Oggi è 21/09/2018

Politica

Referendum. Prof. La Porta: venti motivi per votare NO

Per la validità di questo referendum non è previsto quorum trattandosi di referendum confermativo in materia costituzionale. Pertanto è valido anche se non vota il 50% più uno degli aventi diritto

Pubblicato il 28 novembre 2016

Referendum. Prof. La Porta: venti motivi per votare NO

Monreale, 28 novembre 2016 – Dopo le ragioni del Sì del Comitato per il Sì – Sicilia Futura Monreale, elenchiamo le ragioni per il no, del Prof. Domenico La Porta (Comitato per il no, Monreale).

1) Niente grandi risparmi, solo 50 milioni annui a fronte di spese militari per 60 milioni al giorno. Si poteva risparmiare di più, dimezzando sia la Camera-315 deputati anzicchè 630-sia il Senato-160 senatori anzicchè 320-totale 475 parlamentari contro i 730 (630+ 100) previsti dalla riforma, o anche 400+200.Totale 600 parlamentari.

2) La Camera dei deputati rimane intatta nel numero dei componenti, nei compensi nei privilegi di ogni tipo dei suoi membri. Rimangono, anche se ridimensionate, le spese di gestione del Senato, relative al personale e ai servizi vari.

3) I senatori a vita in carica al momento dell’entrata in vigore della riforma restano a vita e con tutti i compensi e le prerogative di cui godono adesso. Solo per il futuro i cinque senatori di nomina presidenziale resteranno in carica per sette anni senza compensi e senza avere diritto ad un minimo di rimborso spese e non saranno riconfermabili, anche se godranno dell’immunità parlamentare come tutti gli altri membri del nuovo Senato.

4) Inoltre resteranno senatori di diritto e a vita, anche per il futuro, gli ex presidenti della Repubblica, con i compensi e le prerogative di cui godono attualmente.

5) I nuovi senatori manterranno l’immunità parlamentare.

6) I senatori, oltre gli ex presidenti della Repubblica, saranno 100, di cui 5 nominati dal Presidente della Repubblica e 95 eletti dai consigli regionali. Di questi 95, ventuno saranno sindaci, uno per regione, e 74 consiglieri regionali. Non si vede come sindaci e consiglieri regionali avranno il tempo di dedicarsi anche ai compiti che spettano ai senatori.

7) Si riducono gli spazi di partecipazione democratica. Infatti i cittadini non eleggeranno più i senatori; questo fatto, unito all’abolizione, prevista dalla riforma, di un ente elettivo quale la provincia e unito all’elevazione da 50.000 a 150.000 del numero di firme richiesto per presentare una proposta di legge di iniziativa popolare, toglie ai cittadini la possibilità di scegliere i propri rappresentanti e rende più difficoltosa la partecipazione al processo di formazione delle leggi.

8) Prevedendo le modalità di elezione del Presidente della Repubblica da parte del Parlamento, elimina di fatto la possibilità, in un futuro di breve e medio termine, che si possa addivenire all’elezione diretta e popolare del Capo dello Stato, senza che su questo punto importante e delicato ci sia stato un adeguato dibattito nel Parlamento e nel Paese.

9) Stabilendo che dalla settima votazione in poi il quorum dei 3/5 si calcola non più sui componenti dell’assemblea, ma sul numero dei votanti, si facilita l’elezione del Capo dello Stato, che rappresenta l’unità nazionale da parte di una minoranza di parlamentari, che a loro volta rappresentano una minoranza dei cittadini italiani.

10) La previsione che, a richiesta del Governo, i disegni di legge da questo presentato, previa approvazione della Camera entro cinque giorni dalla richiesta, siano esaminati e votati entro 70 giorni, riduce lo spazio di organizzazione autonomo dei propri lavori da parte del Parlamento.

11) Tenendo conto che con l’attuale legge elettorale, l’Italicum, in ogni circoscrizione, peraltro tutte di piccole dimensioni, vengono prima eletti i capilista bloccati scelti dai segretari di partito, si rischia di consegnare tutto il potere ad una sola persona, senza che il nuovo assetto costituzionale preveda i giusti contrappesi. Non può certo rassicurare il progetto di una nuova legge elettorale presentato da una commissione interna del PD. Non basta un foglietto fumoso: se il PD volesse cambiare realmente l’italicum avrebbe una solida maggioranza per farlo.

12) Decisioni importantissime in materie delicatissime, vengono riservate alla sola Camera dei deputati, senza che possa esserci un ripensamento al Senato. E’ la sola Camera che dichiara lo stato di guerra e decide in materia di bioetica.

13) Prevedendo un numero minimo di due senatori per ogni regione, le regioni più popolate sono penalizzate avendo, per lo stesso numero di abitanti, meno rappresentanti di quelle meno popolate.

14) La riforma costituzionale è scritta in maniera poco comprensibile per l’italiano medio, a differenza della Costituzione vigente.

15) La riforma costituzionale è stata approvata da un Parlamento eletto con una legge elettorale, il cosiddetto “Porcellum”, ritenuta illegittima dalla Corte Costituzionale con una sentenza del 2014.

16) La riforma costituzionale è stata approvata con il voto determinante di almeno due formazioni politiche costituite da parlamentari eletti in partiti che hanno votato contro, nonché di singoli parlamentari usciti da partiti contrari alla riforma. E’ il caso del Nuovo Centro Destra, dei Verdiniani e di parlamentari fuoriusciti singolarmente dal Movimento 5 Stelle e da sinistra italiana.

17) I tagli dei compensi dei consiglieri regionali, tagli in base ai quali detti compensi non devono superare quelli del sindaco del comune capoluogo, non si applicano almeno, per il momento, ai consiglieri delle regioni a statuto speciale, Sicilia, Sardegna, Friuli-Venezia-Giulia, Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige, creando una grave disparità tra regione e regione.

18) Durante il dibattito parlamentare sulla riforma costituzionale si sono verificati episodi inquietanti, come la sostituzione dei commissari del P.D. nella Commissione Affari Costituzionali dubbiosi con altri allineati con la segreteria, l’uso di strumenti di tecnica parlamentare come la “ghigliottina” e il cosiddetto “supercanguro” per strozzare il dibattito, l’insistenza da parte del premier sul concetto che, in caso di mancata approvazione da parte del Parlamento della riforma Renzi-Boschi, la legislatura sarebbe finita.

19) Lo spazio concesso in Rai prima dell’entrata in vigore della “par condicio” agli interventi a favore del si, comprendendo anche quelli del premier, è stato generalmente maggiore di quello concesso agli interventi a favore del no, facendo intravedere una inquietante deriva autoritaria in caso di vittoria del si.

20) Gli atteggiamenti apparentemente più disponibili del premier, ad esempio su una eventuale modifica dell’Italicum e sul dialogo con i sindacati, sono dovuti da una parte all’avvicinarsi del Referendum, sul cui esito non è per nulla sicuro malgrado il suo ostentato ottimismo, e dall’altro al suo indebolimento in seguito al disastroso risultato per il P.D. delle elezioni amministrative dello scorso giugno. Se vincerà il NO, il premier sarà ancora più debole e pertanto, anche se non si dimetterà, non potrà più assumere gli atteggiamenti arroganti e da uomo solo al comando che aveva assunto in passato.

N.B. Per la validità di questo referendum non è previsto quorum trattandosi di referendum confermativo in materia costituzionale. Pertanto è valido anche se non vota il 50% più uno degli aventi diritto e quale che sia il numero dei votanti. Quindi per bloccare questa pericolosa riforma, è necessario andare a votare e votare NO.

Comitato per il No di Monreale, Domenico La Porta 

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Raccolta differenziata al 32%. Presto il vetro dovrà essere separato dai metalli, in arrivo i mangia plastica

    Politica

    Monreale, 21 settembre 2018 - Si è parlato di differenziata. Lanciato dal Comitato Pioppo Comune si è svolto ieri l'appuntamento tra cittadini, sindaco Capizzi, assessore all'igiene Urbana Cangemi e Fabio Adimino, il capo squadra della ditta Mirto. In poco più di due mesi, da luglio ad oggi, Monr..

    Continua a Leggere

  • Lotta ai furbetti dei rifiuti. Due sole telecamere presenti in tutto il territorio. Gelsomino: “Presto ne installeremo altre”

    Politica

    Monreale, 21 settembre 2018 - Due sole telecamere funzionanti in tutto il vasto territorio monrealese per combattere i furbetti dei rifiuti. Si tratta di quella montate sulla SP20, sopra Giacalone, e di quella installata in contrada Pezzenti, i punti maggiormente soggetti all’inci..

    Continua a Leggere

  • Politica

    21 settembre 2018 - Il porto di Barcellona rappresenta uno dei porti europei più importanti per chi vuole partire per una crociera; la città catalana, d'altro canto, è una delle destinazioni turistiche più frequentate e apprezzate del Vecchio Continente. Collocata nell..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Spacciava droga in piazza. Arrestato giovane 25enne

    Politica

    Monreale, 21 settembre 2018 - Spacciava in piazza, a Monreale, marijuana. Arrestato con in tasca 2 dosi. In casa, in seguito a perquisizione, i Carabinieri hanno trovato, occultata all’interno di un condizionatore, 10 grammi di cocaina e  2 bilancini di precisione, vario materiale per il tagl..

    Continua a Leggere

  • “Van Gogh Digital Experience”. Ancora nessun introito per il Comune di Monreale. Avviata azione legale

    Politica

    Monreale, 21 settembre 2018 - Si conclude nel peggiore dei modi, e cioè con l'avvio di un'azione giudiziaria, l'idillio che era nato tra il comune di Monreale e la Bicubo digital marketing S.r.l., la società che aveva portato a Monreale la mostra multimediale su Van Gogh, la “Van Gogh Digital Ex..

    Continua a Leggere

  • Palermo Pride, il programma delle iniziative di venerdì

    Politica

    Entra nel vivo con numerose iniziative il Palermo Pride in attesa della grande parata per le strade della città del 22 settembre. Ecco le iniziative previste per domani.
    PALERMO PRIDE VILLAGE Piazza Sant’Anna – Piazza Croce dei Vespri | ..

    Continua a Leggere

  • Festa del pane di Monreale, il presidente dell’ACM annuncia le novità

    Politica

    [embed]https://youtu.be/1UyhBoMtvlo[/embed] Monreale, 20 settembre 2018 -Nella cittadina normanna il 22 e 23 Settembre Monreale bread festival 2018, due giornate dedicate al pane, prodotto tipico locale. Se nel 2017 erano i gazebo a ospitare i prodotti, in occasione della nuova edizio..

    Continua a Leggere

  • Vandalismo nel corso del musical su padre Puglisi. Amara sorpresa per decine di spettatori

    Politica

    Palermo, 20 settembre 2018 - Dopo il musical dedicato a Padre Pino Puglisi gli spettatori trovano l’automobile vandalizzata. È accaduto nel corso della serata di ieri, (19 settembre ndr), in viale del Fante, nei pressi del Teatro di Verdura.

    Decine di auto parchegg..

    Continua a Leggere

  • Monreale, piazze vuote e negozi chiusi di giorno, caos e posteggiatori abusivi la sera

    Politica

    Monreale, 20 settembre 2018 - “Siamo passati dalla solitudine di piazze vuote e negozi chiusi di giorno al caos automobilistico delle ore serali con tanto di posteggiatore abusivo che armato di fischietto accompagna gli automobilisti a posteggiare davanti il Duomo..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Scrutatori e presidenti di seggio elettorale, possibile presentare le domande per l’iscrizione all’albo

    Politica

    Monreale, 20 settembre 2018 – E’ in corso di aggiornamento l’Albo unico del comune di Monreale in cui sono incluse le persone idonee all’Ufficio di scrutatore e presidente di seggio elettorale. Per il ruolo di scrutatore basta essere elettore del comune di Monreale ed essere in possesso d..

    Continua a Leggere

  • Forza Italia: “Premio di risultato al segretario generale per noi è illegittimo”

    Politica

    Monreale, 20 settembre 2018 - La notizia, pubblicata ieri, del riconoscimento del premio di risultato relativo al 2016 da liquidare al Segretario Generale del comune di Monreale, la dott.ssa Domenica Ficano, ha sollevato alcune critiche tra i banchi dell'opposizione. Ad inviare una nota in redazione..

    Continua a Leggere

  • Sospesa la caccia in Sicilia, ambientalisti vincono il ricorso

    Politica

    Con un’articolata ordinanza il TAR Palermo ha accolto totalmente il ricorso presentato da Legambiente Sicilia, LIPU e WWF, con il patrocinio degli avvocati Antonella Bonanno e Nicola Giudice del Foro di Palermo, contro il calendario venatorio 2018/2019 emanato ad agosto da..


  • Roccamena tra i rifiuti. Il sindaco Ciaccio: “Solleverò dall’incarico il dirigente dell’ufficio tecnico. Bisogna fare la gara”

    Politica

    Roccamena, 19 settembre 2018 - Da ieri a Roccamena non si raccolgono più i rifiuti. Cumuli di spazzatura e cassonetti sovraccarichi fanno bella mostra di sé negli angoli delle strade. Chi può li deposita nei propri garage. La società addetta alla raccolta e allo smalt..


  • Il “Sette e Mezzo” a Palermo, ieri l’incontro-dibattito a Casa Cultura Santa Caterina

    Politica

    [gallery ids="76777,76776,76775,76774,76773,76772,76771,76770,76769"] Monreale , 19 settembre 2018 - Quattro giornate, tra mostre e documenti storici, in ricordo dell’insurrezione del “Sette e Mezzo”. Questa la proposta del Centro Studi Zabùt, in collaborazione con la Fondazione Ign..


  • Nominata consulente del sindaco, l’Ing Dora Ferreri si occuperà di elettrotecnica

    Politica

    Monreale, 19 settembre 2018 - A fianco del primo cittadino ci sarà un nuovo esperto, si tratta dell'Ing Dora Ferreri alla quale è stato conferito l‘incarico di consulente del sindaco, a titolo gratuito, per occuparsi delle attività connesse all'elettrotecnica. Il rapporto durerà fino alla..


  • Drammatico incidente in via Paruta, tanta paura per un automobilista (FOTO)

    Politica

    Salvo per miracolo dopo un terribile scontro sul palo. È successo in via Paruta nella zona di Corso Calatafimi (Foto Gabriele Visocaro). Il conducente nonostante l’impatto e l’auto distrutta è salvo. Una notte piena di incidenti è stata quella trascorsa. Uno dei più gravi in corso C..


  • “Dipinti su Vetro”, inaugurata la mostra di Francesca Guicciardi

    Politica

    Monreale, 19 settembre 2018 - Una esposizione di “Dipinti su Vetro” dell’artista e collezionista Francesca Guicciardi, è stata presentata ieri dal sindaco Piero Capizzi e dall’assessore alla cultura Giuseppe Cangemi negli splendidi spazi della sezione di Arte Antica del Comples..


  • Monreale. In arrivo premio di risultato 2016 per il segretario generale. Per il sindaco Capizzi conseguito il 100% degli obiettivi

    Politica

    Monreale, 19 settembre 2018 - Come era successo per l’anno 2015, il sindaco Piero Capizzi ha assegnato al segretario generale, la dott.ssa Domenica Ficano, una valutazione con punteggio massimo sull’operato svolto nel corso del 2016. Questo, dopo che l’Organismo Intern..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com