Oggi è 27/01/2020

Scuola

Alla D.D. “P. Novelli” una sperimentazione coraggiosa per garantire l’inclusione

Quando l’autonomia organizzativa è funzionale al successo formativo

Pubblicato il 3 dicembre 2016

Alla D.D. “P. Novelli” una sperimentazione coraggiosa per garantire l’inclusione

Monreale, 3 dicembre 2016 – L’insegnante di sostegno, secondo un retaggio duro a morire, è considerato, ancora oggi, troppo frequentemente, il docente ad personam per eccellenza, colui che viene catalogato, nell’immaginario collettivo, attraverso una sorta di identificazione ibrida a metà tra l’insegnante e il badante…in pratica quello che si sente spesso suggerire dal collega curriculare, con aria di superiore sufficienza: “Pensaci tu con lui”, quello che al massimo dà un contributo concreto alla vita dell’intero gruppo-classe, quando viene coinvolto in attività utili e propedeutiche al lavoro progettato dal collega, ad esempio il classico aiuto per ritagliare sagome di cartelloni didattici o per dare una mano, sempre rigorosamente subalterna, alla preparazione di recite et similia. L’insegnante di sostegno è per una buona percentuale di alunni, colleghi e genitori, il docente per la di-sabilità, la cui bis-abilità reale non viene quasi mai contemplata.

Una realtà decisamente triste e riduttiva, che riguarda ancora troppi insegnanti, in barba a quello che dovrebbe essere e rappresentare l’autentico principio di inclusione, ove in primis i docenti specializzati sono costretti a sclerotizzare il proprio lavoro in un’unica modalità. Il reale impegno scolastico mostra come spesso i docenti siano mummificati in un ruolo super statico: l’insegnante “su posto comune” e quello “solo sul sostegno”, con l’effetto di emarginare gli insegnanti specializzati, che vengono percepiti dagli studenti, in primis, ma anche dai colleghi, come unici assistenti personali, ai quali delegare la cura degli alunni disabili e solo in alcuni casi, ancora decisamente sporadici, come operatori di prossimità, esperti di integrazione. Questa prassi deleteria viene ulteriormente supportata dal fatto che gli insegnanti di sostegno sono mediamente più giovani e mediamente assai più precari, rispetto ai colleghi curriculari.

Oltretutto, considerata l’ovvia constatazione del fatto che per insegnare su sostegno occorra un titolo ulteriore, ben si comprende come il docente di sostegno abbia spesso una marcia in piú, spendibile nella didattica quotidiana, non solo per l’alunno disabile, ma per tutti gli alunni senza distinzione. Ma nella realtà ramificata in tante istituzioni scolastiche, i vari pregiudizi legati alla scissione netta dei due ruoli possono produrre modalità obsolete, tese a penalizzare i docenti di sostegno, scelte che producono disagio e, conseguentemente, possono diventare prodromo di demotivazione e concausa di possibile servizio scadente.

La D.D. “P. Novelli”, attenta a garantire modalità inclusive, ha avviato una precisa Scelta di Campo, dando concreta vita ad una proposta “pensata” dagli insegnanti di sostegno, accolta favorevolmente, approvata con delibera del Collegio dei Docenti e valorizzata dal Dirigente Scolastico Dott.ssa Chiara Di Prima, notoriamente apprezzata esperta e studiosa di didattica, nonché di modalità pedagogiche inclusive: la Cattedra Mista.

Tale sperimentazione introduce una prassi decisamente nuova e particolarmente efficace: ogni docente di sostegno cura l’insegnamento di una disciplina curriculare, secondo un approccio didattico spesso innovativo, concettuale e facilitato che diventa una reale risorsa per l’intero gruppo classe. Oltretutto l’utenza ha modo di godere di un proficuo radicamento degli insegnanti specializzati, consentendo una variazione estremamente motivante delle mansioni degli insegnanti stessi, recuperando risorse preparate sul tema e riconoscendo all’approccio didattico, che tiene conto della valorizzazione delle specificità di ciascuno, la dignità di prassi quotidiana…un approccio poliedrico e innovativo, dunque, che tenda realmente a non escludere nessuno dai processi educativi e dal successo formativo.

La Nostra Scuola, la storica “Novelli”, ha voluto accogliere una coraggiosa e pioneristica sfida: ha voluto destrutturare uno status quo, intendendo dimostrare “sul campo” come le idee possano diventare strutture autentiche, da sperimentare giorno per giorno, generando quel benessere profondamente umano che si traduce in accoglienza, cura, amore per la Conoscenza e per la Persona…in quella tanto auspicata Inclusione Scolastica, che possa costituire la pista prioritaria ove decollare verso luoghi della vita, che a molti, ancora troppi individui, restano costantemente e irreversibilmente preclusi, costituendo muri invalicabili che ingabbiano talenti, soffocano possibilità, frantumando persino la semplice speranza di un mondo più equo e giusto, un mondo dove “la razza umana” intrecci tutte le sue innumerevoli caratteristiche in una trama comune, quella della Normale Specialità.

L’obiettivo principale della scuola è quello di creare uomini che sono capaci di fare cose nuove, e non semplicemente ripetere quello che altre generazioni hanno fatto.
Jean Piaget

Ricevi tutte le news

Maria Grazia Scognamiglio

La cattedra mista é una pratica che si può realizzare alla primaria solo se entrambi i docenti hanno il titolo di specializzazione di sostegno . Se al docente di sostegno viene affidato un ambito disciplinare nella classe dove segue il bambino disabile, in quell’ ora é l’ altro docente (con specializzazione ) ad occuparsi del bambino. In fondo l’ inclusione e l’ interscambiabilitá si realizza più per i docenti , che non per il bambino disabile , per il quale non cambia nulla. Credo inoltre che già da tempo , chi vuole veramente lavorare per l’inclusione in classe , sa come valorizzare tutte le risorse presenti: docenti di sostegno, assistenti ecc.

5 dicembre 2016 | 15:31 | Rispondi
Maria GraziaScognamiglio

Comunque , da docente , non riconosco assolutamente la scuola di oggi , così come è descritta nella prima parte di questo articolo.

5 dicembre 2016 | 22:34 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Tragedia a Monreale, vigile del fuoco batte la testa in bagno e muore

    Scuola

    MONREALE - Una giornata funesta per la città di Monreale. Nel pomeriggio l’incidente mortale, che..

    Continua a Leggere

  • Incidente in Circonvallazione, la vittima è il monrealese Giuseppe Scalici

    Scuola

    È Giuseppe Scalici la persona che ha perso la vita nel tragico incidente stradale avvenuto questo pomeriggio sulla Circonvallazione di Monreale.  Altre tre persone sono rimaste ferite, si tratta di un uomo e di due donne. Due di loro sono stati trasportati in ospedale in gravi condizioni.&n..

    Continua a Leggere

  • Incidente mortale sulla Circonvallazione di Monreale

    Scuola

    Incidente mortale a Monreale, lungo la Circonvallazione. L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di oggi, all'altezza della chiesa di Santa Teresa. Nello scontro tra una Jaguar e una Peugeot 206 è morta un anziano, altre due persone sono state trasportate in ospedale. Sono intervenuti i ..

    Continua a Leggere

  • Meteo, la settimana si aprirà con il bel tempo

    Scuola

    METEO - Il tempo per le prossime ore andrà a migliorare ulteriormente grazie all’allontanamento di una perturbazione che, su tutta l’Isola, lascerà posto a un’ampia zona anticiclonica. Le temperature tenderanno a restare intorno ai 19-..

    Continua a Leggere

  • Ansia per Davide Cimino scomparso da San Martino delle Scale

    Scuola

    SAN MARTINO DELLE SCALE- Da mercoledì pomeriggio non si hanno più notizie di Davide Cimino. Il giovane di 28 anni è scomparso da San Martino delle Scale. La mamma è andata dai carabinieri per presentare denuncia. Il fratello ha lancia..

    Continua a Leggere

  • Dal cimitero di Pioppo due filosofie a confronto sul modo di intendere l’amministrazione della cosa pubblica

    Scuola

    MONREALE - Al consiglio comunale di domani, lunedì 27, non si parlerà più del cimitero di Pioppo. La proposta di variante al PRG (Piano Regolatore Generale) verrà (temporaneamente) ritirata dall’amministrazione, assecondando così la richiesta della ..

    Continua a Leggere

  • Mons. Pennisi istituisce tre nuovi Lettori, sono Luca Capuano, Savino D’Araio e Daniele Fiore

    Scuola

    MONREALE - Si è tenuto ieri pomeriggio, nella Cattedrale di Monreale, il conferimento di tre ministeri da parte di S. E. Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale. Tre seminaristi hanno ricevuto il Lettorato. Si tratta di Luca Capuano, d..

    Continua a Leggere

  • “Sì ai lavori in via Adragna”, attesi 374 mila euro dallo Stato per le strade comunali

    Scuola

    "Inseriamo Via Adragna tra le priorità di questa amministrazione. Non conosciamo i tempi con cui lo Stato trasferirà i fondi ma, non appena arrivati, saranno pianificati i lavori". Si è svolto ieri pomeriggio, all'interno della Sala Rossa del Palazzo di Città, l'incontro organizzato da Filod..


  • “Sciroccati – la stanza del cabaret”, in scena lo spettacolo di Moschella&Mulé a Il Convento

    Scuola

    PALERMO - Va in scena, mercoledì 29 gennaio al teatro Il Convento, lo spettacolo di Moschella&Mulè dal titolo "Sciroccati - la stanza del cabaret", scritto e diretto da Giuseppe Moschella. All’interno dello spettacolo un omaggio..


  • “Cambio rotta”, la presentazione del libro al Circolo Cultura Italia

    Scuola

    MONREALE - Martedì 28 gennaio, alle ore 17, presso il circolo Cultura Italia, Daniela Balsano, docente presso l’istituto Comprensivo Armaforte di Altofonte, presenterà il libro di Marco Rossato e Simona Merlo: “Cambio rotta”. Non è uno dei soliti libr..


  • Grande successo per lo spettacolo di beneficenza al Cineteatro Golden

    Scuola

    PALERMO - Grande successo di pubblico al Cine Teatro Golden, per la manifestazione organizzata da alcune associazioni benefiche a favore del progetto di ricerca e screening contro le aritmie pericolose in età pediatrica. Diversi artisti dal c..


  • Fine settimana nuvoloso su Palermo, possibili piogge

    Scuola

    Una nuova perturbazione, che in queste ore sta attraversando l’Italia, porterà sulla Sicilia molta nuvolosità con possibili precipitazioni che da domani potrebbero determinare un lieve calo termico.  Andiamo a vedere nel dettaglio che tempo ci a..


  • Monreale, aumentano le soste blu in via Venero, cresce il malcontento tra residenti e commercianti

    Scuola

    Aumenta il numero dei parcheggi a pagamento a Monreale in via Venero, e monta la protesta tra commercianti e residenti. Una rimodulazione delle nuove zone blu che entrerà in vigore già a partire da lunedì.  Nel Comune normanno la gestione della aree di sosta a pagamento è affidata ai dip..


  • Vitalizi all’ARS: violato il principio di uguaglianza e ragionevolezza, il Consiglio dei Ministri impugna la legge della Regione siciliana

    Scuola

    ROMA - Il Consiglio dei Ministri ha impugnato la legge della Regione siciliana sugli assegni vitalizi. Ancora una volta la mannaia è caduta su un provvedimento approvato dall’Assemblea regionale siciliana.


  • Monreale, due uomini cadono dal balcone mentre trasportano un mobile

    Scuola

    Tragedia a Villaciambra, frazione di Monreale, questo pomeriggio dove due uomini sono caduti da un balcone. Secondo le prime ricostruzioni, i due stavano trasportando un mobile dal secondo piano verso l'esterno ma sono caduti, forse a causa del cedimento della ringhiera. La casa sar..


  • “Prendi ciò che vuoi”, in Sala Novelli l’evento per le famiglie bisognose

    Scuola

    MONREALE - L’associazione “Casa delle Gioie” anche quest’anno torna a proporre “Prendi ciò che vuoi”. L' evento si svolgerà sabato 25 gennaio, dalle 10,30 alle 12,30, in sala Novelli nel complesso Guglielmo ed è rivolto a tutte le ..


  • “Echi di Memoria e semi di coscienza”, il recital delle scuole monrealesi a Casa Cultura

    Scuola

    MONREALE - Andrà in scena a Casa Cultura un recital di poesie, lettere e canzoni. L’evento si terrà lunedì 27 gennaio alle ore 9 . Invece, il giorno dopo sarà proiettato il film "La Vita è bella". Per le due giornate sono stati coinvolti i..


  • Ad agosto il maxi incendio, ora a Monreale piovono fondi per 4 milioni di euro

    Scuola

    A Monreale arrivano 4 milioni di euro per i lavori di messa in sicurezza del versante del Monte Caputo interessato dal violento incendio che nel mese di agosto del 2019 ha devastato alberi, macchia mediterranea e un'abitazione. (