Corleone, Scuola di Storia Orale. Educazione alla cittadinanza partendo dalla geostoria

Il Primo Maggio a Portella della Ginestra, magnifico sito paesistico, ma anche monte dei desaparecidos, nelle cui foibe venivano fatti scomparire i corpi delle vittime di lupara bianca

Immobiliare Max

Corleone, 28 aprile 2017 – La scuola di Storia Orale apre oggi a Corleone ufficialmente i lavori presso Il Centro Multimediale di P.le Danimarca.

Un’iniziativa che si svolgerà dal 28 aprile al 2 Maggio 2017, in coincidenza con la celebrazione del 70° anno dalla strage di Portella delle Ginestre e che si terrà tra Corleone e Rocca Busambra.

AISO propone pertanto ai partecipanti la Scuola e a quanti altri volessero condividere l’esperienza di interpretazione geostorica di fare insieme il Primo Maggio tra Portella della Ginestra e il bosco della Ficuzza, un magnifico sito paesistico improntato alla biodiversità sul versante nord di Rocca Busambra, ma anche il monte dei desaparecidos, nelle cui foibe venivano fatti scomparire i corpi delle vittime di lupara bianca.

Coprogettata e coordinata da AISO (Associazione Italiana Storia Orale) e dall’Associazione Culturale Il Germoglio di Corleone, è patrocinata dall’Università di Palermo, l’Istituto Cervi di Reggio Emilia, il Comune di Piana degli Albanesi, l’Istituto “G. Vasi” di Corleone e la rete ITER.

L’iniziativa rivolta a dirigenti scolastici, insegnanti e docenti universitari, provenienti da tutte le regioni d’Italia, vedrà la partecipazione di circa quaranta docenti rappresentanti di istituzioni diverse. 

Sarà un’occasione preziosa di approfondimento sulla storia del nostro territorio.

Alle giornate di lavoro contribuiranno, tra gli altri, esperti quali la Prof.ssa Giovanna Fiume (Università di Palermo), la Prof.ssa G. Gribaudi (Università di Napoli), il Prof. Giovanni Contini (Presidente Associazione AISO), il Prof Antonio Canovi (geostorico), il Prof. Francesco Martinico (Università di Catania). 

La scuola punta a promuovere la scienza geostorica del paesaggio unendola ad un forte impegno di educazione alla cittadinanza.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

  1. Anonimo dice

    Sarà un’occasione preziosa per riconoscere e narrare, oltre gli stereotipi, questo bellissimo paesaggio della Sicilia rurale. Grazie a Corleone.
    Antonio

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale