Oggi è 25/08/2019

Cultura

Blue Whale, il ruolo dei genitori e la manipolazione delle menti dei ragazzi

Blue Whale, solo emergenza russa o fenomeno presente anche in Italia? Uso distorto della rete, profili psichiatrici fortemente disturbati e genitori in difficoltà nel comprendere il disagio grave dei figli

Pubblicato il 3 giugno 2017

Blue Whale, il ruolo dei genitori e la manipolazione delle menti dei ragazzi

Monreale, 3 giugno 2017 – 

– “Com’è andata oggi a scuola?” 

– “Tutto ok, tranquilla”. 

L’adolescenza è, più o meno per tutti, un periodo della vita estremamente complesso, connotato da emozioni e turbamenti, spesso esasperati ai massimi livelli. È sempre stato l’arco temporale per antonomasia più difficile e destabilizzante sul piano emotivo, in cui, frequentemente, si vive senza freno a mano, senza ancore né paracaduti. Durante l’adolescenza molti cercano disperatamente di costruirsi il proprio “Io” e ciò avviene in una condizione estremamente frammentata e caleidoscopica, che assorbe, come una spugna, gli influssi e i condizionamenti provenienti dall’ambiente esterno.

Le particolari caratteristiche dell’adolescenza fanno sì che questo periodo della vita, come già sottolineato, sia caratterizzato da una peculiare vulnerabilità psicologica, e che quindi spesso esso si trasformi nel periodo con maggiori risvolti psichici negativi, quello che può avere il potere di segnare, forse più di altri periodi della vita, l’intera esistenza di un individuo. Una porzione del percorso esistenziale, particolarmente a rischio di profonde sofferenze e turbamenti emotivi, che, con la complicità di un contesto sociale  esageratamente esposto a sollecitazioni di ogni tipo, si incanala verso i più disparati e spesso indomabili fenomeni sociali. Ciò si riferisce sopratutto al mondo parallelo, che trova il suo luogo d’elezione nella dimensione virtuale, ove la socialità e le relazioni si trasformano, per diventare un “ingestibile, pericoloso altro”. Situazioni complesse, a volte, drammatiche, che affliggono e terrorizzano tanti genitori inermi, i quali perdono il controllo autorevole sui propri figli, poiché completamente disarmati dinnanzi a ciò che di negativo l’attuale contesto sociale veicola, alla velocità della luce. Tale velocità comunicativa provoca preoccupanti interazioni socio-relazionali che riguardano proprio il mondo adolescenziale, fenomeni drammatici, che magari esplodono, con sconcertante evidenza, in un determinato luogo geograficamente circoscritto, ma che l’incessante divulgazione e rielaborazione in chiave social, cioè l’estrema massificazione della comunicazione virtuale  (alla quale neppure l’informazione di tipo giornalistico, a volte, riesce a sottrarsi) veicolano senza sosta. Fomentando probabilmente, ancora di più, un’emulazione che pone pericolose radici, che ramificano silenti, fino a far smarrire l’equilibrio tra ciò che è reale e ciò che è frutto di una psicosi diffusa, ancora più pericolosa del fenomeno in sé. 

Mi riferisco in generale a quelle particolari situazioni virtuali che sottendono un’occulta manipolazione delle “menti” dei ragazzi, al punto tale da mettere a repentaglio le loro stesse vite, incitandoli, anche con l’ausilio di pratiche perverse, al suicidio e, in particolare,  a questa macabra moda della Blue Whale. Come già sottolineato, l’adolescenza contempla in sé una serie di complessi rivolgimenti psicologici, pertanto tende ad annoverare una più elevata incidenza di tentativi di suicidio, alcuni dei quali purtroppo ad esito fatale, senza neppure la possibilità d’identificarne motivi plausibili. 

La rete, sfruttando il suo enorme potere mediatico, alimenta tali fenomeni preoccupanti, vere e proprie sfide virtuali, nuove e cruente roulette russe, sempre più pericolose, che, condotte da gente senza scrupoli, enfatizzano il fisiologico disorientamento dell’adolescente medio che spesso cela profili psichiatrici fortemente disturbati. Gli adolescenti, dal canto loro, diventano emulatori eccellenti, soprattutto in un’epoca di modelli aleatori, che supportano la loro fisiologica propensione ad estraniarsi, non in quella solitudine riflessiva tipica dell’età, ma in una dimensione patologica preoccupante, che li relega in un mondo isolato rispetto alla realtà autentica, un mondo di incomunicabilità, che diventa, sempre di più, zona off limits per gli adulti di riferimento, i quali non riescono più ad accedervi in modo costruttivo, rimanendo ai margini persino dei processi auto-distruttivi dei propri figli. Oltretutto la capacità incerta di discernimento critico da parte dei ragazzi e non solo, li induce ad aderire a qualsiasi situazione che il tam tam mediatico riesce a diffondere in modo indifferenziato. 

In tale contesto si inserisce perfettamente il gioco-fenomeno della Balena Blu, assolutamente reale nella sua drammatica emergenza e contestualizzato in una precisa zona della Russia, ove si annovera un cospicuo numero di casi di questa sorta di macabro vademecum, relativo a terribili pratiche da effettuare, durante un percorso allucinante lungo cinquanta giorni, che orienta verso l’ultima fatale prova rappresentata da un rocambolesco suicidio, il tutto condotto da un fantomatico “curatore”. Tale ideatore- curatore russo è già stato individuato e arrestato, ma di Blue Whale si continua a parlare, con un crescendo impressionante, la cui onda d’urto, ovviamente, non ha risparmiato neppure  l’Italia.

La psicosi generale è ormai esplosa e fomenta un’emulazione che angoscia, resa evidente dalle sempre più numerose segnalazioni. Nonostante tali segnalazioni, l’esistenza conclamata del fenomeno in Italia, non è ancora stata del tutto verificata. Non si esclude però che, proprio sulla scia di un’emulazione sempre più pressante (supportata da un’infinita rete di condivisioni virtuali) possano nascere, sul web, gruppi di istigatori, per cui l’emergenza effettivamente inizia ad assumere contorni inquietanti anche da noi. 

Ciò induce ad una ulteriore riflessione sull’uso distorto del mondo virtuale, e sulla incapacità dell’adulto di penetrate la fitta e pesante coltre che avvolge i ragazzi del nostro tempo, di porre dei filtri a questo incessante stillicidio di informazioni indifferenziate, alla mitizzazione di comportamenti distorti e pericolosi. Ci si agita dinnanzi alle nuove sconcertanti mode virtuali, si cerca di controllare i figli da lontano, ma non si riesce più ad avviare una seria azione preventiva, volta a valorizzare un dialogo costruttivo con loro, quel dialogo saggio e rispettoso, veicolo di consigli e di condivisione di esperienze, che sta definitivamente scomparendo, in un vortice di presenze genitoriali, sempre più svilite nella loro essenza più preziosa e formativa. Presenze che non riescono ad orientare, pur provandoci, che falliscono l’obiettivo prioritario di proteggere costruttivamente i ragazzi dalle meteore pericolose lanciate da un mondo virtuale che si sovrappone, con sempre maggiore invadenza, a quello reale. Presenze, dunque, ormai rassegnate, quasi totalmente inermi, che purtroppo annaspano nella cupa difficoltà di poter comprendere e distinguere il disagio grave da quello meno grave, di riuscire a cogliere il miglior intervento possibile per prevenirlo, di saper sganciarsi, qualche istante, dalla frenesia quotidiana, per osservare con maggiore consapevolezza cosa avviene in quel piccolo cosmo in cui i figli si rifugiano, cercando di andare oltre a un dialogo che ormai troppo spesso si traduce in semplici e scarne battute:

– “tutto bene, com’è andata oggi a scuola?”

– “tutto ok, tranquilla”.    

Ricevi tutte le news

Anonimo

Analisi lucida, chiara e completa. Bene! Francesco Noto

3 giugno 2017 | 20:58 | Rispondi
Anonimo

Analisi lucida, chiara e completa. Bene! Francesco Noto

3 giugno 2017 | 21:02 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • San Giuseppe Jato, rissa tra due donne. Ferita una delle due al volto

    Cultura

    SAN GIUSEPPE JATO - Una lite a San Giuseppe Jato in via Anime Sante. La rissa tra due donne per motivi che sono al centro delle indagini dei carabinieri.

    Una delle due ha preso una pistola a pallini e ha sparato. Una donna è st..

    Continua a Leggere

  • Non accetta la fine del rapporto, minaccia l’ex fidanzata. Arrestato 18enne a Monreale

    Cultura

    MONREALE- La Polizia di Stato ha tratto in arresto un 18enne palermitano dell’Albergheria, poiché responsabile del reato di atti persecutori nei confronti di una coetanea, sua ex fidanzata. I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti c..

    Continua a Leggere

  • L’Italia non è un paese per giovani

    Cultura

    L’Italia non è un paese per giovani. Continua la crescita, in termini assoluti e relativi, della popolazione anziana. Al 1° gennaio 2019 gli over 65enni sono 13,8 milioni (il 22,8% della popolazione), i giovani fino a 14 anni sono circa 8 milioni (il 13,2%), gli individui in età attiva ..

    Continua a Leggere

  • Il rogo all’isola ecologica di San Giuseppe Jato e il delicato settore dei rifiuti

    Cultura

    SAN GIUSEPPE JATO - Venerdì un rogo si è propagato all'interno dell'area ecologica di contrada Traversa a San Giuseppe Jato. L'incendio, partito da alcune sterpaglie nelle vicinanze, si è allargato fino a dentro l'area in cui viene gestito il ..

    Continua a Leggere

  • Alturestival 2019 arriva a Monreale: stasera al Castellaccio concerto del pianista Diego Spitaleri

    Cultura

    MONREALE - Tante le attività in programma questa estate nella cittadina normanna, e tra queste anche l'Alturestival 2019, festival organizzato dal Club Alpino Siciliano, dall'associazione culturale Formedonda e da Le Due Sicilie srl. Gli appuntamenti di quest..

    Continua a Leggere

  • Altofonte, trovato morto Salvatore Polizzano

    Cultura

    ALTOFONTE - Un uomo ieri è stato trovato morto in casa ad Altofonte (Pa) in via Veronica. A chiedere l'intervento dei carabinieri e del 118 è stato il fratello. I sanitari del 118 hanno provato a rianimarlo, ma senza successo. Salvatore Polizza..

    Continua a Leggere

  • Tiziana Cannavò, dai banchi del liceo classico Basile di Monreale alla dirigenza di un istituto superiore

    Cultura

    MONREALE - Frequentava i banchi del Liceo Classico E. Basile di Monreale, oggi è alla guida di un istituto scolastico. Un lungo salto per la Professoressa Tiziana Cannavò, docente di italiano e latino presso il lic..


  • Monreale, grande successo per il concerto (gratuito) di Daria Biancardi

    Cultura

    [gallery ids="115389,115390,115391,115392,115393,115394"] MONREALE - Tanti applausi, grande partecipazione, ma anche molta sorpresa per la prima parte del cartellone estivo di spettacoli organizzato dall’amministrazione comu..


  • Appiccava un incendio a Grisì, arrestato monrealese di 46 anni

    Cultura

    GRISÌ (Monreale): Arrestato monrealese di 46 dai Carabinieri. Avrebbe appiccato un incendio incontrollato su un terreno ricoperto da sterpaglie che interessava un’area di circa 100 mq nel centro abitato di Grisì. L’indagine è stata avviata..


  • Fioccano le multe ai locali in provincia di Palermo: discoteche abusive e somministrazione di cibo e alcolici senza autorizzazione

    Cultura

    PALERMO - Nell'ultima settimana la polizia di stato ha effettuato controlli amministrativi estremamente scrupolosi in numerosi locali della provincia palermitana in cui, durante l'estate, si riversano numerosi vacanzieri metropolitani. Requisiti di sicurezza, igi..


  • Monreale, casa distrutta dal fuoco a monte Caputo: il comune mette in sicurezza l’immobile sottostante

    Cultura

    MONREALE - Sono iniziati i lavori propedeutici al recupero dell'immobile danneggiato dal tremendo incendio dello scorso mese, come rende noto il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono con un post sul suo profilo Facebook.


  • Altofonte, tenta di uccidere un uomo, i Carabinieri arrestano un 40enne

    Cultura

    ALTOFONTE – Tutto nasce da una banale lite fra due bambini, un papà li rimprovera ma all’altro padre questa cosa non sta bene ed allora decide di vendicare l’onore del figlio, di soli 11 anni. Ecco il motivo che ha portato G.a., di 40 anni..


  • Rimini, al meeting di Comunione e Liberazione il Concerto Multimediale “Domus Dei et Ianua Coeli” sotto la regia di Alessandro Spinnato, ispirato ai mosaici del Duomo di Monreale

    Cultura

    [gallery ids="115301,115302,115303,115304,115305,115306,115307,115308,115309,115310,115311,115312,115313,115314,115315,115316,115317,115318,115319,115320"] RIMINI - Si è tenuto ieri sera, all’interno della sala Neri, nel corso del Meeting d..


  • Grotta di Monreale: le riprese esclusive dell’interno. Ecco la storia centenaria delle spedizioni esplorative (VIDEO)

    Cultura

    MONREALE - È ormai risaputo che sotto Monreale, e per la precisione sotto la piramide a vetri di piazza Vittorio Emanuele, è presente una profonda grotta che ha recentemente attirato l'attenzione dell'amministrazione e della Proloco, interessate a renderla visi..


  • Stasera Daria Biancardi in concerto in piazza Guglielmo

    Cultura

    MONREALE - Dopo Castelbuono, Cefalù, Giardinello, Castellammare del Golfo Daria Biancardi farà tappa a Monreale. La cantante si esibirà in piazza Guglielmo II sabato 24 agosto alle ore 21. L'artista è nota per le partecipazioni ai talent “All Together Now” e “The V..


  • Monreale, Emanuele Giardi non dormirà più in una panchina, partita la macchina della solidarietà

    Cultura

    MONREALE - Anche questa volta la città di Monreale fa quadrato nei confronti di una persona sfortunata. Dopo la recente carovana di solidarietà sviluppatasi in pochi giorni nei confronti della famiglia Gerardi/Macaluso che ha perso la casa di M..


  • Neo Dirigenti Scolastici a Partinico, Borgetto, Bisacquino e San Giuseppe

    Cultura

    MONREALE - È stato pubblicato oggi il decreto con cui il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico ha individuato le istituzioni scolastiche cui sono stati destinati i nuovi dirigenti scolastici a partire del prossimo anno scolastico 201..


  • Incendio nell’isola ecologica di San Giuseppe Jato

    Cultura

    [gallery ids="115271,115272,115273,115270,115247"] SAN GIUSEPPE JATO- Un incendio si è verificato nell'isola ecologica in contrada Traversa. Il rogo è divampato nelle prime ore del pomeriggio. Nell'impianto sono accorsi i vigili del fuoco del comando provinciale di Pale..