Oggi è 24/03/2019

Cronaca

Giannetto (PD): “Nell’ultimo anno le condizioni della città sono peggiorate. Ecco perché fuori dalla maggioranza di governo”

Una lunga intervista con la consigliera che non lesina critiche al partito e alla coalizione di governo

Pubblicato il 8 ottobre 2016

Giannetto (PD): “Nell’ultimo anno le condizioni della città sono peggiorate. Ecco perché fuori dalla maggioranza di governo”

Monreale, 8 ottobre 2016 – Rosanna Giannetto è stata la consigliera del PD più votata alle scorse amministrative. Da subito ha giocato un ruolo scomodo all’interno del partito e della coalizione di governo, non lesinando critiche nei confronti dell’operato del sindaco o non allineandosi sempre in consiglio comunale alle posizioni del partito.

Il consiglio del 4 ottobre segna uno spartiacque netto tra chi, nel partito, ha deciso di continuare a condividere il percorso governativo di Capizzi, e chi invece ha reciso il legame con l’alleanza di governo. La Giannetto, appartenente a quest’ultimo gruppo, per la verità legittimata dalle segreterie provinciale e regionale, ha spiegato durante i lavori consiliari le motivazioni alla base della sua scelta. L’abbiamo intervistata per comprendere meglio.

D: Lei spesso ha segnato la distanza con le scelte dell’amministrazione, ponendosi come pungolo nei confronti dell’azione dei suoi alleati, ma ha sempre confermato la sua adesione al progetto del partito e la fiducia a Capizzi. Cosa è cambiato adesso?

R.: Al consiglio comunale del 4 ottobre, il sindaco si è appellato al nostro senso di responsabilità in merito all’approvazione del Consuntivo 2015. Ma non credo che lui si sia assunto le sue responsabilità nella scelta della Giunta. Ogni effetto ha la sua causa. Non è concepibile che tra rappresentanti istituzionali di una certa rilevanza si vengano a creare chiusure nel dialogo che dovrebbe rimanere improntato alla costruzione e alla crescita della realtà in cui si opera. Scegliendo la Giunta, così composta, ha scavalcato l’interlocutore politico ufficiale, mi riferisco ai vertici regionali e provinciali, scegliendosi quello più comodo e a lui congeniale, infischiandosene del contributo determinante per la sua elezione a sindaco di tanti elettori ed eletti che nel 2014 si sono impegnati per voltare pagina nella nostra città.

D.: Come giudica l’operato dell’amministrazione nei confronti dei problemi della città?

R.: In questo ultimo anno le condizioni della città hanno subito un vistoso peggioramento.

L’amministrazione comunale non ha raggiunto nemmeno lontanamente gli obiettivi che si era prefissata. Questo rimpasto non lascia presagire nulla di buono, anzi l’assenza di consapevolezza dei problemi della città e l’incapacità di trovare soluzioni è molto preoccupante.

D.: Cosa la preoccupa di più?

R.: È sotto gli occhi di tutti la condizione di degrado in cui versa Monreale, basterebbe ascoltare un campione di 50 cittadini non politicizzati e di 50 turisti per capire come stanno andando le cose.

Peccato che dopo il riconoscimento Unesco che avrebbe potuto offrirci una grande notorietà internazionale, non si siano messe in campo forze in grado di sapere valorizzare il patrimonio culturale-storico e architettonico di Monreale. Basti pensare alla gradinata che dal posteggio porta in via Torres in cui sono state sistemate soltanto alcune basole per un fatto funzionale, senza pensare che costituisce il nostro biglietto da visita. Percorrendola lo scenario è squallido: ringhiere divelte, aiuole aride e ovviamente prive di vegetazione, muri di contenimento distrutti. Lo stesso accade al Belvedere. Dopo due anni e mezzo questa amministrazione non è riuscita a risolvere il problema dei bagni pubblici nel centro storico.

Sul complesso Guglielmo hanno mostrato tanta fretta nell’approvazione del piano esecutivo di gestione, ma ad oggi non c’è traccia di alcun bando europeo per l’affidamento. Senza considerare la vergogna di avere incassato, con un complesso museale così maestoso, in un anno meno di € 1.700,00 circa. In questo modo Monreale non può vivere di turismo così come tutti giustamente pensano che dovrebbe essere.

C’è poi, un tema che riguarda la sicurezza a partire dall’illuminazione pubblica del paese, non è con i pannicelli caldi che si rileva un problema che coinvolge L’80% della rete di illuminazione pubblica. Occorrerebbe un progetto di finanza ma dopo averlo spiegato e più volte ripetuto mi viene il dubbio che troppo spesso nei piani alti dell’amministrazione ci siano troppi limiti alla volontà e capacità di capire.

D.: In consiglio comunale, nel corso della relazione sul consuntivo, Capizzi ha detto che verrà ricordato certamente per l’impegno dedicato alle problematiche scolastiche.

R.: Se vogliamo entrare nello specifico mi chiedo come mai ancora non siano state consegnate le aule del primo piano del Plesso D’acquisto a Pioppo. Sono state anche soppresse le mense alle scuole dell’infanzia a Pioppo, ad Aquino e a Grisì.

È, infine, di oggi la notizia che al P.Novelli i bambini dovranno alternarsi nella turnazione al fine di potere effettuare i lavori di messa in sicurezza dei bagni. I bambini della materna avranno una settimana di vacanza con tutti i disagi per i genitori che lavorano e non sanno a chi affidarli.

Oltre al presenzialismo e alla ricerca di qualche scatto fotografico sarebbe più importante garantire l’assistenza igienico-sanitaria almeno nei casi di assoluta gravità psico-motoria. Ne è stata più volte fatta richiesta ma, per mancanza di fondi, è stato detto che non è stato possibile provvedere. Però per cose molto meno urgenti i fondi si sono trovati, come per i premi di merito. Tra regalare € 10.000,00 euro una tantum e prestare assistenza a chi ha meno e vive il dramma della disabilità, io ed il PD del nuovo corso non abbiamo dubbi.

D.: Nella proposta della terna assessoriale avanzata dai vertici provinciali e regionali appare il suo nome. Quali sarebbero state le sue proposte per dare una svolta alla città, e concretamente, quali soluzioni avrebbe avanzato?

Premesso che la risposta meriterebbe un programma di cose da fare lungo almeno cinque anni, le dico quali sarebbero stati i miei due punti più importanti. Avrei puntato prioritariamente sullo sviluppo del turismo a partire dalla valorizzazione del patrimonio architettonico e del complesso museale. Secondo me c’è un’emergenza giovani su cui concentrare l’attenzione delle istituzioni a partire da quelle comunali. In quest’ottica la scuola ha un valore fondamentale. Avrei puntato innanzitutto a promuovere e sensibilizzare sulla necessità non rinviabile del tempo pieno e prolungato nella scuola dell’obbligo anche a Monreale, ciò per dare ai nostri figli un sapere identico ai ragazzi del centro-nord dove si studia per 40 ore settimanali e non solo per 27, in tal modo si aiuterebbero le famiglie in un compito arduo e molti miei colleghi docenti a tornare ad insegnare a casa vicino i propri affetti. Non meno importante, per dare una boccata d’ossigeno ai nostri artigiani, avrei puntato alla riqualificazione e alla messa in sicurezza del centro storico che a ben guardare da troppo tempo è stato abbandonato a se stesso, con buona pace di chi si ostina a pensare che a Monreale si stia vivendo un rinascimento.

D.: Cosa non condividete nella giunta del Capizzi due?

R.: La Giunta che volevamo doveva mirare al bene collettivo e non al bene dei singoli. Sono contraria alla democrazia ereditaria (visto che si passa da fratello a fratello) ma pretendo una Vera Democrazia con una piattaforma programmatica adeguata di cose da fare sulle quali confrontarsi e tutti impegnarsi. Di tutto ciò non c’è stata alcuna traccia. Anche per limiti che hanno riguardato il mio partito. Diceva un mio professore che ogni crisi è una crescita ma se non viene riconosciuta rimane una esperienza fallimentare.

Ricevi tutte le news

Ugo

Effettivamente vediamo cose incredibili e nessuno fa o vuole fare niente e si qualcuno come Rosanna Giannetto vuole sensibilizzare non solo l’opinione pubblica ma chi avendone la possibilità si muova e agisca per poter reagire guardano la fictiontelevisiva ” Rimbocchiamoci le mani ” be dovremmo essere tutti i cittadini e coloro che ci amministrano responsabili ed attivi.

8 ottobre 2016 | 14:59 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Una passeggiata con … Roberto Gambino. Progetto civico, alleanze, tempo pieno nelle scuole, scelta degli assessori. “Ecco perché sono sceso in campo”

    Cronaca

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=byAq4QVEnzo&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 24 marzo 2019 - Roberto Gambino si candida a sindaco di Monreale. Nel corso della consueta passeggiata ci spiega le peculiarità del suo progetto civico, nato con l’intento di lasciare i partiti alla Rocca..

    Continua a Leggere

  • Per Arcidiacono l’avversario da battere è Capizzi, il sindaco del dissesto

    Cronaca

    Monreale, 24 marzo 2019 - Capizzi è l’avversario da battere, Capizzi è il sindaco del dissesto. È questo il messaggio dato, ripreso, rimodulato in tutti modi, e che è effettivamente passato nel corso dell’apertura della campagna di Alberto Arcidiacono svoltasi ieri pomeriggio presso la Sala ..

    Continua a Leggere

  • 2° Step #granidiSicilia: le caratteristiche delle principali varietà di grano siciliano

    Cronaca

    Monreale, 22 marzo 2019 - Siamo giunti al secondo step del nostro viaggio tra i grani antichi di Sicilia. In questa fase cercheremo di approfondire le proprietà delle principali varietà di..


  • Confisca dei beni della famiglia di Riina, presente anche una villa a Mazara del Vallo

    Cronaca

    Corleone, 24 marzo 2019 - Si allunga la lista dei beni confiscati agli eredi di Totò Riina, l’ex capo di Cosa nostra deceduto il 17 novembre 2017. Come detto ieri in un

    Continua a Leggere

  • Da Monreale in Cina. Una pigna di Niccolò Giuliano donata da Musumeci al presidente cinese

    Cronaca

    Monreale, 24 marzo 2019 - Un pezzo di Monreale farà bella mostra di sé nella residenza del Presidente cinese Xi Jinping. Una pigna realizzata dal maestro Niccolò Giuliano è stata scelta dal presidente della regione siciliana, Nello Musumeci, tra i doni offerti al presidente in visita a P..

    Continua a Leggere

  • Aquino, caos davanti alla scuola Veneziano: serve un presidio

    Cronaca

    Monreale, 24 marzo 2019 -"Dopo avere preso atto personalmente e ascoltato lamentele e proteste di alcuni genitori di alunni e di collaboratori scolastici dell'I.C. Veneziano - plesso di Aquino, mi faccio portavoce al fine di richiedere, con ogni consentita urgenza, la presenza di un pre..

    Continua a Leggere

  • Via Salita Caputo, i residenti puliscono le aree abbandonate

    Cronaca

    [gallery ids="95646,95645,95644,95643,95642,95641,95640,95832,95833,95834,95835,95836,95838,95839"] Monreale, 24 marzo 2019 - I turisti che si recano a visitare il Santuario del SS. Crocifisso portano con sé, oltre la bellezza e la storia del luogo, il ricordo  dell'erba alta, dei rifiuti e..

    Continua a Leggere

  • Arcidiacono: “È l’alba di un giorno nuovo”. Tantissime le persone all’apertura della campagna elettorale

    Cronaca

    [gallery ids="95844,95845,95846,95847,95848,95849,95850,95851,95852,95853,95854,95855,95856,95858,95859,95860,95861,95862,95863,95864,95865,95866,95867,95868,95869"] Monreale, 23 marzo 2019 - Si è aperta ufficialmente questo pomeriggio la candidatura di Alberto Arcidiacono a sindaco del comune d..

    Continua a Leggere

  • Maenza si difende e presenta querela contro ignoti. Aiutò a sistemare la Villa comunale

    Cronaca

    Monreale, 23 marzo 2019 - "Il volontariato è un valore fondamentale per ogni comunità e non posso consentire che possa diventare argomento di scontro e di lotta politica o di contrapposizione. Ecco perché ho deciso di conferire mandato allo studio legale Caputo per presentare una querela contro i..

    Continua a Leggere

  • Oggi pomeriggio il candidato sindaco Alberto Arcidiacono si presenta agli elettori

    Cronaca

    Monreale, 20 marzo 2019 - Si terrà questo pomeriggio, alle ore 17,00, l’apertura della campagna elettorale di Alberto Arcidiacono, candidato sindaco di Monreale alle prossime amministrative del 28 aprile. Sono quattro i movimenti che hanno deciso di sostenere Arcidiacono. Diventerà Bellissima..

    Continua a Leggere

  • Mafia, confiscati beni per un milione e mezzo di euro agli eredi di Totò Riina

    Cronaca

    Corleone, 23 marzo 2019 - I militari del Ros e della compagnia carabinieri di Corleone hanno dato esecuzione a un decreto di confisca emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo dal Tribunale nei confronti del capo mafia Salvatore Riina e degli eredi Antonina Bagarella, Giuse..

    Continua a Leggere

  • Pulisce 50 metri di strada in cui abita, a qualcuno non va giù e sparpaglia i rifiuti

    Cronaca

    [gallery ids="95784,95783,95782,95781"] Monreale, 23 marzo 2019 - Perché aspettare che qualcuno faccia quello che potremmo fare noi? Perché aspettare sempre che siano gli altri a compiere il primo passo? Perché dobbiamo vivere in mezzo ai nostri rifiuti dando la colpa di quello che ci sta atto..

    Continua a Leggere

  • Giannetto: “Nessun tentativo dell’amministrazione Capizzi di avviare il tempo pieno”

    Cronaca

    Monreale, 23 marzo 2019 - Riceviamo e pubblichiamo una nota inviata dal consigliere comunale Rosanna Giannetto, candidata di "Monreale bene comune" a sostegno del candidato sindaco Roberto Gambino, in occasione delle amministrative del 28 aprile. "Leggo con stupore


  • Europei Under 21, Davide Sbrighi testimonial con Andrea Pirlo

    Cronaca

    Monreale, 22 marzo 2019 - L’obiettivo sarà quello di promuovere e diffondere il rispetto, il tifo corretto e l’inclusione tra i giovani studenti. Il giovane monrealese


  • Pioppo, strisce pedonali assenti davanti alle scuole. La denuncia del candidato sindaco Benedetto Madonia

    Cronaca

    Pioppo, 22 marzo 2019 - La situazione è critica - afferma Benedetto Madonia, a capo del Movimento civico Occupiamoci di Monreale - molti attraversamenti pedonali nel territorio sono pericolosi, soprattutto nei pressi delle scuole". "Non ci occupiamo, in questo periodo, solo di campagna elettoral..


  • Licenziamento Russo, interviene Cracolici: “La Cgil ci ripensi, si coprirebbe di ridicolo se il provvedimento venisse censurato”

    Cronaca

    Monreale, 22 marzo 2019 -In seguito al servizio della trasmissione l’Arena Di Massimo Giletti, andato in onda su La7, Sandro Russo prima è stato sospeso e poi licenziato dal Caf Cgil in cui lavorava. Quel consiglio dato per ottenere il reddito di cittadinanza gli è costato oltre il lic..


  • Monreale, scuola a tempo pieno. Gambino: “Chiedo a Capizzi e Potenza un confronto pubblico con me e Giannetto”

    Cronaca

    Monreale, 22 marzo 2019 - "Affermare, come ha fatto Rosanna Giannetto, che nel t..


  • Bagheria. Arrestato Pietro Erco, autore dell’omicidio di Vincenzo Urso (VIDEO DELL’OPERAZIONE)

    Cronaca

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=ISxYhOAODtM&feature=youtu.be[/embed] Bagheria, 22 marzo 2019 - È stato arrestato Pietro Erco, un 56enne di origine napoletana, ma da anni residente a Trabia, con l'accusa di omicidio volontario premeditato, aggravato dall'uso delle armi e del metodo maf..


  • Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com