Oggi è 17/12/2018

Cronaca

Fertility Day, come si fa ad avere un figlio se si resta precari fino a 40 anni?

I giovani più che fare i conti con la loro fertilità sono costretti a misurarsi con i problemi che impediscono loro di diventare genitori

Pubblicato il 23 settembre 2016

Fertility Day, come si fa ad avere un figlio se si resta precari fino a 40 anni?

Monreale, 23 settembre 2016 – Ieri è stato il giorno della fertilità. Evviva, finalmente un governo che si occupa della nostra capacità riproduttiva. Anzi si preoccupa del mio apparato riproduttivo, della salute, delle mie abitudini alimentari e non. Il ministro Beatrice Lorenzin dal 2015 ha lanciato la campagna “Futuro fertile. Figli si nasce, genitori si diventa”. Resta un piccolo problema: si può diventare mamme e papà non solo se tutto funziona bene ma se si ha anche (dato non da poco) la possibilità di stare insieme, di vivere sotto lo stesso tetto, di trascorrere qualche ora nello stesso letto.

Mi son chiesto, infatti, che penseranno nel giorno della fertilità le migliaia di insegnanti trasferiti dal sud al nord, soprattutto donne costrette a stare lontane dai mariti e dai propri compagni. Nel giorno della fertilità forse dovranno mandarsi gli spermatozoi per posta o pensarsi così intensamente da sperare in un nuova e moderna “annunciazione”. L’unica programmazione possibile per queste donne insegnanti può essere quella di prendere in mano il calendario dell’ovulazione e contare i giorni per far coincidere quelli “buoni” con il ritorno a casa, sperando che cadano nel fine settimana quando, suonata l’ultima campanella, il venerdì possono prendere il treno e correre ad abbracciare il marito o il compagno.

I nostri giovani più che fare i conti con la loro fertilità sono costretti a misurarsi con i problemi che impediscono loro di diventare genitori. Nei giorni scorsi Anna, una giovane docente trasferita al nord, mi ha scritto: “Ho il marito che non lavora e dobbiamo lasciare la casa a Napoli per la quale mi sono indebitata. Ora devo andare a Parma ma se mio marito non trova un’occupazione in Emilia non so come faremo”. Si dovranno dividere. Il giovane sposo a Napoli nella casa tanto sognata e la sua sposa a centinaia di chilometri da lui. Immagino che hanno pensato i giovani nel leggere le cartoline di propaganda diffuse dal ministero e i consigli della pagina Facebook: “C’è una stretta correlazione tra fertilità ed età dei genitori, sia del papà che della mamma. Infatti se la fertilità femminile termina definitivamente con la menopausa, anche per l’uomo, sebbene la capacità di produrre spermatozoi non si interrompa, quantità e qualità diminuiscono gradualmente con l’invecchiamento”.

Il ministero forse non si è fatto qualche domanda dopo aver letto i dati Istat: nel 2014 sono stati iscritti in anagrafe per nascita 502.596 bambini, quasi 12mila in meno rispetto al 2013, 74mila in meno sul 2008. Il numero medio di figli per donna scende a 1,37 (rispetto a 1,46 del 2010). Le donne italiane hanno in media 1,29 figli, le cittadine straniere residenti 1,97; in quest’ultimo caso il calo è rilevante rispetto al 2008, quando avevano in media 2,65 figli. Ma come si fa ad avere un figlio se si resta precari fino a quarant’anni? Come si può pensare di metter al mondo un bambino senza una casa? Senza uno stipendio fisso? Senza un lavoro? Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) in Italia è del 39,2%. Il tasso medio dell’Eurozona è del 22%. Questi 39,2% di giovani disoccupati se non hanno avuto figli fino a oggi è solo una “benedizione”.

E chissà se oggi le donne disoccupate italiane penseranno alla loro fertilità o a un minimo di stipendio da portare a casa per garantirsi un briciolo di autonomia e finalmente lasciare la casa di mamma e papà? Un suggerimento al ministro: perché stamattina prima di andare in ufficio non si fa un giro in qualche centro per l’impiego o al mercato rionale ad ascoltare l’Italia reale magari chiedendo alle persone che ne pensano della loro fertilità?

 

Ripreso da IlFattoQuotidiano.it

 

Ricevi tutte le news

Davide

D’accordissimo con questo articolo, con tutti i problemi che ci sono i nostri governanti pensano alle olimpiadi o ponte sullo stretto, l’Italia ha bisogno di posti di lavoro strutturali non a termine soprattutto per i giovani che avrebbero bisogno di un contratto in regola e magari a tempo fisso, i voucher li userei per chi ha più di 60 anni e che ha alle spalle più di 35 anni di lavoro perchè qste persone non possono lavorare 8-10 ore al giorno allora ci vogliono contratti flessibili o voucher. L’Italia davvero è una piramide rovesciata.

28 settembre 2016 | 18:57 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • Pubblicato il “calendario delle manifestazioni di grande richiamo turistico”, ma Monreale non è in lista

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - È stato reso pubblico il decreto, rilasciato dall'Assessorato Regionale al Turismo, con cui vengono calendarizzati gli eventi "di grande richiamo turistico". Si tratta di eventi eccellenti che vanno dalle feste di carnevale fino alle rappresentazioni classiche. Le ma..

    Continua a Leggere

  • Famiglie bisognose, mercoledì la distribuzione delle derrate alimentari in contrada Grotte- Favara

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Nella sede dell’associazione “Asfa Sicilia” (Associazione di sostegno alla famiglia) nella villa confiscata alla mafia in contrada Grotte Favara verranno distribuite delle derrate alimentari a favore delle famiglie bisognose del territorio comunale.  L..

    Continua a Leggere

  • Il coro della scuola P. Novelli si esibisce per gli anziani della casa di riposo Benedetto Balsamo

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Questa mattina i bambini del coro della Direzione Didattica Pietro N..

    Continua a Leggere

  • Era conosciuto come Aldo il pittore. Accanto al corpo del clochard vegliava il suo gatto

    Cronaca

    Palermo, 17 dicembre 2018 - Aid Abdellah, conosciuto come Aldo, è il nome dell’uomo 56enne di origine musulmana che è stato freddato mentre dormiva sotto i portici di piazzale Ungheria. Il clochard è stato trovato agonizzante con una profonda ferita alla testa intorno alle 7,30. A lanciare l’..

    Continua a Leggere

  • Aquino, case popolari di nuovo senza acqua. Inutile l’intervento dei giorni scorsi

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Siamo di nuovo alle prese con le case popolari di via Santa Liberata..

    Continua a Leggere

  • Corsa contro il tempo. SOS cuccioli cercano casa

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Questa mattina tre cuccioli sono stati trovati all'interno di una sc..

    Continua a Leggere

  • La Parrocchia di San Giuseppe al Malpasso inaugura il suo presepe

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Tra i tanti presepi che in questo periodo abbelliscono chiese e luoghi..

    Continua a Leggere

  • “Un uomo perbene”. A Piazzale Ungheria trovato il corpo senza vita di un senza tetto

    Cronaca

    Palermo, 17 dicembre 2018 - È stato trovato questa mattina senza vita, all’interno di piazzale Ungheria, a Palermo. A pancia sotto. Dalle prime notizie sembra che abbia un foro sulla testa. Intorno un cordolo di Carabinieri, che non permette a nessuno di avvicinarsi.  [gallery ids="8..

    Continua a Leggere

  • Lotta al randagismo, i volontari impegnati nel controllo del territorio. Zingales: “Accolte tutte le domande pervenute dalle associazioni”

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 -L’assegnazione dell’ex Centro Civico Villaggio Montano alle associazioni volontarie di Guardie Ambientali, la..

    Continua a Leggere

  • SRR Palermo Ovest. Domani convocati sindaci per nominare il CDA

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Ennesimo tentativo di andare avanti, e si spera di non assistere più all’ennesima fumata nera. Si terrà domani, martedì 18, in seconda convocazione, la riunione dei soci della SRR Palermo Ovest, chiamati ad eleggere il CDA dell’Ente. Le varie sedute hanno ripropos..

    Continua a Leggere

  • La scuola Morvillo inaugurerà il presepe vivente, un viaggio nei cinque continenti

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Mercoledì 19, alle ore 9, verrà inaugurato il presepe vivente dell..

    Continua a Leggere

  • 35 scuole, 800 studenti. Dagli studenti passa il contrasto al bullismo. La P. Novelli di Monreale capofila del progetto

    Cronaca

    [gallery ids="86312,86313,86314,86315,86316,86317,86318,86319,86320,86321,86322,86323,86324,86325,86326,86327,86328,86329,86330,86331,86332"] Castelvetrano, 16 dicembre 2018 - Ho giurato di non stare mai in silenzio, in qualunque luogo e in qualunque situazione in cui degli esseri umani siano..


  • Giuseppe Marfia, presunto boss di Altofonte, torna in libertà

    Cronaca

    Altofonte, 16 dicembre 2018 - È tornato in libertà Giuseppe Marfia, presunto boss mafioso di Altofonte condannato a 11 anni e 4 mesi di carcere, in seguito all'emissione di numerose condanne con capi d'accusa quali estorsione, detenzione di armi e droga, furto di bestiame, nonché un possibile ruo..


  • Palermo contro Livorno 1-1: una gara spigolosa

    Cronaca

    Palermo, 16 dicembre 2018 - Il Palermo nella sedicesima giornata fallisce la possibilità di allungare la marcia verso la promozione. Una gara spigolosa anche per il continuo cambio di modulo che questa volta non sortisce l’effetto sperato, nonostante il primato della classifica non v..


  • Incendio nel quartiere Pagliarelli. In fiamme i contenitori della spazzatura

    Cronaca

    [gallery ids="86278,86279,86280,86281,86282"] Palermo, 16 dicembre 2018 - Incendiati nelle prime ore di questa mattina un paio di contenitori presenti nel quartiere Pagliarelli. Le fiamme alimentate dalla spazzatura hanno preso forza facilmente. È ignota la natura del rogo.  Nel quartier..


  • Monreale. Consigli comunali disertati. Cantieri di lavoro a rischio

    Cronaca

    Monreale 16 dicembre 2018 - Rischiano di non venire avviati i cantieri di lavoro, che per alcuni mesi dovrebbero dare una boccata d’ossigeno ad una quarantina di disoccupati e alle loro famiglie. Ma che consentirebbero anche di rendere più fruibile una strada comunale, via SM22, e di sistemare i ..


  • Lo accoltella mentre dorme e poi chiama il 118. Omicidio nella notte a Falsomiele

    Cronaca

    Lo ha accoltellato più volte mentre dormiva. Salvatrice Spataro di 45 anni poco prima di chiamare il 118 aveva ucciso il marito Pietro Ferrera. I due litigavano spesso e il clima in casa non era dei migliori. Tanto che i figli piccoli dormivano in casa della nonna. Il delitto è stato commesso..


  • Ingrassia: un chirurgo in congedo, uno in pensione e chiude Ortopedia

    Cronaca

    Palermo, 15 dicembre 2018 - Da ieri l'ospedale Ingrassia ha visto chiudere il reparto di Ortopedia. Non sarà possibile effettuare ricoveri e interventi fino al mese di gennaio. La causa della decisione, presa dal direttore sanitario dell'ASP Salvatore Russo, è da ricercare nel pensionamento e n..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com