Oggi è 17/01/2018

Politica

L’INTERVISTA. Ganci: “I vertici regionali e provinciali del PD hanno fallito, presentino le dimissioni”

L’ex segretario del PD: A Monreale partito nel caos, riserva di caccia dei potenti di turno. Opposizione interna “bizantina”

Pubblicato il 10 dicembre 2016

L’INTERVISTA. Ganci: “I vertici regionali e provinciali del PD hanno fallito, presentino le dimissioni”

Monreale, 10 dicembre 2016 – “Ritengo, dopo la sonora sconfitta di domenica, che i vertici regionali e provinciali del partito debbano seguire l’esempio di Renzi e presentare le proprie dimissioni. Forse non sono più legittimati a nominare un commissario o ad indire un congresso del partito. Da sondaggi interni al partito, in Sicilia il PD è al 14%, e con questa dirigenza potrebbe arrivare all’8%”.

L’avv. Fabio Ganci è stato segretario della sezione monrealese del PD a cavallo degli anni 2012 e 2013, fino a quando il congresso ha decretato la nomina a segretario di Toti Zuccaro. Ganci ha più volte denunciato pubblicamente l’assenza del partito a Monreale, da quando, il 14 settembre 2016, Zuccaro ha rassegnato le dimissioni da segretario. Da allora nessuna riunione, nessun incontro di partito né una mobilitazione ufficiale in occasione del referendum per la riforma costituzionale.

D: Lei denuncia l’assenza del partito, ma la giunta, con 3 assessori del PD su 6, continua comunque a lavorare. Siamo sicuri che ci sia l’esigenza di avere un partito organizzato a Monreale?

R: Il partito è essenziale, non si identifica solamente con gli assessori e i consiglieri, che hanno il compito di rappresentare le istanze degli iscritti nelle sedi istituzionali. A Monreale, alle dimissioni di Zuccaro, non sono seguite quelle azioni previste dallo statuto, come la nomina di un commissario, che avrebbero traghettato il partito al congresso. Di fatto a Monreale manca il PD. E le responsabilità sono imputabili ai soli organi di controllo, che nella vita del partito sono deputati a prendere in mano la situazione”.

D: Perché questi passaggi a Monreale non sono avvenuti?

R: Perché faceva comodo a qualcuno che a Monreale si rimanesse in una situazione di caos. A Monreale non deve crescere nulla. E, con più di 31.000 elettori, la città viene trattata alla stregua di una riserva di caccia dai potenti di turno che, in questo stato di caos, si avvalgono sul territorio dei loro ras di voti. Così il partito non cresce, non vi trovano adeguato spazio i giovani che, a differenza di chi li ha definiti sciocchi, sono stati determinanti per il risultato referendario.

D: In seguito alla nascita del Capizzi 2 e del comunicato giunto dai vertici regionali del partito, che dichiaravano come il PD fosse passato all’opposizione, si è certificato lo scisma in consiglio. Qual è la situazione oggi?

R: Se ci fosse stato uno scisma, il PD all’opposizione avrebbe dovuto presentare una mozione di sfiducia nei confronti di Capizzi. Invece non c’è stata. Questo perché assistiamo ad una opposizione bizantina, non perché in contrasto con la gestione dell’amministrazione Capizzi, ma perché dal sindaco non si è ottenuto qualcosa. Si va all’opposizione solo perché Raciti, Miceli e Rubino fanno tre nomi che non vengono accettati dal sindaco. E all’opposizione vanno consiglieri ed ex assessori che votano contro il conto consuntivo che era stato determinato dalle stesse loro iniziative. Quindi non si tratta di una opposizione all’amministrazione ma della ricerca di qualcos’altro.

D: Si è giunti a questa impasse dopo le dimissioni di Zuccaro. Come ne valuta la gestione della segreteria?

R: Alle ultime amministrative il partito ha ottenuto più di 4.500 voti, un risultato straordinario.

Zuccaro è stato un segretario bravissimo a condurre la campagna elettorale, a partire dalla composizione della lista. In seguito ha dovuto confrontarsi con quelle problematicità fisiologiche in un partito vincente, dove tutti pretendono di avere un ruolo di primo piano. Ha dovuto affrontare fin dal principio tensioni, fibrillazioni, ma che nascevano al di fuori dei tavoli istituzionali e che non approdavano al direttivo, critiche non rivolte nei confronti della segreteria o degli assessori. C’era dell’altro. Come detto Monreale non deve essere più una riserva di caccia, ed ogni consigliere, assessore o segretario deve svolgere il ruolo nell’interesse della città e del partito e non delle fazioni legate ai parlamentari.

D: Il voto referendario ha avuto ripercussioni a livello nazionale, con le dimissioni di Renzi, a livello regionale, con lo stop alle ambizioni di Faraone a candidarsi alla Presidenza della Regione. Vi saranno conseguenze sugli uomini del PD a Monreale?

R: Abbiamo assistito ad una personalizzazione della campagna referendaria, sia con Renzi ma anche con Faraone e con gli uomini a lui vicini, che dichiaravano che se avesse vinto il si avrebbero vinto loro, mentre se avesse vinto il no avrebbe perso il partito. A livello locale c’è stata una chiara risposta, nonostante si pensasse che i seguaci di Faraone avrebbero portato a Monreale il si al 50, 60%. E’ stata una risposta dei cittadini contro la riforma costituzionale, a dimostrazione che per delle giuste cause le persone vanno a votare e si informano, votando con la testa. Ma anche con il cuore. Penso che per un 10% avrà influito l’arroganza di coloro che già si consideravano inseriti nei gabinetti della Regione o pronti a candidature al Parlamento, regionale o nazionale.

Le ambizioni politiche sono lecite, ma dovrebbero essere coltivate e nutrite per i propri meriti e non per l’appartenenza a correnti, un’appartenenza che elargisce benefici. C’è chi fa politica per passione e chi per campare. Ci sono persone che hanno incarichi negli uffici di gabinetto della Regione, su nomina diretta del parlamentare o dell’assessore, o per appartenenza ad una corrente politica. E senza assumersi alcuna responsabilità ricevono 80.000 € l’anno. Solo perché servi di quel politico. E’ la morte della politica e del partito.

D: E’ ipotizzabile una sua candidatura alla segreteria del partito?

R: Ho fatto la mia esperienza che si è conclusa con le primarie del partito. Non è questo il momento di fare nomi. Se qualcuno dovesse chiedermi di candidarmi, ma non penso che si verificherà, potrei pensarci, sono un servitore. Ma in questo momento non servono persone di 45 anni o che fanno politica da 20 anni per assumere le redini del partito. Servono giovani, liberi dalle correnti, lontani da lotte tra fazioni. La risposta al Movimento 5 Stelle non si fa demonizzando gli avversari, ma attraverso un bagno di umiltà e tornando alle origini che hanno reso il PC e i DS un baluardo di legalità in Sicilia e in Italia.

A Monreale ci dovrebbero essere 245 tesserati. Il tesseramento 2015/2016 ha portato 245 persone a chiedere la tessera del PD, ma il tesseramento è stato congelato. Gli elenchi non sono stati trasmessi dagli organi di Palermo a Roma. 245 fantasmi, che hanno chiesto e pagato la tessera, ma che dal dicembre 2015 a oggi non risultano. Questo è lo stato del PD a Monreale.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, il Prof. Roberto Amato il nuovo consulente per l’Ambiente e Lavori Pubblici

    Politica

    Monreale, 16 Gennaio 2018 -Il Prof. Roberto Maria Amato è il nuovo consulente per l’Ambiente e Lavori Pubblici del Comune di Monreale, funzionario della Regione Siciliana con alle spalle una lunga esperienza lavorativa all'interno dell'ente. Nella Sala Rossa di città, alla presenza del sindaco P..

    Continua a Leggere

  • 750° anniversario dedicazione Cattedrale Monreale: il 27 gennaio una Giornata di Studi

    Politica

    Monreale, 16 Gennaio 2018 - In occasione del 750° anniversario della Dedicazione della Basilica Cattedrale di Monreale, sabato 27 gennaio si terrà una Giornata di Studi presso il palazzo Arcivescovile della cittadina normanna. All'incontro formativo prenderà parte l’a..

    Continua a Leggere

  • Istituto Guglielmo II, aperte le iscrizioni per l’anno scolastico 2018-2019

    Politica

    Monreale, 16 Gennaio 2018 - Prendono il via oggi le iscrizione per l'anno scolastico 2018-2019 nell'istituto comprensivo "Guglielmo II". Durante il periodo delle iscrizioni, che si conclude il 6 febbraio, sarà possibile visitare la struttura e chiedere chiarimenti ai docenti.  ..

    Continua a Leggere

  • Partinico, incidente mortale sulla SS 113. Perde la vita una donna di 95 anni

    Politica

    Partinico, 16 gennaio 2018 - Un'anziana di 95 anni è morta questa mattina in seguito ad un incidente stradale che si è verificato sulla SS113 nei pressi di Partinico.  Una Fiat Brava guidata da Filippo Bologna, 65 anni, uomo conosciuto del posto e che in passato è anche stato sindaco..

    Continua a Leggere

  • Monreale. «No bomba ecologica nella discarica di Zabìa». Capizzi: «Lo confermano le analisi»

    Politica

    Monreale, 16 gennaio 2018 - «Le analisi e i rapporti di prova effettuati dall’ARPA Sicilia lo hanno pienamente confermato e certificato: l’ex discarica comunale sita in contrada Zabìa non contiene affatto rifiuti pericolosi e non è stata riscontrata nella zona alcuna presenza di materiali o s..

    Continua a Leggere

  • Caos-rifiuti, Musumeci incontra 50 sindaci. Capizzi: «Monreale porta meno rifiuti in discarica»

    Politica

    Monreale, 15 gennaio 2018 - Oggi a Palazzo D'Orleans erano presenti quasi tutti i 50 sindaci dei comuni che trasportano i rifiuti in provincia di Catania. Si va verso un'autorizzazione in deroga a tutte le leggi per consentire alla sesta vasca di Bellolampo, la discarica di Palermo, di ricevere rifi..

    Continua a Leggere

  • Terremoto del Belìce: “Monreale non esiste più, è stata distrutta”. Le testimonianze dei monrealesi

    Politica

    Monreale, 15 gennaio 2018 - "Monreale non esiste più, Monreale è stata distrutta". Era questa la notizia che si diffuse a Palermo in quel lontano 1968, quando nella notte fra il 14 e il 15 Gennaio avvenne uno dei più gravi terremoti italiani del Secondo dopoguerra che interessò la valle del Beli..

    Continua a Leggere

  • Ryanair rivoluziona le regole per il bagaglio a mano

    Politica

    Scatta la rivoluzione dei bagagli a mano su Ryanair, si chiude l’era del doppio bagaglio a mano: una volta all’imbarco il più ingombrante dovrà essere lasciato agli addetti per essere caricato in stiva senza costi aggiuntivi. Siamo lieti di lanciar..

    Continua a Leggere

  • Al via l’Open week nella scuola Morvillo: organizzati laboratori, mostre e attività didattiche

    Politica

    Monreale, 15 Gennaio 2018 - Si è aperto oggi e si concluderà venerdì 19 Gennaio l’open week che, come ormai da t..

    Continua a Leggere

  • Una cena per 700 poveri del centro di Biagio Conte. Tra gli chef il monrealese Nicola Venturella

    Politica

    Palermo, 15 gennail 2018 - Una cena la Missione Speranza e Carità di Biagio Conte. A organizzarla è lo chef e pasticcere di Partinico Massimo Giambelluca che ha chiamato a ..

    Continua a Leggere

  • «Cacciatori di storie bellissime». A Monreale i Percorsi Virtuosi di So.Svi.Le. e Maghweb

    Politica

    Monreale, 15 gennaio 2018 - All’interno di Villa Savoia le testimonianze di chi ha puntato sulla bellezza, molto spesso nascosta, del territorio siciliano. Dai Sicani, fino alla Via Francigena che collega Palermo ad Agrigento, la Sicilia può offrire ancora innumerevoli spunti per convincere i rag..

    Continua a Leggere

  • Monreale a sostegno di Biagio Conte. Padre Elisée incontra il frate laico

    Politica

    Palermo, 15 gennaio 2018 - Tanta è ancora la gente che vive per strada che non ha un tetto, un lavoro, una dignità e sopravvive ai margini della società. Sono gli invisibili, non solo clochard,  costretti a dormire nelle auto o per le vie di Palermo sono anche le famiglie sfrattate, i padri ..

    Continua a Leggere

  • Terremoto del Belice, il racconto di Biagio Cigno: «A Camporeale c’era un silenzio surreale».

    Politica

    Monreale, 15 gennaio 2018 - Nella memoria di un diciottenne, dopo cinquantanni, le date magari non si ricordano ma sensazioni, umori, odori, suoni, a volte a fronte di avvenimenti epocali, restano impressi come fossero accaduti ieri. A quel tempo abitavo a Palermo e di notte fui svegliato dalla..

    Continua a Leggere

  • Monrealexit. La giunta jatina attiva per il riordino: «Serve fronte comune»

    Politica

    San Giuseppe Jato, 15 gennaio 2017 - I monrealesi che vogliono diventare cittadini di San Giuseppe Jato sono circa 160, tutti residenti nelle borgate di Ginestra, Dammusi, Signora e Bommarito. Pagano le tasse alla città normanna ma usufruiscono dei servizi della città a Valle dello Jato


  • Romanotto (Credici Monreale): “Debiti azzerati? Solo a dicembre deliberato ricorso a Fondo di Riserva per 50.000 €”

    Politica

    Monreale, 15 gennaio 2018 - Azzeramento dei debiti del comune. Un’operazione di risanamento dei conti dell’ente portata come fiore all’occhiello della sua gestione amministrativa dal sindaco di Monreale, Piero Capizzi, e da lui sbandierato in tutti i consessi ..


  • Discipline in lingua straniera, laboratori, buone prassi innovative. É l’Open Day del Pietro Novelli

    Politica

    Monreale, 14 gennaio 2018 - Anche quest'anno la D.D. "P. Novelli" apre le sue porte alle famiglie, ai bambini, al territorio per far conoscere i dettagli della sua organizzazione didattica: attività laboratoriali curriculari, buone prassi innovative, sperimentazioni inclusive.


  • Monreale. Sfratto al Circolo Italia. Burgio: “Posizione del Sindaco denigratoria e offensiva”

    Politica

    Monreale, 14 gennaio 2018 - Claudio Burgio è il commissario pro tempore dell’associazione culturale “Circolo Italia”, che ha ricevuto dal comune l’ordinanza di sfratto dai locali di Piazza Vittorio Emanuele 2,4 e 6. Al circolo culturale viene richiesto anche il pagamento di €24.734,35 pi..


  • Quadrante: “Il PD responsabile, abbiamo consentito l’approvazione del “Salva Napoli”. Gestione del Sindaco approssimativa”

    Politica

    Monreale, 14 gennaio 2018 - Sull'adesione alla procedura di salvataggio dal dissesto finanziario (cosiddetto "Salva Napoli") da parte del comune di Monreale, portata in aula venerdì scorso, il PD si è astenuto, con la sola eccezione del consigliere Ignazio Davì che, divergendo dalla posizione del..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
    Acquapark Monreale