Oggi è 18/11/2018

Cronaca

Inchiesta “Poste Private”. L’imprenditore monrealese Nunzio Giangrande rinviato a giudizio

Secondo l’accusa, Giangrande, per procurarsi un ingiusto profitto, si sarebbe appropriato di alcune delle somme di denaro ricevute dai clienti

Pubblicato il 10 giugno 2017

Inchiesta “Poste Private”. L’imprenditore monrealese Nunzio Giangrande rinviato a giudizio

Monreale, 10 giugno 2017 – Si è tenuta ieri mattina, al Tribunale di Palermo, l’udienza preliminare relativa al caso delle poste private «Servizi postali», al termine della quale il GUP, dott. Cesare Vincenti, ha accolto la richiesta del Pubblico Ministero, dott. Paolo Guido, di rinviare a giudizio Nunzio Giangrande, imprenditore monrealese, e Maria Rita Cangemi, titolare di una agenzia ex affiliata.

L’indagine era scattata nell’ottobre 2012, quando l’imprenditore gestiva un impero economico. Un franchising con affiliate decine e decine di agenzie in tutta la Sicilia, e non solo, che fornivano servizi postali.

Secondo l’accusa, i due imputati sarebbero accusati, ma è ancora tutto da dimostrare, di appropriazione indebita. La vicenda avrebbe coinvolto inizialmente diversi utenti di alcune agenzie del franchising che, dopo aver pagato bollette e fatto i relativi versamenti, si sarebbero visti recapitare avvisi di pagamento e protesti, in quanto le somme non sarebbero mai state recapitate ai reali destinatari.

Secondo l’accusa, il versamento delle somme nei confronti di ENEL, Agenzia delle Entrate, Edison, Cusuman Gas, Serit Sicilia, AMG GAS, Giordano Vini SPA, ENI SPA, finanziarie varie ed altre società, non sarebbe stato mai effettuato. 

Giangrande, per procurarsi un ingiusto profitto, si sarebbe appropriato di alcune delle somme di denaro ricevute dai clienti dell’agenzia monrealese di corso Pietro Novelli che gestiva in prima persona. Il Pubblico Ministero, dott. Paolo Guido, ha così richiesto il rinvio a giudizio dell’imprenditore monrealese.

Inizialmente erano stati individuati circa 1500 bollettini non pagati e 976 vittime della presunta truffa, ma – nonostante l’avviso per pubblici proclami – soltanto 6 dei presunti truffati hanno deciso di costituirsi parte civile nel processo.

Nunzio Giangrande si è sempre dichiarato innocente ed a sua volta vittima di una truffa. Ha chiesto di essere ascoltato dai magistrati, e ieri ha presentato una serie di documenti a riprova della sua corretta condotta. Ciononostante il GUP non ha disposto l’archiviazione ma ha deciso per il rinvio a giudizio.

“Nonostante il rinvio a giudizio – racconta a Filo Diretto – sono sereno sul prevedibile positivo esito di questa vicenda che mi vede unicamente come vittima di un comportamento illegale messo in atto da altri soggetti. Ho spiegato al giudice tutti i passaggi che testimoniano il corretto versamento delle somme all’ufficio di Poste Italiane. Abbiamo mostrato tutti i bollettini regolarmente pagati, a supporto dei quali abbiamo presentato tre perizie tecniche. Ho chiesto per ben due volte l’incidente probatorio, che ci è stato bocciato”.

Già all’udienza preliminare dello scorso marzo i legali Francesco Paolo De Simone Policarpo e Gaspare Genova avevano presentato al GIP un faldone con le ricevute dei pagamenti effettuati di tutti i bollettini oggetto di contestazione. Gli avvocati avevano illustrato come in tutte le ricevute fosse applicato regolare timbro dell’agenzia di Poste Italiane, alla quale Servizi Postali avrebbe versato regolarmente le somme percepite dalla clientela.

Giangrande, che è anche un criminologo, spiega di avere svolto privatamente una serie di indagini assieme ai suoi avvocati. Sono troppi gli elementi oscuri e ci sarebbero diverse anomalie intorno alla vicenda ancora tutta da chiarire.

“Abbiamo richiesto che il CUAS (Centro Unificato Automazione Servizi Centrali, dove è possibile la rendicontazione dei bollettini incassati, ndr) producesse il giornale di fondo dell’ufficio postale di Via Rocco Pirri, dove effettuavamo i versamenti. La richiesta ci è stata bocciata. Poste Italiane ha dichiarato di avere smarrito il giornale di fondo. Ed intanto l’ufficio è stato chiuso”.

Giangrande spiega inoltre che la gravità della vicenda andrebbe notevolmente ridimensionata rispetto alle notizie divulgate. “Abbiamo dimostrato che la vicenda non riguarda un milione di euro né 30 milioni, come dichiarato da qualcuno di Poste Italiane. Dai dati della Procura l’ipotetica somma contestata ammonterebbe a 286.000€. Importi i cui pagamenti sono stati interamente documentati”.

Secondo l’imprenditore monrealese il fatto che si siano costituite parte civile solo sei persone, sulle 976 inizialmente coinvolte, costituisce un’ulteriore prova che si sia trattato di un caso esageratamente montato.

“Dalla prossima settimana presenterò regolare querela nei confronti dei reali responsabili di questi misfatti che hanno causato un enorme danno a me e ad un’azienda che dava lavoro a tantissime persone”.

Ricevi tutte le news

Anonimo

Sappia il signor giangrande che la causa del numero inferiore a quanto raccolto e prospettato negli anni dalle forze dell’ordine constà nella giustizia scadente e nei costi di gestione di un processo a titolo personale che potrebbe durare non meno di 5 anni… molto tempo, data la magra situazione economica in cui si naviga per adesso!! A mio parere si sarebbe dovuto procedere d’ufficio, rendendosi solamente parti civili e/o proporre una class action, invece già dalla formula utilizzata per informare i cittadini lesi è stata caratteristica, solo a mezzo giornale! Quando invece bastava procedere come quando si era iniziati, magari utilizzando le stesse forze dell’ordine coinvolte ma questa è solo fantascienza. Quindi, non canti vittoria, l’alba è ancora lontana.

12 giugno 2017 | 16:04 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Vittoria schiacciante per il Monreale contro il Finale. Comincia a prendere corpo l’impronta di Sorrentino

    Cronaca

    Monreale, 18 novembre 2018 - Ieri la prima trasferta per l'Atletico Monreale, e non tardano ad arrivare i primi tre punti ai danni del Finale a Pollina. I ragazzi rossoblu di mister Davide Sorrentino hanno piegato una squadra tosta con una doppietta di Ferraro, una di Lo Giudice e i goal di Costanti..

    Continua a Leggere

  • Roccamena, il sindaco nomina esperto a 1.800 € al mese. L’opposizione insorge: “Ennesimo spreco”. Ciaccio difende la sua scelta: “Il comune risparmia”

    Cronaca

    Roccamena, 18 novembre 2018 - Il 7 novembre il sindaco del comune di Roccamena, Tommaso Ciaccio, ha nominato un consulente in qualità di “esperto del Sindaco”, in materia di protezione civile, ambiente e servizio idrico integrato. Si tratta del dott. Onofrio Maurizio Todaro, che come si legge d..

    Continua a Leggere

  • Il Mosaico, ancora nessuna coalizione ma tanti interlocutori. “Buon dialogo con Monreale Bene Comune, ma rimangono ancora le distanze”

    Cronaca

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è tenuto oggi pomeriggio, alle 17.30 presso i locali del Collegio di Maria, l'Assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti de "Il Mosaico". Il Movimento, presentato il

    Continua a Leggere

  • “I Beni Culturali Ecclesiastici Tutela e protezione tra presente e futuro”, se ne parlerà martedì nel Palazzo Arcivescovile di Monreale

    Cronaca

    Martedì 27 novembre, alle ore 9.00, presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale, si svolgerà il convegno su “Beni culturali ecclesiastici: tutela e protezione tra presente e futuro", organizzato dall'Arcidiocesi di Monreale con il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Palermo. Il fine è quello ..

    Continua a Leggere

  • Caputo: “Project Financing con privati e istituti bancari per creare un parcheggio multipiano in contrada Cirba”

    Cronaca

    Monreale, 17 novembre 2018 -  Un parcheggio multipiano a valle di contrada Cirba attraverso un sistema di Project Financing coinvolgendo imprenditori privati e istituti bancari nella sua costruzione e gestione. È questa la proposta av..

    Continua a Leggere

  • Assistenza igienico-sanitaria disabili, dalla Regione oltre sei milioni di nuove risorse

    Cronaca

    Palermo, 17 novembre 2018 - L’assessore regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali Mariella Ippolito ha provveduto a reperire somme aggiuntive per 6 milioni e quattrocentoseimila euro, per dare un ulteriore contributo alle Città Metropolitane ed ai Liberi Consorzi di Comuni per l’assis..

    Continua a Leggere

  • Elezioni a Corleone, Saporito sceglie la sua squadra di assessori e vicesindaco

    Cronaca

    Corleone, 17 novembre 2018 - Il candidato Sindaco Salvatore Saporito scioglie le riserve indicando come assessori la dottoressa Francesca Benigno, psicologa, e Mario Orlando, animatore dello sport corleonese. Il dottor Giuseppe Crapisi e l’imprenditore Antonio Navarra erano già stati designati al..

    Continua a Leggere

  • Scatta l’arresto a Partinico, trovati 25 grammi di cocaina in un deposito

    Cronaca

    Partinico, 17 novembre 2018 - È stato arrestato questa mattina Giuseppe Pellitteri, di anni 61, con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Presso un deposito del Pellitteri sono stati trovati 25 grammi di cocaina suddivisi in 25 dosi e 10 grammi non confezionati e 70 eu..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Commemorazione del Carabiniere Rosario Pietro Giaccone, ucciso dalla mafia

    Cronaca

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è svolta oggi, presso il cimitero di Monreale, la cerimonia di commemorazione dell'omicidio del Car. Aus. – in congedo – Rosario Pietro Giaccone, Medaglia d’oro al valor civile. L'omicidio era avvenuto il 17 novembre 1986 ad opera della mafia per rappresagli..

    Continua a Leggere

  • Aquino, negozi allagati. L’edicolante: 2000 € di danni. La rabbia degli esercenti FOTO E VIDEO

    Cronaca

    [gallery ids="83112,83098,83091,83088,83087,83085,83083,83073,83069,83067,83065,83068"] Monreale, 17 novembre 2018 - Aquino conta i danni causati dal forte temporale di questa notte. La frazione monrealese è tra le aree più colpite dalle forti acque che sono entrate nei locali della piazza. Dan..

    Continua a Leggere

  • Esonda il torrente “Vadduneddu”. Un’auto trascinata in acqua. Via Corpo di Guardia interdetta. Fango nelle abitazioni

    Cronaca

    [gallery ids="83058,83059,83060,83062,83064,83066,83070,83074,83075,83076,83077,83078,83080,83081,83089,83092,83093,83094,83095,83096,83097,83079"] Monreale, 17 novembre 2018 - Un altro temporale e inizia la conta dei danni subiti. Questa notte le forti piogge hanno danneggiato abitazioni e st..

    Continua a Leggere

  • Maltempo, Monreale gravemente colpita. Locali allagati e danni in via Circonvallazione

    Cronaca

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=ooOK7U3yFCE&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 17 novembre 2018 - Continua il maltempo in Sicilia. Nella notte tra venerdì e sabato le forti piogge hanno creato disagi non indifferenti a Monreale. Verso le 22.00 l'acqua ha cominciato a entrare nel risto..

    Continua a Leggere

  • “Basta poco per renderli felici”: nasce l’associazione per il recupero e la valorizzazione delle risorse del territorio

    Cronaca

    Nasce "Basta Poco per Renderli Felici", la neo associazione culturale ha sede a San Martino delle Scale. Uno dei suoi obiettivi principali è il recupero e la valorizzazione delle risorse del territorio. Prevista per domenica 25 novembre la Fiera di Natale, il primo evento dell'Associazione si te..

    Continua a Leggere

  • Temporale a Monreale, strade allagate e voragini anche a Borgo Molara

    Cronaca

    Monreale, 17 novembre 2018 - Circonvallazione e via Ponte Parco si sono allagate, così anche delle case al pian terreno ad Aquino. Voragini si sono aperte nell'asfalto ma anche alcune attività commerciali hanno subito disagi. Stamattina si contano i danni del temporale che si è abbattuto ieri ser..

    Continua a Leggere

  • Resto al Sud, finanziamenti agevolati anche per professionisti e Under 46

    Cronaca

    Monreale, 16 novembre 2018 - Si allarga l'agevolazione ai professionisti e l’innalzamento dell’età massima per i beneficiari. Il bando Resto al Sud 2019 ha esteso la platea dei possibili beneficiari. Dal 1 gennaio 2019, infatti, potranno partecipare al bando anche gli under 46 e i liberi profes..

    Continua a Leggere

  • Corleone, vi abitava Riina. Adesso la strada intitolata a Cesare Terranova, il magistrato che indagò sui corleonesi

    Cronaca

    Corleone, 16 novembre 2018 - Da sabato 17 novembre via Scorsone cambia nome e diventa via Cesare Terranova. Scelta emblematica, a ben vedere: proprio in via Terranova abitava, infatti, il boss Totò Riina e vi abita tutt'ora la sua famiglia. Cesare Terranova, giudice istruttore a..

    Continua a Leggere

  • Carmine, rimossi i paletti abusivi. I residenti divisi tra favorevoli e non

    Cronaca

    Monreale, 16 novembre 2018 - Sono cominciati oggi i lavori per rimuovere i paletti ai bordi delle s..

    Continua a Leggere

  • Ospedale Ingrassia. Il dott. Sergio Fasullo nuovo primario della Cardiologia

    Cronaca

    Palermo, 16 novembre 2018 - L’unità operativa di Cardiologia dell’ospedale Ingrassia di Palermo ha un nuovo primario. Il 19 ottobre ha preso servizio il dott. Sergio Fasullo, responsabile della terapia intensiva cardiologica “O.Barberi”, che ha contribuito in questi anni all’eccellenza..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com