Oggi è 13/12/2017

San Giuseppe Jato

Fiera degli animali a San Giuseppe Jato. Controlli dei Carabinieri sul rispetto del benessere animale

Riscontrato solamente un caso di violazione del regolamento di polizia veterinaria (art. 37) nei confronti di un soggetto che deteneva complessivamente otto furetti

Pubblicato il 18 agosto 2017

Fiera degli animali a San Giuseppe Jato. Controlli dei Carabinieri sul rispetto del benessere animale

San Giuseppe Jato, 18 agosto 2017 – Lo scorso Ferragosto, in occasione dell’ormai tradizionale fiera degli animali che si svolge annualmente a  San Giuseppe Jato (PA), giunta ormai alla 237^ edizione, i Carabinieri Forestali del Centro Anticrimine Natura di Palermo, unitamente a militari della Stazione di San Giuseppe Jato, effettuavano una serie di controlli finalizzati a verificare il rispetto della normativa in materia di benessere animale da parte degli operatori commerciali presenti nonché il rispetto della normativa in materia di commercio e detenzione di specie di fauna in via di estinzione tutelata dalla Convenzione di Washington (c.d. CITES).

 

Nonostante il clamore suscitato dal mondo dell’associazionismo di categoria nelle precedenti edizioni della fiera, il recente controllo ha dato esito sostanzialmente negativo in quanto, da una parte, non veniva riscontrata la presenza di esemplari soggetti ai limiti e alle prescrizioni in materia CITES e, dall’altra, non venivano ravvisate negli esemplari posti in vendita situazioni di maltrattamento o di detenzione in condizioni incompatibili con la natura dell’animale produttive di gravi sofferenze.

Inoltre, gli esemplari sottoposti a controllo apparivano in condizioni generali di salute e di detenzione in linea con le previsioni normative e si rivelavano in buona parte in regola con gli obblighi di microchippatura (entro 180 giorni dalla nascita) e nel rispetto i limiti di età per la vendita/cessione previsti dalla norma a tutela degli animali di affezione (almeno 60 giorni dalla nascita).

Solamente in un caso veniva riscontrata una violazione del regolamento di polizia veterinaria (art. 37) nei confronti di un soggetto che deteneva complessivamente otto furetti (Mustela putorius furo) all’interno di alcune gabbie collocate nel vano portabagagli di un autoveicolo non idoneo, per caratteristiche costruttive, al trasporto degli animali in quanto oltre a essere privo di adeguate aperture utili all’aerazione e illuminazione dello spazio, non presentava un impianto di refrigerazione e di illuminazione all’interno.

Inoltre gli animali risultavano detenuti al suo interno unitamente a materiali verosimilmente destinati all’abbandono (rifiuti). 

 

A parte gli aspetti sopra menzionati per i quali il trasgressore è stato sanzionato, l’occasione è utile per segnalare alcuni aspetti interessanti relativi a questa specie relativamente poco nota agli appassionati di animali più “tradizionali”.

Il furetto è, anche giuridicamente, un animale domestico a tutti gli effetti, status ufficializzato dall’allora Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica (INFS) oggi ISPRA.

La specie di furetto oggetto del controllo di cui sopra è quella che vive comunemente in casa e non è presente in natura allo stato libero, in quanto deriva da un incrocio della puzzola con altri mustelidi verosimilmente risalente già in epoca anteriore alla nascita di Cristo.

I furetti allo stato selvatico attualmente esistono solo negli Stati Uniti occidentali (Mustela nigripes o c.d. furetto dai piedi neri) e appartengono a una specie diversa rispetto a quella più comune in pericolo in quanto con uno stato di conservazione in natura piuttosto precario.

La struttura fisica del furetto risulta adatta per la caccia di piccole prede in stretti cunicoli, infatti la colonna vertebrale è così flessibile da permettere al furetto di girarsi di 180° all’interno di una galleria.

Lo scopo della domesticazione era proprio quello di sfruttare questi animali per la caccia, in particolare per quella al coniglio, tradizione che è sopravvissuta in certe regioni fino ai giorni nostri, seppur vietata dalle previsioni della L. n. 157/1992 (c.d. legge sulla caccia).

Oltre all’anzidetto utilizzo, la passione per il furetto oggi si accompagna al carattere estremamente docile che questa specie presenta, specie se addomesticata e/o abituata sin dalla nascita al rapporto con l’uomo unitamente a un regime di detenzione che prevede la minor presenza possibile dell’animale all’interno di gabbie.

È opportuno segnalare che il furetto – come d’altronde traspare dal suo nome scientifico, la cui traduzione vuol dire “faina puzzolente ladra” – ha un comportamento che lo porta a raccogliere e nascondere cibo e altri oggetti nei posti più improbabili. Inoltre, i soggetti non sterilizzati  emanano un intenso e sgradevole odore.

Si raccomanda agli eventuali interessati all’acquisto di un furetto di recarsi esclusivamente presso strutture specializzate e solamente dopo essersi documentati sulle caratteristiche etologiche e comportamentali della specie onde evitare l’eventuale – nonché illegittimo – abbandono in natura che, oltre a determinare potenziali squilibri all’ecosistema e al locale patrimonio di biodiversità, potrebbe verosimilmente determinare la morte dell’esemplare in quanto inidoneo alla condizione selvatica.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Dieci persone sotto le macerie del Collegio di Maria, Altofonte ricorda dopo 60 anni

    San Giuseppe Jato

    Altofonte, 13 dicembre 2017 - Un crollo che ha lasciato il segno nella comunità di Altofonte, che non può e non deve essere cancellato dalla memoria. Era il 13 dicembre 1957, era mattina, i bambini entravano a scuola accompagnati dai genitori. Dopo pochi minuti lo scricchiolio del tetto, il crollo..

    Continua a Leggere

  • Castrense Ganci continuerà a ricoprire l’incarico di Comandante della Polizia Municipale al Comune di Castellammare. Arriva la proroga

    San Giuseppe Jato

    Monreale, 13 dicembre 2017 - Prorogato il servizio del Commissario Capo Castrense Ganci al Comune di Castellammare del Golfo, dove continuerà a ricoprire l’incarico di Comandante della Polizia Municipale.

    Continua a Leggere

  • Nella notte 13 arresti. Scoperta una banda organizzata di rapinatori NOMI E FOTO

    San Giuseppe Jato

    I nomi e le foto degli arrestati dell'Operazione Commando 

      [gallery ids="44949,44950,44951,44952,44953,44954,44955,44956,44957,44958,44959,44960,44961"]

    Palermo, 13 dicembre 2017 - I carabinieri di Palermo, nell'ambito dell'indagine Commando, ha..

    Continua a Leggere

  • Un commando organizzava violente rapine a Palermo, arrestate 13 persone VIDEO

    San Giuseppe Jato

    Palermo, 13 dicembre 2017 - Dopo i recenti blitz di mafia, continua l’azione di prevenzione e contrasto ..

    Continua a Leggere

  • Inaugurata la rassegna della Settimana di Musica Sacra. Presente vicepresidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Gaetano Armao (LE IMMAGINI)

    San Giuseppe Jato

    Monreale, 13 dicembre 2017 - Con la Nona sinfonia in re minore e il Te Deum per soli, coro e orchestra di Joseph Anton Bruckner è stata inaugurata ieri sera la rassegna della Settimana di Musica Sacra nella fantastica cornice del Duomo di Monreale. Il direttore ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. PD: il sindaco Capizzi decida, o con noi o con Saverio Romano

    San Giuseppe Jato

    Monreale, 12 dicembre 2017 - Si è concluso con una posizione unanime l’incontro tenutosi ieri sera in casa PD, alla presenza del commissario Antonio Rubino. E’ un aut aut da presentare al sindaco Piero Capizzi: o con noi del PD o con il centro destra afferente all’area di Saverio Romano. I..

    Continua a Leggere

  • Monreale, abbandonati 4 cuccioli. Ora rischiano di andare in canile

    San Giuseppe Jato

    [gallery ids="44877,44875"] Monreale, 12 dicembre 2017 – Sono piccoli, indifesi e hanno tanto bisogno di qualcuno che possa dare loro tanto affetto. Quattro cuccioli sono stati ritrovati questo pomeriggio a Monreale da un gruppo di volontari. Erano stati gettati in mezzo ai rovi, al freddo, e s..

    Continua a Leggere

  • Nel bene confiscato alla mafia sorge il centro antiviolenza dell’associazione Le Onde

    San Giuseppe Jato

    Palermo, 12 dicembre 2017 - Il Centro antiviolenza, gestito dall'associazione, ha offerto dagli anni '90 alle donne un luogo dove pensare un nuovo progetto di vita per sé e per i figli e le figlie attraverso un insieme di attività che iniziano con l’ascolto telefonico e la valutazione del r..

    Continua a Leggere

  • Green way Palermo-Monreale, insediata la Commissione del concorso internazionale VIDEO

    San Giuseppe Jato

    Monreale, 12 dicembre 2017 - Dopo il tram a Palermo, arriverà un collegamento tra Palermo e Monreale che ripercorre un collegamento storico oggi innovat..

    Continua a Leggere

  • Petizione online per la SP4 San Cipirello-Corleone. «Urgente intervento del governo regionale»

    San Giuseppe Jato

    Corleone, 12 dicembre 2017 – Una petizione online per sensibilizzare gli amministratori siciliani e dare nuovamente dignità ad un’importante via di comunicazione. È la strada provinciale numero 4 che collega San Cipirello a Corleone, una strada pericolosa e difficilmente transitabile a causa d..

    Continua a Leggere

  • Monreale, aumentano le sanzioni agli automobilisti privi del ticket parcheggio

    San Giuseppe Jato

    Monreale, 12 dicembre 2017 - 28,70€ per sosta senza esposizione dell’apposito tagliando. E’ questo l’importo della contravvenzione che diversi automobilisti monrealesi si sono ritrovati sul parabrezza della loro auto nell’ultimo mese. Si è infatti registrato un significativo aumento delle..

    Continua a Leggere

  • In Stand-by la prosecuzione del servizio del Commissario Capo Ganci al Comando di Castellammare

    San Giuseppe Jato

    Monreale, 12 dicembre 2017 - Il Comune di Castellammare del Golfo chiede al Comune di Monreale il nulla osta per la prosecuzione dell’utilizzo temporaneo e parziale in regime di comando del Commissario Capo Castrense Ganci, ma il comune normanno rinvia la proposta chiedendo una rimodulazione. L..

    Continua a Leggere

  • Monreale, danni per il forte vento. Strade interrotte e linee elettriche compromesse

    San Giuseppe Jato

    [gallery ids="44843,44842,44841"]

    Monreale, 12 dicembre 2017 – Alberi caduti, oggetti volati via dai balconi, linee elettriche danneggiate, cartelloni portati via dalle forti raffiche di vento. Da ieri sera si registrano danni e numerosi disagi a causa del forte vento in tutt..

    Continua a Leggere

  • Fiera natalizia al Parco Villa Filippina

    San Giuseppe Jato

    Palermo, 12 dicembre 2017 -Non c’è una vera e propria atmosfera natalizia e un clima di feste senza luci colorate, addobbi e fiere a tema. Lo scorso 8 Dicembre è stata inaugurata “Natale in villa 2017”, la fiera al Parco Villa Filippina (Piazza San Francesco 18, Palermo), la nuova area dedic..

    Continua a Leggere

  • Istruzione e pari opportunità: linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni fuori dalla famiglia di origine

    San Giuseppe Jato

    Monreale, 12 dicembre 2017 - Per garantire “Pari opportunità nell’istruzione per le persone minori d’età” sono state siglate dalla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, e dalla garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Filomena A..

    Continua a Leggere

  • Morì per un’embolia all’Ingrassia. Chiesti 2 anni per 4 medici

    San Giuseppe Jato

    Condanna a due anni di carcere ciascuno per omicidio colposo. Lo ha chiesto la Procura di Palermo per quattro medici dell'ospedale Ingrassia di Palermo. Rosanna Giaramidaro, Rosalba Tantillo, Florinda Bascone e Sebastiano Scalzo sono accusati di aver provocato la morte di un ragazzo di 28 anni,Emili..

    Continua a Leggere

  • Determine senza nomina di vicesindaco. Lo Biondo: «Affermazioni gravi? L’assessore mi denunci»

    San Giuseppe Jato

    Monreale, 11 dicembre 2017 - Dall’assessore Giuseppe Cangemi erano state bollate come «Affermazioni gravi», le dichiarazioni di Massimiliano Lo Biondo. Il componente dell’Assemblea provinciale del PD aveva tirato in causa l’amministratore monrealese che avrebbe partecipato, secondo quanto af..

    Continua a Leggere

  • Bari Vs Palermo: 0-3. I rosanero squadra solida e concreta

    San Giuseppe Jato

    Bari, 11 dicembre 2017 - Il Palermo si conferma squadra solida e concreta e con una rosa giocatori assolutamente competitiva. Vince e convince con autorevolezza da prima della classe. Mister Tedino ha il merito di avere creato un gruppo solido e concreto, sfruttando le caratteristiche dei singoli gi..

    Continua a Leggere

  • Acquapark Monreale