Rossella Pica risponde a Capizzi: ” Non smentisce i 12 milioni, parlando di somma tra residui e costo del servizio”

"Tra residui e costi attuali, sono o no 12 i milioni di euro scritti nel bilancio di previsione 2017, a carico dei cittadini?"

acqua park

Monreale, 20 maggio 2017 – Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota inviata dal consigliere Rossella Pica in risposta alle dichiarazioni del sindaco Capizzi riguardo all’interrogazione consiliare presentata dallo stesso consigliere Pica. Tramite l’interrogazione il consigliere PD metteva in allarme sul presunto aumento fino a 12 milioni di euro del costo del servizio rifiuti (leggi qui per approfondire), subito arrivava la replica del primo cittadino: “Le dichiarazioni della Pica sono false e faziose, i conti sono a posto e la situazione è costantemente monitorata”, rispondeva Capizzi (leggi qui).

“Nessun rimorso per non avere votato i bilanci di cui il Sindaco va fiero, forse noncurante delle pesanti bacchettate ricevute, nero su bianco, dalla Corte dei Conti.  Con la deliberazione n. 92/2017, ad esempio, la Corte dei Conti scrive che la prospettazione del bilancio di previsione 2016 è “non veritiera e fuorviante”.

E’ informato di ciò, visto che non emerge il suo nome tra i rappresentanti del Comune uditi dalla Corte dei Conti? E’ informato che il massimo delle motivazioni, sulle rilevanze della Corte, sono affermazioni come “errore materiale” o “buona fede”? Si ha la consapevolezza che le criticità sui bilanci sono a cascata, sino ad arrivare al niente, così come dimostra la Corte dei Conti? Sono anche queste, per il Sindaco, titolare della delega al bilancio, notizie “faziose e false”? 

Al Sindaco rilevo che, a differenza del suo intendimento, è una questione di stile e di contenuti: è in gioco l’interesse dei cittadini, la credibilità stessa di ciascuno e questo si evince in quella deliberazione con cui la Corte dei Conti scrive le criticità sul consuntivo 2015, sul bilancio di previsione 2016, sui residui passivi, sui gravi scostamenti rispetto agli obiettivi di riequilibrio. Sino ad accertare, sempre la Corte dei Conti, “il venir meno dei presupposti del riequilibrio finanziario”, “il mancato e reiterato rispetto degli obiettivi intermedi fissati dal piano”, “la non veridicità dei documenti contabili […], con conseguente necessità di corretto ricalcolo del risultato di amministrazione 2015 e successivi”. 

Quantomeno, in tal senso, nel dire di notizie “false e faziose”, il Sindaco non smentisce la somma di 12.003.660,14 €, parlando tuttavia di sommatoria tra residui passivi e costo del servizio. Ma il costo per il 2017, non lo dice; l’ammontare dei residui passivi, (quasi a voler fare intendere che sono soldi disponibili in cassa e non i milioni di euro che sarebbero dovuti essere pagati negli anni scorsi, così come la corte rileva), non lo dice! Trattasi ancora di errore materiale o di buona fede? Perché quei soldi non stati pagati, non lo dice, come del resto ha rilevato la Corte dei Conti.

Ebbene, tra residui e costi attuali, sono o no 12 i milioni di euro scritti nel bilancio di previsione 2017, a carico dei cittadini? Forse per il 1° cittadino sono cose diverse, ma non lo sono per la sottoscritta e per la Corte dei Conti. Perché i nodi vengono sempre al pettine. Quindi se non votare quei bilanci, non solo quello di previsione 2017, significa essere “faziosi e falsi”, va bene. Se non aver votato quei bilanci che disattendono il piano di riequilibrio significa essere “faziosi e falsi”, va bene. Se non aver votato quei bilanci che rinnegano i fondi del parco eolico spettanti a Grisì, significa per il Sindaco essere “faziosi e falsi”, va bene. Se non aver votato quei bilanci perché non si accetta il confronto e le proposte significa per il Sindaco essere “faziosi e falsi”, va bene. Ma se il Sindaco, invece, è convinto della bontà di quei bilanci, nonostante la Corte dei Conti, non va bene. Non è cambio di logica”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale