Oggi è 21/01/2018

Politica

Referendum, Giuseppe Crapisi, “Comitato per il No di Corleone”: le mie ragioni per il No

Ultime riflessioni sul tema referendario prima del silenzio elettorale

Pubblicato il 2 dicembre 2016

Referendum, Giuseppe Crapisi, “Comitato per il No di Corleone”: le mie ragioni per il No

Monreale 2 dicembre 2016 – Giuseppe Crapisi: voto NO per difendere la Costituzione.

Il 4 dicembre saremo chiamati esclusivamente per dire Si o No alla riforma costituzionale voluta dal Governo Renzi. Non si tratterà di un voto sull’esecutivo. Ognuno di noi sarà chiamato a condividere o no quanto il Parlamento ha legiferato.

Personalmente voterò No, perché credo che il fine ultimo di questa revisione costituzionale è esclusivamente volta a dare più poteri all’esecutivo. Bisognava prevedere un bilanciamento con pesi e contrappesi, mentre in questo modo diminuisce la sovranità popolare.

Voterò No in quanto:

  • I cittadini non voteranno più i senatori, infatti, i 95 membri del Senato saranno eletti dai Consigli regionali e dalle province autonome di Trento e Bolzano tra i consiglieri regionali e fra i sindaci dei comuni dei rispettivi territori. Cinque senatori potranno essere nominati per cinque anni dal Presidente della Repubblica. Insomma, il sistema vota se stesso, come oggi avviene in Sicilia con le città metropolitane, dove abolendo fittiziamente le province è stato tolto il diritto di voto ai cittadini. Mentre per la Camera, che rimane com’è adesso, la Costituzione recita chiaramente che è eletta a suffragio universale diretto.
  • Mette assolutamente fine al bicameralismo perfetto ma creando un bicameralismo confuso. Questo senato così composto, infatti, potrà legiferare, e quindi mantenere il potere legislativo, per le leggi costituzionali e le altre leggi costituzionali, per le leggi che determinano l’ordinamento, la legislazione elettorale, per la formazione e attuazione della normativa europea, che oggi incide pesantemente sulla legislazione degli stati dell’Unione, e su altre materie. Inoltre, se lo richiede potrà intervenire nell’iter legislativo della camera, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei senatori. Infine, nel caso in cui alla Camera ci fosse una maggioranza diversa da quella del Senato, proprio per questo bicameralismo confuso, ci sarebbe l’empasse legislativa.
  • I senatori essendo consiglieri regionali e sindaci non potranno seguire l’iter legislativo a pieno e si abbasserà ancora di più il livello di competenza. Sappiamo benissimo come i Sindaci già hanno mille problemi da risolvere per le proprie città e quindi avremo dei senatori part time. Cosa succederebbe se qualcuno di essi si dovesse occupare di un procedimento legislativo e nello stesso momento, per ragioni contingenti alla Regione o al Comune, dovesse decadere? Ciò inficerebbe lo stesso procedimento legislativo.
  • Il nuovo Senato non sarà rappresentativo dei territori perché se davvero si sarebbe voluto fare una revisione costituzionale con un senato federale, allora si sarebbe dovuto fare come avviene in Germania, dove il Senato (Bundesrat) è composto da 69 membri nominati dai governi dei Lander, cioè gli Stati della federazione. In base allapopolazione a ogni Stato viene attribuito un numero di senatori, da tre a sei. La durata del loro mandato coincide con quella del governo dei Lander che rappresentano. I senatori tedeschi, inoltre, esercitano le loro funzioni con un vincolo di mandato, nella nostra no, e le deliberazioni dell’assemblea avvengono “per delegazione”. Ovvero, i senatori di ogni Lander votano in modo uniforme. Il Bundesrat non dà la fiducia al governo e può inviare proposte di legge all’altra camera (il Bundestag) dopo essersi espresso, a maggioranza, sulle proposte avanzate da uno o più stati. L’iniziativa legislativa del Bundesrat, quindi, è attribuita al complesso dell’assemblea, non ai singoli senatori.

Uno dei punti di forza di chi si fa promotore del Si è che ci sarà un risparmio ma va ricordato che con il nuovo senato i senatori continueranno a prendere 3500 euro di diaria, 1650 euro per spese generali, 2090 euro per l’esercizio di mandato. Si sarebbe potuto risparmiare con il taglio dell’intera Camera, 630 deputati, e l’elezione diretta del Presidente della Repubblica, come pure semplicemente diminuendo l’indennità dei deputati.

Ci dicono pure che si velocizzerà l’iter legislativo, ma abbiamo dimostrato che potrebbe non essere così, come se il problema dell’Italia è il numero delle leggi. Le leggi ci sono e sono troppe, il tema è l’applicazione delle stesse.

Per quanto riguarda il Titolo V va ricordato che la revisione riguarda la modifica costituzionale approvata dal centrosinistra nel 2001. Insomma, andrebbe detto chiaramente dal segretario/presidente di un governo di centrosinistra che quella modifica fu un pasticcio.

Con tutti i problemi che ha l’Italia, disoccupazione, precarietà, assistenza sanitaria per pochi, crisi, tassazione elevata, povertà, è molto grave aver tenuto il Parlamento impegnato per creare questa pseudo riforma. Io voto No perché credo che la Costituzione scritta da chi ha combattuto per la libertà di questo paese sia migliore di quella di chi oggi la vuole deformare creando un pasticcio all’italiana.

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Palermo, in sostegno di Biagio Conte una delegazione belga

    Politica

    Palermo, 20 gennaio 2018 - In mattinata una delegazione Belga ha portato la ..


  • Bimbo folgorato a Palermo: restano gravi le sue condizioni

    Politica

    Palermo, 20 gennaio 2018 - Prognosi riservata per il bimbo di sette anni che ieri pomeriggio è rimasto ustionato al volto e alle mani da una scarica elettrica in via Gaspare Palermo. Il piccolo, secondo una prima ricostruzione per gioco avrebbe aperto una cassetta dell’Enel e giocando con un..

    Continua a Leggere

  • Partinico, nel bene confiscato a Cosa nostra sorge la nuova guardia medica

    Politica

    Partinico, 20 gennaio 2018 - «Un bene confiscato alla mafia  diventa un punto di riferimento per l’intera comunità che potrà usufruire di prestazioni mediche in locali efficienti e funzionali. Siamo orgogliosi di potere consegnare ai cittadini di Partinico una struttura che assume anche il..

    Continua a Leggere

  • Rientra (per ora) l’emergenza. I rifiuti trasportati a Lentini a 230 km da Monreale

    Politica

    Monreale, 20 gennaio 2018 - Rientra, almeno per ora, l’emergenza rifiuti nei 50 comuni interessati dalla chiusura di Bellolampo, tra cui Monreale, Altofonte, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Corleone. Gli autocompattatori erano stati dirottati fino allo scorso 18 gennaio a Motta Sant’Anastasia,..

    Continua a Leggere

  • Elezioni politiche, gli attivisti M5s incontrano i cittadini. Gli appuntamenti

    Politica

    Monreale, 20 gennaio 2018 - Le elezioni politiche 2018 si avvicinano, la campagna elettorale è cominciata e sarà al centro dell'attenzione per due mesi.  Gli attivisti del Movimento 5 Stelle,  per pubblicizzare e diffondere i punti salienti del programma di lavoro che il Movimento si ..

    Continua a Leggere

  • «Pronti a occupare l’assessorato ai Rifiuti», sit-in dei sindaci a Palazzo d’Orleans

    Politica

    Palermo, 19 gennaio 2018 - «Diteci dove dobbiamo andare a gettare i rifiuti dei nostri comuni». Questo pomeriggio si è svolto il sit-in di una nutrita delegazione di sindaci dei comuni esclusi dal conferimento dei rifiuti a Bellolampo. Ieri è arrivato anche lo stop anche dalla discarica Oikos di..

    Continua a Leggere

  • Terreni da coltivare per i giovani. Un’opportunità di fare impresa per chi ha voglia di “sporcarsi le mani”

    Politica

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Terreni incolti ai giovani grazie alla Banca della Terra, un’opportunità di fare impresa per tutti quei giovani di età compresa tra i 18 e i 40 che hanno voglia di “sporcarsi le mani”. L'iniziativa è gestita dall’ISMEA, entro il 3 feb..

    Continua a Leggere

  • Picco influenza 2018, arriva un virus poco atteso. Mezzo milione di siciliani a letto entro fine mese

    Politica

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Saranno almeno mezzo milione i siciliani che fra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio dovranno fare i conti con l'influenza stagionale. Le varie forme influenzali ivi comprese quelle meno aggressive colpiranno quasi metà della popolazione isolana. Le statistich..

    Continua a Leggere

  • Maxi sequestro di droga a Carini, 1500 chili di hashish e cocaina VIDEO

    Politica

    Carini, 19 gennaio 2018 - La Polizia di Stato ha sequestrato un ingentissimo carico di droga ed arrestato tre soggetti, un campano e due residenti a Carini. Gli Agenti della Squadra Mobile di Palermo, ieri sera, hanno bloccato, mentre accedeva nell’area ..

    Continua a Leggere

  • MONREALEXIT, la giunta di San Giuseppe Jato e Comitato insieme per il riordino dei confini

    Politica

    San Giuseppe Jato, 19 gennaio 2018 - Sono 160 i cittadini monrealesi che vogliono diventare jatini: «Vogliamo pagare le tasse a San giuseppe Jato». Intanto l'amministrazione jatina e il comitato per il riordino uniscono le forze. «Disponibilità da parte di tutti gli interessati nel processo di r..

    Continua a Leggere

  • Monreale. A giorni la firma del contratto per i 9 ausiliari del traffico in attesa dal 2 gennaio

    Politica

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Potrebbe finire a breve l’attesa per i 9 lavoratori della ACS  (Automobile Club Servizi s.r.l.) di Palermo, il cui contratto di lavoro è scaduto il 31 dicembre, e che attendono la definizione di alcuni aspetti burocratici per firmare il nuovo cont..

    Continua a Leggere

  • Monreale, domani Ted Formazione a Casa Cultura presenta le opportunità per chi termina la terza media

    Politica

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Ted, la scuola dei mestieri, presenta ai monrealesi i propri corsi di formazione professionale che saranno attivati anche per il prossimo anno scolastico a Monreale e presso le altre sedi della provincia di Palermo di Carini, Corleone, Misilmeri, Belmonte Mezzagno e Paler..

    Continua a Leggere

  • I carabinieri ispezionano numerose aziende, 39 irregolari e 119 lavoratori in nero

    Politica

    Palermo, 19 gennaio 2018 - Il nucleo operativo del gruppo carabinieri per la tutela del lavoro ed i nuclei carabinieri ispettorato del lavoro, hanno effettuato, su tutto il territorio siciliano, una serie di ispezioni nei confronti di aziende edili, a..

    Continua a Leggere

  • Circolare da soli su strada. Al P. Novelli simulato un percorso stradale con segnaletica, strisce pedonali, limiti e divieti

    Politica

    Monreale, 19 gennaio 2018 - La strada è di tutti… è il luogo dove convergono le vite, le esperienze, i bisogni e le necessità di ogni individuo. Lo "strumento prioritario" che ci permette di muoverci, di scoprire il mondo, di incontrarci, di intrecciare il cammino tra simili. R..

    Continua a Leggere

  • “Tra mare e cielo”, l’opera del maestro Benedetto Norcia in ricordo di Giuseppe Tusa

    Politica

    Palermo, 19 gennaio 2018 - Oggi pomeriggio, alle ore 15,30, presso il largo Giuseppe Tusa a Milazzo avverrà la presentazione dell'opera scultorea in memoria di Giuseppe Tusa. Presenzieranno le autorità civili e militari. [caption id="attachment_49437" align="alignleft" width="2..

    Continua a Leggere

  • A Palermo è boom di multe Ztl: piovono i ricorsi

    Politica

    Palermo, 18 Gennaio 2018 - "La Ztl è un valore aggiunto della Città. Gli obiettivi principali della misura sono stati centrati: l'inquinamento è diminuito e la mobilità è migliorata. Palermo è attraversata da un flusso di circa 980 mila auto al giorno; ci sono 370 mila vetture immatricola..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, in un negozio sequestrati 200 chili di pesce

    Politica

    San Cipirello, 18 gennaio 2018 - Pesce in cattivo stato di conservazione e prodotti scaduti. Gli uomini della Capitaneria di Porto, agenti del commissariato e finanzieri di Partinico, e i veterinari dell’Asp hanno denunciato e multato il titolare di un esercizio commerciale a San Cipirello. Ele..

    Continua a Leggere

  • Monreale, investito un ragazzino in bici. Necessario il 118

    Politica

    Monreale, 18 gennaio 2018 – Attimi di paura a Monreale dove un bambino è stato investito da un’auto. L’incidente è avvenuto nei pressi di piazzetta Matteotti, meglio conosciuta come piazza Arancio. Un'automobile, secondo i primi racconti dei testimoni, avrebbe urtato contro il ragazzino di ..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
    Acquapark Monreale