Caputo: “Il comune avvia le demolizioni e poi si fa commissariare per il piano regolatore”

Il responsabile regionale per “Noi con Salvini”: “La regione commissaria il comune per i ritardi nel piano regolatore”

acqua park

 

Monreale, 10 maggio 2017 – “Trovo assurdo che il comune di Monreale da un lato avvii le demolizioni e dall’altro poi si faccia commissariare perché inadempiente nella stesura del piano regolatore”. Salvino Caputo, ex parlamentare all’ARS e oggi responsabile regionale per “Noi con Salvini”, critica la “incapacità amministrativa e la litigiosità della maggioranza che sta paralizzando il comune”. 

”Dal mese di gennaio scorso – spiega Caputo – la Regione Sicilia, Assessorato regionale al Territorio ed Ambiente, ha commissariato il Comune di Monreale per i ritardi nella predisposizione del Piano Regolatore Generale. Dopo diverse diffide e al permanere della inattività da parte dell’Amministrazione comunale la Regione ha inviato il commissario che di fatto sostituisce Sindaco e Giunta”. Da gennaio si è insediato l’Arch. Antonello Messina con il compito di espletare le pratiche per la revisione dello strumento urbanistico che poi verrà sottoposto al vaglio del consiglio comunale. 

Caputo ha chiesto al Sindaco Capizzi di riferire con urgenza in consiglio comunale: ”E’ gravissimo che il Sindaco non abbia ritenuto il dovere di informare la città, così come è paradossale che nessuna forza politica presente in consiglio abbia denunziato tale situazione che rischia di determinare anche la decadenza degli organi eletti come avvenne nel 1993. Ritengo assurdo che da un lato si avviino le demolizioni e dall’altro il comune si faccia commissariare per il piano regolatore”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

  1. Anonimo dice

    Voler pensar male è come trovarsi bene,come recita un vecchio proverbio.E che quindi anche a non volerci credere piu’ di tanto che magari è stata una scelta voluta ” forse ” quella nel ritardare alla stesura del piano regolatore,certamente Politicamente impopolare e preferibilmente meglio farsi Commissariare piu’ tosto che titolarsi di qualcosa non convintamente voluta.
    La cosa ancora piu’ grave è quanto scrive Salvino Caputo ex Sindaco ed ex parlamentare in una nota a questo giornale,che il Sindaco Capizzi avrebbe dovuto riferire in Consiglio Comunale e alla Cittadinanza,spiegando le ragioni di questo ritardo,rischiando cosi’ la decadenza dell’intera Giunta con gravi conseguenze per la Città.
    Giovanni Adimino

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale