Oggi è 19/07/2018

Chiesa

Santa Rosalia salvò Monreale dal terremoto e dalla peste

La giovane Santa sostò in una grotta nella contrada di Santa Rosalia. Oggi verrà celebrata la messa in suo onore

Pubblicato il 4 settembre 2016

Santa Rosalia salvò Monreale dal terremoto e dalla peste
Statua del '700 di Santa Rosalia

Mentre ogni anno Monreale giorno 11 febbraio festeggia San Castrense, patrono che mai conobbe la città, le testimonianze storiche in realtà raccontano che la patrona e protettrice era un donna: Santa Rosalia.

Mappa di un agrimensore del '600 in cui è segnata la cappella dedicata a Santa Rosalia

Mappa di un agrimensore del ‘600 in cui è segnata la cappella dedicata a Santa Rosalia

Il 21 maggio del 1626 l’Arcivescovo Venero insieme ad una moltitudine di popolo della città, alla porta di San Michele, tra gioia e commozione avevano ricevuto la reliquia (una parte di femore) della religiosa. Tra archi trionfali e fontane zampillanti la reliquia fu portata in cattedrale ed esposta. In seguito il pretore e i giurati di quegli anni stabilirono che due volte l’anno, il martedì dopo la Pentecoste e il 4 settembre, si doveva celebrare festa solenne in onore della Santa. In realtà gli eventi che diedero inizio al culto rosaliano a Monreale furono altri ed hanno radici lontane, ma la loro scarsa notorietà li ha portati nell’ombra. Nell’archivio storico diocesano, nella memoria storica degli anziani e in quella di qualche appassionato, sono custodite le testimonianze che raccontano la presenza e la storia della Santa nel luogo, ed è proprio nelle immagini del passato che si capisce come la zona più sacra al culto è stata sempre quella della contrada Buarra, quella che oggi è conosciuta come contrada Santa Rosalia.

Ma perché proprio quella contrada fuori dalla città porta il nome della Monaca? Sono due gli avvenimenti per cui il luogo venne scelto. Ritornando da Quisquina a Monte Pellegrino la Santa si rifugiò per circa quattro mesi in una grotta nella contrada di Buarra, in seguito prese il nome di Costa Rusulia, e secondo i racconti dei preti che si susseguirono dovrebbe essere adiacente all’attuale chiesa. Ed è proprio lì che in suo favore è sgorgata la sorgente “acqua della monaca” che detiene tuttora il nome. Così che quel posto divenne per la città il luogo più sacro al culto della Santa. Inoltre, in ricordo della liberazione della peste, esattamente nella zona in cui visse la monaca sorse una cappelletta rotonda con un altare ed un quadro in affresco raffigurante la Madonna, S. Castrense e S.Rosalia. Intorno al 1575 a causa dell’epidemia di peste che coinvolse il territorio di Monreale si decise di costruire un secondo lazzaretto fuori le mura, esattamente nella contrada di Buarra, scelto perché un sito molto arieggiato e salubre e pure a cagione di una pietosa fiducia alla Santa che lì si rifugiò. Fortunatamente il nuovo lazzaretto non venne usato, e in coincidenza nella cittadina arrivava voce del ritrovamento delle ossa di Santa Rosalia. Quel piccolo santuario lontano dal paese in aperta collina, ombreggiato dai carrubi e dagli ulivi dalla primavera all’autunno, cominciò ad attrarre a sé larghi drappelli di devoti che accorrevano a sciogliere voti e a fare preghiere.

Ma esiste un altro evento che lega Monreale al culto della Santa. Nel 1751 il Monte Caputo tremò fortemente e il popolo di Monreale non ebbe più pace, così l’arciprete don Alberto Greco Carlino invitò il popolo a recarsi in pellegrinaggio nella cappelletta sorgente nel vallone della Monaca per ricorrere al suo aiuto. Appena furono fuori dalla porta dello Spasimo don Carlino disse: “Io vi dico che quando avremo cominciato la fabbrica di un tempio più degno della nostra Protettrice, tremori non ne avremo oltre. E in segno che voi accettate la proposta, pigli ora ognuno di voi una pietra e mi segua”. Caricati ognuno di una pietra pregando si avviarono verso il vallone della monaca.

DSCN3956Nel tempo sorse, 1751, una grande e artistica chiesa dominante rivolta verso la città quasi a protezione, con un pregevole altare in marmo collocato in fondo allo abside, sotto una bellissima statua di marmo scolpita dal palermitano Ignazio Marabitti. Fedeli alla tradizione e al luogo in quel tempo, come avviene adesso al Santuario di Monte Pellegrino, ogni anno a settembre migliaia di devoti di tutte le età e condizioni accorrevano per esprimere alla Santuzza la loro profonda devozione godendosi la caratteristica festa campestre che si celebrava in suo onore. La testimonianza del passaggio della Santa, durante il suo viaggio verso il Pellegrino, è fornita dal dipinto su tela che sovrasta l’altare dell’attuale chiesa.

Mappa con pianta del Santuario di Monreale

Mappa con pianta del Santuario di Monreale

Una pianta della chiesa, custodita nell’Archivio Storico Diocesano di Monreale, segna la via Crucis del Carlino e mostra ben otto stazioni lungo via Venero, dove ancora oggi è possibile vedere qualcuna di queste cappellette prive però dell’affresco che le caratterizzava. La mappa riporta anche il cimitero pubblico, perché in devozione alla Santa nel 1877 al centro venne posizionata una statua opera dello scultore D’Amore che la rappresenta.

Traccia della venerazione della Santa si ha anche nella cattedrale di Monreale. Lo scrittore Cascini racconta: “C’era una mensola sostenente l’ottava trave ad oriente che portava il dipinto della monaca, avviluppata sino alla cintola da un mantello color cenere e di qua e di là due rose con lettere iniziali S.R.”. Anche il Mancusi lascia testimonianza del culto tributatole, raccontando che nel 1629 la terza trave della Nave della chiesa Cattedrale denunciava delle rovine e quando venne calata giù nella sua facciata si videro dei dipinti tra cui il busto di S. Rosalia vestita con abito monacale nero con una rosa alla mano sinistra e  con una ghirlanda di rose in testa. Non si conosce l’epoca nella quale sia stata dipinta la Santa nel Duomo, è probabile come scrive Gravina che fosse stata fatta in epoca vicina ai Normanni con i quali si crede avesse un parentado.

Contrada Santa Rosalia Monreale

Contrada Santa Rosalia Monreale

I monrealesi volsero sempre lo sguardo al colle nelle situazioni di calamità da cui furono provati nei secoli, come se da quella collina in mezzo al verde potesse giungere loro l’aiuto sperato. Storia o leggenda di certo non si sa, comunque sia andata tra culto e bellezza del paesaggio, la contrada di Santa Rosalia ha tutte le potenzialità per divenire nuovamente meta di pellegrini e ammiratori.

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Frate Mauro Billetta: “Fare memoria non significa vivere di nostalgia”

    Chiesa

    Danisinni (Palermo), 19 luglio 2018 - Mauro Billetta è il frate cappuccino da diversi anni alla guida della parrocchia di Sant'Agnese, nel popoloso quartiere di Danissini, a pochi passi da piazza Indipendenza. Giornalmente alle prese con emergenze sociali, si trova..

    Continua a Leggere

  • Il 2018 sarà un’estate calda tra amichevoli di lusso e calciomercato 

    Chiesa

    Chi l’ha detto che il Mondiale di Russia è stato l’evento calcistico più importante dell’estate? Senza voler sminuire un torneo come la Coppa del Mondo, ma dal punto di vista di Paesi come Italia, Olanda o la stessa Germania, che si è fermata alla fase a gironi, già durante le scorse setti..

    Continua a Leggere

  • Palermo: aprire e promuovere una nuova attività nel settore turistico

    Chiesa

    Certe regioni italiane, da sempre, sono oggetto di grande interesse da un punto di vista turistico. Non a caso, la Sicilia rappresenta da sempre una delle destinazioni più apprezzate sia dai turisti italiani che da quelli stranieri. Città come Palermo dimostrano di essere ancora oggi particolarmen..

    Continua a Leggere

  • Scuolabus a pagamento a Monreale? Il consiglio boccia la proposta. Latita la maggioranza

    Chiesa

    Monreale, 19 luglio 2018 - In consiglio comunale la maggioranza si sgretola e va ancora sotto. Nel corso della seduta di ieri sui due punti votati dall’assemblea, l’opposizione ha avuto la meglio, votando prima favorevolmente alla richiesta di rinvio del punto riguardante le entrate proprie in s..

    Continua a Leggere

  • “I Rifiuti sono roba nostra”: la lettera di un cittadino

    Chiesa

    Riceviamo e pubblichiamo  L’11 Luglio 2018 é partita la raccolta differenziata e la raccolta porta a porta nel Comune di Monreale. Vivaddio c’era da dire! Ed invece a meno di una settimana dal suo inizio si é scatenato il putiferio. Social, giornali locali, bar, supermercati, ..

    Continua a Leggere

  • Immatricolazioni, tasse e offerta formativa: le novità dell’Università di Palermo

    Chiesa

    Palermo, 19 luglio 2018 - “Il nostro è un Ateneo in ottima salute – ha commentato il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, prof. Fabrizio Micari – lo confermano il piano delle assunzioni, che prevede l’inserimento di ben 110 nuove unità di personale docente e ricercatore e un ..

    Continua a Leggere

  • Nascerà a Palermo il più grande porto dell’Europa del Sud, ecco come sarà nel progetto dell’Eurispes

    Chiesa

    ..                <span class=

    Continua a Leggere

  • Cefalù: operazione antidroga “Porta Giudecca”. Arrestate 5 persone. Il rifornimento degli stupefacenti avveniva a Ballarò (FOTO DEGLI ARRESTATI)

    Chiesa

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=b7Rd94gdL10&feature=youtu.be[/embed] Cefalù, 19 luglio 2018 - Spaccio di Cocaina, Eroina, Crack, Hashish e Marijuana. Con questa accusa i Carabinieri della Compagnia di Cefalù hanno tratto in arresto nelle prime ore dell’alba cinque uomini, che gesti..

    Continua a Leggere

  • Randagismo, spariti nel nulla i cani di via Pezzingoli. Dove sono finiti?

    Chiesa

    [gallery ids="71105,71104,71103,71102,71100,71098,71097,71099,71096,71093,71091,71090"] Monreale, 18 luglio 2018 - Di loro non si trovano neppure i corpi, spariti nel nulla. Era il 19 giugno scorso quando alcuni animalisti lanciarono l’allarme dell'avvelenamento di alcuni cani nella zona alta d..

    Continua a Leggere

  • Previsioni meteo, caldo africano in arrivo. Nel week end si toccheranno i 44 gradi

    Chiesa

    Monreale, 18 luglio 2018 - Il fine settimana avrà di nuovo come protagonista il caldo africano. Fino a venerdì mattino avremo caldo moderato mentre dalla sera il nuovo impulso africano porterà di nuovo il rovente alito sahariano sulle nostre terre. La giornata di sabato sarà infuocata con punte ..

    Continua a Leggere

  • Verso le elezioni del sindaco di Monreale. A Monreale nasce il gruppo di Diventerà Bellissima

    Chiesa

    Monreale, 18 luglio 2018 – Nasce all'interno del Consiglio comunale monrealese il gruppo consiliare “Diventerà bellissima”, il movimento del presidente della Regione, Nello Musumeci. Il neonato gruppo sarà tenuto a battesimo, oggi pomeriggio, nel corso della seduta in programma in aula co..

    Continua a Leggere

  • Pitbull stacca il braccio a ragazza. É il cane del convivente

    Chiesa

    Un pitbull ha aggredito una giovane di 23 anni in un’abitazione in via Agnetta a Villagrazia a Palermo. Il cane del convivente le ha staccato a morsi un braccio. I vicini hanno lanciato l’allarme sentendo le urla della donna. Sono intervenuti i sanitari ..

    Continua a Leggere

  • Cimitero di San Martino delle Scale bonificato. Cancelli di nuovo aperti

    Chiesa

    Monreale, 18 luglio 2018 - Dopo due settimane di chiusura forzata, il cimitero di San Martino delle Scale è stato riaperto. Dentro il camposanto al centro dell'inchiesta che vede coinvolti i membri della famiglia Messina, sono state effettuate le opere di bonifica e sanificazione necessarie per ..

    Continua a Leggere

  • Nessuna infiltrazione mafiosa. I terreni di Tagliavia tornano alla Curia monrealese

    Chiesa

    Monreale, 18 luglio 2018 - La Curia di Monreale torna in possesso dei beni di Tagliavia. In particolare dell’"Azienda agricola santuario Maria Santissima del Rosario di Tagliavia”, che, a luglio 2017, era stata sottoposta ad amministrazione giudiziaria, dopo che ne era stato dimostrato il contro..

    Continua a Leggere

  • Ricorso lavoratori precari del Comune: giovedì l’udienza in Corte d’appello

    Chiesa

    Monreale, 17 luglio 2018 - Dopo un’attesa durata ben cinque anni, giovedì mattina sarà finalmente definito l’esito del ricorso presentato da un consistente gruppo di lavoratori precari del Comune di Monreale, nell’ormai lontano 2013, per aver riconosciuto il diritto alla trasformazione a tem..

    Continua a Leggere

  • Godrano. Spara alla moglie e si suicida dopo qualche giorno

    Chiesa

    A Godrano, un uomo di 72 anni, originario di Marineo, si è ucciso dopo che lo scorso 9 luglio aveva sparato alla moglie.  Pasquale Orlando di 72 anni agli arresti domiciliari si è lanciato dal tetto di casa ed è morto. E’ successo ieri sera. Lo ha..

    Continua a Leggere

  • Scomparso Antonino Dragotto, ex segretario generale del comune di Monreale

    Chiesa

    Monreale, 17 luglio 2018 -È venuto a mancare venerdì scorso 14 luglio, all’età di 84 anni, il dottore Antonino Dragotto, già Segretario Generale del Comune di Monreale dal 1977 al 1991, durante le giunte guidate dai Sindaci Li Calsi, Sirchia, Giangreco, Demma, Giacopelli, Mortillaro, Marc..

    Continua a Leggere

  • Anniversario della strage di via D’Amelio, ecco gli appuntamenti della Questura di Palermo

    Chiesa

    In occasione della ricorrenza del 26° Anniversario della Strage di via D’Amelio, in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino ed i componenti  della scorta, Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli ed Emanuela Loi, il prossimo 19 luglio, la Questura di P..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com