Parte la differenziata porta a porta. Capizzi: “Insieme ce la faremo. Non ci sono più scuse”

All’entusiasmo del sindaco si contrappongono anche numerose critiche giunte in redazione

All’entusiasmo del sindaco si contrappongono anche numerose critiche giunte in redazione

Monreale, 12 marzo 2017 – Inizierà stanotte il servizio porta a porta della raccolta differenziata nei quartieri del centro storico di Monreale. I classici cassonetti dei rifiuti indifferenziati sono stati rimossi, non serviranno più. I cittadini coinvolti dall’ordinanza infatti, dovranno seguire un semplice calendario per il conferimento dei rifiuti differenziati davanti alla propria porta di casa a partire dalle ore 22.00 di stasera.
Monreale, seppur in netto ritardo rispetto alla maggior parte dei comuni della Sicilia, finalmente intraprende un cammino di civiltà anche se, come è normale che sia, non mancheranno le difficoltà da affrontare durante questa benvoluta rivoluzione.

Il sindaco Piero Capizzi è entusiasta per l’avvio della differenziata e mostra la propria soddisfazione sul suo profilo social lanciando un appello ai monrealesi: “Abbiamo il dovere di dare una svolta alla nostra Città. Rivolgo perciò (e lo faccio non solo da Sindaco ma anche da monrealese che ama la propria città) un appello a tutti voi miei concittadini residenti nelle aree in cui avvieremo la raccolta differenziata porta a porta per collaborare nel comune interesse”.

“Da stasera non ci sono più scuse – afferma il primo cittadino – Dimostriamo di amare la nostra Monreale e impegniamoci per garantirne il decoro e la vivibilità. Dimostriamo che i monrealesi non sono inferiori a nessuno e che anche noi abbiamo l’intelligenza e la capacità di far crescere culturalmente la nostra città. Diffondiamo il senso civico del rispetto delle regole e delle cose comuni. Dobbiamo farcela e insieme ce la faremo”.

All’entusiasmo del sindaco però si contrappongono anche numerose critiche giunte in redazione. Quella della poca informazione sull’avvio della raccolta differenziata porta a porta è la critica che la maggior parte dei nostri lettori muove nei confronti dell’amministrazione. Non è bastato il volantinaggio effettuato in questi giorni. Molti altri lamentano la mancata installazione di contenitori per i rifiuti differenziati, soprattutto per quelli organici o la mancata distribuzione di buste idonee a contenere i vari materiali differenziati. Nella giornata di ieri è intanto arrivata la prima multa ad un cittadino fin troppo zelante che adesso sarà costretto a dover sborsare 150,99 euro per aver conferito il proprio sacchetto colmo di rifiuti differenziati prima dell’inizio ufficiale (leggi qui la notizia)
La strada però è quella giusta. La raccolta differenziata si deve fare, si deve iniziare nonostante le normali avversità che si presenteranno nei primi giorni. L’ora legale è davvero arrivata.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.