Oggi è 21/05/2018

Cultura

Il pane di Monreale nel racconto di Ciccio Tusa, il più anziano panificatore del paese

92 anni e sei mesi, una mente lucidissima ed una memoria di ferro: “Ma il pane di Monreale non c’è più”

Pubblicato il 15 maggio 2017

Il pane di Monreale nel racconto di Ciccio Tusa, il più anziano panificatore del paese

IMG_5139

Monreale, 15 maggio 2017 – “Il pane di Monreale non c’è più”, dichiara in modo lapidario Ciccio Tusa, il più anziano panificatore di Monreale. 92 anni e sei mesi, una mente lucidissima ed una memoria di ferro che, a pochi giorni dalla sagra del 20 e 21 maggio (VEDI PROGRAMMA), mi permettono di percorrere la storia del pane di Monreale.

“Cominciai da bambino a frequentare il panificio di mio padre, mastru Turiddu, in via Francesco Testa. Avevamo un forno da 130 chili, in pietra, alimentato a fascine, le pagnotte ed i filoni si impostavano ad uno ad uno. Un lavoro complesso e molto faticoso, che oggi nessuno è più in grado di fare”.

Già all’età di sei/sette anni capitava che il padre gli chiedesse di saltare qualche giorno di scuola per riparare dalla pioggia e impostare le fascine di limone o di arancio, “quelle che profumavano l’aria fino a duecento metri di distanza, e davano al pane quell’aroma che oggi non si sente più”. Già a quell’età si cominciava a lavorare: “Mi occupavo di portare la “Cartedda” con il pane nelle putìe”.

La farina allora veniva macinata nei mulini a pietra. Si trovavano in corrispondenza dei ruscelli lungo i quali scorreva l’acqua della Favara. In paese i mulini erano tanti. Quelli dei fratelli Virga, di Ferreri, di Petralia. “La macina a freddo rendeva la farina di una qualità superiore rispetto a quella di oggi. I mulini elettrici, quelli moderni, bruciano le proteine. A noi arrivava la farina integrale, e utilizzavamo “u crivo” (il setaccio) per separare manualmente la crusca dalla farina. “Avevamo una maidda in legno. Conteneva 70 chili di farina che veniva impastata a mano”. 

La farina proveniva dai paesi del circondario. Era biologica, non poteva essere altrimenti. Nel dopoguerra c’era molta povertà. Il consumo era ridotto. Ciccio Tusa lavorava con tutti i fratelli, erano in sette. “La famiglia mi permise di studiare fino alla terza elementare. Non è come oggi. La priorità veniva data al lavoro nell’azienda di famiglia. I miei figli hanno invece studiato. Allora c’era tanta miseria e chi poteva produceva del grano nel proprio terreno. In fondo alla Via Venero c’era un’area dove “spagghiavano” la spiga con i forconi, per dividere la paglia dal grano. La farina prodotta la portavano nei vari panifici, dove loro stessi la impastavano nella “maidda” per poi infornarla”. In ogni maidda c’erano due persone intente ad impastare, dai 5 ai 7 chili di farina ciascuno.

Già allora il pane di Monreale, fatto solamente con grano duro, era noto a Palermo, dove si utilizzava invece grano tenero.

“Quando arrivò il lievito di birra a Monreale dissi a mio padre: il pane è finito”. Erano gli anni sessanta. “Fino ad allora veniva utilizzato unicamente il lievito madre. Il procedimento era molto più lento. Quando c’era carenza di acqua e non si puliva bene la maidda capitava che il lievito inacidiva e i batteri morivano. Tanto lavoro sprecato, il lievito madre veniva buttato via per essere preparato nuovamente”.

“Io mi sposai di pomeriggio – racconta Tusa. Avevo lavorato la mattina nel forno. La sera stessa mi chiamarono per impastare. Era la necessità”.

Intorno alla metà degli anni ‘50 Tusa si mette in proprio e apre il suo primo panificio alla “Va ranne”, il corso Pietro Novelli, nei pressi del Canale.

Ciccio Tusa mostra una vecchia bilancia. Il valore era di 150 lire: “Non potevamo pagarla e l’acquistammo in cambio di una lunga fornitura di pane. Vi si pesava il pane da vendere, e in caso la pagnotta non raggiungeva il peso richiesto c’era la “iunta”, si aggiungevano pezzetti tagliati da altre pagnotte”.

I forni venivano costruiti con la tecnica del “cartedduni”, un cesto intrecciato con le canne, posizionato al contrario, sopra il quale venivano collocati i mattoni. Poi si faceva bruciare il cartedduni facendo rimanere la cupola di mattoni. Dall’ampiezza della cesta dipendeva la capienza del forno. Ne sono rimasti pochi, e vanno alimentati necessariamente con la legna. 

Nel 1985 Ciccio Tusa apre il proprio panificio nella attuale location. Dispone di un macchinario moderno, con un forno meccanico alimentato a gas o a gasolio. Viene riscaldato il liquido nei tubi che avvolgono il forno trasferendovi il calore. 

Adesso c’è un ritorno alle tradizioni. I figli, che hanno preso in mano l’attività del padre, propongono farine biologiche e locali, come il Russello o il Timilia, lavorati nei mulini a pietra in Sicilia e certificati, e utilizzando il lievito madre. Ma la richiesta è minima, dato l’elevato costo di produzione, e quindi di vendita, legato alla scarsa resa per ettaro di queste varietà di grano duro.

Ad un certo punto l’intervista si interrompe. Il signor Tusa deve recarsi a fare la spesa per preparare il pranzo ai figli. E’ ancora lui ad occuparsi dell’incombenza quotidiana, anche se, dichiara a malincuore: “Oggi non si mangia più bene come prima, né il pane, né le verdure, né la frutta”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Tutto pronto per le selezioni dello Zecchino d’Oro a Monreale

    Cultura

    Monreale, 21 maggio 2018 - Iniziato a gennaio, il lungo tour di selezioni dello Zecchino d'Oro domani farà tappa a Monreale. Nell’I.C.S. Antonio Veneziano, in via Kennedy, si svolgeranno dalle ore 15,00, le selezioni della celebre rassegna canora più amata dai bambini. Verranno scelti i solisti ..

    Continua a Leggere

  • Chelydra e ASD New generation, due scuole un’unica via: l’arte marziale – FOTO

    Cultura

    Monreale, 21 maggio 2018 - Palermo è stata scelta come luogo dove ospitare Wuma International Cup 2018 e sono fioccate le medaglie per i giovani atleti monrealesi, in occasione della chiusura della stagione sportiva 2017/2018. I team Chelydra di Pioppo e ASD New generation di Monrea..


  • A Corleone il cronista antimafia Borrometi. Ai giovani: «Basta mafia, siete voi Corleone»

    Cultura

    [gallery ids="64133,64141,64115,64119,64120,64121,64122,64123,64124,64126,64127,64128,64131,64138"] Corleone, 21 maggio 2018 – Una preziosa testimonianza è stata quella di Paolo Borrometi oggi a Corleone. Il paese ormai ex culla di Cosa nostra e dove si respira un'aria nuova. ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Personale in pensione. All’anagrafe e allo stato civile riduzione degli orari di apertura

    Cultura

    Monreale, 21 maggio 2018 - Si riduce da oggi l’orario di apertura al pubblico degli uffici di anagrafe, stato civile ed elettorale del comune di Monreale. L’utenza ne ha preso conoscenza questa mattina, tramite l’avviso appeso dinanzi l’ufficio, che sarà aperto un’ora in meno ogni mattina..

    Continua a Leggere

  • Monreale vista dal drone. Il risultato è molto suggestivo

    Cultura

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=8Sx7AP28nXs&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 21 maggio 2018 - Le immagini sono molto suggestive. Le riprese dall’alto, consentite dall’utilizzo del drone, permettono di godere di una prospettiva diversa e insolita di un paesaggio a noi noto. È ..

    Continua a Leggere

  • Da Monreale parte la “marcia della gioia” nel ricordo di Giovanni Falcone

    Cultura

    Monreale, 21 maggio 2018 - Anche a Monreale domani si terrà la “marcia della gioia”, l’evento organizzato dal Parlamento “Multietnico”, con sede all’Istituto “F. Ferrara” di Palermo, e dal Parlamento internazionale della legalità, coordinato da Nicolò Mannino e Salvatore Sard..

    Continua a Leggere

  • Bimbo di 6 anni aggredito da un randagio a Roccamena. I genitori presentano denuncia

    Cultura

    Roccamena, 20 maggio 2018 - Un morso al braccio e qualche escoriazione al torace e tanta paura per un bimbo roccamenese. Ieri a Roccamena un bambino di sei anni è stato morso da un cane vagante per il territorio. L’episodio è avvenuto attorno alle 17.00 nei pressi di via Libertà. M.B., queste l..

    Continua a Leggere

  • Beccati alla guida dell’auto con il cellulare, 60 palermitani multati: si rischia la sospensione della patente

    Cultura

    Palermo, 19 maggio 2018 - Salgono a 60 le multe per l’uso del telefonino alla guida di veicoli. Questo il bilancio dei controlli compiuti dalla Polizia Municipale di Palermo negli ultimi giorni. Il Comandante Gabriele Marchese ha disposto il servizio di quattro pattuglie con vigili in borghese ..

    Continua a Leggere

  • Centro di stoccaggio abusivo alla Guadagna. Corpo Forestale e Polizia denunciano 3 persone

    Cultura

    Palermo, 19 maggio 2018 - Ieri pomeriggio in  un’operazione congiunta delle pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale e S.P. della Polizia di Stato e del Nucleo Operativo Provinciale del Corpo Forestale R.S. è stato sequestrato, in via Guadagna a Palermo, in un contesto degradato della c..

    Continua a Leggere

  • Aspiranti sindaco da Contessa Entellina a Partinico. In provincia in 65 per 26 fasce tricolore

    Cultura

    Palermo, 19 maggio 2018 - Sono in tutto 65 i candidati a sindaco in provincia di Palermo nei 26 comuni che andranno al voto il prossimo 10 giugno. Sono oltre mille, invece, i candidati ai consigli comunali per 334 scranni a disposizione. Alle elezioni amministrative andranno piccoli comuni per cui s..

    Continua a Leggere

  • Monreale, domani il Corteo storico «Nel segno di Guglielmo». Oggi il mercato medievale

    Cultura

    Monreale, 19 maggio 2018 - È iniziata ieri la manifestazione monrealese «Nel segno di Guglielmo», tre giorni dedicati a rievocazioni storiche dell’epoca del Regno di Guglielmo II. L’associazione TE.M.A. sarà impegnata, nell’ottava edizione dell’evento, nella rappresentazione della dedica..

    Continua a Leggere

  • Interdittiva antimafia a due aziende di Roccamena. Sono riconducibili alla famiglia Diesi

    Cultura

    Roccamena, 19 maggio 2018 - Due aziende, riconducibili alla famiglia Diesi di Roccamena che operano in Veneto sono state colpite da una interdittiva antimafia. Veneta trasporti e SG Petroli sono state escluse dal Prefetto di Verona da tutti i rapporti contrattuali con la pubblica amministrazione. ..

    Continua a Leggere

  • Salernitana vs Palermo 0-2. I rosanero vanno ai play off

    Cultura

    Salerno, 19 maggio 2018 - Nonostante la vittoria di misura sul campo della salernitana con due gol di Chochev e del solito Nino La Gumina, e un gol regolare annullato a Rispoli, il campionato di serie B ha emesso il verdetto. Empoli e Parma direttamente in serie A. Il Palermo, insieme al F..

    Continua a Leggere

  • Concorso Inps, 967 posti per laureati come Consulente protezione sociale

    Cultura

    Palermo, 19 maggio 2018 - È Stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 27 aprile 2018 un bando di concorso per titoli ed esami a 967 posti di Consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’INPS. I vincitori saranno assunti con contratto a tempo indeterminato. La scadenza pe..

    Continua a Leggere

  • Una Notte al Museo, stasera visite guidate a Palermo

    Cultura

    Palermo, 19 maggio 2018 - Per gli amanti dell'arte e della cultura torna la Notte europea dei Musei: sabato 19 maggio. Sono previste in tutta Europa aperture notturne, per vivere l’atmosfera suggestiva delle visite serali dei musei. Nel capoluogo siciliano, Terradamare mette a disposizione..

    Continua a Leggere

  • Previsioni meteo, una strana estate in arrivo. Calda e secca al Nord, mite e piovosa al Sud

    Cultura

    Monreale, 18 maggio 2018 - Dopo la mattinata uggiosa e piovosa di oggi, gli ultimi aggiornamenti danno altre piogge tra la notte di sabato 19 e le prime ore di domenica. Ultimissimi aggiornamenti prevedono per i giorni a seguire ancora una spiccata instabilità, tuttavia, nell'ultimo weekend di..

    Continua a Leggere

  • A Montelepre sporcaccioni beccati con le fototrappole. Per loro 600 euro di multa

    Cultura

    [gallery ids="62742,62744"] Montelepre, 18 maggio 2018 - Le fototrappole comunali beccano i cittadini sporcaccioni che abbandonano i rifiuti in maniera selvaggia. Accade a Montelepre dove proseguono i controlli della polizia municipale volti al contrasto del fenomeno dell'abbandono indiscriminato..

    Continua a Leggere

  • Gli studenti guidano i turisti tra le bellezze di Monreale, domani si replica FOTO

    Cultura

    [gallery ids="62736,62737,62738,62739"] Monreale, 18 maggio 2018 - Ha preso il via questa mattina, la manifestazione La scuola adotta la città, organizzata dall'assessorato alla Pubblica Istruzione e Beni culturali del comune di Monreale che ha coinvolto gli istituti scolastic..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com