Oggi è 23/07/2018

Cultura

Uomini maturi con ragazze giovanissime: rispetto o condanna?

Dal caso della relazione tra il prof di Partinico e l’allieva minorenne una riflessione su convenzioni e regole sociali.
Rapporti autentici o da censurare sempre? E un insegnante può lasciarsi coinvolgere?

Pubblicato il 1 ottobre 2017

Uomini maturi con ragazze giovanissime: rispetto o condanna?

Monreale, 1 ottobre 2017 – Il binomio ragazze giovanissime e uomini maturi non é certo una sparuta realtà: di solito sia lo star system ma, come ben conosciamo, anche la politica ci hanno offerto, e ci offrono costantemente, numerosi esempi di coppie nelle quali la differenza d’età tra l’uomo e la donna (ma anche, quella, un po’ più sporadica, tra uomini giovani e donne decisamente agè) si pone in un segmento temporale molto ampio, addirittura tra i venti e i trent’anni e anche oltre.

Coppie sbilanciate, ove anche il dato puramente estetico diventa significativo. Unioni che riscuotono, a seconda delle riflessioni effettuate dalle variegate porzioni di individui che costituiscono precisi tasselli di questa società odierna, il plauso, soprattutto quello tipico di un certo orgoglio maschile o il giudizio scandalizzato di chi ritiene da condannare, senza appello, le coppie in cui la compagna risulta essere di età inferiore rispetto alla figlia del proprio partner, ovvero il cui compagno ostenta un’età anagrafica di parecchi lustri più esigua, rispetto a quella della dolce metà. 

 Decisamente più allarmante, grave e controversa diventa la questione età (anche per il reato che si configura in tale specifico caso), nel rapporto sentimentale e soprattutto sessuale, che può determinarsi tra professore e studentessa, soprattutto quando quest’ultima non ha ancora raggiunto la maggiore età.

É di cronaca recentissima la notizia dell’arresto di un prof in servizio presso una scuola di un comune limitrofo a quello di Monreale, che aveva, a quanto pare, intrapreso una relazione non solo sessuale, ma probabilmente anche sentimentale (comprovata, si dice, dai numerosi messaggi in chat) con una studentessa minorenne. Una notizia che ha suscitato inquietudine, ma anche comprensibile sconcerto tra la popolazione.

Da insegnante e madre provo l’immediata, quasi istintiva tendenza a collocarmi in una posizione sicuramente critica e poco tollerante nei riguardi del prof, poiché ritengo che in qualsiasi rapporto uomo/donna, soprattutto quando uno dei due protagonisti della coppia è un individuo ancora in formazione, la componente etica, la correttezza, il rispetto assoluto dell’età ma anche dei ruoli, siano il cardine fondamentale cui un adulto deve necessariamente ispirarsi.

Tale considerazione diventa la condicio sine qua non,  per chi intende “abbracciare”, con la massima cura e dedizione, la professione di docente. L’insegnante, come indica il termine stesso, deve cercare di lasciare un “signum”, cioè una preziosa eredità di vita e di apertura verso il futuro, a tutti gli allievi. 

Chi ha un compito educativo dovrebbe, a mio avviso, soffermarsi a riflettere profondamente prima di decidere di superare certi confini, soprattutto con minorenni quasi al traguardo della maggiore età, quindi non più bambine/i, ma comunque spesso adolescenti ancora conflittuali, deboli o semplicemente confusi, rispetto ai quali l’insegnante devrebbe assumere tutt’altro ruolo.

Di contro, un certo numero di individui, esprime sull’argomento pareri diametralmente opposti, ritenendo che l’amore e la felicità debbano risultare legittimamente prioritari su tutto e su tutti, oltre le convenzioni e le comuni regole sociali. Se si dovessero provare sentimenti autenticamente coinvolgenti o travolgenti emozioni, perché non seguirne la scia, dato che moltissima gente che conta davvero, tra cui politici, banchieri e industriali, magari di ottant’anni, amano ostentare unioni con  donne giovanissime? Perché una larga fetta di opinione pubblica censura con particolare veemenza e severità il rapporto sentimentale tra professore/ssa, allievo/a, anche quando lo studente/ssa risulta aver raggiunto la maggiore età?

Provo a dare una opinabilissima spiegazione: nei rapporti umani in cui si crea un legame emotivo e sentimentale sbilanciato, tra un soggetto “inferiore” per esperienza, età anagrafica, e posizione sociale, ed un altro “predominante” per ruolo ormai consolidato, per capacità di affabulazione e per carisma, si verifica, tra il soggetto più debole e quello più forte, una sorta di fascinazione, di dipendenza sentimentale, di trasfert emotivo, che induce a confondere la realtà tipica di ogni “innamoramento” tra persone pressoché paritarie per età e percorsi di vita simili, con ben altro.

Pertanto si intuisce facilmente, analizzando lo specifico fatto di cronaca,  la possibile drammatica confusione, determinata dall’insegnante (soggetto predominante) nei riguardi della studentessa (soggetto debole),  quindi l’influenza dannosa esercitata su di essa.  La ragazza, infatti, tra le varie ripercussioni, viene privata, sul piano formativo e quindi fondamentalmente etico, di una tra le più importanti e autorevoli figure educative.

Il tal caso, infatti,  l’insegnante evidenzia un ruolo formativo, irrimediabilemte  svilito nella sostanza,  poiché deviato verso un’altra pericolosissima dimensione. Tale tortuoso  percorso “tra le sabbie mobili” può facilmente orientare il soggetto “da educare e formare”, verso la probabile deriva, costituita da destabilizzanti conseguenze personali. Si tratta, con una certa probabilità, non di un amore reale, maturo ed  equamente  bidirezionale, ma di una sorta di “trasferimento” inconsapevole da parte dell’adolescente di una serie di emozioni particolarmente intense, per certi versi simili a quelle vissute durante l’infanzia nei riguardi delle figure genitoriali e magari non del tutto soddisfatte, ad un’altra “imponente” figura di riferimento, che, quindi, si configura, inevitabilmente, non più come una preziosa guida, un saggio  magister, ma come un pericoloso ibrido.

Dal fronte adulto invece cosa spinge solitamente uomini maturi se non decisamente attempati, a imbastire complesse relazioni con adolescenti o poco più?

La necessità di parecchi esponenti del sesso maschile di aderire a una sorta di consuetudine sempre più consolidata, un approccio inversamente proporzionale, all’interno di un certo tipo di unioni, secondo cui più aumenta l’età maschile più diminuisce quella femminile, si spiega, in parte, con quella tanto temuta crisi di mezza età. Essa induce una certa fascia di “maschietti”, soprattutto over 50, a comportamenti ambivalenti e immaturi, supportati dall’impellente esigenza di dimostrare a se stessi di essere ancora giovani e in grado di poter rivivere le sensazioni tipiche dei venti/trent’anni.

Uomini convinti che la giovinezza possa trasmettersi automaticamente, attraverso  rapporti sentimentali con ragazze nel fiore degli anni, se non addirittura adolescenti, sperando di trarne nuova linfa, alimentata da quelle tensioni emotive, spesso quasi del tutto sopite dalle responsabilità che una vita “da adulti” comporta. Uomini che amano sentirsi adulati incondizionatamente e che, pertanto, hanno, spesso, difficoltà a instaurare un dialogo schietto, sereno e paritario con compagne della propria età, ricercando tali attenzioni negli atteggiamenti ancora immaturi di giovanissime che ne subiscono il fascino, non di rado più fittizio che reale, in quanto frequentemente veicolato dall’ostentazione di un determinato “status” che determina un particolare ascendente.

Con la tranquilla serenità di chi traduce in parole le proprie personali (quindi opinabili) riflessioni, mi viene da dire che forse occorrerebbe ritrovare il coraggio di mettersi in discussione e di comparare le proprie legittime aspettative e necessità con quelle degli altri, evitando l’individualismo più assoluto.

Perché se è vero che l’amore non ha età, il plagio, il coinvolgimento pretestuoso, i conseguenti drammi spesso indelebili determinati dall’egoismo e dalla superficialità di certi uomini, l’età ce l’hanno eccome…o no?

Ricevi tutte le news

Yusuf Drake

E’ piuttosto ipocrita arrestare un insegnante per avere avuto una relazione con una studentessa minorenne,ma comunque in piena eta’ del consenso,e quindi nella legalita’(nel caso di un insegnante,la ragazza deve avere compiuto 16 anni).Questa e’ la prova che non solo in Italia sono ignorante in materia e che non sono ben informati a tal proposito,ma anche il sistema legale agisce come e quando e con chi cazzo gli pare e piace!

11 dicembre 2017 | 23:17 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Spaccio, furti ed estorsioni. Quattro ragazzi in arresto tra Carini e Terrasini

    Cultura

    I Carabinieri della Compagnia di Carini  nei comuni di Cinisi e Terrasini (PA), hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione della misura cautelare nei confronti di quattro soggetti (di cui 1 agli  arresti domiciliari, 2 destinatari di obbligo di ..


  • Altofonte, Festa di Sant’Anna. Lunedì la Notte Bianca

    Cultura


  • Malta. Alla “The Chamber Of Fashion” sfilano le modelle della Vanity Models Management del monrealese Francesco Pampa (LE FOTO)

    Cultura

    [gallery ids="71484,71485,71486,71487,71488,71489,71490,71491,71492"] Malta 22 luglio 2018 - Si è svolto giovedì 19 luglio nella stupenda cornice di Palazzo Verdala a Malta, "The Chamber Of Fashion", una serata internazionale della cultura attraverso la moda.  Tra le tante modelle hanno..


  • “Estate…Pirandello mio ti conosco”. Da lunedì a Casa Cultura Santa Caterina alcune opere dello scrittore siciliano

    Cultura

    [gallery ids="71474,71475,71477,71478"] Monreale, 22 luglio 2018 - Anche durante l’estate Casa Cultura Santa Caterina continua con la sua offerta culturale alla città. Lunedì 23 luglio 2018 verrà inaugurata una piccola esposizione sulle opere di Pirandello (dopo quella su Ignazio Buttit..


  • Monreale. Parte l’incendio per i botti della festa del quartiere Carmine

    Cultura

    Monreale, 22 luglio 2018 - I fuochi d'artificio si trasformano in un incendio. Tutto avviene quando già alle 7 del mattino la temperatura segna già 30 gradi e mentre soffia il vento di scirocco. Stamattina Monreale è stata svegliata dall'alborata per i festeggiamenti in onore della Madonna del..


  • Monreale, incendio minaccia villette a Giacalone. Sul posto i Forestali con pochi mezzi

    Cultura

    Monreale, 21 luglio 2018 - Questo pomeriggio a Monreale un grosso incendio ha minacciato diverse abitazioni, a peggiorare la situazione è stato non solo il vento che ha alimentato le fiamme ma anche la grave carenza di mezzi in dotazione alle squadre antincendio. Il rogo si è sviluppato in loca..


  • Monreale. Applausi per il concerto di Silvia Vaglica e Stephen Vaglica (LE IMMAGINI)

    Cultura

    [gallery ids="71429,71430,71431,71432,71433,71434,71435,71436,71437,71438,71439,71440,71441,71442,71443,71444,71445,71446,71447"] Monreale, 21 luglio 2018 - Un caloroso pubblico ha assistito ieri sera all’interno del duomo di Monreale al concerto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana nel duomo d..


  • Monreale. Il belvedere riaperto a cittadini e visitatori. Oggi l’inaugurazione (LE FOTO)

    Cultura

    [gallery ids="71407,71408,71409,71410,71411,71412,71413"] Monreale, 21 luglio 2018 - Dopo circa sette anni è stato ufficialmente riaperto questa mattina il belvedere della villa di Monreale. Un risultato ottenuto grazie alla collaborazione di tanti volontari che nel corso degli ultimi mesi ..


  • Vuoi visitare il Chiostro di Monreale? Devi pagare un sovrapprezzo per la mostra di Jan Fabre. Lo stop della Regione

    Cultura

    Monreale, 21 luglio 2018 - I visitatori del Chiostro di Monreale obbligati a pagare un supplemento anche se non interessati a una mostra allestita al suo interno. La Regione stoppa il provvedimento dopo che all'interno del monumento monrealese si è è registrato un brusco calo di accessi. Le polemi..


  • “Non portate i vostri rifiuti a Palermo”. Orlando scrive anche a Monreale

    Cultura

    Palermo  21 luglio 2018 - Il Sindaco Leoluca Orlando ha scritto una lettera, indirizzata ai sindaci dei Comuni limitrofi alla Città di Palermo e per conoscenza al Presidente della Regione siciliana e commissario ai rifiuti, al Prefetto di Palermo, all’Assessore Regionale ai Rifiuti ed al Dir..


  • Declassamento dell’ospedale di Corleone. Sindaci, sindacati e movimenti preoccupati

    Cultura

    Corleone, 21 luglio 2018 - Il corleonese dice No al taglio all’Ospedale dei Bianchi di Corleone.  La Commissione Straordinaria del Comune di Corleone, i Sindaci di Bisacquino, Campofiorito, Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Giuliana, Marineo, Prizzi, Roccamena, i rappresentanti sindacal..


  • Cementificazione e consumo suolo, in Sicilia è allarme 

    Cultura

    20 luglio 2018 - Continua la cementificazione in tutta Italia, e per la Sicilia si rinnova il rischio di dissesto idrogeologico a causa dell’erosione del terreno: la conferma arriva dall’ultimo rapporto Ispra, che evidenzia come un quarto del suolo naturale perduto a li..


  • Belvedere di Monreale, per domani prevista l’apertura alle 10,00

    Cultura

    Monreale, 20 luglio 2018 - Dopo l’input dato dal sopralluogo e dalla conseguenziale relazione tecnica redatta dal Prof. Giuseppe Schicchi e dal Prof. Manlio speciale, rispettivamente Direttore e Curatore dell’Orto Botanico di Palermo, dopo aver aperto e ridato ai visitatori circa 40 m. di affacc..


  • Un impianto di gestione di rifiuti pericolosi scoperto a Palermo. Legami con il mercato nero dei metalli

    Cultura

    [gallery ids="71299,71300"]

    I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e forestale del Centro Anticrimine Natura di Palermo, supportati dai colleghi della Compagnia Carabinieri di San Lorenzo, hanno sequestrato – all’interno di un p..


  • XXXI Festival Organistico San Martino delle Scale. Sabato 21 luglio iniziano i concerti

    Cultura

    Monreale, 12 luglio 2018 - Il XXXI Festival Organistico di San Martino delle Scale, come tradizione, avrà inizio il giorno precedente la festa “esterna” di San Benedetto, che quest’anno coincide con sabato 21 luglio; anche quest’anno il programma avrà protagonista lo storico “organetto L..


  • La legalità non ha età

    Cultura

    [gallery ids="71281,71279,71278,71277,71276,71275,71274,71269,71268,71267,71266,71264,71263,71262,71260,71259"] Palermo, 20 luglio 2018 - La manifestazione "Coloriamo via d'Amelio", che da ormai diversi anni ha luogo a Palermo giorno 19 Luglio per commemorare l'anniversario di morte di Paolo Bors..


  • Stephen e Silvia Vaglica con l’Orchestra Sinfonica in concerto al Duomo di Monreale

    Cultura

    Monreale, 20 luglio 2018 - Arriva dall’America anche se ha origini monrealesi e viene a realizzare un suo grande desiderio, quello di esibirsi al Duomo di Monreale, uno dei siti più belli del mondo inserito nel patrimonio dell’Unesco. Questa sera, alle ore 21,00, Stephen Vaglica, uno dei musici..


  • Monreale, scatta la tagliola sui rifiuti. Telecamere nascoste, vigili e carabinieri contro gli incivili

    Cultura

    Monreale, 19 luglio 2018 - Coloro che continuano a perseverare con il conferimento selvaggio di rifiuti indifferenziati nel territorio saranno beccati dalle telecamere nascoste disseminate nel territorio. Le immagini saranno trasmesse al comando dei vigili urbani che faranno scattare sanzioni salati..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com