“Viva Palermo e Santa Rosalia”. Il percorso tradizionale del carro

Un grande spettacolo dalle 21 inizierà proprio da piano palazzo poi il carro seguirà le tradizionali tappe fino ad arrivare al trionfo

0
Araba Fenice desk

Palermo, 14 Luglio 2017 – Quella 2017 è una edizione sobria che è stata definita ‘l’edizione della leggerezza’. Il carro è stato svelato subito senza particolari mistero ed è già pronto a partire da Piano Palazzo. Stasera la processione del carro di Santa Rosalia  è il clou dei festeggiamenti delle 393esima edizione della grande festa che ricorda il giorno in cui la santa liberò Palermo dalla peste. Un grande spettacolo dalle 21 inizierà proprio da piano palazzo poi il carro seguirà le tradizionali tappe fino ad arrivare al trionfo

Il percoro del carro e lo spettacolo Tradizionale
Il grande evento prenderà il via da Palazzo dei Normanni dove andrà in scena un’operetta teatrale, una favola in musica, che trae spunto dalla storia di Santa Rosalia. Cenni storici e testimonianze s’intrecciano con la tradizione del Cunto, un sapiente impasto di musica popolare e musica colta; il testo è integralmente in lingua siciliana. In Cattedrale la compagnia Dominici’s offrirà ai palermitani un originale spettacolo che fonde coreografie d’acqua e musica. Fontane danzanti, con giochi d’acqua ed effetti speciali sulla base di brani celebri. Il carro si fermerà poi ai Quattro canti dove il sindaco Leoluca Orlando potrà pronunciare la frase di rito e offrire un omaggio floreale alla “Santuzza”, quest’anno interpretata da Roberta Azzarone. Sempre ai Quattro canti si esibirà il gruppo di acrobati Sonics che lasceranno a bocca aperta i palermitani al seguito del corteo.

E ancora, lungo il percorso del carro, quest’anno creato dagli studenti del liceo artistico Catalano, i palermitani potranno ammirare una danza del fuoco creata da Stefania Cotroneo a piazza Marina e infine il videomapping su Porta Felice. Verrà proiettato un film d’animazione sulla vita e l’ascesa in cielo della Santa. Il carro arriverà intorno a mezzanotte al Foro italico per i tradizionali e amatissimi fuochi d’artificio finali.

Fittissimo anche il programma delle celebrazioni religiose. Venerdì 14, alle 17 da segnare in agenda il tradizionale concerto delle campane della Cattedrale. Alle 19, prima dell’inizio del corteo laico, monsignor Lorefice celebrerà i solenni vespri pontificali alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e delle autorità civili e militari della città. Domenica 15 i fedeli potranno partecipare, dalle 19, alla processione dell’urna contenente le reliquie della Santa patrona di Palermo. Ecco l’itinerario: corso Vittorio Emanuele, Quattro Canti (canto del Te Deum e affidamento alla Città; sparo di carta colorata), piazza Marina (accoglienza alla Santuzza da parte del Coro delle voci bianche del Conservatorio V. Bellini di Palermo, diretto dal maestro Antonio Sottile e Messaggio dell’Arcivescovo alla città). Ritorno della processione per corso Vittorio Emanuele, Quattro Canti, via Maqueda, discesa dei Giovenchi, piazza S. Onofrio, via Panneria, piazza Monte di Pietà (sosta dinanzi alla prima edicola votiva dedicata alla Santuzza), via ludica, Via Gioiamia, Via M. Bonello e rientro in Cattedrale. Chiuderà la giornata lo spettacolo pirotecnico sul sagrato antistante la Cattedrale intorno alle 22:30.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com