Palermo. Il Convento di Santa Caterina apre le porte alla città

Dal prossimo 8 aprile, palermitani e turisti potranno visitare il Monastero di Santa Caterina in piazza Bellini

0
Araba Fenice desk

Palermo, 6 aprile – È una gemma nel cuore di Palermo. Dal prossimo 8 aprile, palermitani e turisti potranno visitare il Monastero di Santa Caterina in piazza Bellini. Il convento e la celebratissima chiesa ad esso integrata costituiscono uno dei complessi monumentali più importanti della città. L’edificio è inutilizzato da qualche anno, dopo che le ultime anziane monache domenicane di clausura, un tempo famose per gli straordinari dolci prodotti, hanno dovuto lasciarlo non potendone più garantire la gravosa conduzione.

Per la prima volta i visitatori potranno visitare una vera e propria città di Dio incastonata nella città degli uomini. Nell’occasione si potranno degustare i dolci delle antiche ricette delle monache, presentati e preparati dal Maestro Peppe Giuffrè.

Il Monastero torna oggi al centro dell’interesse e dell’impegno dell’Ufficio Beni Culturali della Curia, attualmente diretto dal padre Giuseppe Bucaro. Come primo passo verso il completo recupero e utilizzo della importante struttura, di concerto con la competente Sovrintendenza e i responsabili del FEC (Fondo edifici di culto del Ministero degli Interni), la Curia arcivescovile di Palermo, cui è affidata la gestione del bene, ha deciso di rendere accessibile una significativa parte del vasto complesso ai visitatori, autentico palinsesto di storia e di architettura.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale