Sassuolo vs Palermo 4-1, adesso serve solo un miracolo per la salvezza

La responsabilità è da attribuire ad un presidente che sta facendo naufragare una squadra allestita male

Palermo, 15 gennaio – Sono state con molta probabilità le ultime ore con il Palermo quelle giocate al Mapei stadium per mister Eugenio Corini che durante le classiche interviste del post gara alla domanda del cronista “Chi glielo ha fatto fare a tornare a Palermo in queste condizioni?” Lui ha risposto “il cuore, ho dato tutto me stesso per provare a riemergere dall’apnea.

La cronaca della gara vede un Palermo che mostra un bel calcio durante primi venti minuti durante i quali va in vantaggio dopo 7 minuti con un bel gol su assist di Nestorosky e la rete di Quaison. La supremazia del Palermo dura poco e il Sassuolo pareggia e raddoppia nel primo tempo. Nella ripresa i tifosi si aspettavano un Palermo aggressivo, che lotta su ogni palla, che cerca di recuperare una partita da rimettere in piedi, Il Palermo invece torna dagli spogliatoi con l’ansia dell’errore dietro l’angolo. Così gli errori difensivi si sono presentati puntuali all’appuntamento e il Sassuolo dilaga con altri due gol nel secondo tempo sfruttando tutte le amnesie e le incertezze di una difesa che fa acqua da tutte le parti.

Corini o qualsiasi allenatore potrebbe fare ben poco. La responsabilità è da attribuire ad un presidente che sta facendo naufragare una squadra allestita male e gestita peggio e la situazione non tende a migliorare. In sede di mercato si assiste a scelte incomprensibili e non c’è nessuna intenzione di trovare un difensore d’esperienza, vedi l’arrivo poi smentito di Cesare Bovo che ha preferito il trasferimento a Pescara per un contratto più conveniente. Si pesca in Scandinavia prendendo un attaccante doppione a quelli già in organico.

Il Palermo necessità di un innesto in difesa e di uno a centro campo come il pane. Tutto questo crea imbarazzo e rabbia da parte di tutto l’ambiente, tifoseria per prima e Zamparini non sembra aver voglia e lucidità per salvare questo Palermo. Diventa imbarazzante continuare a perpetuare ed assistere ad una deriva inarrestabile.

La tifoseria è offesa dal comportamento di una società che, a quanto pare, non mostra più interesse e molti gruppi si stanno organizzando per dare un segnale importante di protesta già domenica prossima nella gara interna contro l’Inter.  Corini non rientrerà a Palermo con la squadra e lunedì avrà un colloquio con il presidente per un chiarimento in merito alla sua permanenza alla guida della squadra. Adesso si parla di un possibile approdo di Nicola Salerno ex DS del Leeds. Ma ci chiediamo, se le finanze latitano per fare cosa e con che spirito? Il mercato chiude a fine gennaio e non ci pare ci sia più tempo da perdere se si vuole salvare il salvabile. Auguri Palermo!

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.