«Quei soldi alla ditta non furono favori». Archiviato il caso sull’ex sindaco Lea Savona

La Procura chiede l’archiviazione del procedimento nei confronti dell’ex sindaco di Corleone Lea Savona, di Vincenzo Labruzzo, ex assessore dell’amministrazione Savona e di Patrizia Amoroso

La Procura chiede l’archiviazione del procedimento nei confronti dell’ex sindaco di Corleone Lea Savona, di Vincenzo Labruzzo, ex assessore dell’amministrazione Savona e di Patrizia Amoroso

Corleone, 26 settembre 2017 – La Procura della Repubblica ha chiesto l’archiviazione del procedimento penale nei confronti dell’ex sindaco di Corleone Lea Savona, di Vincenzo Labruzzo, ex assessore dell’amministrazione Savona e di Patrizia Amoroso. I tre erano indagati nell’ambito dell’inchiesta aperta su presunte attività volte a favorire una ditta corleonese che partecipò nel 2013 ad un evento promozionale in Russia.

«Il comune di Corleone non ha garantito – si legge nella richiesta della procura al GIP – la partecipazione della sola ditta Vin Gennaro alla “Interfood 2013 a San Pietroburgo, in Russia. Inoltre tra Lea Savona, ex sindaco di Corleone, Vincenzo Labruzzo, ex assessore della stessa amministrazione, Patrizia Amoroso, responsabile del IV settore e la presunta ditta favorita Vini Gennaro, non ci sono elementi per accertare che vi fossero particolari rapporti intensi e perciò si rileva in primis che non vi sono elementi idonei a sostenere in giudizio che gli atti amministrativi firmati fossero dolosamente posti in essere al fine di consentire la partecipazione alla fiera russa della ditta Vini Gennaro».

Il comune, in seguito alla deliberazione dell’intera giunta comunale, pagò la somma di 1.400 euro per consentire alla ditta la partecipazione alla kermesse in Russia. Il caso sui presunti favori alla Vini Gennaro ebbe un grosso peso nelle procedure di scioglimento del comune di Corleone.

1 Commento
  1. Anonimo scrive

    Esprimo il mio personale plauso alla redazione della testata giornalistica on line Filodirettomonreale, perchè diffonde una notizia di grossa portata sociale e culturale.-
    quale legale della Sig.ra Savona posso solo ribadire, come ho fatto sempre, fin dal primo momento che la ex sindaca mi ha contattato allo studio, per essere rappresentata nella questione amministrativo/politica dello scioglimento, che ho sempre creduto alla estraneità della stessa da tutte le infamanti accuse mossegli.-
    La giustizia ha trionfato, grazie anche al lavoro certosino dei colleghi penalisti Pillitteri e Di Lorenzo, che hanno assistito la Savona.-
    l’elegante clamore mediatico fatto da me e dalla Dr.ssa Savona, tramite carta stampata e interviste TV ha messo in ev idenza una ovvietà:- la signorilità e la onestà della famglia Savona, corleonese d.o.c.-
    avv.g.nni magrì

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.