Scoperta serra di marijuana, arrestato a Carini un 60enne con il pollice verde

I carabinieri hanno scoperto una serra artificiale, costruita fino a minimi dettagli, costruita da un palermitano residente a Carini

I carabinieri hanno scoperto una serra artificiale, costruita fino a minimi dettagli, costruita da un palermitano residente a Carini

Carini, 25 agosto 2017 – Una vera e propria serra artificiale, costruita fino a minimi dettagli, quella fabbricata da Fortunato Saverio, 60enne palermitano residente a Carini.  La scoperta è stata fatta dai carabinieri che hanno rivenuto all’interno una piantagione di marijuana, di cui 7 piante dall’altezza di un metro e settanta circa ognuna e, proprio accanto ai 7 vasi di cannabis indica, una busta, contenente ben 39 semi dello stesso tipo, oltre a vario materiale fertilizzante usato per la coltivazione.

L’uomo, arrestato per coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacente, sarà giudicato anche per furto aggravato in quanto l’intero impianto di ventilazione usato per allontanare il più possibile il forte odore emanato dalle piante di marijuana, assieme all’impianto di riscaldamento costituito da varie lampade alogene utilizzate per alzare ed abbassare la temperatura a seconda dello stato di coltivazione, era allacciato in maniera del tutto abusiva alla rete elettrica pubblica.

Al termine dell’udienza di convalida il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, in attesa del processo.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.