Oggi è 17/01/2018

Cronaca

Giannetto (PD): “Nell’ultimo anno le condizioni della città sono peggiorate. Ecco perché fuori dalla maggioranza di governo”

Una lunga intervista con la consigliera che non lesina critiche al partito e alla coalizione di governo

Pubblicato il 8 ottobre 2016

Giannetto (PD): “Nell’ultimo anno le condizioni della città sono peggiorate. Ecco perché fuori dalla maggioranza di governo”

Monreale, 8 ottobre 2016 – Rosanna Giannetto è stata la consigliera del PD più votata alle scorse amministrative. Da subito ha giocato un ruolo scomodo all’interno del partito e della coalizione di governo, non lesinando critiche nei confronti dell’operato del sindaco o non allineandosi sempre in consiglio comunale alle posizioni del partito.

Il consiglio del 4 ottobre segna uno spartiacque netto tra chi, nel partito, ha deciso di continuare a condividere il percorso governativo di Capizzi, e chi invece ha reciso il legame con l’alleanza di governo. La Giannetto, appartenente a quest’ultimo gruppo, per la verità legittimata dalle segreterie provinciale e regionale, ha spiegato durante i lavori consiliari le motivazioni alla base della sua scelta. L’abbiamo intervistata per comprendere meglio.

D: Lei spesso ha segnato la distanza con le scelte dell’amministrazione, ponendosi come pungolo nei confronti dell’azione dei suoi alleati, ma ha sempre confermato la sua adesione al progetto del partito e la fiducia a Capizzi. Cosa è cambiato adesso?

R.: Al consiglio comunale del 4 ottobre, il sindaco si è appellato al nostro senso di responsabilità in merito all’approvazione del Consuntivo 2015. Ma non credo che lui si sia assunto le sue responsabilità nella scelta della Giunta. Ogni effetto ha la sua causa. Non è concepibile che tra rappresentanti istituzionali di una certa rilevanza si vengano a creare chiusure nel dialogo che dovrebbe rimanere improntato alla costruzione e alla crescita della realtà in cui si opera. Scegliendo la Giunta, così composta, ha scavalcato l’interlocutore politico ufficiale, mi riferisco ai vertici regionali e provinciali, scegliendosi quello più comodo e a lui congeniale, infischiandosene del contributo determinante per la sua elezione a sindaco di tanti elettori ed eletti che nel 2014 si sono impegnati per voltare pagina nella nostra città.

D.: Come giudica l’operato dell’amministrazione nei confronti dei problemi della città?

R.: In questo ultimo anno le condizioni della città hanno subito un vistoso peggioramento.

L’amministrazione comunale non ha raggiunto nemmeno lontanamente gli obiettivi che si era prefissata. Questo rimpasto non lascia presagire nulla di buono, anzi l’assenza di consapevolezza dei problemi della città e l’incapacità di trovare soluzioni è molto preoccupante.

D.: Cosa la preoccupa di più?

R.: È sotto gli occhi di tutti la condizione di degrado in cui versa Monreale, basterebbe ascoltare un campione di 50 cittadini non politicizzati e di 50 turisti per capire come stanno andando le cose.

Peccato che dopo il riconoscimento Unesco che avrebbe potuto offrirci una grande notorietà internazionale, non si siano messe in campo forze in grado di sapere valorizzare il patrimonio culturale-storico e architettonico di Monreale. Basti pensare alla gradinata che dal posteggio porta in via Torres in cui sono state sistemate soltanto alcune basole per un fatto funzionale, senza pensare che costituisce il nostro biglietto da visita. Percorrendola lo scenario è squallido: ringhiere divelte, aiuole aride e ovviamente prive di vegetazione, muri di contenimento distrutti. Lo stesso accade al Belvedere. Dopo due anni e mezzo questa amministrazione non è riuscita a risolvere il problema dei bagni pubblici nel centro storico.

Sul complesso Guglielmo hanno mostrato tanta fretta nell’approvazione del piano esecutivo di gestione, ma ad oggi non c’è traccia di alcun bando europeo per l’affidamento. Senza considerare la vergogna di avere incassato, con un complesso museale così maestoso, in un anno meno di € 1.700,00 circa. In questo modo Monreale non può vivere di turismo così come tutti giustamente pensano che dovrebbe essere.

C’è poi, un tema che riguarda la sicurezza a partire dall’illuminazione pubblica del paese, non è con i pannicelli caldi che si rileva un problema che coinvolge L’80% della rete di illuminazione pubblica. Occorrerebbe un progetto di finanza ma dopo averlo spiegato e più volte ripetuto mi viene il dubbio che troppo spesso nei piani alti dell’amministrazione ci siano troppi limiti alla volontà e capacità di capire.

D.: In consiglio comunale, nel corso della relazione sul consuntivo, Capizzi ha detto che verrà ricordato certamente per l’impegno dedicato alle problematiche scolastiche.

R.: Se vogliamo entrare nello specifico mi chiedo come mai ancora non siano state consegnate le aule del primo piano del Plesso D’acquisto a Pioppo. Sono state anche soppresse le mense alle scuole dell’infanzia a Pioppo, ad Aquino e a Grisì.

È, infine, di oggi la notizia che al P.Novelli i bambini dovranno alternarsi nella turnazione al fine di potere effettuare i lavori di messa in sicurezza dei bagni. I bambini della materna avranno una settimana di vacanza con tutti i disagi per i genitori che lavorano e non sanno a chi affidarli.

Oltre al presenzialismo e alla ricerca di qualche scatto fotografico sarebbe più importante garantire l’assistenza igienico-sanitaria almeno nei casi di assoluta gravità psico-motoria. Ne è stata più volte fatta richiesta ma, per mancanza di fondi, è stato detto che non è stato possibile provvedere. Però per cose molto meno urgenti i fondi si sono trovati, come per i premi di merito. Tra regalare € 10.000,00 euro una tantum e prestare assistenza a chi ha meno e vive il dramma della disabilità, io ed il PD del nuovo corso non abbiamo dubbi.

D.: Nella proposta della terna assessoriale avanzata dai vertici provinciali e regionali appare il suo nome. Quali sarebbero state le sue proposte per dare una svolta alla città, e concretamente, quali soluzioni avrebbe avanzato?

Premesso che la risposta meriterebbe un programma di cose da fare lungo almeno cinque anni, le dico quali sarebbero stati i miei due punti più importanti. Avrei puntato prioritariamente sullo sviluppo del turismo a partire dalla valorizzazione del patrimonio architettonico e del complesso museale. Secondo me c’è un’emergenza giovani su cui concentrare l’attenzione delle istituzioni a partire da quelle comunali. In quest’ottica la scuola ha un valore fondamentale. Avrei puntato innanzitutto a promuovere e sensibilizzare sulla necessità non rinviabile del tempo pieno e prolungato nella scuola dell’obbligo anche a Monreale, ciò per dare ai nostri figli un sapere identico ai ragazzi del centro-nord dove si studia per 40 ore settimanali e non solo per 27, in tal modo si aiuterebbero le famiglie in un compito arduo e molti miei colleghi docenti a tornare ad insegnare a casa vicino i propri affetti. Non meno importante, per dare una boccata d’ossigeno ai nostri artigiani, avrei puntato alla riqualificazione e alla messa in sicurezza del centro storico che a ben guardare da troppo tempo è stato abbandonato a se stesso, con buona pace di chi si ostina a pensare che a Monreale si stia vivendo un rinascimento.

D.: Cosa non condividete nella giunta del Capizzi due?

R.: La Giunta che volevamo doveva mirare al bene collettivo e non al bene dei singoli. Sono contraria alla democrazia ereditaria (visto che si passa da fratello a fratello) ma pretendo una Vera Democrazia con una piattaforma programmatica adeguata di cose da fare sulle quali confrontarsi e tutti impegnarsi. Di tutto ciò non c’è stata alcuna traccia. Anche per limiti che hanno riguardato il mio partito. Diceva un mio professore che ogni crisi è una crescita ma se non viene riconosciuta rimane una esperienza fallimentare.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, il Prof. Roberto Amato il nuovo consulente per l’Ambiente e Lavori Pubblici

    Cronaca

    Monreale, 16 Gennaio 2018 -Il Prof. Roberto Maria Amato è il nuovo consulente per l’Ambiente e Lavori Pubblici del Comune di Monreale, funzionario della Regione Siciliana con alle spalle una lunga esperienza lavorativa all'interno dell'ente. Nella Sala Rossa di città, alla presenza del sindaco P..

    Continua a Leggere

  • 750° anniversario dedicazione Cattedrale Monreale: il 27 gennaio una Giornata di Studi

    Cronaca

    Monreale, 16 Gennaio 2018 - In occasione del 750° anniversario della Dedicazione della Basilica Cattedrale di Monreale, sabato 27 gennaio si terrà una Giornata di Studi presso il palazzo Arcivescovile della cittadina normanna. All'incontro formativo prenderà parte l’a..

    Continua a Leggere

  • Istituto Guglielmo II, aperte le iscrizioni per l’anno scolastico 2018-2019

    Cronaca

    Monreale, 16 Gennaio 2018 - Prendono il via oggi le iscrizione per l'anno scolastico 2018-2019 nell'istituto comprensivo "Guglielmo II". Durante il periodo delle iscrizioni, che si conclude il 6 febbraio, sarà possibile visitare la struttura e chiedere chiarimenti ai docenti.  ..

    Continua a Leggere

  • Partinico, incidente mortale sulla SS 113. Perde la vita una donna di 95 anni

    Cronaca

    Partinico, 16 gennaio 2018 - Un'anziana di 95 anni è morta questa mattina in seguito ad un incidente stradale che si è verificato sulla SS113 nei pressi di Partinico.  Una Fiat Brava guidata da Filippo Bologna, 65 anni, uomo conosciuto del posto e che in passato è anche stato sindaco..

    Continua a Leggere

  • Monreale. «No bomba ecologica nella discarica di Zabìa». Capizzi: «Lo confermano le analisi»

    Cronaca

    Monreale, 16 gennaio 2018 - «Le analisi e i rapporti di prova effettuati dall’ARPA Sicilia lo hanno pienamente confermato e certificato: l’ex discarica comunale sita in contrada Zabìa non contiene affatto rifiuti pericolosi e non è stata riscontrata nella zona alcuna presenza di materiali o s..

    Continua a Leggere

  • Caos-rifiuti, Musumeci incontra 50 sindaci. Capizzi: «Monreale porta meno rifiuti in discarica»

    Cronaca

    Monreale, 15 gennaio 2018 - Oggi a Palazzo D'Orleans erano presenti quasi tutti i 50 sindaci dei comuni che trasportano i rifiuti in provincia di Catania. Si va verso un'autorizzazione in deroga a tutte le leggi per consentire alla sesta vasca di Bellolampo, la discarica di Palermo, di ricevere rifi..

    Continua a Leggere

  • Terremoto del Belìce: “Monreale non esiste più, è stata distrutta”. Le testimonianze dei monrealesi

    Cronaca

    Monreale, 15 gennaio 2018 - "Monreale non esiste più, Monreale è stata distrutta". Era questa la notizia che si diffuse a Palermo in quel lontano 1968, quando nella notte fra il 14 e il 15 Gennaio avvenne uno dei più gravi terremoti italiani del Secondo dopoguerra che interessò la valle del Beli..

    Continua a Leggere

  • Ryanair rivoluziona le regole per il bagaglio a mano

    Cronaca

    Scatta la rivoluzione dei bagagli a mano su Ryanair, si chiude l’era del doppio bagaglio a mano: una volta all’imbarco il più ingombrante dovrà essere lasciato agli addetti per essere caricato in stiva senza costi aggiuntivi. Siamo lieti di lanciar..

    Continua a Leggere

  • Al via l’Open week nella scuola Morvillo: organizzati laboratori, mostre e attività didattiche

    Cronaca

    Monreale, 15 Gennaio 2018 - Si è aperto oggi e si concluderà venerdì 19 Gennaio l’open week che, come ormai da t..

    Continua a Leggere

  • Una cena per 700 poveri del centro di Biagio Conte. Tra gli chef il monrealese Nicola Venturella

    Cronaca

    Palermo, 15 gennail 2018 - Una cena la Missione Speranza e Carità di Biagio Conte. A organizzarla è lo chef e pasticcere di Partinico Massimo Giambelluca che ha chiamato a ..

    Continua a Leggere

  • «Cacciatori di storie bellissime». A Monreale i Percorsi Virtuosi di So.Svi.Le. e Maghweb

    Cronaca

    Monreale, 15 gennaio 2018 - All’interno di Villa Savoia le testimonianze di chi ha puntato sulla bellezza, molto spesso nascosta, del territorio siciliano. Dai Sicani, fino alla Via Francigena che collega Palermo ad Agrigento, la Sicilia può offrire ancora innumerevoli spunti per convincere i rag..

    Continua a Leggere

  • Monreale a sostegno di Biagio Conte. Padre Elisée incontra il frate laico

    Cronaca

    Palermo, 15 gennaio 2018 - Tanta è ancora la gente che vive per strada che non ha un tetto, un lavoro, una dignità e sopravvive ai margini della società. Sono gli invisibili, non solo clochard,  costretti a dormire nelle auto o per le vie di Palermo sono anche le famiglie sfrattate, i padri ..

    Continua a Leggere

  • Terremoto del Belice, il racconto di Biagio Cigno: «A Camporeale c’era un silenzio surreale».

    Cronaca

    Monreale, 15 gennaio 2018 - Nella memoria di un diciottenne, dopo cinquantanni, le date magari non si ricordano ma sensazioni, umori, odori, suoni, a volte a fronte di avvenimenti epocali, restano impressi come fossero accaduti ieri. A quel tempo abitavo a Palermo e di notte fui svegliato dalla..

    Continua a Leggere

  • Monrealexit. La giunta jatina attiva per il riordino: «Serve fronte comune»

    Cronaca

    San Giuseppe Jato, 15 gennaio 2017 - I monrealesi che vogliono diventare cittadini di San Giuseppe Jato sono circa 160, tutti residenti nelle borgate di Ginestra, Dammusi, Signora e Bommarito. Pagano le tasse alla città normanna ma usufruiscono dei servizi della città a Valle dello Jato


  • Romanotto (Credici Monreale): “Debiti azzerati? Solo a dicembre deliberato ricorso a Fondo di Riserva per 50.000 €”

    Cronaca

    Monreale, 15 gennaio 2018 - Azzeramento dei debiti del comune. Un’operazione di risanamento dei conti dell’ente portata come fiore all’occhiello della sua gestione amministrativa dal sindaco di Monreale, Piero Capizzi, e da lui sbandierato in tutti i consessi ..


  • Discipline in lingua straniera, laboratori, buone prassi innovative. É l’Open Day del Pietro Novelli

    Cronaca

    Monreale, 14 gennaio 2018 - Anche quest'anno la D.D. "P. Novelli" apre le sue porte alle famiglie, ai bambini, al territorio per far conoscere i dettagli della sua organizzazione didattica: attività laboratoriali curriculari, buone prassi innovative, sperimentazioni inclusive.


  • Monreale. Sfratto al Circolo Italia. Burgio: “Posizione del Sindaco denigratoria e offensiva”

    Cronaca

    Monreale, 14 gennaio 2018 - Claudio Burgio è il commissario pro tempore dell’associazione culturale “Circolo Italia”, che ha ricevuto dal comune l’ordinanza di sfratto dai locali di Piazza Vittorio Emanuele 2,4 e 6. Al circolo culturale viene richiesto anche il pagamento di €24.734,35 pi..


  • Quadrante: “Il PD responsabile, abbiamo consentito l’approvazione del “Salva Napoli”. Gestione del Sindaco approssimativa”

    Cronaca

    Monreale, 14 gennaio 2018 - Sull'adesione alla procedura di salvataggio dal dissesto finanziario (cosiddetto "Salva Napoli") da parte del comune di Monreale, portata in aula venerdì scorso, il PD si è astenuto, con la sola eccezione del consigliere Ignazio Davì che, divergendo dalla posizione del..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
    Acquapark Monreale