Giuliano (CambiAmo Monreale): “L’assessore Zuccaro incapace ad organizzare l’estate monrealese e ad attrarre turisti”

“Solo contentini ai monrealesi e nessun investimento per eventi che si estendano oltre il perimetro della piazza”

Monreale, 10 agosto – “La risposta che l’assessore Zuccaro rivolge al collega Giuseppe Guzzo è un chiaro segno della sua continua smania di ostentare”. Il consigliere comunale Antonella Giuliano (CambiAmo Monreale), replica all’assessore al turismo, muovendo una critica sul suo operato da amministratore. E lo fa partendo dalla questione relativa al finanziamento regionale alla rassegna della “Settimana di Musica Sacra”.

Come spiegato da Zuccaro su questa testata in un precedente articolo, la rassegna si terrà, in virtù anche di un finanziamento regionale ottenuto dal comune.

“Per quanto l’assessore cerchi di spostare l’attenzione dalla sua incapacità di ricoprire il ruolo che riveste, perseverando nel buttare fumo negli occhi alla cittadinanza con un auto compiacimento che riteniamo ingiustificato, resta il fatto che il finanziamento cui facciamo riferimento è stato perso per la solita superficialità con cui si affrontano le procedure e che solo una circostanza fortuita ha fatto sì che ci fosse la possibilità di recuperare somme che la Regione mette a disposizione per lo sviluppo turistico. Infatti la questione inerente la sua inefficienza è rinvenibile già solo nel fatto che l’assessore parli dell’inizio dell’estate monrealese a metà agosto, questo, da sé, la dice lunga sul suo concetto di programmazione e di sviluppo”.

Zuccaro aveva anticipato l’inizio a breve della rassegna dell’estate monrealese. “Se è vero – replica la Giuliano – che i mesi maggiormente sfruttati dalle persone per godere di un periodo di riposo vacanziero sono quelli tra giugno e settembre, forse lo stesso dovrebbe rendersi conto che è un pochino in ritardo. La verità è che l’assessore Zuccaro continua ad avere una visione personalistica del suo incarico e a perseverare in quella logica del dare il contentino ai monrealesi ma nulla fa per attrarre il resto dei conterranei e dei tanti turisti che si recano sulla nostra isola”. 

Per la Giuliano l’organizzazione degli eventi estivi sarebbe la prova dell’incapacità dell’amministrazione: “Dove sono i programmi? Dov’è il marketing pubblicitario? Dove la partecipazione delle frazioni all’estate Monrealese come tanto sbandierava al tempo della campagna elettorale? Ritiene davvero sufficiente un poster attaccato alle vetrine del principale bar della piazza? A questo si limita la sua idea di aver assolto il proprio compito? Parliamo dello stesso assessore che l’anno scorso considerava il massimo dell’azione organizzativa l’aver portato le macchinine a scoppio in piazza proprio davanti la cattedrale perlopiù durante lo svolgimento della funzione religiosa senza però capire il danno che in quel momento stava causando ad attività commerciali e turisti in fuga?

Parliamo dello stesso assessore che non investe neppure un centesimo per eventi che si estendano oltre il perimetro della piazza?

Questi solo alcuni esempi a conferma di come l’azione dell’assessore Zuccaro abbia raggiunto l’apice dell’inverosimile e della sufficienza.

E’ proprio lui infatti, con questa sua continua arroganza e col suo sconfinato ego, a non voler ascoltate i bisogni della comunità e, quindi, così facendo, a ledere la città di Monreale e i suoi interessi economici. Basterebbe parlare con i commercianti per capire davvero la situazione. Gli stessi commercianti che si vedono attaccati in maniera ingiustificata solo per il fatto di aver sopperito alle deficienze organizzative e propositive di un assessore sordo investendo il proprio denaro per animare le desolanti e tombali serate monrealesi estive. Un ritorno alla realtà dell’assessore sarebbe oltre che necessario forse anche opportuno, questo è quello che personalmente e unitamente al collega Guzzo, come rappresentanti del gruppo CambiAmo Monreale, gli consigliamo, per il bene di tutti”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.