Oggi è 22/07/2019

Politica

Parco eolico di Grisì: Cambiamo monreale: “La Presidenza del consiglio risponde e conferma quanto da noi finora sostenuto”. Pica “Quesito posto in modo errato. Perché i colleghi parlano di oggetto e non di contenuto di ordini del giorno?”

Ultimo atto di una querelle tra i consiglieri Guzzo e Giuliano e la consigliera Pica

Pubblicato il 30 dicembre 2016

Parco eolico di Grisì: Cambiamo monreale: “La Presidenza del consiglio risponde e conferma quanto da noi finora sostenuto”. Pica “Quesito posto in modo errato. Perché i colleghi parlano di oggetto e non di contenuto di ordini del giorno?”

Monreale, 30 dicembre 2016 – Continua il botta e risposta a distanza tra i consiglieri del gruppo Cambiamo Monreale, Giuseppe Guzzo e Antonella Giuliano, e la consigliera schierata tra le fila del Partito Democratico, Rossella Pica. Il dibattito, che sta diventando sempre più aspro, è sempre quello relativo all’ordine del giorno che prevedeva un adeguamento del costo dei loculi cimiteriali e l’istituzione di un apposito capitolo di bilancio per assegnare i fondi derivanti dalle tariffe cimiteriali per la frazione di Grisì (vedi LINK e LINK)

Sulla questione abbiamo richiesto al Presidente del consiglio comunale, Giuseppe Di Verde, di fornirci la documentazione sulla delibera approvata in consiglio comunale, che alleghiamo integralmente. Lo stesso Presidente si è espresso in seguito ad una richiesta ufficiale di Cambiamo Monreale. “Presso l’ufficio di presidenza – si legge nella nota – non esistono ordini del giorno, interrogazioni o interpellanze che abbiano per oggetto la destinazione dei proventi del parco eolico a firma della consigliera Pica”.

Da una attenta lettura della delibera si evince come sia stata apportata una correzione ad una prima stesura dell’odg presentato dalla Pica, che riportava l’istituzione di un apposito capitolo di bilancio per assegnare i “fondi derivanti dal parco eolico” alla frazione di Grisì, poi modificato in “fondi derivanti dalle tariffe cimiteriali”. Ed è probabilmente a causa di questa correzione, e dal suo significato, che ha avuto origine la lunga querelle tra i consiglieri.

Abbiamo chiesto quindi alle parti, alla luce dei documenti prodotti dalla Presidenza del consiglio, una dichiarazione, sperando così di divenire ad un definitivo chiarimento.

I consiglieri Giuliano e Guzzo

“Non volendoci prestare nuovamente ad una polemica sterile – affermano i consiglieri Guzzo e Giuliano – che ormai ha superato i limiti del ridicolo, ma mossi dal decoro che dovrebbe contrassegnare le condotte proprie di un consigliere comunale nel difendere sempre le proprie tesi nel modo più consono, non intendiamo aggiungere null’altro rispetto a quanto da noi affermato e che oggi viene certificato dalla presidenza del consiglio che va a confermare proprio quanto da noi finora sostenuto”.

Secondo Guzzo e Giuliano le somme che devono essere destinate alla frazione sono quelle derivanti dalle tariffe cimiteriali così come si evince dalla delibera del Consiglio comunale n°82 del 25 novembre 2016.

“Come nostra consuetudine – continuano – lasciamo agli altri le chiacchiere vuote e ancora una volta ci basiamo su atti ufficiali ed incontrovertibili che vanno a dirimere la questione una volta per tutte.

Un solo monito alla collega, la prossima volta cerchi di allegare alle sue dichiarazioni documenti attinenti all’oggetto trattato, non ordini del giorno che nulla hanno a che fare con l’argomento del contendere”.

“Riteniamo aberrante – sottolineano – l’abitudine, ormai consolidata nella Pica, di cercare di intimidire chi osa muoverle delle critiche con la minaccia di un’azione legale. Se tutti ragionassimo secondo i suoi parametri, e cioè minacciare di querela ogni qualvolta ci venga mosso un attacco politico (perché ricordiamo che i nostri sono sempre stati attacchi puramente politici mai inficianti la sua sfera personale) forse dovremmo essere proprio noi a valutare un’azione legale nei suoi confronti e di sicuro così facendo contribuiremo a mettere una pietra tombale alla libera manifestazione di pensiero che è alla base di ogni libero confronto politico e democratico”.

“Di certo – concludono i due consiglieri di Cambiamo Monreale – non possiamo impedire alla consigliera di portare avanti tutte le azioni che riterrà opportune, ma altrettanto certamente tali minacce non ci spaventano né ci indurranno ad indietreggiare di un solo passo e, di certo, non ci impediranno, se del caso, di porre in essere tutte le contro azioni che la legge ci mette a disposizione per tutelare le nostre persone e, cosa ancor più importante, la fede pubblica”.

La consigliera Rossella Pica

La Consigliera Rossella Pica (PD) si è così espressa: “Su questa vicenda mi viene in mente una massima: “la bugia e l’inganno hanno una data di scadenza e tutto alla fine si scopre. Nel frattempo, la fiducia muore, per sempre”. E così mi chiedo: ”Perché i colleghi parlano di oggetto e non di contenuto di ordini del giorno? E se avessero chiesto alla presidenza se esistono OdG, a firma della scrivente, trattanti la questione dei fondi del parco eolico, allora, la presidenza avrebbe mai potuto omettere che nella delibera n. 82/2016 del c.c. è allegato il mio OdG che ha per argomento le tariffe cimiteriali e i fondi del parco eolico?

E’ allora ovvio che i colleghi hanno formulato un quesito, alla presidenza, per ottenere la risposta a loro utile! E presto la verità non voluta verrà ufficialmente a galla!

Riguardo alle continue liti e provocazioni, non soltanto verso la sottoscritta – ricordo ad esempio un comunicato dove davano a un politico della “iena che cerca di spartirsi una carcassa con gli sciacalli”- consiglio di valutare l’opportunità di arruolarsi nell’esercito, dove potrebbero anche candidarsi negli organi politico-sindacali e allo stesso tempo fare le loro guerre gratuite, senza andare mai fuori tema. La carriera sarebbe assicurata”.

Ricevi tutte le news

Franco

Scusate la mia ignoranza. Ma qual’è la differenza tra oggetto e contenuto. C’è i muoriri!

30 dicembre 2016 | 14:07 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Politica

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..

    Continua a Leggere

  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Politica

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..

    Continua a Leggere

  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Politica

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..

    Continua a Leggere

  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Politica

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..

    Continua a Leggere

  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Politica

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..

    Continua a Leggere

  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Politica

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..

    Continua a Leggere

  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Politica

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..

    Continua a Leggere

  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Politica

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di

    Continua a Leggere

  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Politica

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..

    Continua a Leggere

  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Politica

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..

    Continua a Leggere

  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Politica

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..

    Continua a Leggere

  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Politica

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..

    Continua a Leggere

  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Politica

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..

    Continua a Leggere

  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    Politica

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..

    Continua a Leggere

  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    Politica

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..

    Continua a Leggere

  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    Politica

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..

    Continua a Leggere

  • Tragedia a San Vito, muore il monrealese Giuseppe Morello

    Politica

    Il 20enne Giuseppe Morello, residente a Monreale, ha perso la vita cadendo dalla scogliera Bue Marino, a Macari. Giuseppe si trovava insieme ad amici quando è caduto sbattendo la testa sugli scogli.

    Sono ancora da determinare le dinamiche che, nella notte scorsa, hanno por..


  • Volti invecchiati e pieni di rughe. Spopola FaceApp ma dietro c’è la Russia

    Politica

    Volti invecchiati, pieni di rughe e chiome rigorosamente bianche. In questi giorni la news feed di Facebook è stata inondata di volti con 20-40 anni in più. Spopola FaceApp tra decine di vip e milioni di persone comuni.  L'applicazione trasforma il vo..

    Continua a Leggere