Oggi è 19/10/2018

Altofonte

Altofonte, l’ex assessore Castellese: “Il comune garantisca gli abbonamenti AST agli studenti. È possibile ripristinarli”.

“Ho sentito la necessità di scrivere queste righe sia per l’importanza della questione, ma anche per le numerose inesattezze che sono state dette in questi ultimi tempi”

Pubblicato il 27 settembre 2017

Altofonte, l’ex assessore Castellese: “Il comune garantisca gli abbonamenti AST agli studenti. È possibile ripristinarli”.
Altofonte, 27 settembre 2017 – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO una nota del Prof. Giuseppe Castellese, già vicesindaco nell’amministrazione di Altofonte Di Matteo, con delega alla pubblica istruzione ed ai trasporti. 

Lo scorso anno il costo del trasporto scolastico extraurbano per circa 440 studenti, che da Altofonte si recavano a Palermo o in altri comuni vicini per continuare gli studi superiori, ha raggiunto la cifra di circa 223.000 euro.

Il bilancio 2016 approvato durante l’amministrazione Di Matteo aveva previsto l’intera somma, appostando nel pluriennale per il 2017 e per il 2018 la previsione di 180.000 euro. Tale previsione nel bilancio pluriennale dell’ente ha permesso di garantire gli abbonamenti agli studenti fino allo scorso mese di maggio.

l bilancio adottato dalla giunta De Luca, per quanto è possibile capire dalle dichiarazioni ufficiali, riduce tale cifra per l’anno in corso a quanto già speso per i primi 5 mesi dell’anno e pensa di garantire per gli ultimi 3 mesi del 2017 solo un rimborso di 30.000 euro con delle modalità molto discutibili e sulle quali è stato detto tanto; anch’io, alla fine di questo articolo, tornerò sull’argomento.

La cosa più grave, però, è stata quella di avere azzerato tale previsione nel bilancio pluriennale 2018-2019, sostituendola interamente con una somma, oltretutto ridotta drasticamente (si parla di un taglio di circa l’85% e quindi di una somma di circa 30.000 euro), appostata interamente come contributo piuttosto che come acquisto abbonamenti; questo significherà scordarsi, almeno fino all’approvazione del bilancio del prossimo anno (2018), gli abbonamenti gratuiti per gli studenti come previsto dalla legge regionale sul diritto allo studio (art.9 della L.R. n.14/2002).

Ma veniamo all’anno in corso: se ipotizziamo che il costo annuale per gli abbonamenti per l’anno corrente si attesti sulla stessa cifra dello scorso anno (223.000 euro), di fatto sappiamo che i 5 ottavi della stessa (i primi 5 mesi dell’anno sul totale di 8 mesi scolastici) non può che essere già prevista nel bilancio 2017 perché già spesa, mentre occorre trovare la restante cifra; ma ormai non più per 3 mesi, in quanto ottobre sarà di fatto a carico dei genitori (non essendoci i tempi tecnici per l’acquisto degli abbonamenti da parte del Comune), ma per soli 2 mesi (novembre e dicembre). Questi 2 ottavi di 223.000 euro ammontano a 55.750 euro [(223.000 : 8) x 2 = 55.750 euro], che potrebbero ridursi leggermente con un accordo con l’AST, visto che i giorni di scuola nel mese di dicembre sono in numero minore.

Ma anche considerando 55.750 euro, di fatto la somma che occorrerebbe reperire per garantire a tutti gli studenti l’abbonamento gratuito sarebbe soltanto di 25.750 euro, in quanto i rimanenti 30.000 euro dovrebbero essere già previsti in bilancio sotto forma di contributi ed occorrerebbe soltanto spostarli, con un emendamento in fase di approvazione, alla voce acquisto abbonamenti scolastici.
Fare una manovra di 25.750 euro, in un bilancio di oltre 6 milioni di euro, non è una cosa impossibile, ma richiede scelte consapevoli ed un lavoro certosino di ricognizione di tutti i capitoli per reperire possibili economie da spostare, anch’esse con un emendamento al bilancio in fase di approvazione; senza disdegnare l’ipotesi (anzi!) di una intensificazione della lotta all’evasione fiscale che possa portare al reperimento di buona parte della somma necessaria (se non tutta), da iscrivere (con prudenza e certezza) nel bilancio corrente come ulteriore entrata.
Tra l’altro continuare un’azione di recupero dell’evasione fiscale è oltremodo necessario per ridurre quelle somme di dubbia esigibilità che creano non pochi problemi al bilancio dell’ente e può aiutare (assieme ad altre scelte amministrative da fare) a sistemare anche le previsioni del bilancio pluriennale 2018-2019.

Amministrare significa fare scelte assumendosi delle responsabilità e, in una situazione di riduzione delle risorse (che per la verità è già avvenuta negli scorsi anni, mentre per l’anno in corso si è stabilizzata), significa ancora di più farle evitando di creare danni alla comunità ed alle famiglie.
Quello a cui abbiamo assistito è stata una scelta miope, perché il taglio degli abbonamenti si tradurrà in una ulteriore riduzione dei trasferimenti regionali che comprendono anche il rimborso di queste somme, ma soprattutto lede un diritto di tutti i giovani a poter continuare gli studi superiori a prescindere dalla situazione economica delle famiglie.

Oggi molte famiglie hanno già notevoli difficoltà economiche e queste ulteriori spese, che ammontano in un anno scolastico a quasi 500 euro a studente, sono una batosta grossissima; l’aver previsto con il regolamento di dare un contributo minimo e l’aver legato questo stesso alla regolarità nel pagamento dei tributi è (oltre che incostituzionale e non conforme a quanto previsto dall’art.9 della legge regionale n.14 del 2002) di una illogicità unica perché non garantisce né maggiori entrate per poter usufruire del contributo, né il diritto allo studio proprio per quelle fasce più deboli della popolazione. Che colpa ha un giovane se la propria famiglia non è a posto con il pagamento dei tributi? Come si possono eliminare quegli ostacoli di carattere economico e sociale per garantirgli il diritto allo studio? Davvero si pensa di tornare ai tempi in cui studiavano soltanto coloro che avevano alle spalle una famiglia benestante? Tutto questo è molto ingiusto e non può essere sottovalutato!

L’amministrazione De Luca, invece, ha sottovalutato tutto ciò, e quando si è accorta del danno non ha cercato di porre rimedio immediatamente, ma si è arroccata in questa scelta cercando in tutti i modi di giustificarla, arrivando persino a paventare, in caso di mantenimento degli abbonamenti gratuiti, danni al bilancio e necessità di innalzare altri tributi. Ha fatto quello che da sempre fanno le politiche di destra e conservatrici che cercano di dividere e contrapporre i diversi interessi sociali delle fasce più deboli della popolazione per ridurre i diritti.
Ma, come ho dimostrato all’inizio, è ancora possibile, se si vuole, cancellare questa scelta ingiusta e frettolosa!

Per fare ciò il primo passo consiste nella revoca del regolamento approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n.49 del 28 agosto 2017, perché senza questo passo un emendamento che trovi le risorse da spostare alla voce abbonamenti scolastici avrebbe il parere negativo degli uffici, in quanto quel regolamento rappresenta un atto di indirizzo e di regolazione della materia, a cui gli uffici stessi devono attenersi.
Tolto questo macigno si possono apportare le modifiche al bilancio di previsione in fase di approvazione, senza essere bloccati dal parere negativo e senza chissà quali problemi al bilancio stesso, come ho già detto prima.

Tutto ciò necessità un serio ripensamento da parte dell’amministrazione comunale che deve fare, assieme alla sua maggioranza, il lavoro di dettaglio e le scelte che le competono. La minoranza in Consiglio comunale, d’altronde, ha già dichiarato di voler revocare il regolamento approvato e di voler ripristinare il diritto allo studio leso dallo stesso, in ciò concordando con “Altofonte Bene Comune” e con il comitato dei genitori e degli studenti sorto spontaneamente per sollecitare questa modifica.

La successiva azione amministrativa non può fermarsi solo a questo.  Occorre continuare a chiedere, anche attraverso l’ANCI, di avere rimborsate al cento per cento le somme spese dal Comune per gli abbonamenti scolastici, così come prevede la legge. Occorre soprattutto, ora che la Città Metropolitana dovrebbe cominciare a fare i primi passi, chiedere che Altofonte rientri in un nuovo assetto della mobilità pubblica, apportando le opportune modifiche alle concessioni ed alle linee, ma, soprattutto, creando una sinergia tra le diverse modalità di trasporto che consenta a tutti i cittadini di Altofonte di potersi spostare da e verso la città senza utilizzare a tutti i costi i mezzi privati, ma potendo usufruire di un sistema di trasporto pubblico efficiente!

Ho sentito la necessità di scrivere queste righe sia per l’importanza della questione, ma anche per le numerose inesattezze che sono state dette in questi ultimi tempi, chiamando in causa responsabilità non meglio precisate della passata amministrazione, della quale facevo parte come vicesindaco con delega alla P.I. ed ai trasporti pubblici. Io stesso sono stato tacciato di dire falsità per aver ripetuto in un’assemblea pubblica queste stesse cose che sono ampiamente documentate.

Spero vivamente che si voglia trovare (da parte di tutti) una soluzione a questo problema che incide sul futuro dei nostri giovani e della nostra comunità, perché non può lasciare indifferenti il fatto che oggi, nel 2017, ci siano ancora famiglie che hanno difficoltà a far proseguire gli studi ai propri figli. La nostra Costituzione riconosce il diritto allo studio anche a coloro che sono privi di mezzi e le leggi statali e regionali hanno specificato tale diritto in diverse forme; tra queste l’art.9 della Legge Regionale n.14 del 2002 dice chiaramente, al comma 1, che “La Regione siciliana  garantisce attraverso i comuni il trasporto gratuito agli alunni della scuola dell’obbligo e delle scuole medie superiori che si recano presso altro comune per frequentare scuole pubbliche statali o paritarie qualora non esista nel comune di residenza la corrispondente scuola pubblica.”
Quindi si parla di un diritto, non di una possibilità! Occorre ricordare, inoltre, che per gli studenti fino a 16 anni è un obbligo la frequenza e tutte le famiglie devono essere messe nelle condizioni di poter rispettare ciò.

I tempi sono molto stretti! C’è già una richiesta di convocazione straordinaria e urgente del Consiglio comunale (che porta la data dello scorso 21 settembre!) per affrontare nuovamente la questione, a partire dalla revoca del regolamento. È pur vero che ciò si poteva far prima, ma si colga questa occasione e si faccia subito!
Come ho suggerito già nel corso dell’assemblea del 14 settembre scorso al comitato dei genitori e degli studenti (sorto spontaneamente per affrontare la questione), l’alternativa è quella di richiedere subito la convocazione di un referendum propositivo per ottenere quanto già illustrato in questo articolo, qualora l’amministrazione continui a non voler ascoltare; sottolineo PROPOSITIVO e non ABROGATIVO, perché la proposta c’è ed è chiara e percorribile! Anche se la ricerca di una soluzione non dovrebbe essere neanche compito dei cittadini, ma onere di chi amministra, avendo avuto mandato dagli elettori proprio perché ritenuto all’altezza di risolvere i problemi!
Ci sono ancora i tempi tecnici per raccogliere le circa 900 firme necessarie per poter convocare la consultazione referendaria per il prossimo 5 novembre, in occasione delle elezioni regionali, non gravando, così, con ulteriori spese, sulle casse comunali.
Confido ancora, però, nel buon senso dei nostri amministratori al fine di raggiungere comunque e nel modo più veloce possibile il medesimo obiettivo: continuare a garantire a tutti gli studenti il trasporto scolastico extraurbano gratuito.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, Circonvallazione al buio: ennesimo incidente. Coinvolto un consigliere comunale

    Altofonte

    [gallery ids="79746,79745,79744"]   Monreale, 18 ottobre 2018 -Questa sera intorno alle 20,30 sulla Circonvallazione si è verificato l'ennesimo incidente all'altezza dell'ufficio postale. Uno scontro tra uno scooter e una Peugeot 207. Nello scontro è rimasto ferito il consigliere comuna..

    Continua a Leggere

  • Corleone, cascate delle Due Rocche: questo è quello che ci meritiamo

    Altofonte

    Corleone, 18 ottobre 2018 - La piena del fiume ha restituito senza sconto quello che la gente getta periodicamente di qua e di là. Un mucchio di bottiglie di plastica si è concentrato alla foce delle cascate. Uno spettacolo che mortifica la bellezza del posto ma denota come l'indifferenza e l'incu..

    Continua a Leggere

  • Via Olio di Lino. Pedone investito. La causa forse la scarsa illuminazione pubblica

    Altofonte

    Borgo Molara, 18 ottobre 2018 - Ieri sera in Via Olio di Lino un ragazzo di anni 29 è stato investito, riportando grave trauma cranico.  "Paura e rabbia tra i cittadini per l’ennesimo incidente a causa della scarsa illuminazione pubblica, per fortuna non ci è scappato il morto". A den..

    Continua a Leggere

  • Lo Biondo: “Lavoratori in jeans, senza guanti né mascherine. Chi vigila sulla società dei rifiuti?”

    Altofonte

    Monreale, 18 ottobre 2018 - "Bene e bravi quei cittadini che hanno permesso di raggiungere il 31% di raccolta differenziata!  Ora tocca all’amministrazione dichiarare se e quanto si ridurrà, per i cittadini, il costo in bolletta, visto che il 31% dei rifiuti non graverà sui costi della d..

    Continua a Leggere

  • Via Strada Ferrata, residenti e podisti tra fiumiciattoli d’acqua ed eternit

    Altofonte

    [gallery ids="79632,79631,79630,79629,79628"] Monreale, 17 ottobre 2018 - Una perdita d’acqua da mesi trasforma la strada in un piccolo fiumiciattolo. La perdita di un tubo sotto l'asfalto eroga un getto d’acqua in via Strada Ferrata. Praticamente una risorsa che paghiamo viene spre..

    Continua a Leggere

  • Taccuini di viaggio. A Monreale 5 tappe per scoprire gli angoli più significativi

    Altofonte

    Monreale, 17 ottobre 2018 - L’evento, “Taccuini di viaggio-Monreale-Disegni e parole -Paesaggi, Monumenti, Giardini, Cibo, Artigianato” , patrocinato dal Comune di Monreale e promosso dall’Associazione ARTES ripropone per il secondo anno consecutivo un viaggio a Monreale.

    Continua a Leggere

  • Raccolta differenziata: Sabato 20 ottobre distribuzione gratuita dei mastelli a Villaciambra

    Altofonte

    Monreale, 17 ottobre 2018 - Prevista per sabato mattina dalle ore 8 la distribuzione dei mastelli per la raccolta differenziata. Verranno assegnati gratuitamente ai residenti della frazione che si presenteranno nello spazio antistante la scuola materna di Villaciambra. Per ritirare i mast..

    Continua a Leggere

  • Aperte le selezioni per la Massimo Kids Orchestra

    Altofonte

    [gallery ids="79619,79620,79618"] La Fondazione Teatro Massimo di Palermo indice nei giorni 27 e 28 ottobre, con inizio alle ore 10, una selezione volta all'accertamento dell'idoneità artistica finalizzata alla formazione della Massimo Kids Orchestra per l'anno 2018/2019. La partecipazione ..

    Continua a Leggere

  • Assunzioni, 300 posti nel colosso Club Med e 60 nel tour operator Aeroviaggi

    Altofonte

    17 ottobre 2018 - L'estate si è conclusa ma gli operatori del settore programmano le assunzioni stagionali per l'inverno e l'autunno 2019. Trecento posti disponibili nel settore turistico alberghiero per la stagione della catena internazionale Club Med a Cefalù, altri 60 posti con Aeroviaggi che h..

    Continua a Leggere

  • Aquino. 16 appartamenti, viabilità, sistemazione spazi a verde pubblico. Affidati i lavori di completamento

    Altofonte

    Monreale, 17 ottobre 2019 - Riprenderanno a breve gli interventi di completamento, nella frazione di Aquino, per la realizzazione di 16 appartamenti, per la riqualificazione della viabilità comunale, la sistemazione di spazi a verde pubblico, e per la razionalizzazione della rete di smaltimento del..

    Continua a Leggere

  • Romanotto (Credici Monreale): “Differenziata al 32%? I conti non tornano. Mancano all’appello 460 tonnellate di rifiuti urbani”

    Altofonte

    Monreale, 17 ottobre 2019 - Il consigliere comunale Giuseppe Romanotto (Credici Monreale), in una nota che integralmente pubblichiamo, solleva una serie di dubbi sui dati riportati dall’assessore Cangemi sui livelli di raccolta differenziata raggiunti dal comune di Monreale, e chi..

    Continua a Leggere

  • “Artigianato e gusto d’autunno”. Sabato 20 e Domenica 21 a Villa Savoia in scena creazioni artigianali e prelibatezze tipiche autunnali

    Altofonte

    Monreale, 17 ottobre 2019 - Dopo la splendida organizzazione della Via Crucis, la Pro Loco di Monreale propone un’altra iniziativa alla città di Monreale, con l’intento, soprattutto, di attrarre visitatori e turisti. Adesso è la volta di una mostra mercato sulle creazioni artigianali e sull..

    Continua a Leggere

  • Erbe infestanti, arbusti fino al secondo piano. I condomini chiedono interventi

    Altofonte

    [gallery ids="79515,79516,79517,79518,79519,79520,79521,79522"] Monreale, 16 ottobre 2018 - Non hanno più luce nel soggiorno per colpa degli arbusti che giungono quasi fino al secondo piano. “È impossibile respirare e affacciarsi al balcone” riferiscono alcuni condomini dell’immobile d..

    Continua a Leggere

  • Solange lascia il Comando di Polizia Municipale: ha trovato una famiglia

    Altofonte

    Monreale, 16 ottobre 2018 - Stamattina bella e pimpante Solange - così è stata battezzata dal comando della Polizia..

    Continua a Leggere

  • Gli effetti della Manovra sul settore del gioco d’azzardo per il 2018

    Altofonte

    Nuovo colpo ai danni del settore dei giochi da parte del Governo: all’interno della Manovra già approvata, ci sono delle modifiche poste a ottenere mag..

    Continua a Leggere

  • Olio d’oliva. Quest’anno il prezzo non scende sotto gli 8 €. Ma attenzione alle contraffazioni

    Altofonte

    [gallery ids="79485,79484,79483,79482"] Monreale, 16 ottobre 2018 - I più fortunati riusciranno a comprarlo ad 8 € al litro o a 8,5 € al chilo. Quasi il doppio di quanto hanno speso l’anno scorso. Parliamo dell’olio extravergine di oliva fresco di frantoio. Se a Monreale il prezzo si ..

    Continua a Leggere

  • Faldoni inzuppati d’acqua, pagine incollate, acqua che cola sui pavimenti. È l’archivio dell’ufficio tecnico di Monreale (LE IMMAGINI)

    Altofonte

    [gallery ids="79407,79408,79409,79410,79411,79412,79413,79414,79415,79416,79417,79418,79419,79420,79421,79422,79423,79424,79425,79426,79427,79428"] Monreale, 16 ottobre 2018 - Decine di faldoni accatastati l’uno sull’altro sul pavimento del piano interrato, zuppi d’acqua, fradici, c..


  • “Brezi poesie”, a Piana Degli Albanesi la presentazione del volume

    Altofonte

    Piana degli Albanesi, 16 ottobre 2018 -Nella chiesa dell'Odigitria il 27 ottobre, in piazza Vittorio Emanuele alle ore 18, avverrà la presentazione del volume "Brezi poesie" di Stefano Schirò. 

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com