Ztl, i commercianti pronti a manifestare “con una violazione di massa”

Se il sindaco Orlando non sospenderà il provvedimento, il prossimo 9 novembre si preannunciano altre proteste

Palermo, 4 novembre – Lo scorso 25 ottobre i commercianti sono scesi in piazza per dire no alla Ztl. Con gli animi ancora più accesi, il prossimo 9 novembre si preannunciano altre proteste contro il provvedimento. I commercianti manifesteranno “con una violazione di massa” se entro martedì 8 il sindaco Orlando non annullerà o sospenderà la Ztl.

La situazione è abbastanza accesa, soprattutto dopo la reazione del primo cittadino, per il quale le manifestazioni conseguenti sono state “caratterizzate e preparate da gruppi organizzati con atti di minaccia e intimidazione a commercianti e a loro clienti, dentro e fuori la Ztl”.

Se il sindaco non dovesse procedere, come da loro richiesto a gran voce, quantomeno a sospendere la Ztl, il “popolo” si è dato appuntamento mercoledì 9 novembre alle 11 in piazza Giulio Cesare, di fronte alla stazione. Annunciate forti azioni di disobbedienza civile: mezzi non autorizzati violeranno in massa la zona a traffico limitato. L’annuncio è affidato ad un volantino distribuito in centro nei giorni scorsi.

 

 

 

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.