Oggi è 16/02/2019

Politica

Il Governo Gentiloni e la validità del voto popolare

Promossi i sostenitori del SI sconfitto alle urne, con il rischio di ingenerare la convinzione che sia inutile andare a votare

Pubblicato il 16 dicembre 2016

Il Governo Gentiloni e la validità del voto popolare

Monreale, 16 dicembre 2016 – Si è risolta in tempi brevissimi la crisi di governo apertasi all’indomani del Referendum Costituzionale che ha visto la schiacciante vittoria del NO, che ha avuto il 59,11% dei voti, contro il 40,89% dei SI. Il Premier Renzi ha visto congelate le sue dimissioni fino all’approvazione lampo della legge di stabilità, avvenuta in via definitiva al Senato 48 ore dopo, mercoledì 7 dicembre 2016. Altrettanto veloce è stata la risoluzione della crisi, consultazioni lampo del Capo dello Stato in due giorni e poi domenica 11 l’incarico a Paolo Gentiloni, che con altrettanta rapidità, ha consultato le forze politiche, due delle quali, movimento 5 Stelle e Lega Nord, non sono volute andare dal Presidente incaricato che, il giorno successivo, lunedì 12, ha presentato al Capo dello Stato la lista dei Ministri, che contestualmente hanno girato. Martedì 13 il nuovo Governo si è presentato alla Camera, ottenendone la fiducia, ed infine mercoledì 14, dopo un veloce dibattito, il Senato ha concesso la fiducia con 169 si e 99 no.

Fin qui la cronaca. Si impongono tuttavia, alcune considerazioni, innanzitutto sulla tempistica. Il dibattito nei due rami del Parlamento è durato appena due giorni, e ciò sembra dare chiaramente ragione ai sostenitori del NO al Referendum Costituzionale del 4 dicembre scorso in quanto, quando c’è la volontà Politica, i tempi possono essere rapidissimi ed il Bicameralismo Paritario, voluto dai Padri Costituente nel 47/48, non è di ostacolo a tale rapidità.

In secondo luogo si impongono delle considerazioni più strettamente politiche. La maggioranza formata da PD area popolare costituita da NEP e centristi per l’Italia di Pier Ferdinando Casini e da altri gruppi minori, giustifica la formazione di questo Governo con il rifiuto delle forze di opposizione della proposta PD di dare vita ad un governo di tutti. Queste ultime motivano la loro posizione con il fatto che bisogna andare subito a votare le elezioni politiche generali, perché la vittoria del NO al Referendum Costituzionale, è una sfiducia clamorosa nei confronti del Governo, che si era impegnato a sostegno del Si in maniera massiccia, con il forte impegno personale del Premier e con una mobilitazione di tutti i ministri. Un discorso a parte merita la posizione congiunta di Scelta Civica, fondata dall’ex Premier Monti che però ne ha lasciato quasi subito la guida dopo le elezioni del 2013, e del gruppo Ala fondato dall’ex forzista Denis Verdini. Questi due movimenti politici rivendicano la partecipazione a pieno titolo con propri ministri alla compagine governativa, in cambio del loro reale sostegno al governo Renzi ed alle riforme da esso varate, prima di tutte quella costituzionale. Non avendo ottenuto ciò, hanno deciso di passare all’opposizione e durante la votazione sulla fiducia hanno lasciato l’aula, sia alla Camera sia al Senato.

A parte il cambio di Premier, l’uscita di qualche ministro e lo spostamento di qualche altro, il nuovo governo presenta una composizione molto vicina a quella del precedente esecutivo.

In particolare lascia parecchio perplessi la conferma di Maria Elena Boschi coautrice della riforma costituzionale bocciata dal corpo elettorale, che dietro un apparente declassamento da ministro a sottosegretario, in realtà ha avuto assegnato l’incarico importantissimo di sottosegretaria alla presidenza del consiglio, cioè è diventata una sorte di vice-premier ombra.

Non dissimile è il discorso che riguarda Luca Lotti ed Anna Finocchiaro. Il primo, stretto collaboratore dell’ex premier Renzi e strenuo sostenitore del si al referendum, è stato promosso da sottosegretario alla presidenza del consiglio a ministro dello sport, ministero tra l’altro di nuovo conio. La senatrice Finocchiaro era stata relatrice in commissione affari costituzionali del Senato della riforma costituzionale respinta dai cittadini il 4 dicembre scorso, nel governo Gentiloni è diventata ministro per i rapporti con il parlamento.

Queste scelte appena riferite, oltre ad apparire chiaramente in contrasto con le decisioni prese dalla maggioranza degli elettori nel recente referendum, rischiano di ingenerare nei cittadini la pericolosa convinzione che qualunque cosa decidano nelle urne, alla fine i politici fanno quello che vogliono, anche in opposizione alla volontà popolare chiaramente espressa. Questa convinzione può spingere taluni addirittura a non andare a votare, tanto, pensano spero erroneamente, il voto non serve a nulla.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Lo Biondo rifiuta l’offerta di Gambino e rilancia: “Roberto, una persona perbene e capace, da noi ha le porte aperte”

    Politica

    Monreale, 16 febbraio 2019 - “Ringrazio per l'ennesimo invito ma andiamo #OLTRE.  Ritengo che un invito pubblico, dopo una risposta chiara ricevuta a microfoni spenti, rischi (volutamente?) di creare caos ulteriore”. Massimiliano Lo Biondo co..

    Continua a Leggere

  • “INSIEME SI CRESCE CON IL PIZZINO DELLO SCONTO”. Nasce a Monreale una nuova iniziativa imprenditoriale

    Politica

    Monreale, 16 febbraio 2019 - "INSIEME SI CRESCE CON IL PIZZINO DELLO SCONTO”. È questo lo slogan di una nuova iniziativa ideata da Ester Cuccia, imprenditore monrealese del settore pubblicitario. E nel periodo in cui il digitale ha preso il sopravvento sul cartaceo, Cuccia ha pensato bene di r..

    Continua a Leggere

  • “La scuola siciliana oggi”, gli studenti dei Licei D’Aleo e Basile incontrano Lagalla

    Politica

    Monreale, 16 febbraio 2019 - Il prossimo 19 febbraio gli studenti dell’istituto Superiore “E. Basile-M- D’Aleo” riceveranno la visita dell’Assessore alla Pubblica istruzione, Roberto Lagalla. L’evento avrà luogo presso l’Aula Magna della sede di Via Biagio Giordano e sarà anche l’o..

    Continua a Leggere

  • Palermo – Brescia: 1 – 1. Un anticipo di serie A

    Politica

    Stadio Renzo Barbera (Palermo), 16 febbraio 2019 - Lo stadio Renzo Barbera torna ad essere il 12° uomo in campo. Si é registrato il record  stagionale anche di tutto il campionato cadetto. I tifosi presenti sono stati 22.329. Una cornice importante per una gara che ha rise..

    Continua a Leggere

  • Istituito punto di raccolta rifiuti nella villetta di Aquino, iniziativa spontanea di “alcuni” residenti

    Politica

    Monreale, 16 febbraio 2019 - La villetta di Aquino fa ancora parlare di sé, e anche questa volta nessun premio morale per gli ..

    Continua a Leggere

  • “Popolari per Monreale”. Ecco i primi nomi della lista che sosterrà Piero Capizzi

    Politica

    Monreale, 16 febbraio 2019 - "Popolari per Monreale" è il nome di una delle liste elettorali che sosterranno alle prossime consultazioni la candidatura del sindaco uscente, Piero Capizzi. Ieri è stato ufficializzato il nome della lista e presentato il logo, elaborato da Ester Cuccia. La composizio..

    Continua a Leggere

  • Domani screening mammografico gratuito a Palermo, Corleone e Petralia Sottana

    Politica

    Monreale, 16 febbraio 2019 - Screening mammografico gratuito domani negli ospedali aderenti. L'Asp di Palermo ha deciso l'apertura domenicale per i Centri in cui è possibile effettuare l'indagine. La prevenzione è importante e questa iniziativa darà la possibilità di effettuare i control..

    Continua a Leggere

  • Roberto Gambino: “Sarò il candidato sindaco”. E conferma: “Se andiamo al ballottaggio vinceremo”

    Politica

    [gallery ids="92343,92342,92341,92340,92339,92338,92337,92332,92331,92330,92328,92327,92326"] Monreale, 15 febbraio 2019 - “Sarò il candidato sindaco”. Questo pomeriggio, all’interno di un’affollata aula consiliare, Roberto Gambino ha sciolto la riserva, visibilmente emo..

    Continua a Leggere

  • Operaio muore schiacciato, tragedia a San Cipirello

    Politica

    San Cipirello, 15 febbraio 2019 - È la terza in pochi giorni, ancora una

    Continua a Leggere

  • Incidente in via Pietro Novelli. Un malore improvviso gli fa perdere il controllo dell’auto

    Politica

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Un malore, probabilmente un capogiro, lo ha colpito all’improvviso mentre era alla guida della sua auto insieme alla moglie. L'uomo di 62 anni, ha perso il controllo della Fiat Punto su cui viaggiava finendo fuori strada. La vettura è finita contro un tubo del metano ..

    Continua a Leggere

  • Ars, approvata la finanziaria. Salvata Riscossione Sicilia e i precari dei comuni in dissesto passano a Resais

    Politica

    Palermo, 15 febbraio 2019 - La finanziaria regionale è stata approvata nella notte. Come già accaduto molte altre volte in precedenza, l'esame del documento finanziario si è protratto fino a tarda ora e il voto finale è arrivato dopo le sette di mattina, con 44 voti a favore e 28 contrari. D..

    Continua a Leggere

  • Roberto Gambino candidato sindaco? Oggi scioglierà la riserva. La squadra sarà quasi tutta presente

    Politica

    Monreale, 15 febbraio 2019 - C’è molto interesse intorno all’incontro che si terrà questo pomeriggio in aula consiliare, nel corso del quale Roberto Gambino scioglierà la riserva in merito alla sua decisione di accettare l’invito a candidarsi a sindaco di Monreale. Una riserva mantenuta fin..

    Continua a Leggere

  • Chi è Salvatore Milano, già arrestato nel 2008 nell’operazione Perseo. Al maxiprocesso, Buscetta e Contorno lo indicavano quale socio occulto del marchio “Bagagli”

    Politica

    Palermo, 15 febbraio 2019 - È scattata questa mattina la confisca di svariati beni appartenuti a Salvatore Milano e Filippo Giardina, nei confronti dei quali il Tribunale ha anche disposto la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in città, per 4 anni per il ..

    Continua a Leggere

  • Abbandono rifiuti e scarti edili, Lo Biondo (#OLTRE): “La mia proposta per prevenire il degrado del territorio”

    Politica

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Ancora una proposta amministrativa arriva da Massimiliano Lo Biondo, candidato a sindaco alle prossime consultazioni del 28 aprile con la lista #OLTRE. Stavolta l’obiettivo è il contrasto all’abbandono selvaggio di rifiuti e scarti edili. “Necessario prevenire ..

    Continua a Leggere

  • Confiscati i 3 punti vendita Bagagli di Palermo e beni per 8 milioni di euro. Secondo la Procura sono riconducibili a Cosa Nostra

    Politica

    Palermo, 15 febbraio 2019 - L a Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito questa mattina un decreto di confisca, emesso dal Tribunale di Palermo, nei confronti di Salvatore Milano, 66 anni, e Filippo Giardina, 66 anni. Le indagini su Milano e Giardina ebbero inizio..

    Continua a Leggere

  • Fondi a favore degli inquilini morosi incolpevoli. Ecco come accedere

    Politica

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Scade il 31 dicembre 2019 il bando per accedere al “Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli”. Il contributo riservato a favore del Comune di Monreale è destinato a sostenere i conduttori morosi al fine di prevenire gli sfratti. La somma sarà erogata in mo..

    Continua a Leggere

  • Scenari post-apocalittici in via Pio La Torre: topi, cani randagi, spazzatura e televisori rotti (FOTO)

    Politica

    [gallery ids="92216,92217,92218,92219,92220,92221"]

    Monreale, 14 febbraio 2019 - È capitato spesso, purtroppo, di parlare di rifiuti abbandonati, sporcizia e degrado, ma il caso di via Pio La Torre è uno dei più vergognosi. L’argomento è già stato trattato in a..

    Continua a Leggere

  • Branco di cani aggredisce due passanti in poche ore. È emergenza randagismo a Monreale

    Politica

    Monreale, 14 febbraio 2019 -Continua l’emergenza randagismo. Due nuovi episodi di aggressione, nel giro di poche ore, ai danni di due persone, si sono verificati a Monreale, nello specifico in via linea Ferrata nei pressi della galleria dove i cani stazionano da tempo. U..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com