Oggi è 14/12/2018

Cronaca

Un concorso a tinte “grigie”. Lettera di una professoressa e dei suoi alunni

Nato male…rivelatosi peggio, il concorso a cattedra 2016 sta mettendo a dura prova l’autostima di molti validi insegnanti, motivatissimi e preparati, che non sono riusciti a superare la fase scritta

Pubblicato il 14 agosto 2016

Un concorso a tinte “grigie”. Lettera di una professoressa e dei suoi alunni

Monreale, 14 agosto 2016 – Un concorso dalle modalità piuttosto ambigue sta letteralmente mettendo in crisi un buon numero di docenti abilitati, cioè già dichiarati abili dalla più Alta Autorità Culturale Italiana, l’Università, a cui è stato affidato il compito di abilitare i docenti, muniti di precisi requisiti culturali, precedentemente accertati, tramite un corso universitario di tipo abilitante, al termine del quale sono stati dichiarati dall’Università, quindi dallo Stato Italiano, “abili” all’insegnamento. Succede, però, che molti docenti non superino purtroppo la prova scritta  di tale concorso a cattedra. Lo Stato, che prima li ha abilitati, dopo un lungo percorso di studi della durata di un anno, stabilendo, in tal modo, il loro “essere degni” di accedere, a pieno titolo, nel mondo della scuola, avendone accertato inconfutabilmente i requisiti più adeguati, adesso che fa?  Li disabilita.

Ma bocciare un docente con esperienza ma soprattutto  abilitato dallo Stato, non è un po’ come bocciare se stessi? In pratica il processo valutativo esercitato  dall’Università che li ha abilitati viene ribaltato da un concorso a tinte decisamente grigie: lo Stato, quindi, non boccia solo il prof, ma l’Università che ha decretato la sua idoneità, cioè se stesso.

Vi invito a leggere due lettere molto significative una della prof.ssa Elisabetta Fiore, docente a Milano, e una seconda elaborata dal più autorevole “ENTE” per l’accertamento dei requisiti di un bravo prof, costituito dai valutatori più attenti “i suoi alunni”.

Ai miei studenti e alle loro famiglie
Ai colleghi e ai dirigenti con cui ho lavorato
Ai docenti universitari che hanno certificato la mia preparazione
Carissimi, non ho superato la prova scritta del concorso.
A nulla sono valsi i miei titoli, la mia preparazione, la mia professionalità, i miei sacrifici, la mia smisurata passione per questo lavoro. Tutto ciò che voi in tanti anni mi avete tributato, dai voti alti alle congratulazioni per il mio operato, dalla stima ai complimenti, dai sorrisi agli abbracci, è stato infangato da un giudizio che mi ha affossata come docente.
Un concorso definito da tutti truffa per l’assenza di regole, ma pur sempre legge dello Stato, ha decretato la fine di questo mio percorso nella Scuola Pubblica. Mi arrendo all’evidenza: non sono degna di entrare a pieno diritto nella Scuola Italiana, sebbene con certezza sarò chiamata anche quest’anno a fare supplenze, perché il precariato non è stato eliminato, sono stati eliminati i precari, precarizzati e umiliati ancora di più.
Sono giorni che tutti mi ripetete quanto valgo, quanto bene ho fatto, quanto sono brava e preparata, quanto mi stimate come insegnante, collega, studentessa, ma per il mio datore di lavoro, lo Stato Italiano, sono l’ultima. Il mio datore di lavoro di tutti questi nove anni mi ha scartata ora, per poi riprendermi a settembre quando sarà in affanno.  È come se un’azienda continuasse ad assumere a tempo determinato un impiegato per oltre tre anni, dopodiché lo costringesse ad aggiornarsi a proprie spese e, non pago, lo sottoponesse ad un concorso da cui dipende la sua stabilizzazione e, con criteri improvvisati, non lo assumesse ma, per continuare a sfruttarlo, lo richiamasse con contratti a termine.
Nel privato, quest’azienda sarebbe già subissata di multe, penali, controlli.  Nel pubblico no. Lo Stato può procedere indisturbato nella sua opera di distruzione dei lavoratori.
In Lombardia hanno superato la prova scritta del concorso 572 professori di Lettere su 1868 candidati, per 1268 cattedre messe a bando.  1296 professionisti non sono stati ritenuti in grado di essere stabilizzati e io rientro fra quelli.
Richiederò di visionare il mio compito, che reputavo eccellente, ma anche se constaterò che c’è stato uno scambio di file, errore possibile data la prova computer-based, non potrà ovviamente esserci una perizia calligrafica per dimostrarlo. Il delitto perfetto.
Dunque, mi arrendo. Non sono all’altezza d’insegnare in una Scuola Pubblica, sebbene tutti voi studenti, genitori, colleghi, dirigenti, professori affermiate l’esatto contrario.
Non credo, in coscienza, di poter più valutare nessuno, dato che io sono stata valutata come inadatta per questo lavoro.
È stato bello, bellissimo, indimenticabile, ma preferisco lasciarvi in mani sicuramente migliori delle mie.
Elisabetta Fiore

Ma poi oggi pomeriggio è accaduto qualcosa. Mi è arrivata un’altra lettera, meravigliosa, inenarrabile, scritta dai miei ex alunni dell’anno scorso, i miei adorati studenti della IIC. Una lettera che mi invita a non mollare per non vanificare quello che è stato proprio il mio insegnamento, vogliono che formi altri giovani, vogliono che continui a far amare queste materie. Sono loro il mio concorso, la mia dimostrazione di eccellenza. Il resto non conta più, la salita ripida ha un panorama fantastico, adesso.
Sto volando. Grazie, ragazzi.

Gentile Prof Fiore,

È la sua 2a C che le scrive, siamo tutti seduti intorno ad un tavolo per discutere della situazione delicata in cui ci troviamo: siamo stati molto indecisi se scrivere o no questa lettera che riceverà virtualmente.

È la prof migliore che noi abbiamo mai conosciuto, e altri DEVONO avere la fortuna di conoscerla.

Lei per prima ci ha insegnato a non mollare, anche se riscontriamo degli ostacoli, di conseguenza non lo deve fare nemmeno lei.
E che cada il mondo, deve trovarsi dietro ad una cattedra, con il sorriso stampato sulle labbra e la voglia irrefrenabile di insegnare a vivere, per il futuro, per i giovani.

Questo è il nostro pensiero, il pensiero di 25 ragazzi ancora ignari di ciò che è il mondo, ma pur sempre il pensiero di 25 ragazzi che la vogliono davanti ad una lavagna.

“One child, →one teacher←, one pen and one book can change the world”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Strada Statale Palermo Sciacca: 8 auto danneggiate da un giunto sollevato

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Torna a far parlare di sé lo scorrimento veloce Palermo Sciacca, troppo spesso al centro di spiacevoli casi di cronaca. Questa volta, per fortuna, non ci sono stati morti né feriti.  Sono 8 le auto che hanno riportato ..

    Continua a Leggere

  • Parrucche distribuite gratuitamente a pazienti oncologiche. Salvo Lo Coco il parrucchiere di riferimento

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Saranno realizzate e donate gratuitamente alle donne che ne faranno richiesta. Cento parrucche vengono messe a disposizione delle pazienti oncologiche da Assoacconciatori, la nuova categoria di Confesercenti Sicilia, parte integrante dell’area Produzione guidata da Nun..

    Continua a Leggere

  • Allarme randagismo. I residenti di via della Repubblica presentano denuncia, inseguita una signora

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - "Adesso basta, oltre la paura di uscire di casa abbiamo dovuto assistere ad una strage. I gatti che da tempo accudiamo sono stati torturati ed uno è stato squartato da un branco di cani. Abbiamo trovato resti ovunque". Sono esasperati i residenti di via della Repubblica..

    Continua a Leggere

  • Domani l’appuntamento con l’Open Day al Liceo Basile. Notte dei Licei l’11 gennaio

    Cronaca

    [gallery ids="86069,86070,86071,86072,86073"] Monreale, 13 dicembre 2018 -Domani dalle 9 alle 13,15 saranno presenti il Dirigente Concetta Giannino, docenti ed alunni della scuola ad accogliere gli ospiti. Verranno fatti visitare gli spazi e le strutture del Liceo classico e scientifico Emanuele ..

    Continua a Leggere

  • Salvaguardia dei boschi. Dal 1° dicembre aperte le richieste di finanziamenti

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Dal 1° dicembre 2018, e fino al 29 maggio 2019, tramite il portale Sian è possibile richiedere dei finanziamenti per avviare degli interventi di salvaguardia del territorio, nella fattispecie della superficie boschiva. La segnalazione arriva da Alberto Arcidiacono, ..

    Continua a Leggere

  • A Monreale nasce BRQ, il primo show-room dove la casa dei tuoi sogni prende forma

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 201..


  • Lavoratori ex Tech ancora in attesa dell’assunzione. Fumata nera in assessorato

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Ormai da circa 3 anni sono tenuti con il fiato sospeso i 28 ex dipendenti della Tech, la società che per circa 10 mesi, nel 2015, si era aggiudicata il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per il comune di Monreale, in seguito al fallimento dell..

    Continua a Leggere

  • Strada Vicinale Cannizzara in totale abbandono, buche pericolose e avvallamenti

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Si è parlato più volte,

    Continua a Leggere

  • Oggi Monreale profuma di arancina

    Cronaca

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Mentre da qualche parte continua la diatriba tra arancina al femminile o arancino al maschile, a Monreale non c'è mai stato dubbio e mai ci sarà, si chiama arancina.  Si inizia a pensare a Santa Lucia e all'arancina day subito dopo l'Immacolata. Si comprano gli..

    Continua a Leggere

  • Da giovedì 13 apre il nuovo Bed&Breakfast “A casa di Simona”

    Cronaca

    Monreale, 12 dicembre 2018 — ..

    Continua a Leggere

  • Via Pezzingoli. Altre buche, situazione rischiosa per il transito veicolare

    Cronaca

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Arrivano segnalazioni da parte dei residenti di via Pezzingoli, dove le condizioni dell'asfalto continuano a peggiorare a vista d'occhio. Recentemente era stato già affrontato un problema simile in un

    Continua a Leggere

  • Arbi arredo, per un bagno da amare 

    Cronaca

    12 dicembre 2018 - Arredare un bagno oggi, significa essere attenti non solo alle tendenze del momento imposte dalle mode e dalle tendenze, ma significa rispondere ad esigenze totalmente nuove che fino a qualche anno fa erano impensabili per questa zona della casa; per questo bisogna affidarsi a pro..

    Continua a Leggere

  • Campagna di microchippatura. Il consigliere Silvio Terzo: “Getto la spugna”

    Cronaca

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Ancora uno smarrimento e ancora un cane senza microchip e rintracciare il proprietario diventa un'impresa, ma per fortuna la potenza dei social aiuta. E l'amico a quattro zampe viene ritrovato. Sono in molte le persone che decidono di non microchippare l'animale, "compli..

    Continua a Leggere

  • La Regione stanzia 15.618.183,35 € per il miglioramento dei servizi socio-educativi per la prima infanzia

    Cronaca

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Una nuova occasione per il settore no profit che opera a favore dei minori: l'Assesso..

    Continua a Leggere

  • Operazione COrSA NOSTRA. Corse truccate all’ippodromo. 9 arrestati

    Cronaca

    [gallery ids="85888,85889,85890,85891,85892,85893,85894,85895"] Palermo, 12, dicembre 2018 - Minacce di morte e intimidazioni per i fantini che non si piegavano al volere della mafia. È quanto risulta dalle indagini dei Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo che all’alba di oggi, su de..

    Continua a Leggere

  • Monreale, a breve il nuovo assessore. Serena Potenza è stata chiamata ad entrare in giunta

    Cronaca

    Monreale, 12 dicembre 2018 - A meno di sviluppi dell’ultima ora potrebbe ricostituirsi tra oggi e domani la giunta comunale monrealese. Quasi certo il nome di chi prenderà il pos..

    Continua a Leggere

  • 12 dicembre 1969 – LA STRAGE DI STATO

    Cronaca

    Milano, 12 dicembre 2018 - Alle ore 16.30 di venerdì 12 dicembre 1969 un ordigno esplode dentro la Banca Nazionale dell'Agricoltura, a piazza Fontana, nel cuore di Milano. L'Italia intera è sconvolta ed attonita. Non fu un gesto di un fanatico solitario. Si trattò di un complotto, fu "Strag..

    Continua a Leggere

  • TARI, rateizzazione per le fasce più svantaggiate. Approvata la proposta di La Corte

    Cronaca

    Monreale, 12 dicembre 2018 - È passata all'unanimità dei consiglieri presenti in aula la proposta di rateizzazione del saldo Tari previsto per novembre e dicembre. La proposta è stata presentata ieri pomeriggio in consiglio comunale dal capogruppo della Lega, Giuseppe La Corte. La richiesta porta..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com