Oggi è 26/04/2018

Cultura

Leggere, la più grande esperienza formativa che l’uomo possa realmente vivere

Libro tradizionale o e-book? Il libro digitale mantiene ancora il fascino della narrazione?

Pubblicato il 21 gennaio 2017

Leggere, la più grande esperienza formativa che l’uomo possa realmente vivere

Monreale, 21 gennaio 2017 – Ho sempre percepito i libri come imprescindibili percorsi da intraprendere per cogliere tra le numerose pagine, attraverso quell’esperienza sensoriale che solo il profumo della carta stampata può offrire, qualcosa di noi stessi, qualcosa che ci appartenga davvero, che ci possa rappresentare, che possa fissare per sempre, attraverso l’arte sublime del cesellare la parola, passioni e sentimenti profondamente umani e ampiamente condivisi.

Leggere realizza una fondamentale azione introspettiva, che prendendo l’avvio dal semplice percorrere la trama di un texus, cioè dello specifico tessuto che costituisce una storia, alla fine intreccia i fili di una narrazione apparentemente distante da noi con quelli che, ogni giorno, assemblano e definiscono i frammenti della nostra esistenza. Attraverso la memoria e l’estro degli altri noi non leggiamo semplicemente racconti, ma leggiamo soprattutto noi stessi. La storia, l’opera dello scrittore, rappresenta una sorta di lente d’ingrandimento che egli offre al lettore per permettergli di comprendere ciò che, senza la lettura di quel preciso testo, non avrebbe forse mai avuto modo di vedere in sé stesso.

Non leggere significa, dunque, perdere forse l’occasione più preziosa per l’essere umano, cioè quella di fermarsi a pensare, a riflettere sulla possibilità di servirsi di un tempo indefinito, per coltivare la parte più profonda del suo divenire, del suo esistere in questo mondo, hic et nunc. Essa non è, quindi, solo una buona abitudine, leggere è la più grande esperienza formativa che l’uomo possa realmente vivere.

Condurre i giovanissimi a conoscere, comprendere e amare i libri è un dovere etico imprescindibile per ogni humus sociale che anela ad essere considerato civile, certamente tra le più preziose eredità che possiamo lasciare alle nuove generazioni. In una fase storica, come la nostra, connotata da profonde trasformazioni che hanno snaturato e stravolto prassi tradizionalmente consolidate, l’educazione al bello, la costruzione di un pensiero divergente, la possibilità di differenziarsi, rispetto all’omologazione dilagante, non può non passare attraverso la passione verso la lettura, in qualsiasi modo essa venga coltivata e realizzata, sia attraverso l’usuale modalità del libro, dell’intramontabile carta stampata, sia attraverso le attuali modalità 2.0, quelle più consone e più gradite ai ragazzi.

Nessuna strategia che avvicini i giovanissimi alla lettura deve essere censurata, perché anche lo strumento più apparentemente distante dal libro e dall’innegabile fascino che esso continua a esercitare, può comunque riuscire a coinvolgere e avviare i ragazzi verso l’aspetto metacognitivo dell’esperienza legata alla lettura, che altrimenti, senza questi nuovi supporti, essi non avrebbero interesse a cogliere consapevolmente.

L’aspetto motivazionale diventa fondamentale, la base essenziale dalla quale costruire dimensioni più ampie e formative: pertanto l’e-book, la ricerca su Google, Yuotube, ma anche la possibilità di fruire di quei modernissimi strumenti, come il Kobo, il Kindle, per la lettura virtuale di un testo, diventano mezzi propedeutici per sviluppare l’interesse verso la parola scritta, verso il sapere, verso il fascino della narrazione. Umberto Eco affermava: “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro”… questo è l’esatto messaggio da far comprendere ai nostri ragazzi, attraverso la passione che si coltiva solo ponendo un’attenzione particolare verso la valorizzazione della cultura in senso lato.

Valorizziamo e ampliamo, dunque, le nostre biblioteche, non solo come luogo dove si conservano i libri, ma come sedi preposte allo scambio di esperienze culturali, alla divulgazione di eventi che possano contribuire a formare futuri uomini e future donne consapevoli, cittadini preparati ad affrontare il mondo, forti del loro pensiero autonomo, coscienze libere, volte a operare scelte oculate.

Già ai tempi delle antiche civiltà le biblioteche erano luoghi sacri: l’oltraggio più terribile che si potesse fare a un popolo, in tempo di conflitti, era quello di distruggere le sue biblioteche. Giovanni Lindo Ferretti, musicista e autore di poetici testi, insieme al Consorzio Suonatori Indipendenti, a proposito della guerra dei Balcani, scrive nella sua splendida “Cupe Vampe”: “Brucia la biblioteca, i libri scritti e ricopiati a mano, che gli Ebrei Sefarditi portano a Sarajevo in fuga dalla Spagna…brucia la biblioteca degli Slavi del sud, europei del Balcani bruciano i libri, possibili percorsi, le mappe, le memorie, l’aiuto degli altri…”

Le Biblioteche sono la nostra memoria, sono i soli luoghi dove i ragazzi possono incrociare quel passato che può aprire un varco verso il loro futuro. Lasciamo che le biblioteche vivano, invogliamo i giovani a frequentarle, a scoprire il valore dei libri, sia cartacei, che virtuali, facciamo in modo che essi diventino per loro un bisogno primario, il nutrimento prioritario di cui cibarsi sempre, non solo sporadicamente, perché solo attraverso la cultura si evita di annaspare nel profondo oceano delle nostre vite, ma soprattutto di quelle vite ancora acerbe, che cercano l’approdo più solido per proseguire sicuri il loro viaggio.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Lo Zecchino d’Oro il 22 maggio sbarca a Monreale

    Cultura

    Monreale, 26 aprile 2018 – Il 61° Zecchino d’Oro sbarca a Monreale. Nella sede dell’I.C.S. Antonio Veneziano, ..

    Continua a Leggere

  • Sit-in dei forestali a Monreale. L’avviamento si farà nel centro normanno

    Cultura

    Monreale, 26 aprile 2018 - I forestali del comprensorio monrealese potranno procedere all'avviamento a Monreale. Stamattina una delegazione di lavoratori forestali di Pioppo e Monreale è salita al Palazzo di città per essere ricevuta dall’amministrazione comunale. Al Municipio si sono concentrat..

    Continua a Leggere

  • Ascesa e declino di Fancesco Balsano, capo mafia di Monreale per soli 10 giorni

    Cultura

    Monreale, 26 aprile 2018 - Francesco Balsano, nato a Palermo il 23/12/1976, è stato condannato dal Gup Ferdinando Sestito alla pena di 12 anni e 6 mesi di reclusione.


  • La monrealese Dajana Roncione new entry de “La mafia uccide solo d’estate”. Stasera su Rai Uno

    Cultura

    Monreale, 26 aprile 2018 - Stasera su Raiuno andrà in onda la seconda stagione de "La mafia uccide solo d'estate". Fra le new entry della serie televisiva ci sarà la monrealese Dajana Roncione. L'attrice interpreta una cantante sexy che fa perdere la testa all’alter ego di Francesco Scianna..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, ritrovato morto l’anziano scomparso tre giorni fa

    Cultura

    San Cipirello, 25 aprile 2018 - Dopo tre giorni di ricerche è stato ritrovato morto il 76enne scomparso. I carabinieri hanno rivenuto il cadavere di G.D.L. impiccato a un albero nelle campagne di San Cipirello. L'uomo si era allontanato da casa sua per raggiungere Piana degli Albanesi, fare una ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità, per la conclusione dell’anno giubilare del 750° anniversario della dedicazione della Basilica Cattedrale

    Cultura

    Monreale, 25 aprile 2018 - Si terrà domani pomeriggio, alle ore 17,00, la conclusione dell’anno giubilare del 750° anniversario della dedicazione della Basilica Cattedrale di Monreale. Il 25 aprile 1267, primo lunedì dopo l’ottava di pasqua, la cattedrale fu consacrata alla Madonna dal Car..


  • Monreale, dalla periferia alla città: erba alta e incuria

    Cultura

    Monreale, 24 aprile 2018 - Erba non tagliata, erbacce alte fino a un metro e mezzo, vegetazione incolta e degrado diffuso. Questa è la situazione che si presenta sia alle porte di Monreale che nei quartieri del centro storico. Manutenzione dei marciapiedi, delle strade e sfalcio d'erba as..


  • Belmonte Mezzagno. Reintegrati al comune due geometri sospesi in seguito all’operazione Perseo

    Cultura

    Belmonte Mezzagno, 24 aprile 2018 - I giudici del Tar Lazio hanno accolto il ricorso presentato da due geometri del Comune di Belmonte Mezzagno che erano stati rimossi dopo le ispezioni prefettizie su possibili infiltrazioni mafiose degli organi elettivi. Nel 2008, nel corso dell’operazione dei..


  • Autismo, l’acqua può sviluppare la fiducia in sé stessi

    Cultura

    Monreale, 24 aprile 2018 -Nell’aula Sarina Ingrassia, le settimane scorse si sono svolti una serie di incontri tra ..


  • Mafia di San Giuseppe Jato e Monreale. Condanne per oltre 2 secoli di carcere I NOMI e FOTO

    Cultura

    [gallery ids="59992,59993,59994,59995,59996,59997,59999,60000,60001,60002,60003,60004,60005,60006,60007,60008,60009,60010,60011,60012,60013,60014,60015,60016,60017,60018,60019,60020,60021"] Palermo, 24 aprile 2018 - Il giudice Ferdinando Sestito del Tribunale ordinario di Palermo – sezione del Gi..


  • Grisì, un uomo impatta con due autovetture. Arrestato dai Carabinieri

    Cultura

    Grisì, 24 aprile 2018 - Nella serata di lunedì 23 aprile, i militari della Stazione di Grisì (PA) hanno tratto in arresto un uomo, colto in flagranza del reato di danneggiamento aggravato di autovetture. L’uomo, alla guida della propria autovettura, andava ad impattare contro due autove..


  • San Cipirello, 76enne esce per comprare il pane e scompare

    Cultura

    San Cipirello, 24 aprile 2018 - Da domenica 22 aprile non si hanno più notizie del 76enne Giuseppe De Luca. Era uscito di casa, San Cipirello, per raggiungere Piana degli Albanesi. Lì avrebbe dovuto comprare il pane, fare una passeggiata per il paese e passare al circolo ricreativo, ma dell'anzian..


  • Monreale. La donna nel corso dei secoli, attraverso il ritratto di Rosalia Novelli, la Virdimura e Mariannina Coffa

    Cultura

    “La donna e l’intelligenza: una sfida lungo i secoli”. È questo il tema dell’incontro che si terrà sabato 28 aprile, alle ore 17,30, presso la Biblioteca Santa Maria La Nuova (sezione Fondo antico), nel complesso Guglielmo II. L’incontro sarà l’occasione per presentare il libro di Rit..


  • Villa comunale, un pool di esperti volontari per il ripristino dell’area in frana

    Cultura

    Monreale, 24 aprile 2018 - Stamattina si è svolto un sopralluogo tecnico all'interno della Villa comunale di Monreale finalizzato alla sua riapertura integrale. Il Giardino delle delizie monrealese, dal marzo 2011, a seguito del crollo di una porzione di muro della balconata del Belvedere, era stat..


  • Colpo al clan mafioso di Monreale, sequestrati i beni a Vincenzo Madonia

    Cultura

    Palermo, 24 aprile 2018 - La sezione Misure di Prevenzione della Procura di Palermo ha deciso il sequestro di alcuni beni riconducibili a Vincenzo Madonia, uomo d’onore monrealese, ex parrucchiere, arrestato nel 2008 e condannato nell’ambito dell’operazione antimafia Perseo, che bloccò il ten..


  • Monreale, sindaco senza maggioranza solida. Va sotto in consiglio comunale

    Cultura

    Monreale, 24 aprile 2018 - La maggioranza non ha i numeri in consiglio comunale e non riesce ad approvare il regolamento per la gestione della galleria civica. Al momento della votazione una cospicua schiera di consiglieri di minoranza, nel corso della seduta di ieri, ha abbandonato l’aula non con..


  • Partirà con anticipo la campagna antincendio in Sicilia

    Cultura

    Palermo, 23 aprile 2018 - Quest’anno saranno 15 i mezzi aerei a disposizione in Sicilia per fronteggiare gli incendi nella stagione estiva; nove sono messi a disposizione dal Dipartimento nazionale della Protezione civile, quattro dei quali finanziati dalla Regione siciliana in convenzione con for..


  • Furto all’ospedale Cervello, rubati quattro computer per la ricerca (FOTO)

    Cultura

    Palermo, 23 aprile 2018 - Ancora furti all’ospedale Cervello. La scorsa notte sono stati presi di mira dai ladri quattro computer in uffici e laboratori, utili al funzionamento di importanti macchinari per la diagnosi e la ricerca contro le leucemie e i linfomi.&n..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com