Scoperta a Partinico una serra con 425 piante di Cannabis, i carabinieri arrestano un 34enne

Si tratta di Alessandro Lo Cacciato, volto noto alle forze dell'ordine

Si tratta di Alessandro Lo Cacciato, volto noto alle forze dell’ordine

Partinico, 1 giugno 2017 – I carabinieri della stazione di Partinico hanno arrestato, in flagranza di reato, con l’accusa di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti e furto di energia elettrica, Lo Cacciato Alessandro 34enne residente a Partinico, volto noto alle forze dell’ordine.

I Carabinieri nel corso di una perquisizione eseguita nell’abitazione dell’uomo, in Contrada Albachiara, hanno rinvenuto 425 piante di cannabis, di altezza varia, coltivate in vasi di plastica all’interno di una serra artigianale dotata di impianto di illuminazione artificiale funzionale al processo di coltura. I carabiniero hanno hanche scoperto che il locale era alimentato tramite allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica.

La sostanza stupefacente rinvenuta è stata sottoposta a sequestro per le successive analisi di laboratorio, mentre l’arrestato è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Per lo stesso reato è stato deferito in stato di libertà il proprietario dell’immobile, M.g. 64enne residente a Partinico, già noto alle Forze dell’Ordine.

Già nella giornata di ieri la Guardia di Finanza, in un’altra operazione antidroga, aveva denunciato un anziano di Partinico per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica. Nei guai è finita anche la moglie dell’uomo. I finanzieri avevano sequestrato 100 piante di marijuana all’interno di una serra allacciata abusivamente alla rete elettrica.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.