Oggi è 18/01/2018

Cronaca

Un concorso a tinte “grigie”. Lettera di una professoressa e dei suoi alunni

Nato male…rivelatosi peggio, il concorso a cattedra 2016 sta mettendo a dura prova l’autostima di molti validi insegnanti, motivatissimi e preparati, che non sono riusciti a superare la fase scritta

Pubblicato il 14 agosto 2016

Un concorso a tinte “grigie”. Lettera di una professoressa e dei suoi alunni

Monreale, 14 agosto 2016 – Un concorso dalle modalità piuttosto ambigue sta letteralmente mettendo in crisi un buon numero di docenti abilitati, cioè già dichiarati abili dalla più Alta Autorità Culturale Italiana, l’Università, a cui è stato affidato il compito di abilitare i docenti, muniti di precisi requisiti culturali, precedentemente accertati, tramite un corso universitario di tipo abilitante, al termine del quale sono stati dichiarati dall’Università, quindi dallo Stato Italiano, “abili” all’insegnamento. Succede, però, che molti docenti non superino purtroppo la prova scritta  di tale concorso a cattedra. Lo Stato, che prima li ha abilitati, dopo un lungo percorso di studi della durata di un anno, stabilendo, in tal modo, il loro “essere degni” di accedere, a pieno titolo, nel mondo della scuola, avendone accertato inconfutabilmente i requisiti più adeguati, adesso che fa?  Li disabilita.

Ma bocciare un docente con esperienza ma soprattutto  abilitato dallo Stato, non è un po’ come bocciare se stessi? In pratica il processo valutativo esercitato  dall’Università che li ha abilitati viene ribaltato da un concorso a tinte decisamente grigie: lo Stato, quindi, non boccia solo il prof, ma l’Università che ha decretato la sua idoneità, cioè se stesso.

Vi invito a leggere due lettere molto significative una della prof.ssa Elisabetta Fiore, docente a Milano, e una seconda elaborata dal più autorevole “ENTE” per l’accertamento dei requisiti di un bravo prof, costituito dai valutatori più attenti “i suoi alunni”.

Ai miei studenti e alle loro famiglie
Ai colleghi e ai dirigenti con cui ho lavorato
Ai docenti universitari che hanno certificato la mia preparazione
Carissimi, non ho superato la prova scritta del concorso.
A nulla sono valsi i miei titoli, la mia preparazione, la mia professionalità, i miei sacrifici, la mia smisurata passione per questo lavoro. Tutto ciò che voi in tanti anni mi avete tributato, dai voti alti alle congratulazioni per il mio operato, dalla stima ai complimenti, dai sorrisi agli abbracci, è stato infangato da un giudizio che mi ha affossata come docente.
Un concorso definito da tutti truffa per l’assenza di regole, ma pur sempre legge dello Stato, ha decretato la fine di questo mio percorso nella Scuola Pubblica. Mi arrendo all’evidenza: non sono degna di entrare a pieno diritto nella Scuola Italiana, sebbene con certezza sarò chiamata anche quest’anno a fare supplenze, perché il precariato non è stato eliminato, sono stati eliminati i precari, precarizzati e umiliati ancora di più.
Sono giorni che tutti mi ripetete quanto valgo, quanto bene ho fatto, quanto sono brava e preparata, quanto mi stimate come insegnante, collega, studentessa, ma per il mio datore di lavoro, lo Stato Italiano, sono l’ultima. Il mio datore di lavoro di tutti questi nove anni mi ha scartata ora, per poi riprendermi a settembre quando sarà in affanno.  È come se un’azienda continuasse ad assumere a tempo determinato un impiegato per oltre tre anni, dopodiché lo costringesse ad aggiornarsi a proprie spese e, non pago, lo sottoponesse ad un concorso da cui dipende la sua stabilizzazione e, con criteri improvvisati, non lo assumesse ma, per continuare a sfruttarlo, lo richiamasse con contratti a termine.
Nel privato, quest’azienda sarebbe già subissata di multe, penali, controlli.  Nel pubblico no. Lo Stato può procedere indisturbato nella sua opera di distruzione dei lavoratori.
In Lombardia hanno superato la prova scritta del concorso 572 professori di Lettere su 1868 candidati, per 1268 cattedre messe a bando.  1296 professionisti non sono stati ritenuti in grado di essere stabilizzati e io rientro fra quelli.
Richiederò di visionare il mio compito, che reputavo eccellente, ma anche se constaterò che c’è stato uno scambio di file, errore possibile data la prova computer-based, non potrà ovviamente esserci una perizia calligrafica per dimostrarlo. Il delitto perfetto.
Dunque, mi arrendo. Non sono all’altezza d’insegnare in una Scuola Pubblica, sebbene tutti voi studenti, genitori, colleghi, dirigenti, professori affermiate l’esatto contrario.
Non credo, in coscienza, di poter più valutare nessuno, dato che io sono stata valutata come inadatta per questo lavoro.
È stato bello, bellissimo, indimenticabile, ma preferisco lasciarvi in mani sicuramente migliori delle mie.
Elisabetta Fiore

Ma poi oggi pomeriggio è accaduto qualcosa. Mi è arrivata un’altra lettera, meravigliosa, inenarrabile, scritta dai miei ex alunni dell’anno scorso, i miei adorati studenti della IIC. Una lettera che mi invita a non mollare per non vanificare quello che è stato proprio il mio insegnamento, vogliono che formi altri giovani, vogliono che continui a far amare queste materie. Sono loro il mio concorso, la mia dimostrazione di eccellenza. Il resto non conta più, la salita ripida ha un panorama fantastico, adesso.
Sto volando. Grazie, ragazzi.

Gentile Prof Fiore,

È la sua 2a C che le scrive, siamo tutti seduti intorno ad un tavolo per discutere della situazione delicata in cui ci troviamo: siamo stati molto indecisi se scrivere o no questa lettera che riceverà virtualmente.

È la prof migliore che noi abbiamo mai conosciuto, e altri DEVONO avere la fortuna di conoscerla.

Lei per prima ci ha insegnato a non mollare, anche se riscontriamo degli ostacoli, di conseguenza non lo deve fare nemmeno lei.
E che cada il mondo, deve trovarsi dietro ad una cattedra, con il sorriso stampato sulle labbra e la voglia irrefrenabile di insegnare a vivere, per il futuro, per i giovani.

Questo è il nostro pensiero, il pensiero di 25 ragazzi ancora ignari di ciò che è il mondo, ma pur sempre il pensiero di 25 ragazzi che la vogliono davanti ad una lavagna.

“One child, →one teacher←, one pen and one book can change the world”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Boom di multe Ztl e class action cittadini, la maggioranza in Comune difende provvedimento

    Cronaca

    Palermo, 18 Gennaio 2018 - "La Ztl è un valore aggiunto della Città. Gli obiettivi principali della misura sono stati centrati: l'inquinamento è diminuito e la mobilità è migliorata. Palermo è attraversata da un flusso di circa 980 mila auto al giorno; ci sono 370 mila vetture immatricola..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, in un negozio sequestrati 200 chili di pesce

    Cronaca

    San Cipirello, 18 gennaio 2018 - Pesce in cattivo stato di conservazione e prodotti scaduti. Gli uomini della Capitaneria di Porto, agenti del commissariato e finanzieri di Partinico, e i veterinari dell’Asp hanno denunciato e multato il titolare di un esercizio commerciale a San Cipirello. Ele..

    Continua a Leggere

  • Monreale, investito un ragazzino in bici. Necessario il 118

    Cronaca

    Monreale, 18 gennaio 2018 – Attimi di paura a Monreale dove un bambino è stato investito da un’auto. L’incidente è avvenuto nei pressi di piazzetta Matteotti, meglio conosciuta come piazza Arancio. Un'automobile, secondo i primi racconti dei testimoni, avrebbe urtato contro il ragazzino di ..

    Continua a Leggere

  • Biagio Conte sta male, interromperà la protesta: “Ognuno adotti un povero, un disoccupato, un senza casa, un disabile, un immigrato, un nucleo familiare”

    Cronaca

    Palermo, 18 Gennaio 2018 - "Continuerò questo momento di preghiera, digiuno e opere fino alla giornata di venerdì dopo la quale aspettando quello che il Signore mi indicherà cercherò di attenzionare fratello corpo sostenendolo con dei liquidi, delle vitamine, degli zuccheri e delle proteine..

    Continua a Leggere

  • Monreale, è «Capizzi Quater». Paola Naimi e Alessandro Zingales nuovi assessori

    Cronaca

    Monreale, 18 gennaio 2018 – Ci siamo, la squadra del «Capizzi Quater» è stata definita.  Dopo circa un mese di vuoto istituzionale la giunta del comune di Monreale sarebbe nuovamente al completo. Nella rosa degli assessori comunali entrano Paola Naimi e Alessandro Zingales anche se ancora ..

    Continua a Leggere

  • Nuova emergenza, stop a rifiuti a Motta S. Anastasia. I 50 sindaci invocano l’aiuto del Prefetto

    Cronaca

    Monreale, 18 gennaio 2018 - Scatta una nuova emergenza rifiuti in cinquanta comuni delle province di Palermo e Trapani tra cui anche Monreale, Altofonte, Roccamena, San Cipirello, San Giuseppe Jato, Corleone, Bisacquino. Da oggi è inibito il loro conferimento nella discarica di Motta Santa Anastasi..

    Continua a Leggere

  • Villaciambra, i residenti contro il conferimento selvaggio dei rifiuti. «Siete incivili, vergogna»

    Cronaca

    Monreale, 18 gennaio 2018 – «Bene la raccolta differenziata ma servono più controlli sul conferimento selvaggio dei rifiuti», è la protesta dei residenti di Villaciambra, frazione di Monreale. I cittadini, quelli che hanno iniziato a seguire il calendario della raccolta differenziata, fanno se..

    Continua a Leggere

  • Monreale, il vicesindaco è «a tempo indeterminato». #Oltre: «Resta incompletezza istituzionale»

    Cronaca

    Monreale, 18 gennaio 2018 - Monreale ha un vice sindaco a tempo indeterminato. Il 29 dicembre il sindaco, con una determinazione, ha nominato Giuseppe Cangemi. Questa volta la nomina sembra essere definitiva e Cangemi, che è anche assessore, potrà rappresentare il primo cittadino, in caso di una s..

    Continua a Leggere

  • Servizio civile: 1830 posti in palio

    Cronaca


  • Donna strangolata davanti alla figlia, fermati due incensurati rumeni

    Cronaca

    Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Termini Imerese e della Stazione Carabinieri di Cerda hanno eseguito due provvedimenti di Fermo, emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese, nei confronti di due giovani romeni i..

    Continua a Leggere

  • Monreale, al via il Capizzi quater. Paola Naimi potrebbe a breve entrare in giunta

    Cronaca

    Monreale, 17 gennaio 2018 - Potrebbe nascere già domani il Capizzi quater. La città di Monreale, lo ricordiamo, è da prima di Natale priva dell’organo di governo, in seguito al passo indietro deciso dal Partito Democratico che ha ritirato i suoi due assessori, Nadia Battaglia e..

    Continua a Leggere

  • Reportage sui neomelodici e minacce a Meridionews. La solidarietà dell’Ordine dei Giornalisti

    Cronaca

    "L'Ordine dei giornalisti di Sicilia è vicino ai colleghi della testata online Meridionews di Catania, oggetto di violenti attacchi dopo la pubblicazione di un servizio sui cantanti neomelodici etnei". Lo dice l'Ordine in una nota. "


  • Alunni senza mensa scolastica. Il Comune di Partinico sospende il servizio

    Cronaca

    Partinico, 17 Gennaio 2018 - Non inizia nel migliore dei modi l’anno scolastico per le scuole di Partinico che hanno a disposizione il servizio mensa. Il Comune dal primo Gennaio ha sospeso il servizio di refezione per cinque istituti scolastici, la causa sarebbe legata alla manca..


  • “La dura memoria della Shoah”, il 25 gennaio la presentazione del libro a Casa Cultra

    Cronaca

    Monreale, 17 Gennaio 2018 - Un approccio nuovo alla storia della Shoah, costruito con anni di studi specifici e di esperienza didattica dedicata all’argomento. Un testo per le scuole, pensato per studenti e docenti, ma anche per tutti gli appassionati di Storia. Nonostante rappres..


  • Monreale, tragico incidente domestico. Una donna cade dalle scale e muore

    Cronaca

    Monreale, 17 gennaio 2018 - Sale le scale di casa, cade e muore. È accaduto a Monreale nel pomeriggio dello scorso 13 gennaio. La vittima è una signora monrealese, M. A. di 74 anni. La tragedia si è consumata in via Baronio Manfredi, all’interno della sua residenza. La signora, secondo quant..


  • Ruba l’insegna di Corleone, nei guai un turista tedesco. «Innamorato della città»

    Cronaca

    Corleone, 17 gennaio 2018 - Stava smontando l'insegna che riporta il nome della città di Corleone per portarlo a casa come souvenir. Ad essere stato colto con le mani nel sacco è stato un turista tedesco che, armato di di cacciavite, ha deciso di rubare la targa con la grossa scritta «Corleone»...


  • Via Esterna San Nicola in frana, intervengono i Vigili del Fuoco /FOTO

    Cronaca

    [gallery ids="49180,49181,49187,49188,49189,49190,49191,49192"] Monreale, 17 gennaio 2017 – Ancora nessun provvedimento è stato preso nei confronti di via Esterna San Nicola dove più di


  • Monreale, irregolarità nella depurazione delle acque. L’allarme di Legambiente

    Cronaca

    Monreale, 17 gennaio 2018- Sono 324 le irregolarità nella depurazione delle acque siciliane e 228 su 390 Comuni non depurano come si dovrebbe o non hanno ancora reti fognarie. L’allarme è stato lanciato da Legambiente Sicilia che ha studiato i dati pubblicati sul Portale dell’Acqua


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
    Acquapark Monreale