Oggi è 16/07/2018

Scuola

Alla D.D. “P. Novelli” una sperimentazione coraggiosa per garantire l’inclusione

Quando l’autonomia organizzativa è funzionale al successo formativo

Pubblicato il 3 dicembre 2016

Alla D.D. “P. Novelli” una sperimentazione coraggiosa per garantire l’inclusione

Monreale, 3 dicembre 2016 – L’insegnante di sostegno, secondo un retaggio duro a morire, è considerato, ancora oggi, troppo frequentemente, il docente ad personam per eccellenza, colui che viene catalogato, nell’immaginario collettivo, attraverso una sorta di identificazione ibrida a metà tra l’insegnante e il badante…in pratica quello che si sente spesso suggerire dal collega curriculare, con aria di superiore sufficienza: “Pensaci tu con lui”, quello che al massimo dà un contributo concreto alla vita dell’intero gruppo-classe, quando viene coinvolto in attività utili e propedeutiche al lavoro progettato dal collega, ad esempio il classico aiuto per ritagliare sagome di cartelloni didattici o per dare una mano, sempre rigorosamente subalterna, alla preparazione di recite et similia. L’insegnante di sostegno è per una buona percentuale di alunni, colleghi e genitori, il docente per la di-sabilità, la cui bis-abilità reale non viene quasi mai contemplata.

Una realtà decisamente triste e riduttiva, che riguarda ancora troppi insegnanti, in barba a quello che dovrebbe essere e rappresentare l’autentico principio di inclusione, ove in primis i docenti specializzati sono costretti a sclerotizzare il proprio lavoro in un’unica modalità. Il reale impegno scolastico mostra come spesso i docenti siano mummificati in un ruolo super statico: l’insegnante “su posto comune” e quello “solo sul sostegno”, con l’effetto di emarginare gli insegnanti specializzati, che vengono percepiti dagli studenti, in primis, ma anche dai colleghi, come unici assistenti personali, ai quali delegare la cura degli alunni disabili e solo in alcuni casi, ancora decisamente sporadici, come operatori di prossimità, esperti di integrazione. Questa prassi deleteria viene ulteriormente supportata dal fatto che gli insegnanti di sostegno sono mediamente più giovani e mediamente assai più precari, rispetto ai colleghi curriculari.

Oltretutto, considerata l’ovvia constatazione del fatto che per insegnare su sostegno occorra un titolo ulteriore, ben si comprende come il docente di sostegno abbia spesso una marcia in piú, spendibile nella didattica quotidiana, non solo per l’alunno disabile, ma per tutti gli alunni senza distinzione. Ma nella realtà ramificata in tante istituzioni scolastiche, i vari pregiudizi legati alla scissione netta dei due ruoli possono produrre modalità obsolete, tese a penalizzare i docenti di sostegno, scelte che producono disagio e, conseguentemente, possono diventare prodromo di demotivazione e concausa di possibile servizio scadente.

La D.D. “P. Novelli”, attenta a garantire modalità inclusive, ha avviato una precisa Scelta di Campo, dando concreta vita ad una proposta “pensata” dagli insegnanti di sostegno, accolta favorevolmente, approvata con delibera del Collegio dei Docenti e valorizzata dal Dirigente Scolastico Dott.ssa Chiara Di Prima, notoriamente apprezzata esperta e studiosa di didattica, nonché di modalità pedagogiche inclusive: la Cattedra Mista.

Tale sperimentazione introduce una prassi decisamente nuova e particolarmente efficace: ogni docente di sostegno cura l’insegnamento di una disciplina curriculare, secondo un approccio didattico spesso innovativo, concettuale e facilitato che diventa una reale risorsa per l’intero gruppo classe. Oltretutto l’utenza ha modo di godere di un proficuo radicamento degli insegnanti specializzati, consentendo una variazione estremamente motivante delle mansioni degli insegnanti stessi, recuperando risorse preparate sul tema e riconoscendo all’approccio didattico, che tiene conto della valorizzazione delle specificità di ciascuno, la dignità di prassi quotidiana…un approccio poliedrico e innovativo, dunque, che tenda realmente a non escludere nessuno dai processi educativi e dal successo formativo.

La Nostra Scuola, la storica “Novelli”, ha voluto accogliere una coraggiosa e pioneristica sfida: ha voluto destrutturare uno status quo, intendendo dimostrare “sul campo” come le idee possano diventare strutture autentiche, da sperimentare giorno per giorno, generando quel benessere profondamente umano che si traduce in accoglienza, cura, amore per la Conoscenza e per la Persona…in quella tanto auspicata Inclusione Scolastica, che possa costituire la pista prioritaria ove decollare verso luoghi della vita, che a molti, ancora troppi individui, restano costantemente e irreversibilmente preclusi, costituendo muri invalicabili che ingabbiano talenti, soffocano possibilità, frantumando persino la semplice speranza di un mondo più equo e giusto, un mondo dove “la razza umana” intrecci tutte le sue innumerevoli caratteristiche in una trama comune, quella della Normale Specialità.

L’obiettivo principale della scuola è quello di creare uomini che sono capaci di fare cose nuove, e non semplicemente ripetere quello che altre generazioni hanno fatto.
Jean Piaget

Ricevi tutte le news

Maria Grazia Scognamiglio

La cattedra mista é una pratica che si può realizzare alla primaria solo se entrambi i docenti hanno il titolo di specializzazione di sostegno . Se al docente di sostegno viene affidato un ambito disciplinare nella classe dove segue il bambino disabile, in quell’ ora é l’ altro docente (con specializzazione ) ad occuparsi del bambino. In fondo l’ inclusione e l’ interscambiabilitá si realizza più per i docenti , che non per il bambino disabile , per il quale non cambia nulla. Credo inoltre che già da tempo , chi vuole veramente lavorare per l’inclusione in classe , sa come valorizzare tutte le risorse presenti: docenti di sostegno, assistenti ecc.

5 dicembre 2016 | 15:31 | Rispondi
Maria GraziaScognamiglio

Comunque , da docente , non riconosco assolutamente la scuola di oggi , così come è descritta nella prima parte di questo articolo.

5 dicembre 2016 | 22:34 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Caldo africano, ancora poche ore poi ci sarà un calo termico

    Scuola

    Monreale, 16 luglio 2018 - Tra la tarda sera e la mattina di domani arriverà carico di frescura il Maestrale, quindi si tornerà a temperature normali. Ma il caldo africano è sempre lì. Si attende una nuova visita per il fine settimana. Da valutare intensità e durata. La perturbazione farà a..

    Continua a Leggere

  • Monreale. La mostra di Padre Pio si rivela un flop economico. Pochi visitatori. Chiusura anticipata al 31 luglio

    Scuola

    Monreale, 16 luglio 2018 - Nel business plan era stato stimato un afflusso di ben 7.000.000 (proprio così, sette milioni) di visitatori. Ma i numeri di questo primo mese hanno ribaltato nettamente le stime. E così gli organizzatori della mostra "La Grande luce Padre Pio tra Scienza e Fede”, inau..

    Continua a Leggere

  • Operazione antimafia, 28 arresti. Molti sono insospettabili

    Scuola

    Palermo, 16 luglio 2018 - Maxi operazione antimafia della guardia di finanza. Sono finite in carcere 24 persone e quattro ai domiciliari.

    Tra questi Giuseppe Corona cassiere di un bar di fronte al porto, ma che secondo  le indagini del nucleo specia..

    Continua a Leggere

  • Aiutano i più bisognosi, nasce a Monreale una nuova realtà: “La Casa delle gioie”

    Scuola

    Monreale, 15 luglio 2018 - Si occupano delle famiglie bisognose, sostengono le neo mamme ad organizzare l'arrivo del nascituro. Al momento non hanno una sede ma sperano di allestirla a breve, tra i loro programmi futuri é prevista anche l'apertura di una ludoteca, dove vorrebbero organizzare il dop..

    Continua a Leggere

  • Conferisci bottiglie e guadagni, accade a San Cipirello. Presto a Monreale e San Giuseppe Jato

    Scuola

    San Cipirello, 15 luglio 2018 - A San Cipirello chi ricicla le bottiglie riceverà da oggi buoni spesa da utilizzare nei negozi convenzionati. Questo accada grazie a Legambiente Palermo. Obiettivo del piccolo centro jatino è quello di continuare a incrementare il record di raccolta differenziata, ..

    Continua a Leggere

  • Inferno tra Monreale e Altofonte. Pompieri, forestali e Protezione civile a lavoro fino a notte fonda

    Scuola

    Monreale, 15 luglio 2018 - Ci sono volute diverse ore per domare le fiamme di un vasto incendio che si è sviluppato ieri tra i territori di Monreale e Altofonte. Il rogo, partito da Cozzo Paparina, in contrada Buttafuoco, nei pressi di Poggio San Francesco, è stato segnalato ai centralini dei v..

    Continua a Leggere

  • Verifica dei loculi al Cimitero di San Martino. Domani la consegna dei moduli

    Scuola

    Monreale, 14 luglio 2018 - Continua a rimanere alta l'attenzione sul cimitero degli orrori di San Martino delle Scale.  Da domani alcuni volontari inizieranno a distribuire i moduli per la verifica dei loculi. Il gruppo sarà presente in piazza a San Martino e vicino l’ingresso del paese. ..

    Continua a Leggere

  • Corleone, maltrattava i bimbi all’asilo: maestra rinviata a giudizio

    Scuola

    Corleone, 14 luglio 2018 - Con l'accusa di avere maltrattato i bambini di scuola materna, era stata sospesa dall'esercizio di pubblico ufficio una maestra. L'episodio era accaduto a Corleone dove i Carabinieri hanno hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare della sospensione dall'esercizi..

    Continua a Leggere

  • Incendio a Poggio Ridente. Evacuate alcune abitazioni

    Scuola

    Palermo, 14 luglio 2018 - Intorno alle sette del mattino un Canadair è decollato dall'aeroporto di Trapani per un intervento antincendio su Poggio Ridente. Ancora in corso le operazioni.  L'incendio non è di vaste proporzioni, ma le fiamme lambiscono alcune abitazioni che per questo s..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, 18 sindaci vogliono impugnare l’ordinanza di Musumeci sull’avvio della differenziata

    Scuola

    San Cipirello, 14 luglio 2018 - "Raccolta differenziata sì ma la Regione Siciliana ci metta nelle condizioni di farla, realizzando più impianti di raccolta". È il messaggio che spediscono 18 sindaci della provincia di Palermo al governatore della Sicilia Nello Musumeci dopo che ieri si sono riuni..

    Continua a Leggere

  • L’importanza dei tavolini da salotto: perché è importante non sottovalutarli

    Scuola

    Nella scelta di un tavolino da salotto, sono cinque i principali aspetti che meritano di essere valutati in vista di un acquisto indovinato e soddisfacente: le dotazioni, l'identità cromatica, i materiali, le dimensioni e il design. Tra soluzioni tradizionali e alternative mod..

    Continua a Leggere

  • Il Movimento «Il Mosaico» si riempie di tessere. I nomi dei gruppi di lavoro

    Scuola

    Monreale, 13 luglio 2018 - Si è tenuto martedì 10 luglio, a Chiasso Cavallaro, un primo incontro pubblico del Movimento Il Mosaico in cui gli iscritti e i simpatizzanti hanno avuto ..

    Continua a Leggere

  • Piazzale Candido, il centro di raccolta sotto casa ma i rifiuti vengono lasciati per strada

    Scuola

    Monreale, 13 luglio 2018 - Cumuli di immondizia a due passi dalla postazione mobile di piazzale Candido. Succede a Monreale nelle vicinanze di via Venero, dove questa mattina gli operatori della ditta Mirto hanno trovato una discarica di sacchetti, nonostante il centro d..

    Continua a Leggere

  • Un luogo speciale che si chiama Cidma

    Scuola

    Corleone, 13 luglio 2018 - A Corleone, a casa nostra, c’è un posto insolito e affollato che si chiama C.I.D.M.A. Il giorno della sua inaugurazione, il 12 dicembre del 2000, io avevo appena nove anni e un compito importante per l’occasione: ero stata scelta tra i miei compagni per omaggiare il ..

    Continua a Leggere

  • 394° Festino Santa Rosalia, gli eventi di venerdì 13 luglio

    Scuola

    Palermo, 13 luglio 2018. Ecco il programma completo della quarta giornata del 394esimo Festino di Santa Rosalia, inserito nel programma di Palermo Capitale della Cultura 2018 e diretto da Lollo Franco e Letizia Battaglia.

    L’organizzazi..

    Continua a Leggere

  • “Ci aspettavamo l’assoluzione”. L’intervista al poliziotto Guido Ferrante

    Scuola

    Monreale, 13 luglio 2018 - “Bisogna andare avanti, non bisogna arrendersi”. Il giorno dopo la sentenza di condanna a 6 anni, il poliziotto monrealese Guido Ferrante è ancora incredulo. Assieme all’avvocato Luca Benedetto Inzerillo si aspettava..


  • Monreale, abbandonati in campagna 10 cuccioli, ora cercano una casa (LE IMMAGINI)

    Scuola

    [gallery ids="70616,70615,70614,70613,70612,70611,70610,70609,70608"] Monreale, 13 luglio 2018 - Messi in una scatola e abbandonati nelle campagne di Ficuzza. Si tratta di 10 cuccioli di meticcio, di cui 7 hanno meno di 20 giorni di vita. Lunedì è stata la Guardia forestale a trovare gli animal..


  • Caputo: “Ridotti gli ingressi al Chiostro. Amministrazione comunale, priva di prestigio, autorevolezza e strategia in tema di turismo”

    Scuola

    Monreale, 13 luglio 2018 – “Storie di ordinario caos in una Monreale oramai priva di guida amministrativa e senza una precisa strategia turistica”. La critica è mossa da Salvino Caputo, rappresentante del Movimento Orgoglio Siciliano, che non nasconde la sua intenzione di rientrare in prima p..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com