Oggi è 26/03/2019

Cultura

Leggere, la più grande esperienza formativa che l’uomo possa realmente vivere

Libro tradizionale o e-book? Il libro digitale mantiene ancora il fascino della narrazione?

Pubblicato il 21 gennaio 2017

Leggere, la più grande esperienza formativa che l’uomo possa realmente vivere

Monreale, 21 gennaio 2017 – Ho sempre percepito i libri come imprescindibili percorsi da intraprendere per cogliere tra le numerose pagine, attraverso quell’esperienza sensoriale che solo il profumo della carta stampata può offrire, qualcosa di noi stessi, qualcosa che ci appartenga davvero, che ci possa rappresentare, che possa fissare per sempre, attraverso l’arte sublime del cesellare la parola, passioni e sentimenti profondamente umani e ampiamente condivisi.

Leggere realizza una fondamentale azione introspettiva, che prendendo l’avvio dal semplice percorrere la trama di un texus, cioè dello specifico tessuto che costituisce una storia, alla fine intreccia i fili di una narrazione apparentemente distante da noi con quelli che, ogni giorno, assemblano e definiscono i frammenti della nostra esistenza. Attraverso la memoria e l’estro degli altri noi non leggiamo semplicemente racconti, ma leggiamo soprattutto noi stessi. La storia, l’opera dello scrittore, rappresenta una sorta di lente d’ingrandimento che egli offre al lettore per permettergli di comprendere ciò che, senza la lettura di quel preciso testo, non avrebbe forse mai avuto modo di vedere in sé stesso.

Non leggere significa, dunque, perdere forse l’occasione più preziosa per l’essere umano, cioè quella di fermarsi a pensare, a riflettere sulla possibilità di servirsi di un tempo indefinito, per coltivare la parte più profonda del suo divenire, del suo esistere in questo mondo, hic et nunc. Essa non è, quindi, solo una buona abitudine, leggere è la più grande esperienza formativa che l’uomo possa realmente vivere.

Condurre i giovanissimi a conoscere, comprendere e amare i libri è un dovere etico imprescindibile per ogni humus sociale che anela ad essere considerato civile, certamente tra le più preziose eredità che possiamo lasciare alle nuove generazioni. In una fase storica, come la nostra, connotata da profonde trasformazioni che hanno snaturato e stravolto prassi tradizionalmente consolidate, l’educazione al bello, la costruzione di un pensiero divergente, la possibilità di differenziarsi, rispetto all’omologazione dilagante, non può non passare attraverso la passione verso la lettura, in qualsiasi modo essa venga coltivata e realizzata, sia attraverso l’usuale modalità del libro, dell’intramontabile carta stampata, sia attraverso le attuali modalità 2.0, quelle più consone e più gradite ai ragazzi.

Nessuna strategia che avvicini i giovanissimi alla lettura deve essere censurata, perché anche lo strumento più apparentemente distante dal libro e dall’innegabile fascino che esso continua a esercitare, può comunque riuscire a coinvolgere e avviare i ragazzi verso l’aspetto metacognitivo dell’esperienza legata alla lettura, che altrimenti, senza questi nuovi supporti, essi non avrebbero interesse a cogliere consapevolmente.

L’aspetto motivazionale diventa fondamentale, la base essenziale dalla quale costruire dimensioni più ampie e formative: pertanto l’e-book, la ricerca su Google, Yuotube, ma anche la possibilità di fruire di quei modernissimi strumenti, come il Kobo, il Kindle, per la lettura virtuale di un testo, diventano mezzi propedeutici per sviluppare l’interesse verso la parola scritta, verso il sapere, verso il fascino della narrazione. Umberto Eco affermava: “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro”… questo è l’esatto messaggio da far comprendere ai nostri ragazzi, attraverso la passione che si coltiva solo ponendo un’attenzione particolare verso la valorizzazione della cultura in senso lato.

Valorizziamo e ampliamo, dunque, le nostre biblioteche, non solo come luogo dove si conservano i libri, ma come sedi preposte allo scambio di esperienze culturali, alla divulgazione di eventi che possano contribuire a formare futuri uomini e future donne consapevoli, cittadini preparati ad affrontare il mondo, forti del loro pensiero autonomo, coscienze libere, volte a operare scelte oculate.

Già ai tempi delle antiche civiltà le biblioteche erano luoghi sacri: l’oltraggio più terribile che si potesse fare a un popolo, in tempo di conflitti, era quello di distruggere le sue biblioteche. Giovanni Lindo Ferretti, musicista e autore di poetici testi, insieme al Consorzio Suonatori Indipendenti, a proposito della guerra dei Balcani, scrive nella sua splendida “Cupe Vampe”: “Brucia la biblioteca, i libri scritti e ricopiati a mano, che gli Ebrei Sefarditi portano a Sarajevo in fuga dalla Spagna…brucia la biblioteca degli Slavi del sud, europei del Balcani bruciano i libri, possibili percorsi, le mappe, le memorie, l’aiuto degli altri…”

Le Biblioteche sono la nostra memoria, sono i soli luoghi dove i ragazzi possono incrociare quel passato che può aprire un varco verso il loro futuro. Lasciamo che le biblioteche vivano, invogliamo i giovani a frequentarle, a scoprire il valore dei libri, sia cartacei, che virtuali, facciamo in modo che essi diventino per loro un bisogno primario, il nutrimento prioritario di cui cibarsi sempre, non solo sporadicamente, perché solo attraverso la cultura si evita di annaspare nel profondo oceano delle nostre vite, ma soprattutto di quelle vite ancora acerbe, che cercano l’approdo più solido per proseguire sicuri il loro viaggio.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Arrestati gli incendiari che diedero fuoco a Piano Geli nel 2017. Macchiarella (Monreale Bene Comune): “Serve caserma dei Vigili del Fuoco a Monreale”

    Cultura

    Monreale, 26 marzo 2019 - Dopo gli arresti di questa mattina, emessi nei confronti di Pietro e Angelo Cannarozzo, colpevoli di furto pluriaggravato, peculato e di aver appiccato gli incendi che nel luglio 2017 hanno quasi distrutto l’area di Piano Geli, il Movimento ..

    Continua a Leggere

  • “Che mi interessa se si bruciano le case? Non è casa mia”. In manette Pietro e Angelo Cannarozzo

    Cultura

    San Martino delle Scale, 26 marzo 2019 - Scattano le manette per Pietro e Angelo Cannarozzo, padre e figlio, colpevoli di aver appiccato l’incendio che nel luglio 2017 ha messo in pericolo l’area di Piano Geli e le abitazioni circostanti. A questo si aggiunge l’a..

    Continua a Leggere

  • Iscrizioni asilo comunale 2019/2020 dal 25 marzo fino al 17 maggio. Modulo nell’articolo

    Cultura

    Monreale, 26 marzo 2019 - Si sono aperte ieri le iscrizioni all'asilo nido comunale relative all'anno 2019/2020, e l'ultimo giorno utile sarà il 17 maggio. È possibile iscrivere i bambini direttamente presso i locali dell'asilo nido Giaccone, via Venero 112, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13..

    Continua a Leggere

  • San Martino delle Scale. Angelo e Pietro Cannarozzo arrestati per incendio e furto

    Cultura

    San Martino delle Scale (Monreale), 26 marzo 2019 - Furto pluriaggravato in continuazione e in concorso, peculato e incendio boschivo. Con questa accusa questa mattina sono state arrestate due persone dai carabinieri di Monreale. Si tratta di padre e figlio, Pietro Cannarozzo, sessantaduenne, pal..

    Continua a Leggere

  • Una passeggiata con … Giuseppe Romanotto. Dal passaggio alla Lega a come rilanciare il paese, “ma mai con Capizzi”

    Cultura

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=C-AH53ImRr8&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 26 marzo 2019 - Prima con il sindaco Di Matteo, poi all’opposizione di Capizzi, quindi il passaggio alla Lega, “ma non per acquisire una nuova verginità”. Giuseppe Romanotto spiega in un’intervista ..

    Continua a Leggere

  • Randagismo. Romanotto (Lega): “Creare un canile e un cimitero per gli animali”

    Cultura

    Monreale, 26 marzo 2019 - “Basta passeggiare per le vie del centro urbano e delle campagne del nostro territorio, per imbattersi in branchi di cani randagi che, purtroppo, trovano a volte l’atroce morte dell’avvelenamento. Quello del randagismo è un tema che sta a cuore alla Lega di Monrea..

    Continua a Leggere

  • Padre Giuseppe Turco festeggia 50 anni di sacerdozio. Una missione iniziata nel ’69 che ancora continua

    Cultura

    Monreale, 25 marzo 2019 - Toccante e partecipata la celebrazione della santa messa, tenutasi oggi nella chiesa dei Padri Agostiniani alla Rocca, in occasione del 50° anniversario di sacerdozio di Padre Giuseppe Turco presso la Parrocchia di Santa Maria La Reale.

    Continua a Leggere

  • Torna l’inverno per 48 ore: pioggia, freddo e vento

    Cultura

    Monreale, 25 marzo 2019 - Volevate la primavera? Ecco invece ritornare, per 48 ore, l'inverno. Le emissioni mattutine dei centri di calcolo confermano le nostre proiezioni. Da martedì sera prevista pioggia, freddo, vento e neve oltre i 1000 metri.

    Continua a Leggere

  • Strapapà e StraPalermo, Salvo Campanella taglia il traguardo insieme al figlio

    Cultura

    Palermo, 25 marzo 2019 - StraPalermo e StraPapà da record, oltre 15 mila "invadono" il centro. Attraversando il grande arco posizionato in via Cavour, i bambini sono partiti mano nella mano con i propri genitori. Tra i partecipanti anche un atleta senior come Ciccio De Trovato, 86 anni. Han..

    Continua a Leggere

  • Valorizzazione del Castellaccio: inserito in una rete di itinerari escursionistici

    Cultura

    Monreale, 25 marzo 2019 - Monreale verrà inserita in una rete di itinerari escursionistici, dove sono presenti i castelli medievali della Sicilia.

    Il sindaco Piero Capizzi, al fine di valorizzare il Castellaccio di Monreale o Castello di San Benedetto, che si erge sul..

    Continua a Leggere

  • Il figlio di Franco Franchi presenta il suo libro a Casa Cultura

    Cultura

    Monreale, 25 marzo 2019 - Previsto per domani, alle ore 10,00, nei locali di Casa Cultura Santa Caterina la presentazi..

    Continua a Leggere

  • Si accascia e viene salvato dal sindaco, ora è fuori pericolo

    Cultura

    Palermo, 25 marzo 2019 - È ufficialmente fuori pericolo il massaggiatore che ieri ha rischiato la vita a causa di un arresto cardiocircolat..

    Continua a Leggere

  • “ICONE. Tradizione/Contemporaneità”. Dal 4 aprile a Monreale la mostra con opere di artisti greci e siciliani

    Cultura

    Monreale, 25 marzo 2019 - Sarà inaugurata giovedì 4 aprile, alle ore 18, la mostra “ICONE. Tradizione/Contemporaneità - Le icone post-bizantine della Sicilia nord-occidentale e la loro interpretazione contemporanea”, che sarà allestita nell’Aula Capitolare di..

    Continua a Leggere

  • Mafia, 10 arresti a Palermo. Colpita la famiglia di San Lorenzo – Tommaso Natale: estorsioni e spaccio

    Cultura

    Palermo, 25 marzo 2019 - Dieci persone sono state arrestate, durante la scorsa notte, nel corso di un’operazione antimafia messa in atto dagli agenti della squadra mobile. Si tratta dell’imprenditore Baldassarre Migliore, Giuseppe Messia, Giovanni Messina, Salvator..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, uomo va in arresto cardiocircolatorio ma il Sindaco interviene e lo salva

    Cultura

    San Cipirello, 25 marzo 2019 - Un uomo ha un infarto ma l'intervento repentino del sindaco, che gli pratica il massaggio cardiaco, gli salva la vita. È accaduto nel corso di una partita di calcio giovanile nel campo sportivo comunale di San Cipirello, in provincia di Palermo. Un uomo, il massaggia..

    Continua a Leggere

  • Dopo più di 10 anni si candida a sindaco di Monreale, “lasciando i partiti alla Rocca”. Intervista a Roberto Gambino (VIDEO)

    Cultura

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=EHfvrUi6SJk&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 25 marzo 2019 - Roberto Gambino, 51 anni, laureato in psicologia, è un dipendente dell’ASP di Palermo, dove si occupa di progettazione e formazione. In passato è stato segretario della s..

    Continua a Leggere

  • Una passeggiata con … Roberto Gambino. Progetto civico, alleanze, tempo pieno nelle scuole, scelta degli assessori. “Ecco perché sono sceso in campo”

    Cultura

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=byAq4QVEnzo&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 24 marzo 2019 - Roberto Gambino si candida a sindaco di Monreale. Nel corso della consueta passeggiata ci spiega le peculiarità del suo progetto civico, nato con l’intento di lasciare i partiti alla Rocca..

    Continua a Leggere

  • Per Arcidiacono l’avversario da battere è Capizzi, il sindaco del dissesto

    Cultura

    Monreale, 24 marzo 2019 - Capizzi è l’avversario da battere, Capizzi è il sindaco del dissesto. È questo il messaggio dato, ripreso, rimodulato in tutti modi, e che è effettivamente passato nel corso dell’apertura della campagna di Alberto Arcidiacono svoltasi ieri pomeriggio presso la Sala ..

    Continua a Leggere

  • Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com