Turismo monrealese, di cosa necessita?

Un proficuo confronto tra l’imprenditoria artistica, culinaria e alberghiera locale con i vari Tour Operator

Immobiliare Max

Monreale, 14 maggio 2017 – Nella splendida cornice della Galleria Civica, all’interno del Complesso Monumentale Guglielmo II, messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale, si è conclusa oggi la prima edizione di Monreale Tourism Exchange, iniziata in data 13 maggio scorso.

L’evento, organizzato da Fabrizio Casamento della Casamento Travel di Monreale, ha visto in queste tre giornate operatori turistici, imprenditori alberghieri e di altri settori anche fuori dal territorio, confrontarsi sul tema comune e principale di Monreale, visto come turismo artistico e non mordi e fuggi come siamo abituati.

Nei tavoli degli espositori si sono avvicendati i vari interlocutori che hanno riscosso un notevole successo. In particolar modo si è messa a confronto l’imprenditoria artistica, culinaria e alberghiera locale con i vari Tour Operator.

Da evidenziare a questa prima edizione la presenza di ben trenta buyers (agenzie viaggi) provenienti da tutta la Sicilia, dalla Puglia, Calabria, Campania, Lazio, Toscana e ben quattro agenzie da Malta. 

E ben 34 imprenditori del territorio monrealese con presenze da Altofonte, San Giuseppe Jato, Castellammare del Golfo, Piazza Armerina, che hanno illustrato i loro prodotti: ceramiche, mosaici, birre, pane e profumi. Particolare rilievo la presenza di numerosi B&B di Monreale coordinati dalla loro associazione presieduta da Daniele Sciortino. Presenti altresì la Cooperativa Taxi Monreale e le Autolinee Giordano.

A fine manifestazione, stante il successo ottenuto, si è reclamato a gran voce di far sì che questo evento possa ripetersi periodicamente.

Ricevi tutte le news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale