Elezioni regionali. Da Monreale 4 (+ 1) aspiranti al seggio

Salvo Lo Giudice, Tonino Russo, Toti Zuccaro, Salvino Caputo, Antonio Rubino tra i papabili candidati

Salvo Lo Giudice, Tonino Russo, Toti Zuccaro, Salvino Caputo, Antonio Rubino tra i papabili candidati

Monreale, 4 settembre 2017 – La campagna elettorale per le prossime regionali del 5 novembre è entrata nel vivo. Stabiliti i candidati alla Presidenza della Regione Siciliana, sono in via di definizione i candidati all’Assemblea Regionale Siciliana che dovranno spartirsi, da quest’anno, 70 seggi. Una competizione molto difficile anche per i deputati uscenti, che dovranno fronteggiare l’avanzata del Movimento Cinque Stelle. Tra accordi, alleanze e coalizioni, partiti e singoli candidati studiano le strategie vincenti.

Anche Monreale si prepara ad affrontare questa tornata elettorale con una buona rosa di candidati. Mentre sembra che stavolta l’attuale deputato dell’UDC Nino Dina non correrà per l’ARS, Salvo Lo Giudice, di Sicilia Futura, conferma di volersi ripresentare.

L’area di centro sinistra è abbastanza affollata. Data per certa anche la candidatura dell’ex segretario monrealese del Partito Democratico, Toti Zuccaro. Nulla di sorprendente, dato che il suo nome circola già da diversi mesi. A sorprendere invece potrebbe essere la lista scelta. Esclusa infatti quella del partito di riferimento, il PD, del quale Zuccaro mantiene però la tessera. Un partito dato in caduta libera in Sicilia, ma soprattutto nella provincia di Palermo, dove la partita tra i big del partito diventa difficile. Meglio, avrà pensato il candidato monrealese, cercare una più vantaggiosa collocazione, sempre nell’ambito dell’area di centro sinistra. Tra le opzioni che Zuccaro starebbe valutando c’è l’inserimento nella lista “Arcipelago Sicilia” creata da Leoluca Orlando con il candidato alla Presidenza Micari, ambizione perorata dal primo cittadino monrealese, Piero Capizzi, da tempo vicino al suo omologo palermitano. Capizzi era presente giovedì a villa Niscemi, in occasione dell’incontro organizzato da Orlando con alcuni sindaci e consiglieri comunali dell’isola.

Mantiene fedeltà al proprio partito invece Tonino Russo, ex parlamentare e responsabile dell’area Martina in Sicilia. La sua candidatura è data per certa. E dovrà contendersi in casa i voti anche con Antonio Rubino, commissario monrealese del partito, la cui discesa in campo, seppur molto probabile, non è ancora definita. Una candidatura ritenuta da molti inopportuna. Rubino giocherebbe a Monreale la partita da una posizione di vantaggio, avendo nell’ultimo anno guidato il partito e deciso gli assessori da mettere in giunta. Si sarebbe, accusano i suoi nemici interni al partito, preparato la campagna elettorale da una posizione privilegiata, a svantaggio degli altri candidati monrealesi. Uomo vicinissimo ad Antonello Cracolici, potrebbe contare sull’appoggio di alcuni grossi esponenti del partito monrealese. Ma su Rubino si incrociano ancora una serie di veti, per cui la sua candidatura non è data ancora per certa.

Sul fronte opposto, quello di centro destra, Monreale esprimerà, almeno ad oggi, un unico candidato. Sarà Salvino Caputo, commissario provinciale per i comuni al voto per conto della Lega – Noi con Salvini. La Lega con molta probabilità presenterà una unica lista con Fratelli D’Italia, al fine di superare lo sbarramento del 5%. L’ex deputato regionale era stato condannato all’interdizione dai pubblici uffici. Pena accessoria decaduta il 23 maggio 2014, da quando Caputo è rientrato a fare parte dell’elettorato attivo e passivo.

Ma le candidature devono ancora essere formalizzate. C’è tempo fino al 5 ottobre. Ed in un mese possiamo assistere ancora a dei colpi di scena.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.