Monreale: il Comune entra nella rete del “C.U.G.”

Comitato Unico di Garanzia, occasione di crescita del benessere dei lavoratori

Monreale, 7 ottobre 2016 – Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (questo il significato che si cela sotto l’acronimo C.U.G.) di Monreale, è stato uno tra i primi organismi di questa specie ad essere istituzionalizzato e regolamentato, fin dal 2012.

Recentemente ha partecipato con un suo delegato alla riunione convocata a Palazzo “Barone”, sede del C.U.G. del Comune di Palermo, dove si è svolto un tavolo tecnico tra componenti dei vari C.U.G. della Città Metropolitana di Palermo.
Ad aprire i lavori è intervenuta Iole Melidone, Presidente del C.U.G. di Palermo e Maria Rita Comparetti del C.U.G. della Regione Siciliana. Nel corso dell’incontro sono stati affrontati diversi argomenti inerenti le attività organizzate da vari Enti Locali. “La legge 183 del 2010, istitutiva del Comitato Unico di Garanzia- è stato ribadito nel corso del tavolo tecnico- fa si che all’interno dell’amministrazione il C.U.G. operi in stretto accordo con il vertice amministrativo dell’Ente, al fine di ottimizzare la produttività del lavoro, migliorando l’efficienza delle prestazioni lavorative collegate alla garanzia di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e dal contrasto a qualsiasi forma di discriminazione e di violenza sui lavoratori”.

A tal proposito, la Sezione per la gestione giuridica delle risorse umane ha proceduto alla pubblicazione di un avviso pubblico, rivolto a tutti i dipendenti del Comune di Monreale, per invitarli a manifestare interesse a far parte del nuovo C.U.G., cui sono devoluti compiti “propositivi” “consultivi” e di “verifica”. Il nuovo organismo avrà anche il compito di definire il nuovo piano triennale delle azioni positive, con interessanti innovazioni che meritano confronto ed attenzione in ambito metropolitano e regionale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.