Guzzo e Giuliano (Forza Italia): “Senza bonifica della scuola chiederemo l’intervento di carabinieri e ASP”

"Sindaco e assessore Cangemi ci assicurano che provvederanno in settimana"

“Sindaco e assessore Cangemi ci assicurano che provvederanno in settimana”

Riceviamo e pubblichiamo la nota dei consiglieri comunali Giuseppe Guzzo e Antonella Giuliano del Gruppo consiliare Forza Italia che intervengono sui rifiuti pericolosi ritrovati all’interno della scuola materna di via Polizzi di Pioppo. 

“Ancora una volta torniamo a parlare di sicurezza degli edifici pubblici e di pertinenza comunale. 

A seguito della denuncia pervenuta dal comitato Pioppo comune abbiamo appreso la gravissima situazione igienico sanitaria e di sicurezza pubblica inerente l’edificio scuola materna via polizzi di Pioppo.Inutile sottolineare l’indecoroso stato in cui versa la struttura pubblica ma cosa  ancor più preoccupante è l’accesso che , nonostante la chiusura, avviene ad opera anche di minori.

Il pericolo è altissimo. Occorre intervenire e alla svelta. In tal senso noi consiglieri Guzzo e Giuliano del Gruppo consiliare Forza Italia, in risposta all’appello fatto dal Comitato Pioppo Comune abbiamo già contattato il Sindaco e l’assessore Cangemi i quali ci assicurano che provvederanno in settimana; ciononostante sollecitiamo nuovamente l’assessore Giuseppe Cangemi un intervento immediato per la bonifica dei luoghi e lo smaltimento di tutti quei rifiuti altamente pericolosi.

Chiediamo inoltre che vengano intensificati i controlli sulla zona e che vengano predisposte tutte le misure necessarie atte ad impedire accessi non autorizzati ai luoghi.

In mancanza di una celere azione in tal senso ci vedremo costretti, nostro malgrado, a chiedere anche noi, cosi come ci riferisce di aver già fatto il Sindaco, l’intervento delle forze dell’ordine per la custodia e la sua messa in sicurezza; chiederemo inoltre  l’intervento dell’ASP per la bonifica dell’area. 

Restiamo in attesa e vigili sino alla soluzione definitiva del problema. Cogliamo inoltre l’occasione per sensibilizzare e intimare un’azione amministrativa volta alla bonifica e messa in sicurezza anche di tutti gli altri edifici appartenenti al comune o di sua pertinenza che attualmente versano in stato di indecoroso abbandono”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.