Calcio a 5 serie C1. United Capaci – Real Parco: 3 – 3

La squadra di Altofonte mantiene il terzo posto in classifica. Sabato prossimo incontrerà il CUS Palermo

Palermo, 26 novembre 2016 – Una bella partita quella giocata oggi dal Real Parco. Al Palandonbosco di Palermo, la squadra parchitana ha affrontato e rallentato la corsa dell’United Capaci, primo in classifica. Un pareggio, tre reti per squadra, ha firmato il giusto risultato per una partita giocata tra due formazioni che hanno dimostrato sul campo di meritarsi il posizionamento ai vertici della classifica.

Un numerosissimo pubblico ha assistito al confronto.

Mister Mosca ha schierato Rinicella, Pasta, Latino, Mannino, Madonia, Palazzotto, Giannusa, Comito, Mondino, Di Stefano, Terrasi, Ugo Ventimiglia.

La partita non è cominciata nel migliore dei modi per i giocatori di Altofonte, che hanno sottovalutato gli avversari, subendo due reti nel primo tempo.

Ma nel secondo tempo sono i ragazzi di mister Mosca a predominare sul campo. Uno strepitoso Giannusa trascina la squadra ribaltando il punteggio. Fino a pochi minuti dal fischio di fine partita i parchitani manterranno il vantaggio di 3 a 2. Ma è proprio nei minuti finali che gli arbitri espellono per doppia ammonizione proprio il giovane dei parchitani. E con un uomo, in meno in zona cesarini il Real Parco si lascia imbucare. E’ il goal del pareggio. Poco dopo arriva il fischio dell’arbitro sul tre a tre.

Rimane la consapevolezza di avere giocato una buona partita.

Il Real Parco, alla nona giornata mantiene il terzo posto in classifica con 20 punti, al seguito dell’United Capaci con 22. Primo l’Akragas Futsal con 24.

Il prossimo sabato la squadra di mister Mosca dovrà affrontare in casa il CUS Palermo. Una partita che, secondo le previsioni, non dovrebbe presentare grosse difficoltà. Il CUS, sconfitto oggi dall’Akragas, con 7 punti si trova ai piani bassi della classifica. Al suo attivo ha solo 2 partite vinte, una pareggiata e 6 perse.

Le reti del Real Parco oggi sono state segnate da Ugo Ventimiglia, Giannusa e Madonia.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.