Oggi è 20/07/2018

Cronaca

IL 25 Novembre Monreale si fa “Centro”. Il percorso del “Centro d’Ascolto Donna” nel contrasto alla violenza di genere

Il centro offre consulenza legale, psicologica e socio-assistenziale con personale specializzato, direttamente presso la sede Caritas

Pubblicato il 25 novembre 2016

IL 25 Novembre Monreale si fa “Centro”. Il percorso del “Centro d’Ascolto Donna” nel contrasto alla violenza di genere

Monreale, 25 Novembre 2016 – “Mentre il trauma può essere l’inferno sulla terra, il trauma risolto è il dono degli dei, un viaggio eroico che appartiene a ognuno di noi”

Peter A. Lavigne

Di donne traumatizzate, vittime di soprusi fisici e psicologici il mondo è pieno. Ma raccontare delle donne di Monreale non è semplice se si considera che nonostante la crescita culturale avvenuta nell’ultimo cinquantennio Monreale rimane “paese” con tutte le sue chiusure e le sue contraddizioni. Oggi per il mondo ricorre una data particolare, è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne e per Monreale non è un giorno qualsiasi vista la consapevolezza che oramai da decenni ha la parte sana del paese dell’importanza del messaggio del 25 Novembre. Già un primissimo passo Monreale lo ha compiuto nel 2008 un progetto pilota chiamato “Eva” ha aperto le sue porte alle donne in difficoltà e ha lavorato sul territorio attraverso attività mirate allo sradicamento degli stereotipi di genere, nelle scuole, e di consapevolezza del sé nelle parrocchie.

Questo non è stato un momento isolato e si è stati capaci nonostante le difficoltà date dalla resistenza di uno zoccolo duro di creare un tessuto filo dopo filo, una rete che non si è più disfatta ma che nel suo rapporto sinergico ha dato sostegno alle donne mute, alle donne fragili e questa rete quasi come un tappeto elastico le ha non solo salvate dal vuoto e dal precipizio ma le ha rilanciate verso nuove possibilità, verso una nuova vita. Oggi, a distanza di 8 anni da quel primo progetto, a Monreale è presente la voglia di tutelare e preservare le donne vittime di violenza. L’ Associazione DonnAttiva” con il Centro d’Ascolto “Donna” continua il suo impegno a vari livelli nel contrasto alla violenza di genere.
La Presidentessa Ina Modica “ è firmataria di un Protocollo d’intesa operativo con la Caritas Diocesana , rappresentata da Don Ferdinando Toia, per la realizzazione delle attività del Centro di Ascolto Antiviolenza, volto alla realizzazione e all’organizzazione di diversi eventi ed iniziative di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere”.

“La Caritas Diocesana, continua la dott.ssa Modica, è stata ed è per il nostro centro un punto di forza e di sostegno. Attraverso questa proficua  collaborazione  il nostro Centro ha avuto una sede con  locali idonei e supporto logistico in tutti quei casi in cui è stato necessario offrire assistenza alle utenti. Ina Modica conclude esprimendo la massima gratitudine all’arcivescovo Monsignor Pennisi che ha creduto e crede nel lavoro svolto dall’associazione e a Don Ferdinando Toia che supporta con entusiasm ogni attività.

La dottoressa  Palma responsabile scientifica del Centro d’ascolto nella sua dichiarazione delinea un quadro della realtà locale: “Monreale insiste su di un ambito territoriale molto ampio e potrebbe, pertanto, rappresentare il contesto ideale per l’implementazione di  un Laboratorio sperimentale che attui interventi di fronteggiamento del fenomeno e al contempo di prevenzione dello stesso.”

Il centro di ascolto “Donna” ha l’obiettivo primario di accogliere le richieste di aiuto delle donne per un primo incontro di chiarimento e di individuazione dei problemi con un immediato orientamento nei percorsi da intraprendere per la loro risoluzione. Le utenti possono avvalersi di consulenza legale, psicologica e socio-assistenziale richiedendo un appuntamento, con il personale specializzato del centro di ascolto, direttamente presso la sede Caritas di via villa Veneto che ospita il centro.

“ Il Centro di ascolto rappresenta, comunque, solo il primo step poiché la definizione di un intervento efficace ed efficiente necessita di focalizzare l’attenzione per agire concretamente su almeno quattro macroaree:

1) La Strutturazione di una rete locale che, mettendo in sinergia tutti gli stakeholder che a diverso titolo sono chiamati in causa nel fronteggiamento della problematica, uniformi, coordini e integri le prassi operative di intervento evitando sovrapposizione e frammentazione.

2) Implementare progetti di prevenzione primaria che agiscano, in primis sulla scuola, recependo il profondo cambiamento di prospettiva, che la Convenzione di Istanbul ci offre, quando identifica nella modificazione della cultura dei generi il reale presupposto di quell’evoluzione culturale necessaria e sufficiente a condurre le nuove generazioni lontane dal fenomeno della violenza di genere.  Ciò, peraltro, poggia sul paradigma teorico di riferimento degli studi condotti, nell’ambito delle neuroscienze, sull’intelligenza emotiva. Una moltitudine di dati sperimentali dimostrano che la violenza origina da gravi carenze relative all’autocontrollo, alla capacità di gestire la propria collera e all’empatia.

3) Attuare iniziative di sensibilizzazione nei confronti dei media perché è il “come” raccontiamo gli eventi che fa sì che quello stesso evento possa assumere, nell’immaginario collettivo, questo o un diverso significato. Con una generalizzazione impropria possiamo affermare che ciò che rende la cifra stilistica di un evento è il “modo” con cui viene comunicato.

4) Infine, implementare modalità di ricerca che, raccogliendo dati statistici quali-quantitativi disaggregati, possano restituire un reale, e nello specifico ancorato al territorio, quadro teorico di riferimento del fenomeno.”conclude la dott.ssa Palma.

“Le utenti seguite in questo nuovo anno di lavoro sono state accompagnate nel percorso di presa di coscienza del problema e del  distacco dal soggetto abusante. Hanno trovato il coraggio di denunciare ed di intraprendere il percorso di realizzazione dell’autonomia personale, allontanandosi dal contesto che le opprimeva e trovando una nuova forza per reagire.” afferma l’avvocato Rosaria Messina.
“Molte utenti  si rivolgono al Centro d’ascolto per avere delle informazioni  sulle procedure, sulle dinamiche , sui rischi di una denuncia. In molte donne  soprattutto nelle realtà  socio-culturali più disagiate prevale la paura che la denuncia possa determinare l’allontamento dai figli, altre manifestano la dipendenza economica dal soggetto maltrattante e quindi l’incapacità di rendersi autonome “ continua l’avvocato Messina.
Ancora molto lavoro deve essere fatto per riuscire a sensibilizzare il territorio e tutte quelle donne che per paura o spesso per vergogna non riescono a superare questi ostacoli avvalendosi del nostro supporto e della nostra assistenza.
Noi crediamo nella forza delle donne che non si abbattono e che consapevolmente scelgono la direzione da dare alla propria esistenza.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, scatta la tagliola sui rifiuti. Telecamere nascoste, vigili e carabinieri contro gli incivili

    Cronaca

    Monreale, 19 luglio 2018 - Coloro che continuano a perseverare con il conferimento selvaggio di rifiuti indifferenziati nel territorio saranno beccati dalle telecamere nascoste disseminate nel territorio. Le immagini saranno trasmesse al comando dei vigili urbani che faranno scattare sanzioni salati..

    Continua a Leggere

  • RESPINTO L’APPELLO DEI PRECARI DEL COMUNE, confermata la sentenza di primo grado

    Cronaca

    Monreale, 19 luglio 2018 - Nell’udienza che si è tenuta stamani al Tribunale di Palermo, la Corte d’Appello ha pienamente confermato la sentenza di primo grado: dunque, è stato ancora una volta respinto il ricorso presentato nel 2013 da un folto gruppo di dipendenti precari del C..

    Continua a Leggere

  • Strage di via d’Amelio, per ricordare Borsellino non servono le passerelle dei politici

    Cronaca

    Oggi a Palermo alle 16,58 come ogni anno sarò in via D’Amelio per fare memoria di Paolo Borsellino e degli agenti di scorta Agostino CatalanoEmanuela&nbs..

    Continua a Leggere

  • Frate Mauro Billetta: “Fare memoria non significa vivere di nostalgia”

    Cronaca

    Danisinni (Palermo), 19 luglio 2018 - Mauro Billetta è il frate cappuccino da diversi anni alla guida della parrocchia di Sant'Agnese, nel popoloso quartiere di Danissini, a pochi passi da piazza Indipendenza. Giornalmente alle prese con emergenze sociali, si trova..

    Continua a Leggere

  • Il 2018 sarà un’estate calda tra amichevoli di lusso e calciomercato 

    Cronaca

    Chi l’ha detto che il Mondiale di Russia è stato l’evento calcistico più importante dell’estate? Senza voler sminuire un torneo come la Coppa del Mondo, ma dal punto di vista di Paesi come Italia, Olanda o la stessa Germania, che si è fermata alla fase a gironi, già durante le scorse setti..

    Continua a Leggere

  • Palermo: aprire e promuovere una nuova attività nel settore turistico

    Cronaca

    Certe regioni italiane, da sempre, sono oggetto di grande interesse da un punto di vista turistico. Non a caso, la Sicilia rappresenta da sempre una delle destinazioni più apprezzate sia dai turisti italiani che da quelli stranieri. Città come Palermo dimostrano di essere ancora oggi particolarmen..

    Continua a Leggere

  • Scuolabus a pagamento a Monreale? Il consiglio boccia la proposta. Latita la maggioranza

    Cronaca

    Monreale, 19 luglio 2018 - In consiglio comunale la maggioranza si sgretola e va ancora sotto. Nel corso della seduta di ieri sui due punti votati dall’assemblea, l’opposizione ha avuto la meglio, votando prima favorevolmente alla richiesta di rinvio del punto riguardante le entrate proprie in s..

    Continua a Leggere

  • “I Rifiuti sono roba nostra”: la lettera di un cittadino

    Cronaca

    Riceviamo e pubblichiamo  L’11 Luglio 2018 é partita la raccolta differenziata e la raccolta porta a porta nel Comune di Monreale. Vivaddio c’era da dire! Ed invece a meno di una settimana dal suo inizio si é scatenato il putiferio. Social, giornali locali, bar, supermercati, ..

    Continua a Leggere

  • Immatricolazioni, tasse e offerta formativa: le novità dell’Università di Palermo

    Cronaca

    Palermo, 19 luglio 2018 - “Il nostro è un Ateneo in ottima salute – ha commentato il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, prof. Fabrizio Micari – lo confermano il piano delle assunzioni, che prevede l’inserimento di ben 110 nuove unità di personale docente e ricercatore e un ..

    Continua a Leggere

  • Nascerà a Palermo il più grande porto dell’Europa del Sud, ecco come sarà nel progetto dell’Eurispes

    Cronaca

    ..                <span class=

    Continua a Leggere

  • Cefalù: operazione antidroga “Porta Giudecca”. Arrestate 5 persone. Il rifornimento degli stupefacenti avveniva a Ballarò (FOTO DEGLI ARRESTATI)

    Cronaca

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=b7Rd94gdL10&feature=youtu.be[/embed] Cefalù, 19 luglio 2018 - Spaccio di Cocaina, Eroina, Crack, Hashish e Marijuana. Con questa accusa i Carabinieri della Compagnia di Cefalù hanno tratto in arresto nelle prime ore dell’alba cinque uomini, che gesti..

    Continua a Leggere

  • Randagismo, spariti nel nulla i cani di via Pezzingoli. Dove sono finiti?

    Cronaca

    [gallery ids="71105,71104,71103,71102,71100,71098,71097,71099,71096,71093,71091,71090"] Monreale, 18 luglio 2018 - Di loro non si trovano neppure i corpi, spariti nel nulla. Era il 19 giugno scorso quando alcuni animalisti lanciarono l’allarme dell'avvelenamento di alcuni cani nella zona alta d..

    Continua a Leggere

  • Previsioni meteo, caldo africano in arrivo. Nel week end si toccheranno i 44 gradi

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - Il fine settimana avrà di nuovo come protagonista il caldo africano. Fino a venerdì mattino avremo caldo moderato mentre dalla sera il nuovo impulso africano porterà di nuovo il rovente alito sahariano sulle nostre terre. La giornata di sabato sarà infuocata con punte ..

    Continua a Leggere

  • Verso le elezioni del sindaco di Monreale. A Monreale nasce il gruppo di Diventerà Bellissima

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 – Nasce all'interno del Consiglio comunale monrealese il gruppo consiliare “Diventerà bellissima”, il movimento del presidente della Regione, Nello Musumeci. Il neonato gruppo sarà tenuto a battesimo, oggi pomeriggio, nel corso della seduta in programma in aula co..

    Continua a Leggere

  • Pitbull stacca il braccio a ragazza. É il cane del convivente

    Cronaca

    Un pitbull ha aggredito una giovane di 23 anni in un’abitazione in via Agnetta a Villagrazia a Palermo. Il cane del convivente le ha staccato a morsi un braccio. I vicini hanno lanciato l’allarme sentendo le urla della donna. Sono intervenuti i sanitari ..

    Continua a Leggere

  • Cimitero di San Martino delle Scale bonificato. Cancelli di nuovo aperti

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - Dopo due settimane di chiusura forzata, il cimitero di San Martino delle Scale è stato riaperto. Dentro il camposanto al centro dell'inchiesta che vede coinvolti i membri della famiglia Messina, sono state effettuate le opere di bonifica e sanificazione necessarie per ..

    Continua a Leggere

  • Nessuna infiltrazione mafiosa. I terreni di Tagliavia tornano alla Curia monrealese

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - La Curia di Monreale torna in possesso dei beni di Tagliavia. In particolare dell’"Azienda agricola santuario Maria Santissima del Rosario di Tagliavia”, che, a luglio 2017, era stata sottoposta ad amministrazione giudiziaria, dopo che ne era stato dimostrato il contro..

    Continua a Leggere

  • Ricorso lavoratori precari del Comune: giovedì l’udienza in Corte d’appello

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Dopo un’attesa durata ben cinque anni, giovedì mattina sarà finalmente definito l’esito del ricorso presentato da un consistente gruppo di lavoratori precari del Comune di Monreale, nell’ormai lontano 2013, per aver riconosciuto il diritto alla trasformazione a tem..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com