramente critica e poco tollerante nei riguardi del prof, poiché ritengo che in qualsiasi rapporto uomo/donna, soprattutto quando uno dei due protagonisti della coppia è un individuo ancora in formazione, la componente etica, la correttezza, il rispetto assoluto dell’età ma anche dei ruoli, siano il cardine fondamentale cui un adulto deve necessariamente ispirarsi.

Tale considerazione diventa la condicio sine qua non,  per chi intende “abbracciare”, con la massima cura e dedizione, la professione di docente. L’insegnante, come indica il termine stesso, deve cercare di lasciare un “signum”, cioè una preziosa eredità di vita e di apertura verso il futuro, a tutti gli allievi. 

Chi ha un compito educativo dovrebbe, a mio avviso, soffermarsi a riflettere profondamente prima di decidere di superare certi confini, soprattutto con minorenni quasi al traguardo della maggiore età, quindi non più bambine/i, ma comunque spesso adolescenti ancora conflittuali, deboli o semplicemente confusi, rispetto ai quali l’insegnante devrebbe assumere tutt’altro ruolo.

Di contro, un certo numero di individui, esprime sull’argomento pareri diametralmente opposti, ritenendo che l’amore e la felicità debbano risultare legittimamente prioritari su tutto e su tutti, oltre le convenzioni e le comuni regole sociali. Se si dovessero provare sentimenti autenticamente coinvolgenti o travolgenti emozioni, perché non seguirne la scia, dato che moltissima gente che conta davvero, tra cui politici, banchieri e industriali, magari di ottant’anni, amano ostentare unioni con  donne giovanissime? Perché una larga fetta di opinione pubblica censura con particolare veemenza e severità il rapporto sentimentale tra professore/ssa, allievo/a, anche quando lo studente/ssa risulta aver raggiunto la maggiore età?

Provo a dare una opinabilissima spiegazione: nei rapporti umani in cui si crea un legame emotivo e sentimentale sbilanciato, tra un soggetto “inferiore” per esperienza, età anagrafica, e posizione sociale, ed un altro “predominante” per ruolo ormai consolidato, per capacità di affabulazione e per carisma, si verifica, tra il soggetto più debole e quello più forte, una sorta di fascinazione, di dipendenza sentimentale, di trasfert emotivo, che induce a confondere la realtà tipica di ogni “innamoramento” tra persone pressoché paritarie per età e percorsi di vita simili, con ben altro.

Pertanto si intuisce facilmente, analizzando lo specifico fatto di cronaca,  la possibile drammatica confusione, determinata dall’insegnante (soggetto predominante) nei riguardi della studentessa (soggetto debole),  quindi l’influenza dannosa esercitata su di essa.  La ragazza, infatti, tra le varie ripercussioni, viene privata, sul piano formativo e quindi fondamentalmente etico, di una tra le più importanti e autorevoli figure educative.

Il tal caso, infatti,  l’insegnante evidenzia un ruolo formativo, irrimediabilemte  svilito nella sostanza,  poiché deviato verso un’altra pericolosissima dimensione. Tale tortuoso  percorso “tra le sabbie mobili” può facilmente orientare il soggetto “da educare e formare”, verso la probabile deriva, costituita da destabilizzanti conseguenze personali. Si tratta, con una certa probabilità, non di un amore reale, maturo ed  equamente  bidirezionale, ma di una sorta di “trasferimento” inconsapevole da parte dell’adolescente di una serie di emozioni particolarmente intense, per certi versi simili a quelle vissute durante l’infanzia nei riguardi delle figure genitoriali e magari non del tutto soddisfatte, ad un’altra “imponente” figura di riferimento, che, quindi, si configura, inevitabilmente, non più come una preziosa guida, un saggio  magister, ma come un pericoloso ibrido.

Dal fronte adulto invece cosa spinge solitamente uomini maturi se non decisamente attempati, a imbastire complesse relazioni con adolescenti o poco più?

La necessità di parecchi esponenti del sesso maschile di aderire a una sorta di consuetudine sempre più consolidata, un approccio inversamente proporzionale, all’interno di un certo tipo di unioni, secondo cui più aumenta l’età maschile più diminuisce quella femminile, si spiega, in parte, con quella tanto temuta crisi di mezza età. Essa induce una certa fascia di “maschietti”, soprattutto over 50, a comportamenti ambivalenti e immaturi, supportati dall’impellente esigenza di dimostrare a se stessi di essere ancora giovani e in grado di poter rivivere le sensazioni tipiche dei venti/trent’anni.

Uomini convinti che la giovinezza possa trasmettersi automaticamente, attraverso  rapporti sentimentali con ragazze nel fiore degli anni, se non addirittura adolescenti, sperando di trarne nuova linfa, alimentata da quelle tensioni emotive, spesso quasi del tutto sopite dalle responsabilità che una vita “da adulti” comporta. Uomini che amano sentirsi adulati incondizionatamente e che, pertanto, hanno, spesso, difficoltà a instaurare un dialogo schietto, sereno e paritario con compagne della propria età, ricercando tali attenzioni negli atteggiamenti ancora immaturi di giovanissime che ne subiscono il fascino, non di rado più fittizio che reale, in quanto frequentemente veicolato dall’ostentazione di un determinato “status” che determina un particolare ascendente.

Con la tranquilla serenità di chi traduce in parole le proprie personali (quindi opinabili) riflessioni, mi viene da dire che forse occorrerebbe ritrovare il coraggio di mettersi in discussione e di comparare le proprie legittime aspettative e necessità con quelle degli altri, evitando l’individualismo più assoluto.

Perché se è vero che l’amore non ha età, il plagio, il coinvolgimento pretestuoso, i conseguenti drammi spesso indelebili determinati dall’egoismo e dalla superficialità di certi uomini, l’età ce l’hanno eccome…o no?

Ricevi tutte le news

Yusuf Drake

E’ piuttosto ipocrita arrestare un insegnante per avere avuto una relazione con una studentessa minorenne,ma comunque in piena eta’ del consenso,e quindi nella legalita’(nel caso di un insegnante,la ragazza deve avere compiuto 16 anni).Questa e’ la prova che non solo in Italia sono ignorante in materia e che non sono ben informati a tal proposito,ma anche il sistema legale agisce come e quando e con chi cazzo gli pare e piace!

11 dicembre 2017 | 23:17 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Taccuini di viaggio. A Monreale 5 tappe per scoprire gli angoli più significativi

    Cultura

    Monreale, 17 ottobre 2018 - L’evento, “Taccuini di viaggio-Monreale-Disegni e parole -Paesaggi, Monumenti, Giardini, Cibo, Artigianato” , patrocinato dal Comune di Monreale e promosso dall’Associazione ARTES ripropone per il secondo anno consecutivo un viaggio a Monreale.

    Continua a Leggere

  • Raccolta differenziata: Sabato 20 ottobre distribuzione gratuita dei mastelli a Villaciambra

    Cultura

    Monreale, 17 ottobre 2018 - Prevista per sabato mattina dalle ore 8 la distribuzione dei mastelli per la raccolta differenziata. Verranno assegnati gratuitamente ai residenti della frazione che si presenteranno nello spazio antistante la scuola materna di Villaciambra. Per ritirare i mast..

    Continua a Leggere

  • Aperte le selezioni per la Massimo Kids Orchestra

    Cultura

    [gallery ids="79619,79620,79618"] La Fondazione Teatro Massimo di Palermo indice nei giorni 27 e 28 ottobre, con inizio alle ore 10, una selezione volta all'accertamento dell'idoneità artistica finalizzata alla formazione della Massimo Kids Orchestra per l'anno 2018/2019. La partecipazione ..

    Continua a Leggere

  • Assunzioni, 300 posti nel colosso Club Med e 60 nel tour operator Aeroviaggi

    Cultura

    17 ottobre 2018 - L'estate si è conclusa ma gli operatori del settore programmano le assunzioni stagionali per l'inverno e l'autunno 2019. Trecento posti disponibili nel settore turistico alberghiero per la stagione della catena internazionale Club Med a Cefalù, altri 60 posti con Aeroviaggi che h..

    Continua a Leggere

  • Aquino. 16 appartamenti, viabilità, sistemazione spazi a verde pubblico. Affidati i lavori di completamento

    Cultura

    Monreale, 17 ottobre 2019 - Riprenderanno a breve gli interventi di completamento, nella frazione di Aquino, per la realizzazione di 16 appartamenti, per la riqualificazione della viabilità comunale, la sistemazione di spazi a verde pubblico, e per la razionalizzazione della rete di smaltimento del..

    Continua a Leggere

  • Romanotto (Credici Monreale): “Differenziata al 32%? I conti non tornano. Mancano all’appello 460 tonnellate di rifiuti urbani”

    Cultura

    Monreale, 17 ottobre 2019 - Il consigliere comunale Giuseppe Romanotto (Credici Monreale), in una nota che integralmente pubblichiamo, solleva una serie di dubbi sui dati riportati dall’assessore Cangemi sui livelli di raccolta differenziata raggiunti dal comune di Monreale, e chi..

    Continua a Leggere

  • “Artigianato e gusto d’autunno”. Sabato 20 e Domenica 21 a Villa Savoia in scena creazioni artigianali e prelibatezze tipiche autunnali

    Cultura

    Monreale, 17 ottobre 2019 - Dopo la splendida organizzazione della Via Crucis, la Pro Loco di Monreale propone un’altra iniziativa alla città di Monreale, con l’intento, soprattutto, di attrarre visitatori e turisti. Adesso è la volta di una mostra mercato sulle creazioni artigianali e sull..

    Continua a Leggere

  • Erbe infestanti, arbusti fino al secondo piano. I condomini chiedono interventi

    Cultura

    [gallery ids="79515,79516,79517,79518,79519,79520,79521,79522"] Monreale, 16 ottobre 2018 - Non hanno più luce nel soggiorno per colpa degli arbusti che giungono quasi fino al secondo piano. “È impossibile respirare e affacciarsi al balcone” riferiscono alcuni condomini dell’immobile d..

    Continua a Leggere

  • Solange lascia il Comando di Polizia Municipale: ha trovato una famiglia

    Cultura

    Monreale, 16 ottobre 2018 - Stamattina bella e pimpante Solange - così è stata battezzata dal comando della Polizia..

    Continua a Leggere

  • Gli effetti della Manovra sul settore del gioco d’azzardo per il 2018

    Cultura

    Nuovo colpo ai danni del settore dei giochi da parte del Governo: all’interno della Manovra già approvata, ci sono delle modifiche poste a ottenere mag..

    Continua a Leggere

  • Olio d’oliva. Quest’anno il prezzo non scende sotto gli 8 €. Ma attenzione alle contraffazioni

    Cultura

    [gallery ids="79485,79484,79483,79482"] Monreale, 16 ottobre 2018 - I più fortunati riusciranno a comprarlo ad 8 € al litro o a 8,5 € al chilo. Quasi il doppio di quanto hanno speso l’anno scorso. Parliamo dell’olio extravergine di oliva fresco di frantoio. Se a Monreale il prezzo si ..

    Continua a Leggere

  • Faldoni inzuppati d’acqua, pagine incollate, acqua che cola sui pavimenti. È l’archivio dell’ufficio tecnico di Monreale (LE IMMAGINI)

    Cultura

    [gallery ids="79407,79408,79409,79410,79411,79412,79413,79414,79415,79416,79417,79418,79419,79420,79421,79422,79423,79424,79425,79426,79427,79428"] Monreale, 16 ottobre 2018 - Decine di faldoni accatastati l’uno sull’altro sul pavimento del piano interrato, zuppi d’acqua, fradici, c..


  • “Brezi poesie”, a Piana Degli Albanesi la presentazione del volume

    Cultura

    Piana degli Albanesi, 16 ottobre 2018 -Nella chiesa dell'Odigitria il 27 ottobre, in piazza Vittorio Emanuele alle ore 18, avverrà la presentazione del volume "Brezi poesie" di Stefano Schirò. 

  • Con il centro per l’impiego anche lo sportello INPS e la sede di Riscossione Sicilia. Ma è tutto fermo per un cambio di destinazione d’uso

    Cultura

    Monreale, 16 ottobre 2018 - “Oggi saranno consegnati i lavori all’impresa. Nel giro di due settimane il centro per l’impiego potrà riaprire”.


  • La VENDEMMIA alla Badiella

    Cultura

    [gallery ids="79386,79387,79388,79389,79390,79391,79392,79393,79394,79395"] Monreale, 15 ottobre 2018 - Riceviamo e pubblichiamo Tutti sanno che l’uva è uno dei frutti più dolci e gustosi della stagione autunnale. Il giorno 9 ottobre 2018 al plesso della Badiella della Guglielm..


  • La morte di Pupetto è servita a qualcosa. Recuperata cucciola di pastore tedesco

    Cultura

    [gallery ids="79356,79357,79355,79354,79353,79352"] Monreale, 15 ottobre 2018 - Il rischio di essere investita era alto, così come era elevato il rischio di possibili incidenti su una strada abbastanza pericolosa e trafficata come la Statale 186. Da questa mattina una cucciola di pastore tedesco..


  • Ousman Keita è arrivato con il barcone. Gli studenti lo intervistano e scoprono esempi virtuosi di integrazione

    Cultura

    [gallery ids="79312,79313,79314,79315,79316,79317,79318,79319,79320,79321,79322,79323,79324,79325,79326,79327,79328,79329,79330,79331,79332"] Monreale, 15 ottobre 2018 - Momanke Luntanti - Nessuno è straniero. Questa frase, scritta in lingua mandinka e in italiano


  • A Monreale si parla di Mafia e dei suoi rapporti con le istituzioni

    Cultura

    Monreale, 15 ottobre 2019 - A Monreale per parlare di mafia, ed in particolare modo dei rapporti tra mafia e istituzioni. Il libro scritto da Fabio Giallombardo, dal titolo “Cosa Vostra - Mafia e istituzioni in Italia”, editrice “Autodafé”, è un’antologi..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com